Archivi tag: Roma Capitale

Controlli alla Stazione Termini, fermati tre furgoni: scattato il fermo dei mezzi e oltre 12mila euro di sanzioni per trasporto internazionale di merci irregolare

Comunicato stampa della Polizia Roma Capitale

Ieri, nell’ambito dei servizi di presidio e vigilanza nell’area della stazione Termini, gli agenti del Nucleo Termini del I Gruppo Centro della Polizia Locale di Roma Capitale hanno fermato, all’interno del parcheggio centrale di piazza dei Cinquecento, tre furgoni pieni di merce con indirizzi di spedizioni in paesi dell’est Europa. Nel corso degli accertamenti, svolti in collaborazione con la Polizia di Stato Commissariato “Viminale”, i conducenti, tutti di nazionalità Moldava, risultavano sprovvisti delle necessarie autorizzazioni al trasporto internazionale e dei documenti di accompagno delle merci. Al termine delle verifiche i furgoni sono stati sottoposti a fermo amministrativo presso una delle depositerie autorizzate: oltre 12.000 euro le sanzioni elevate a seguito delle irregolarità riscontrate.

Roma, 17 gennaio 2021

Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

Esquilino, proseguono i controlli da parte della Polizia Locale. Intervento a piazza Vittorio: identificate 20 persone e attivate le procedure di assistenza

Comunicato della Polizia Roma Capitale

Nel corso dei consueti controlli nel quartiere Esquilino svolti dalla Polizia Locale di Roma Capitale, oggi pomeriggio gli agenti del I Gruppo Trevi, Nucleo Esquilino, hanno svolto mirate verifiche a piazza Vittorio identificando 20 persone, uomini e donne senza fissa dimora a cui è stata offerta assistenza alloggiativa, contestualmente agli accertamenti identificativi di rito e per verificare la regolarità della loro posizione sul territorio nazionale. Al termine dell’attività, due persone hanno accettato l’ausilio della Sala Operativa Sociale di Roma Capitale. I controlli sono stati eseguiti in collaborazione con il Commissariato Esquilino della Polizia di Stato e con il supporto del personale di Ama per la pulizia e sanificazione dei portici.
 
Roma, 12 gennaio 2021
Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

Stazione Termini, intervento della Polizia Locale presso i “ballatoi”: multe per più di 20 mila euro e sequestro di oltre una tonnellata di alimenti. Richiesto l’intervento Asl per le gravi carenze igienico-sanitarie riscontrate in una delle attività.

Comunicato della Polizia Roma Capitale

Prosegue l’attività di vigilanza nel quartiere “Esquilino” da parte della Polizia Locale di Roma Capitale. Nella giornata di ieri, le pattuglie del I Gruppo “ex Trevi, dirette dal Dott. Maurizio Maggi,  con la collaborazione di alcune unità del Commissariato di P.S. di zona,  hanno eseguito un servizio straordinario di controllo nella zona circostante la Stazione Termini ed   in particolare lungo i cosiddetti “ballatoi”,  in via Giovanni Giolitti e nelle vie limitrofe.
Le verifiche, oltre che a prevenire e reprimere ogni forma di illegalità e degrado, sono state finalizzate al controllo del rispetto delle regole sulla sicurezza alimentare e delle misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Dagli accertamenti sono emerse irregolarità in 8 esercizi commerciali, perlopiù minimarket, per un totale di sanzioni dall’ammontare superiore ai 20mila euro. Le violazioni più frequenti hanno riguardato l’assenza delle indicazioni obbligatorie sulla tracciabilità e provenienza della merce alimentare, che presentava etichette non a norma. Illeciti che hanno portato complessivamente al sequestro di oltre una tonnellata di  prodotti tra carne, pesce, riso, legumi e conserve.  In una delle attività sottoposte ai controlli, sono state riscontrate, inoltre, carenze igienico- sanitarie, tanto da richiedere l’intervento del personale Asl: presenza di insetti tra gli alimenti,  cibi congelati e scongelati più volte e pertanto dannosi per la salute dei consumatori. Tutta la merce (circa 700 chili di prodotti) e due freezer sono stati posti sotto sequestro. A causa delle criticità rilevate, oltre alle sanzioni previste, scatterà il provvedimento di chiusura dell’esercizio.
Sono stati sanzionati, anche due cittadini di nazionalità nigeriana , sorpresi a vendere in strada generi alimentari , contravvenendo a qualsiasi norma sulla sicurezza alimentare.
Roma, 20 novembre 2020

Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

“Geco”, denunciato noto writer da parte della Polizia Locale di Roma

Individuato e denunciato “GECO” l’imbrattatore di muri e monumenti in tutta Roma (e non solo).

Il comuncato uffiiale della Polizia Roma Capitale

È stato individuato dal Nucleo Ambiente Decoro della Polizia Locale di Roma Capitale L.P., cittadino di nazionalità italiana di 30 anni, autore di centinaia di graffiti e adesivi a nome “Geco” in diverse zone di Roma. L’accurata attività di indagine, delegata dalla Procura della Repubblica di Roma, ha preso avvio circa un anno fa e tramite accertamenti e perquisizioni in vari quartieri della Capitale, gli agenti sono risaliti al trentenne, individuato nel quartiere Prenestino. Nel corso delle indagini sono stati rinvenuti e posti sotto sequestro più di 1000 adesivi, decine di bombolette spray, attrezzi tecnici come funi da arrampicata o estintori modificati come diffusori da vernice, oltre a pc e apparecchiature elettroniche.

 

L’uomo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per danneggiamento e reato continuato, a cui faranno seguito le richieste di risarcimento per i danni riportati dalle parti interessate.

Roma, 9 novembre 2020  

Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

La notizia è stata riportata da tutti i principali media della città: eccone un paio

Speriamo comunque che sia solo l’inizio di una battaglia contro questi dementi che hanno imbrattato e insozzato quasi tutti i muri della città. Non è possibile che riducano restando impuniti tutti i palazzi (e i monumenti) in questo stato

Esquilino, chiuso parrucchiere: trovate 12 persone all’ interno. Violate diverse misure anti-contagio

Comunicato della Polizia Roma Capitale

Dodici persone in meno di 30 metri quadri, oltre all’ assenza del registro dei clienti e al mancato rispetto di alcune misure previste per la limitazione  del contagio: per questo motivo ieri gli agenti del I Gruppo Trevi della Polizia Locale hanno chiuso un parrucchiere in zona Esquilino. A carico del titolare, un cittadino di nazionalità dominicana di 42 anni, la sospensione dell’attività per 5 giorni e sanzioni per circa 1000 euro a seguito delle violazioni riscontrate, sia per l’inosservanza delle disposizioni anti-contagio, come l’assenza dei prodotti igienizzanti ed il mancato uso delle mascherine,  sia per ulteriori irregolarità amministrative per le quali è stata inviata segnalazione al municipio di zona. Questo intervento si inserisce in un piano di controlli a tutela della salute pubblica che la Polizia Locale del I Gruppo, diretto dal Dott. Maurizio Maggi,  sta svolgendo   in collaborazione con il Commissariato Esquilino della Polizia di Stato.

Roma, 4 novembre 2020


Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

Chiusa associazione culturale per gravi carenze igienico sanitarie: sporcizia nei locali e presenza di veleno per topi tra le criticità rilevate.

Comunicato della Polizia Roma Capitale del 24/09/20

La  Polizia Locale di Roma Capitale, Gruppo I Centro ( ex Trevi), nell’ambito dei controlli volti a  verificare il rispetto delle norme a tutela della salute pubblica nella zona della Stazione Termini,  era già intervenuta nella serata di sabato presso un’attività, che si presentava come associazione culturale, riscontrando violazioni alla normativa anticovid e per tale motivo era scattato il provvedimento di chiusura di tre giorni. 
Nel locale, infatti,  si era registrata calca con assenza di mascherine e distanziamento interpersonale e inoltre veniva esercitata l’ attività non autorizzata di somministrazione, aspetto per cui  i caschi bianchi avevano comminato una sanzione  di più di 5mila euro alla proprietà.
Ieri, gli agenti sono tornati per rimuovere i sigilli, unitamente a personale  Asl, allertato dagli operanti delle condizioni degli ambienti interrati, trovati privi di areazione, aspetto che acuiva la condizione di rischio legata al contagio.
 
Gli operatori sanitari del SIAN (Servizio igiene degli alimenti e nutrizione)  hanno accertato quanto già rilevato dalle pattuglie e disposto l’immediata chiusura a causa delle gravi carenze igienico sanitarie riscontrate , con sporcizia, veleno per topi , alimenti tenuti all’interno di un freezer privo di corrente, infiltrazioni piovane sui muri, spazi adibiti a dormitorio e  bagno utilizzato per cucinare gli alimenti. 
 
 
Roma, 24 settembre 2020
 
 

 


Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

A 150 anni dalla proclamazione di Roma Capitale d’Italia alcune curiosità che riguardano l’Esquilino sui PRG del 1873 E 1883

Cliccare per aprire ed ingrandire la mappa

In alto la tavola originale del PRG di Roma del 1873. Per quanto riguarda l’Esquilino è già completatmente delineato non solo nel suo complesso  ma anche per quanto riguarda le strade, gli isolati e le piazze. Nel 1873 la parte a sud di viale Manzoni non risulta ancora acquisita a livello pubblico e compaiano ancora i nomi di alcune ville storiche ma nel 1883 questa zona viene destinata ad area pubblica con opere (Policlinico) che non verranno mai realizzate in questa sede ed in seguito questi terreni verranno ceduti a privati e cooperative.

1873 – 1883

Quello che ci ha incuriosito e meravigliato sono comunque i correttivi che sono stati ideati tra il 1873 e il 1883 per via Giolitti e vie limitrofe ed in genere per la viabilità della zona tenendo presente che nel 1883 non esistevano ancora le automobili. Ebbene mentre nel primo PRG non c’è traccia nè del sottopassaggio di Santa Bibiana nè di quello fantomatico (mai realizzato) di viale Manzoni, nel secondo appaiono tutti e due. Ciò evidenzia, in quei dieci anni, un attento studio delle esigenze di mobilità, che ovviamente erano completamente diverse da quelle attuali, ma che è quasi completamente mancato nei decenni seguenti e ci ha consegnato l’attuale situazione tutt’altro che ottimale.

Gli studi preparatori per il progetto di restauro dei pavimenti dei portici di Piazza vittorio

Un articolo di “Esquilino chiama Roma” sugli studi preparatori che il I Municipio ha affidato al Dipartimento di Architettura e Progetto della Sapienza per il restauro e la riqualificazione dei  pavimenti dei portici di Piazza Vittorio. E’ un tema tutt’altro che secondario dal momento che un’analisi dei problemi dei portici e lo studio storico delle varie trasformazioni avvenute nel corso dei decenni passati determinano delle basi solide per ogni progetto esecutivo specifico che non voglia incorrere in errori di natura estetica, storica e funzionale.

Tra l’altro un simile restauro, insieme a quello in corso del giardino della piazza, può essere un momento di grande importanza ed interesse per le celebrazioni nel 2021 per i 150 anni di Roma Capitale d’Italia ricordando che la ricostruzione dell’Esquilino, con la creazione della Piazza intitolata a Vittorio Emanuele II, fu senza alcun dubbio l’opera urbanistica più importante tra tutte quelle intraprese dopo il 1871  per ideare le linee guida per  la nuova Capitale Italiana.

29 luglio 2020: il concerto della Banda della Polizia Roma capitale a Piazza pepe

La Banda della Polizia di Roma Capitale a Piazza Pepe

Il concerto in versione integrale

Alcuni dei brani registrati singolarmente

1883 – 1888: in soli 5 anni quanti cambiamenti all’Esquilino!

Se qualcuno pensa che le varianti ai vari Piani Regolatori siano figlie dei nostri tempi si sbaglia di grosso. Guardate questi  particolari di due mappe di Roma, i primi relativi a quella del P.R. ufficialmente approvato nel 1883 i secondi di un’altra mappa pubblicata nel 1888 con qualche opera in più  realizzata ma con non poche variazioni rispetto a diverse  idee e linee guida di solo 5 anni prima

Immagine 1 Piazza Virroeio Emanuele II

Nell’immagine 1 c’è la pianta di Piazza Vittorio a sinistra quella del P.R. del 1883 con la piazza divisa in quattro grandi quadranti con una rotonda in mezzo per collocare la statua monumentale del re Vittorio Emanuele II. L’asse viario che da Santa Croce in Gerusalemme arrivava a Santa Maria Maggiore non era interrotto dalla Piazza. Nella seconda immagine a destra scompaiono i quadranti e la statua commemorativa e l’asse viario viene interrotto.

Immagine 2. Particolare della zona sud dell’Esquilino

Nell’immagine a sinistra c’è l’idea di creare un tunnel alla fine di viale Manzoni per oltrepassare la ferrovia,  in quella di destra, del 1888, scompare questo tunnel di viale Manzoni, rimane quello di Santa Bibiana (che sarà realizzato qualche anno dopo) ma ne viene immaginato un altro che da Porta San Lorenzo arriva a via Mamiani. In realtà diversi decenni dopo (1938) sarà realizzato con la nuova Stazione Termini il sottopassaggio Turbigo ma in asse con via Cappellini