Lares Praestites (1° maggio)

Et in Arcadia Ego

20190501_014444

Il mese di maggio si apriva con la commemorazione dell’anniversario della dedica di un altare ai Lares Praestites di Roma, i Lari tutelari del suolo della città e degli abitanti che la occupano. I Lares Praestites erano raffigurati come due giovani armati di lancia, vestiti di pelli di capra e accompagnati da un cane.

9257854_3 Retro di un denario di Lucio Cesio, con raffigurazione dei Lares Praestites con cane (112-111 a.C. circa)

L’altare, secondo Ovidio, era stato infatti consacrato un primo maggio e si trovava vicino alle mura più antiche, quelle di Romolo. I Lares Praestites avevano il compito di vegliare sull’intera città e di garantire la sicurezza dei suoi cittadini, a differenza dei Lares Compitales, che sovrintendevano alle varie divisioni urbane, segnate dai “compita”, ossia dai punti in cui due o più strade si incrociavano.

View original post