Archivi tag: Apollo 11

Apollo 11 : il programma fino al 20 dicembre

PROGRAMMA FINO AL 20 DICEMBRE:

Mercoledì 13 dicembre
  • ore 19.00 NICO di Susanna Nicchiarelli (93 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.00 SE UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE I BOTTOM BROTHERS dAdriano Foraggioi  (84 min).

Giovedì 14 dicembre

  • ore 21.00 Per Racconti dal Vero: THY FATHER’S CHAIR di Antonio Tibaldi e Alex Lora (76 min)

Venerdì 15 dicembre

  • ore 19.00 SAMI BLOOD di Amanda Kernell (110 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.00 NICO di Susanna Nicchiarelli (93 min). Versione originale – Sott. ITA

Sabato 16 dicembre

  • ore 18.00 SAMI BLOOD di Amanda Kernell (110 min). Versione originale – Sott. ITA
    (110 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 20.30 NICO di Susanna Nicchiarelli (93 min). Versione originale – Sott. ITA

Domenica 17 dicembre

  • ore 18.00 SAMI BLOOD di Amanda Kernell (110 min). Versione originale – Sott. ITA
    (110 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 20.30 NICO di Susanna Nicchiarelli (93 min). Versione originale – Sott. ITA

Lunedì 18 dicembre

  • ore 21.00 FUORINORMA con il film N-CAPACE di Eleonora Danco (81 min)

Martedì 19 dicembre

  • ore 18.30 SAMI BLOOD di Amanda Kernell (110 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.00 TIRAMISU FOR TWO di Sergio Carvajal (103 min). Versione originale – Sott. ITA

Mercoledì 20 dicembre

  • ore 18.30 NICO di Susanna Nicchiarelli (93 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.00 MONDO ZA di Gianfranco Pannone (80 min)

Ingresso con tessera associativa Apollo 11
(sottoscrivibile in loco)

Per prenotazioni booking@apolloundici.it

Le prenotazioni dovranno essere convertite in biglietti presso la biglietteria almeno 30 minuti prima dell’inizio dell’evento.
La prenotazione non convertita non dà diritto di accesso all’evento.

13 dicembre 2017 “Se una notte di mezza estate – I Bottom Brothers” all’Apollo 11

presenta

mercoledì 13 dicembre 20.30

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

SE UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
I BOTTOM BROTHERS

un film di Adriano Foraggio

Italia 2016, 84′

al termine della proiezione
incontreranno il pubblico

il regista
ADRIANO FORAGGIO

la sceneggiatrice
LINDA DALISI

gli interpreti
PAPA MASSAMBA GUEYE
MARINA RUGGIERO
ABRAHAM NARCISSE KOUADIO
LUISA BERNARDINA BOLAÑEZ

Compagnia di K., spazio teatrale aperto a italiani e stranieri, rifugiati e migranti economici, sta preparando uno spettacolo. Ognuno lavora sulla propria versione di Nick Bottom, personaggio del Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, che attende e si prepara ad andare in scena. Allo stesso modo il gruppo attende lo spettacolo e, parallelamente, nel privato, si aspettano il permesso di soggiorno, la Commissione, un lavoro, una nuova vita. Realtà, scena e sogno si confondono: i ragazzi si troveranno in un altrove, per scoprire che una verità può essere in ciascuno di essi.

Regia: Adriano Foraggio – Soggetto: Linda Dalisi, Adriano Foraggio – Sceneggiatura: Linda Dalisi – Direttore della fotografia: Salvatore Zerbo – Montaggio: Stefano Cormino – Scenografia: Giuseppe Stellat

Il trailer

12 dicembre 2017 “Il Contagio” all’Apollo 11


presenta

martedì 12 dicembre ore 21.00
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

IL CONTAGIO

un film di
Matteo Botrugno e Daniele Coluccini

Italia 2017, 108′

introduce il critico cinematografico
ANTONIO VALERIO SPERA

che al termine della proiezione ne discute con

i registi
MATTEO BOTRUGNO
DANIELE COLUCCINI

il produttore
SIMONE ISOLA

e parte del cast

In una palazzina di borgata si agitano le vite di Marcello e Chiara, di Mauro e Simona e del boss di quartiere Carmine.
In questo scenario di umanità mutevole perennemente sospesa tra il tragico e il comico si inserisce anche il professor Walter, scrittore di estrazione borghese il quale ha da tempo una relazione con Marcello ex culturista dalla sessualità incerta.

Mauro, freddo e ambizioso spacciatore, sembra il solo a sentire la necessità di una svolta. I poteri corrotti irrompono in un angolo della periferia.
Criminali, affaristi, palazzinari: un lucido affresco della Roma contemporanea.

Regia: Matteo Botrugno e Daniele Coluccini – Cast: Vinicio Marchioni, Anna Foglietta, Maurizio Tesei, Giulia Bevilacqua,Vincenzo Salemme – Sceneggiatura: Matteo Botrugno, Daniele Coluccini, Nuccio Siano, Tratto dal romanzo di Walter Siti Il Contagio pubblicato da Rizzoli – Direttore della fotografia: Davide Manca – Montaggio: Mario Marrone – Musica: Paolo Vivaldi – Produzione: Paolo Bogna e Simone Isola per KIMERAFILM – Distribuzione: NOTORIOUS PICTURES

Il trailer

11 dicembre 2017 “Sangue” all’Apollo 11

in collaborazione con

presenta

lunedì 11 dicembre ore 21.00

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

SANGUE

un film di
Pippo Delbono

Italia, 2013, 90′

Fine 2011. Pippo Delbono e Giovanni Senzani, ex leader delle Brigate Rosse recentemente uscito di prigione, decidono insieme di tornare sul loro rapporto con la violenza, con i sogni di rivoluzione, con il mondo di oggi e l’Italia in rovina. Per un libro, o un film… Ma quasi che la realtà si facesse beffe dei loro progetti, la morte li sorprende. Pippo accorre al capezzale della madre malata, fervente cattolica nonché ex maestra elementare che detestava i comunisti… Mentre Anna, dopo aver pazientemente atteso che il marito Giovanni scontasse i suoi 23 anni di carcere, si ammala a sua volta. Le due donne muoiono a tre giorni l’una dall’altra. Pippo e Giovanni si ritrovano improvvisamente orfani, indifesi, smascherati. Intanto L’Aquila, la città sfigurata dal terremoto e svuotata dai suoi abitanti, la città delle promesse e delle campagne politiche, oggi solitaria e anch’essa orfana, abbandonata, attende che qualcuno la riporti in vita.

Regia e sceneggiatura: Pippo Delbono – Soggetto: Pippo Delbono, Giovanni Senzani – Interpreti: Pippo Delbono, Margherita Delbono, Giovanni Senzani, Anna Fenzi, Bobò – Fotografia: Fabrice Aragno, Pippo Delbono – Suono e montaggio: Fabrice Aragno – Musica: Camille, Victor Deme, Stefan Eicher, Pietro Mascagni – Produzione: Casa Azul Films, Compagnia Pippo Delbono, in coproduzione con Cinémathèque Suisse, Rsi Radiotelevisione Svizzera, Vivo Films e Rai Cinema

Il trailer

10 dicembre 2017 “I cerini di Santo Nicola” di Vinicio Capossela all’Apollo 11

EVENTO SPECIALE
domenica 10 dicembre 2017 ore 20.00

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

VINICIO CAPOSSELA

presenta

I CERINI DI SANTO NICOLA

RACCONTO INFIAMMABILE PER VOCI, SUONI E CANZONI

L’evento sarà unico e senza repliche,
l’ingresso sarà possibile fino ad esaurimento posti

Avrà priorità per l’acquisto del biglietto per assistere alla presentazione del libro chi acquisterà contestualmente anche quello per la proiezione delle 18.00 di SAMI BLOOD (potendo rimanere in sala nel posto già occupato)

La notte di Natale, nei dintorni della stazione monumentale di Milano, insolitamente vuota e coperta di neve, alcuni diseredati gravitanti nella zona, si aggruppano attorno al fuoco di un grosso bidone, uno di loro, il Secco, poco loquace e dal passato più glorioso, trova una scatola di cerini “che scaldano l’anima, inducono al racconto”.

Ognuno degli occasionali accolti darà allora vita ad un racconto; sono racconti animisti, fantastici, ancestrali, la rievocazione di un concerto di Louis Prima, il cantante più natalizio che mai registrò una canzone di Natale, una ciurma nella bottiglia che finisce nel gran festeggiamento marino degli abissi, un cimitero animista di lavatrici e elettrodomestici, dove si trova l’albero della cupa, la cui luce attira tutti gli animali notturni, l’apparizione di un cane mannaro “il pumminale”, un corteggiamento e gran ballo di vecchi pianoforti scordati, miracolosamente animati, un’idea del paradiso e l’arrivo finale a mezzanotte e a cerini esauriti di Santo Nicola, italianissimo e autentico progenitore del più “globale” Santa Claus.
Suoi sono i cerini della buona favella, che attizzano la fantasia e donano l’eloquenza, unico dono che si è tenuto da parte il santo, emigrante, solo e malaccompagnato che dopo essersi spiegato, benedice gli astanti e con una grande fiammata li illumina, e, come nelle antiche feste dei folli, rende gli ultimi primi e i primi ultimi, in quella particolare ricchezza che è la parola.

POSTFAZIONE

“Sono passati 15 anni da quando nel periodo del natale 2002, con Jacopo Leone e Francesca Leoncini giocammo a inventarci un protettore delle vittime dei propri errori, un protettore degli scappati di casa, di quanti hanno perso il ritorno, di quanti sono migrati e restati nell’orbita del magnete della stazione centrale senza più andarsene.
Lo eleggemmo nella figura di un santo emigrante, ai nostri occhi scalcinato, di nome Nicola, come molti degli emigranti meridionali che ci si erano affidati.
Parente di quel Nicolaus, che fu il primo portatore di doni, e che poi si fece poi rubare il mestiere da Babbo Natale.
Si è fatto portare via tutti i regali volentieri, perché dei desideri di grandi e bambini non si fida: sono infiniti e mutevoli, e anzi ammonisce di fare attenzione a quel che si desidera che poi magari è capace che si avvera.
Si è tenuto da parte un solo dono, dei cerini di legno, una cosa da niente che però compie un grande miracolo: dona la capacità di sapersi parlare, dona la possibilità del racconto e perciò della com-passione, della com-prensione.
La capacità di vedere nelle disgrazie degli altri anche le nostre e dunque assolversi e essere in qualche modo fratelli: tutti disgraziati alla pari.
La pioggia si è fatta neve e non ferisce ma bagna…l’incantesimo del fuoco e del racconto nella stagione dell’inverno, necessario perché, come dice il santo, chi è solo se ne accorge a Natale.
I racconti si succedono attorno a un focolare che non è domestico, ma è un bidone, come quello acceso ai tempi del binario 21 per la protesta contro la soppressione dei treni notturni.
Da allora tante sarebbero le occasioni di raccontare altre solitudini attorno a una stazione che nel frattempo ha acquisito nuovi led digitali luminosi, ma resta che la solitudine più grande è parlare, urlare per le strade senza che nessuno sia disposto ad ascoltare.
Che è poi quello che fanno tutti che per strada o nei nuovi strumenti di comunicazione : molti urlano e pochi si ascoltano.
Perciò il nostro Sante Nicola ha sempre parecchio da fare.
I cerini si sono consumati, è un po’ più invecchiato, non ha una barba bianca e fluente, ma una barba senza fare di una settimana , perché non ha fissa dimora. Sono aumentati gli acciacchi, non è messo bene… Ha cambiato la 127 tagliata a metà e trainata da cani randagi, ma arriva sempre accompagnato da malebestie a ricordarci che, come da bambini, lo spavento è terapeutico, ma la paura somministrata a sistema è strumento di potere.
E che il dono del dialogo, del sapersi parlare è sempre un dono prezioso, che non ha bisogno di vetrine e tredicesime per essere donato.
Così abbiamo deciso di pubblicare questo testo in maniera semi clandestina in occasione dei concerti di “Ombre nell’inverno”, nella speranza che sappia ravvivare con l’eloquio, il fuoco delle parole.”

Apollo 11 : il programma fino al 13 dicembre

PROGRAMMA FINO AL 13 DICEMBRE:

Giovedì 7 dicembre

  • ore 19.00 NICO di Susanna Nicchiarelli (93 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.00 SAMI BLOOD di Amanda Kernell (110 min). Versione originale – Sott. ITA

Venerdì 8 dicembre

  • ore 17.00 SAMI BLOOD Amanda Kernell (110 min)
    (110 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 19.15 NICO di Susanna Nicchiarelli (93 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.15 SAMI BLOOD di Amanda Kernell (110 min). Versione originale – Sott. ITA

Sabato 9 dicembre

  • ore 17.00 SAMI BLOOD di Amanda Kernell (110 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 19.30 Per Racconti dal Vero: THE HATE DESTROYER di Vincenzo Caruso (52 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.00 SAMI BLOOD di Amanda Kernell (110 min). Versione originale – Sott. ITA

Domenica 10 dicembre

  • ore 16.30 Per Racconti dal Vero: THE HATE DESTROYER di Vincenzo Caruso (52 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 18.00 SAMI BLOOD di Amanda Kernell (110 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 20.30 SAMI BLOOD di Amanda Kernell (110 min). Versione originale – Sott. ITA

Lunedì 11 dicembre

  • ore 21.00 FUORINORMA con il film SANGUE di Pippo Delbono (90 min)

Martedì 12 dicembre

  • ore 18.30 SAMI BLOOD di Amanda Kernell (110 min). Versione originale – Sott. ITA
    (110 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.00 IL CONTAGIO di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini (105 min)

Mercoledì 13 dicembre

  • ore 19.00 NICO di Susanna Nicchiarelli (93 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.00 SE UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE I BOTTOM BROTHERS di Adriano Foraggio (84 min)

 

Ingresso con tessera associativa Apollo 11
(sottoscrivibile in loco)

Per prenotazioni booking@apolloundici.it

Le prenotazioni dovranno essere convertite in biglietti presso la biglietteria almeno 30 minuti prima dell’inizio dell’evento.
La prenotazione non convertita non dà diritto di accesso all’evento.

6 dicembre 2017 “Prova Contraria” all’Apollo 11


con il sostegno di


presenta

mercoledì 6 dicembre 21.00

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

PROVA CONTRARIA

un film di Chiara Agnello

Premio Irritec Sicilia.doc – Salina Doc Festival 2017


Italia, 2016, 63′

introduce

FRANCESCO D’AYALA
giornalista e giurato Salina Doc Festival

che al termine della proiezione
ne discute con

la regista del film
CHIARA AGNELLO

e il produttore
ALFREDO COVELLI

Raymond ama I ragazzi criminali del circuito penale minorile di Palermo. Hanno commesso gravi reati e per questo raggiungono le pagine dei giornali e sono considerati senza speranza. Questo film racconta il loro grande impegno nel risalire il sentiero della legalità, attraverso la pena alternativa della “messa alla prova” nella società, aiutati dai loro assistenti sociali, vere guide, che riescono a vedere oltre il caso di cronaca, e identificano la “Prova Contraria”: quell’elemento umano interno ai ragazzi che, se affrontato e compreso, potrà salvarli.

Regia: Chiara Agnello – Soggetto e Sceneggiatura: Chiara Agnello – Fotografia: Maura Morales Bergmann – Montaggio: Giuseppe Giudice, Edoardo Morabito – Musica: Angelo Sicurella – Produzione: Meproducodasolo, Asmara Films, con il contributo del MiBACT, con il sostegno di Sicilia Film Commission – Distribuzione: Fil Rouge Media [Italia]

Il trailer

4 dicembre 2017 “Bellas Mariposas” all’Apollo 11

in collaborazione con

presenta

lunedì 4 dicembre ore 21.00

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

BELLAS MARIPOSAS

un film di
Salvatore Mereu

Italia, 2012, 101′

Due ragazze adolescenti, Cate e Luna, vivono in una zona periferica e abbandonata di Cagliari. Insieme fantasticano i loro primi passi nella vita e fanno grandi progetti. Cate vorrebbe diventare una rockstar e scappare dalla casa paterna, dal tirannico padre e dai fratelli problematici. Poi c’è Gigi, innamorato di Cate, ma troppo timido. Il film segue le ragazze in una lunga giornata di agosto, nella quale si troveranno a dover proteggere Gigi da Tonio, il fratello di Cate, che lo vuole uccidere. Quando tutto sembra perduto, l’intervento di una bellissima donna – la coga Aleni, una strega che legge la sorte degli abitanti del quartiere – farà prendere alle cose una nuova piega…

Regia e sceneggiatura: Salvatore Mereu – Soggetto: il racconto omonimo di Sergio Atzeni (Sellerio, 1996) – Interpreti: Sara Podda (Cate), Maya Mulas (Luna), Micaela Ramazzotti (Aleni), Davide Todde (Gigi), Luciano Curreli (padre di Cate), Maria Loi (madre di Cate), Rosalba Piras (sig.ra Sias), Simone Paris (Tonio), Anna Karina Dyatlyk (Samantha), Giulia Coni (Luisella), Silvia Coni (Mandarina), Carlo Molinari (sig. Federico), Enrico Sanna (Fisino), Luca Sanna (Ricciotti), Gianluca Lai (Massimo), Roberto Voce (Alex), Lulli Lostia (sig.ra Nioi) – Fotografia: Massimo Foletti . Suono: Stefano Sabatini – Musica: Train to Roots, Balentes, Antonio Castrignanò, Rosalba Piras – Scenografia: Marianna Sciveres, Pietro Rais – Costumi: Alessandro Lai – Montaggio: Paola Freddi – Produzione: Viacolvento, in collaborazione con Rai Cinema

Il Trailer

3 dicembre 2017 “THE HATE DESTROYER” all’Apollo 11

ECCEZIONALE SERATA ALL’APOLLO 11
CONTRO TUTTI I NAZIFASCISMI PASSATI E PRESENTI

con il sostegno di

presenta
in prima visione
e in esclusiva per la città di Roma

domenica 3 dicembre 20.30

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

THE HATE DESTROYER

un film di Vincenzo Caruso

LA STORIA DI IRMELA, UNA DONNA CONTRO IL NAZISMO


Italia/Germania 2017, 52′
versione originale con sottotitoli italiani

al termine della proiezione
incontreranno il pubblico

il regista
VINCENZO CARUSO

e la protagonista
IRMELA MENSAH-SCHRAMM

Chi è Irmela Mensah-Schramm? Una signora berlinese di sessantacinque anni che una mattina del 1985, andando al lavoro, ha visto su un muro un adesivo razzista, e la sera ha preso le chiavi di casa e lo ha staccato. Da allora continua a cancellare ogni giorno dai muri scritte omofobe e razziste, dopo averle fotografate. È sola, rischia grosso: ma Irmela ha già sconfitto il cancro e un passato difficile, e rifiuta di piegarsi. Questa è la sua storia ed è anche la nostra: quella di un’Europa che si sveglia ogni giorno più violenta, ma in cui la caparbietà semplice e rivoluzionaria di chi si alza in piedi e dichiara il suo “no” può ancora fare la differenza.

Regia: Vincenzo Caruso – Sceneggiatura: Vincenzo Caruso – Direttore della fotografia: Fabrizio Mario Lussi – Montaggio: Giulia Attanasio – Musica: Giorgio Gristina – Produzione: Diego Volpi, Alessandro Carroli – Distribuzione: EIE FILM

Il trailer

1 dicembre 2017 “Canto alla vita” all’Apollo 11


con il sostegno di


presenta
in anteprima romana
in occasione della giornata
mondiale contro l’AIDS

venerdì 1 dicembre 21.00

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

CANTO ALLA VITA

un film di Nathalie Rossetti e Turi Finocchiaro

Italia/Belgio, 2016, 62′

al termine della proiezione

il regista
TURI FINOCCHIARO

e il protagonista
RAYMOND LE MOAL

incontreranno il pubblico

Raymond ama Raymond. Quando il cancro si impadronisce di uno di loro, sieropositivi da 27 anni, la loro lotta diventa comune. Un inno alla vita, all’amore e all’amicizia.

Regia: Nathalie Rossetti, Turi Finocchiaro – Soggetto e sceneggiatura: Nathalie Rossetti – Interpreti: Raymond Jacquemin, Raymond Le Moal – Musiche: Benjamin Eppe, Fabienne Van Den Driessche – Montaggio: Sébastien Calvez – Fotografia: Turi Finocchiaro, Raphaël Van Sitteren – Produzione: Borak Films, Luna Blue Film, Les Films du Nord

Il trailer