Archivi tag: Apollo 11

18 maggio 2018 “They” all’Apollo 11

in collaborazione con

presenta
in prima visione e in esclusiva per la città di Roma

venerdì 18 maggio ore 21.00
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

THEY

un film di Anahita Ghazvinizadeh

Usa/Quatar/Iran, 2017, 80 min.

al termine della proiezione incontro con

la regista (in video conferenza)
ANAHITA GHAZVINIZADEH

l’attrice
NICOLE COFFINEAU

la presidente di GayCenter
ANGELA INFANTE

Essere uomo o donna? Accettarsi o cambiare genere?
Intensa e delicata storia sulla ricerca della propria identità: l’adolescenza e il percorso di autodeterminazione di un quattordicenne a Chicago

J ha quattordici anni. J vuole essere chiamato, o chiamata, con il pronome “they”. “They” vuol dire “loro”. Vive con i genitori nella periferia di Chicago e sta esplorando la sua identità di genere, sta prendendo tempo per scegliere chi vuole essere, mentre segue una terapia ormonale per ritardare la pubertà. Dopo due anni di terapia, deve decidere se effettuare o no la transizione, scegliere se essere uomo o donna. Durante il week-end decisivo, mentre i genitori sono in viaggio, la sorella di J e il suo ragazzo iraniano arrivano per prendersene cura.

Regia: Anahita Ghazvinizadeh – Con: Rhys Fehrenbacher, Koohyar Hosseini, Nicole Coffineau – Sceneggiatura: Anahita Ghazvinizadeh – Fotografia: Carolina Costa – Montaggio: Anahita Ghazvinizadeh, Dean Gonzalez – Musica: Vincent Gillioz – Produzione: Mass Ornament Films – Distribuzione: Lab80.

Festival: 70° Festival di Cannes, Torino Film Festival 2017.

Guarda il trailer

IL FILM SARA’ IN PROGRAMMAZIONE ESCLUSIVA
PER LA CITTA DI ROMA ALL’APOLLO 11
DAL 18 MAGGIO

Apollo 11 Il programma fino al 23 maggio 2018

PROGRAMMA FINO AL 23 MAGGIO:

Giovedì 17 Maggio

ore 18.00 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 20.00 Presentazione del bando FARE UN FILM.
ore 21.00 APPENNINO di Emiliano Dante (66 min). In presenza dell’autore.

Venerdì 18 Maggio

ore 17.00 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 19.00 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 21.00 THEY di Anahita Ghazvinizadeh (80 min). In presenza dell’autrice.

Sabato 19 Maggio

ore 17.00 THE CONSTITUTION – DUE INSOLITE STORIE D’AMORE di Rajko Grlic (93 min).
ore 19.00 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 21.00 THEY di Anahita Ghazvinizadeh (80 min).

Domenica 20 Maggio

ore 16.30 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 18.30 THEY di Anahita Ghazvinizadeh (80 min).
ore 20.30 1945 di Ferenc Török (91 min).

Lunedì 21 Maggio

ore 19.00 THEY di Anahita Ghazvinizadeh (80 min).
ore 21.00 ARTDIGILAND 2. MIRNA di Corso Salani (80 min).

Martedì 22 Maggio

ore 19.00 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 21.00 THEY di Anahita Ghazvinizadeh (80 min).

Mercoledì 23 Maggio

ore 19.00 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 21.00 Per Racconti dal Vero: IO SONO TOMMASO (84 min) di Amedeo Fago.

17 maggio 2018 Presentazione del bando “Fare un film” all’Apollo 11

giovedì 17 maggio ore 20.00

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

presentazione del bando

FARE UN FILM

un’iniziativa

intervengono

VERONICA FLORA
coordinatrice del progetto

GIACOMO RAVESI
giurato

Se può essere scritto, o pensato, può essere filmato.
Stanley Kubrick

FARE UN FILM è un progetto ideato da Antonietta De Lillo e realizzato dall’Associazione Fuori dal pollaio che punta a selezionare e sostenere autori che vogliano realizzare opere di cinema del reale sul tema L’UOMO E LA BESTIA
FARE UN FILM si rivolge a tutti i filmaker maggiorenni di qualunque nazionalità che, professionisti e non, siano interessati a un percorso di alta formazione nel campo cinematografico, che li metta a confronto con professionisti del settore e alla prova sul terreno della concreta costruzione e realizzazione di un film.
Il progetto si svolgerà in due fasi, ognuna delle quali prevede il raggiungimento di un traguardo formativo.

Nella prima fase, si offre la possibilità a 15 autori – selezionati tra tutti quelli che avranno inviato la logline di un progetto di film documentario sul tema L’UOMO E LA BESTIA – di partecipare a un workshop intensivo di tre giorni, presso la Casa del Cinema di Roma, con un tutor per la regia – il regista Giovanni Piperno – e un tutor per la produzione, il produttore Luca Ricciardi. Il workshop, che si focalizzerà sull’analisi del processo creativo di una storia, dall’idea alla messa a punto della forma visiva.

Nella seconda fase, a seguito della valutazione dei progetti sviluppati e di una giornata di pitching, una giuria composta da cinque personalità del panorama cinematografico italiano – l’autrice Eleonora Danco, la regista Antonietta De Lillo, la produttrice Marta Donzelli (Vivo Film), Anna Maria Granatello (Presidente Premio Solinas), Giacomo Ravesi (Curatore Racconti dal vero – Apollo 11) e il regista Daniele Vicari – sceglierà, tra i 15 autori, tre finalisti.

FARE UN FILM offrirà ai tre autori supporto per la realizzazione del proprio film documentario attraverso: l’affiancamento di quattro tutor (i due tutor del workshop insieme a Greta De Lazzaris/tutor per la direzione della fotografia e Giogiò Franchini/tutor per il montaggio); la disponibilità di utilizzo di attrezzatura tecnica per le riprese, gentilmente concessa dalla PANALIGHT S.p.A.; tre postazioni montaggio gentilmente concesse da marechiarofilm e Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volonté, partner del progetto; 1.000 euro per le spese vive.

Durante la giornata di pitching, sarà assegnato anche il Premio Aamod (5 minuti di repertorio da utilizzare liberamente per la realizzazione di un’opera).
Inoltre un rappresentante di Doc/it – Associazione Documentaristi Italiani, selezionerà un progetto che potrà partecipare alla prossima edizione degli Italian Doc Screenings.

La realizzazione dei tre documentari partirà la prima settimana di agosto e si concluderà a novembre 2018.

FARE UN FILM si concluderà con una festa finale che si svolgerà a dicembre 2018 a Roma, durante la quale verranno proiettati i teaser trailer dei tre film documentari realizzati, alla presenza di una giuria popolare composta da studenti di cinema, che consegnerà un premio al must see della serata.

Per partecipare a FARE UN FILM è necessario inviare la documentazione richiesta nel bando entro il 31 maggio 2018 a info@fuoridalpollaio.it

Bando e regolamento: http://www.fuoridalpollaio.it/fareunfilm

Partner FARE UN FILM:

15 maggio 2018 “IBI” all’Apollo 11


con il sostegno di


presenta

in occasione della mostra su IBITOCHO SEHOUNBIATOU, detta IBI,
presso il porticato del GIARDINO CONFUCIO MERCATO ESQUILINO di ROMA

martedì 15 maggio ore 19.00
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

IBI

un film di Andrea Segre

Italia, 2017, 66′

al termine della proiezione, incontro con

il regista

ANDREA SEGRE

Ibi è nata in Benin nel 1960, ha avuto tre figli e nel 2000 in seguito a seri problemi economici ha scelto di affrontare un grande rischio per cercare di dare loro un futuro migliore. Li ha lasciati con sua madre e ha accettato di trasportare della droga dalla Nigeria all’Italia. Ma non ce l’ha fatta. 3 anni di carcere, a Napoli. Una volta uscita Ibi rimane in Italia senza poter vedere i figli e la madre per oltre 15 anni. Così per far capire loro la sua nuova vita decide di iniziare a filmarsi. Racconta sé stessa, la sua casa a Castel Volturno dove vive con un nuovo compagno, Salami, e l’Italia dove cerca di riavere dignità e speranza. Dalle immagini che Ibi ha realizzato è nato questo film.

Regia: Andrea Segre – Interpreti: Salami Taiwo Olayiwola, Mimma D’Amico, Fabio Basile, Giampaolo Mosca, Gian Luca Castaldi, Prosper Doe – Montaggio: Chiara Russo – Fotografia: Matteo Calore – Musiche: Sergio Marchesini, Giorgio Gobbo (Bottega Baltazar) – Consulenza Artistica: Marco Pettenello – Produzione: Jole Film con RaiCinema con la collaborazione di Zalab e con il sostegno di Open Society Foundations – Produttore: Francesco Bonsembiante – Organizzatore Generale: Gregorio Maraschini Montanari.

Il trailer

14 maggio 2018 “I racconti dell’orso” all’Apollo 11

presenta

lunedì 14 maggio ore 21.00
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

I Racconti dell’orso

un film di Samuele Sestieri e Olmo Amato

Italia, 2015, 67 min.

al termine della proiezione incontro con

i registi
SAMUELE SESTIERI
OLMO AMATO

In un mondo abbandonato dagli uomini, un monaco meccanico insegue uno strano omino rosso. Dopo aver attraversato boschi, città morte e lande desolate, i due buffi personaggi raggiungono la cima di una collina magica. Il ritrovamento di un vecchio peluche d’orso ormai malandato li farà riconciliare. Uniranno così le forze, nella speranza di poter dare vita al giocattolo inanimato e sfuggire al vuoto che li circonda.

Regia: Samuele Sestieri e Olmo Amato – Con: Samuele Sestieri, Olmo Amato, Freya Roberts, Bengt Roberts – Soggetto e Sceneggiatura: Samuele Sestieri, Olmo Amato – Montaggio: Samuele Sestieri – Fotografia: Samuele Sestieri, Olmo Amato – Musiche: Riccardo Magni – Altri brani musicali: Virginia Quaranta, Remo De Vico – Voce: Virginia Quaranta – Prodotto da: Samuele Sestieri, Olmo Amato in collaborazione con Offsetcamera di Mauro Santini.

Il trailer

12 maggio 2018 “Interruption” e “Out of frame” all’Apollo 11

presenta

sabato 12 maggio ore 16.30
e
mercoledì 16 maggio ore 21.00

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

in esclusiva per la città di Roma

INTERRUPTION

un film di Yorgos Zois

Grecia/Francia/Croazia 2016, 110 min.
Versione originale con sottotitoli italiani

Per celebrare l”esordio a Cannes di Yorgos Zois con il suo ultimo Third Kind,
il film sarà preceduto dal più celebre cortometraggio dell’autore
vincitore dell’EFA per il miglior corto europeo

OUT OF FRAME


Grecia, 10 min.
Versione originale con sottotitoli italiani

Un adattamento teatrale post moderno di una tragedia greca classica si svolge in prestigioso teatro di Atene. Come ogni sera, il pubblico prende posto e la rappresentazione può cominciare.

All’improvviso, le luci si accendono. Un gruppo di giovani vestiti di nero sale sul palco. Si intravede, tra loro, una pistola. “Ci scusiamo per l’interruzione”, dice uno di loro, invitando il pubblico dalla platea a raggiungerli sul palco, invitandoli quindi a partecipare. La rappresentazione riprende, eppure qualcosa è cambiato: vanno in scena gli stessi personaggi, ma è il pubblico che comincia a sentirsi diverso…

Interruption è un mystery d’autore ambientato in un teatro ateniese, in cui un misterioso Coro prende il possesso del palco durante una rappresentazione dell’Orestea di Eschilo. Solo gli attori, imprigionati in un cubo di vetro, capiscono quello che sta succedendo, mentre il pubblico, che non è in grado di distinguere tra finzione e realtà, sale ignaro sul palco…
Interruption è un intrigante film sul vedere sulla vulnerabilità di chi rappresenta.

Out of Frame, il cortometraggio che precede il film, realizzato tre anni prima, ne costituisce una sorta di ouverture. Un lavoro in cui dei cartelloni vuoti diventano la metafora di un Paese, la Grecia, costretto ad interrogarsi sul vuoto e sul suo senso.

Regia: Yorgos Zois – Cast: Alexandros Vardaxoglou, Sofia Kokkali, Pavlos Iordanopoulos, Hristos Karteris, Romanna Lobats, Angeliki Margeti, Natassa Brouzioti, Aineias Tsamatis, Constantinos Voudouris, Maria Kallimani, Areti Seidaridou, Spyros Sidiras, Christos Sougaris, Alexandros Sotiriou, Elena Topalidou, Maria Filini, Vasilis Andreou, Daphne Ioakimidou – Patakia, Alexia Kaltsiki, Effi Rabsilber, Christos Stergioglou, Labros Filippou, Nikos Flessas – Sceneggiatura: Yorgos Zois con la collaborazione di Vasilis Kyriakopoulos – Fotografia: Yannis Kanakis – Montaggio: Yannis Chalkiadakis – Musica: Sylvain Chauveau soundscapes + drones Novi_sad – Produttore: Maria Drandaki, Elie Meirovitz, Siniša Juričić – Distribuzione: TYCOON DISTRIBUTION.

Il trailer

 

11 maggio 2018 ” Gli indesiderati d’Europa” all’Apollo11

presenta

venerdì 11 maggio ore 21.00
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

GLI INDESIDERATI D’EUROPA

I SENTIERI DI WALTER BENJAMIN

un film di Fabrizio Ferraro

Italia 2016, 111 min.
Versione originale con sottotitoli italiani

intervengono

il regista
FABRIZIO FERRARO

il produttore
MARCELLO FAGIANI

Catalogna. Pirenei Sud-orientali. Gli elementi naturali di un paesaggio minerale. Lungo la “Route Lister”, nel febbraio del 1939 avanzano lentamente i profughi della Guerra civile spagnola. Tra di loro tre miliziani antifascisti. L’anno successivo un altro gruppo di “indesiderati” attraversa il medesimo sentiero ma in direzione opposta. È la popolazione degli antifascisti europei, stranieri ed ebrei in fuga dalla Francia occupata e “collaborazionista”. Walter Benjamin è uno di questi.

Dopo la prima mondiale al IFFR – International Film Festival di Rotterdam, Gli Indesiderati d’Europa di Fabrizio Ferraro uscirà al cinema il 24 aprile e sarà protagonista di un’anteprima d’eccezione il 5 aprile alle ore 20.30 in alcune delle più importanti cineteche e istituzioni culturali europee: al Museo del Cinema di Torino saranno presenti l’interprete Marta Reggio e il produttore Marcello Fagiani, alla Filmoteca di Catalunya in Barcellona saluteranno il pubblico in sala gli attori Pau Riba, VicençAltaió, Catarina Wallenstein e Bruno Duchêne, e alla Cineteca di Lisbona saranno presenti il regista Fabrizio Ferraro e l’interprete Euplemio Macrì. Successivamente sono previsti degli appuntamenti alla Cinemateca di Lubiana (maggio) e al Teatro Wolksbuhne di Berlino (giugno).
Film integralmente europeo, parlato in quattro lingue con attori e cast italiano, spagnolo, francesee tedesco, Gli Indesiderati d’Europa sarà proiettato nelle prestigiose istituzioni cinematografiche europee per la prima volta unite in un evento comune, con una diretta skype che farà dialogare i protagonisti del film presenti nelle diverse città.

Regia: Fabrizio Ferraro – Cast: Euplemio Macrì, Catarina Wallenstein Pau Riba, Marco Teti, Bruno Duchêne, Vicenç Altaió, Marta Reggio, Raphaël Bismuth Kimpe, Jean Louis Tribouley, Olaf Schindler – Sceneggiatura: Fabrizio Ferraro – Fotografia: Fabrizio Ferraro – Montaggio: Fabrizio Ferraro – Musica: “Seven – Quartets I – VIII” di John Cage Jakobsplatz Orchestra – Produttore: Passepartout (Italia), Eddie Saeta (Spagna) con Rai Cinema con il sostegno del Ministero dei beni e delle attività culturali e del Turismo, Direzione Generale Cinema Regione Lazio, Fondo Regionale per il Cinema e l’Audiovisivo – Distribuzione: Boudu – Passepartout in collaborazione con Zomia.

Il Trailer

10 maggio 2018 “Comunismo futuro” e “Eyes” all’Apollo 11

con il sostegno di

presenta

giovedì 10 maggio ore 21.00
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

un film di
Andrea Gropplero di Troppenburg

un cortometraggio di
Maria Laura Moraci

 

al termine della proiezione

il regista
ANDREA GROPPLERO DI TROPPENBURG

il protagonista
BIFO – FRANCO BERARDI

la regista
MARIA LAURA MORACI

il direttore della fotografia
DANIELE CIPRÌ

incontreranno il pubblico

*****

COMUNISMO FUTURO
Italia, 2017, 70 min.

Dove siamo? Siamo entro la spirale decomposizionista, nell’anno 2017. Le fonti di stimolazione visuale proliferano, congegni di videoregistrazione inseriti in ogni ambiente del pianeta. Possiamo vedere tutto quindi non vediamo più niente, possiamo sapere tutto quindi non sappiamo più niente. E’ l’ignoranza una forza? Cento anni dopo la Rivoluzione Sovietica il tempo si presenta come un’accelerazione panica che rende impossibile la riflessione critica, la decisione politica, il governo razionale. Il caos è la dimensione visuale e psichica entro la quale siamo collocati. Comunismo futuro è un viaggio vertiginoso attraverso il ventesimo secolo, un viaggio che viene raccontato insieme dal punto di vista della Rivoluzione del 1917, e dal punto di vista della spirale di follia in cui il secolo ventunesimo sembra essersi gettato a capofitto. In mezzo, a raccontare questa storia, Franco Berardi, un uomo che si è formato negli anni ’60, che ha vissuto il ’68 come studente ribelle e poi ha animato il ’77, l’anno in cui il futuro finì e il non futuro di oggi incominciò.

Regia: Andrea Gropplero di Troppenburg – Con: Franco Berardi Bifo – Soggetto: Andrea Gropplero di Troppenburg, Franco Berardi Bifo – Sceneggiatura: Andrea Gropplero di Troppenburg, Franco Berardi Bifo, Paolo Sbrango Marzoni – Testi: Franco Berardi Bifo – Montaggio: Paolo Sbrango Marzoni, Camille Marteaux – Fotografia: Simone Gambelli – Riprese: Rinat Bekchintayev, Stephan Vladovskij, Andrea Gropplero di Troppenburg – Musiche: Riccardo Pedrini – Voce: Erica Zagato – Grafiche: Alvise Renzini – Suono: Alessio Festuccia – Prodotto da: Andrea Gropplero di Troppenburg, Paolo Marzoni, Franco Berardi Bifo.

Guarda il trailer

*****

EYES
Italia, 2018, 13 min.

Cortometraggio di finzione dedicato alla memoria di Niccolò Ciatti. Al centro la patologica indifferenza collettiva che affligge la nostra società e che ci spinge a guardare sempre altrove da dove c’è reale sofferenza o bisogno di aiuto. Una condanna alla frenesia quotidiana. Personaggi di diversa età e classe sociale aspettano alla fermata di un autobus, fino a quando non accade qualcosa di tragico. Gli attori recitano con gli occhi chiusi per questa forte critica alla società divenuta incline alla violenza, all’inerzia e al consumismo.

Regia: Maria Laura Moraci da un’idea di Elisa Fois, Francesca Aledda e Maria Laura Moraci – Soggetto e Sceneggiatura: Maria Laura Moraci – Interpreti: Elisa Fois – Francesca Aledda – Adriana Papana – Maria Laura Moraci – Alessandro Frontino – Francesco Vesprini – Sara Budoni – Sara Schifani – Griscelly Kathina – Alessandra Viti – Giorgia Grimaldi – Vanina Marini – Bruno Valente – Valentino Orfeo – Paula De Oliveira – Claudia Ligorio – Wìese Mùstaa Ròlfes – Max Oliva – Lello Fantoni – Alessandro Pia – Alfredo Moraci – Juan Buratti – Nino Bucci – Paolo Balassone – Giovanna Ottaviani – Leonardo Moscatelli – Elisabetta Sirianni – Paolo Salvatore – Petra Priscakova – Clarissa Cartelli – Direttore della Fotografia: Daniele Ciprì – Montaggio: Pierluigi Darino – Scenografia: Paolo Iudice – Costumi: Laura Chiusolo – Make Up: Emanuela Serini, Ambra Andriola, Aurora Emanuele, Sonia Saitta, Anila Nikolli, Ana Karina Yagual Muzzio, Giorgia Stella – Effetti Visivi: Pietro Scagliarini – Musica: “Il Mio Giovane e Libero Amore” dei Management del Dolore Post Operatorio e tre cover arrangiate da Giacomo Vitullo e cantate da Jacquiline Maria Ferry e David Ambrosini – Prodotto da: Crowdfunding “Produzioni Dal Basso”, Maurizio Rosci, Anna De Nardo e Maria Laura Moraci.

Apollo 11 Il programma fino al 16 maggio 2018

PROGRAMMA FINO AL 14 MAGGIO:

 

Giovedì 10 Maggio

ore 19.00 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 21.00 COMUNISMO FUTURO di Andrea Gropplero di Troppenburg (70 min) e EYES (13 min) di Maria Laura Moraci. In presenza degli autori.

Venerdì 11 Maggio

ore 19.00 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 21.00 GLI INDESIDERATI D’EUROPA di Fabrizio Ferraro (111 min). In presenza dell’autore.

Sabato 12 Maggio

ore 17.00 UNTITLED-VIAGGIO SENZA FINE di M. Glawogger (105 min).
ore 19.00 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 21.00 1945 di Ferenc Török (91 min).

Domenica 13 Maggio

ore 17.00 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 19.00 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 21.00 THE CONSTITUTION – DUE INSOLITE STORIE D’AMORE di Rajko Grlic (93 min).

Lunedì 14 Maggio

ore 19.00 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 21.00 I RACCONTI DELL’ORSO di Samuele Sestieri e Olmo Amato (67 min). In presenza degli autori.

Martedì 15 Maggio

ore 19.00 IBI di Andrea Segre (67 min). In presenza dell’autore.
ore 21.00 UNTITLED-VIAGGIO SENZA FINE di M.Glawogger (105 min).

Mercoledì 16 Maggio

ore 19.00 1945 di Ferenc Török (91 min).
ore 21.00 OUT OF FRAME (10 min) e INTERRUPTION (110 min) di Yorgos Zois.

5 maggio 2018 “Festa Romana per Michele Mari” all’Apollo 11


presenta

Sabato 5 maggio 2018
ore 17.30 aperitivo – 18.00 inizio festa

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio 80/b
(angolo via Conte Verde) – Roma

Festa Romana
per

MICHELE MARI
godimento pubblico letterario


A festeggiare Michele Mari ci saranno: Fernando Acitelli, Maurizio Alampi, Barbara Alberti, Giuseppe Antonelli, Giorgio Biferali, Franco Cordelli, Andrea Cortellessa, Carlo D’Amicis, Riccardo Donati, Hugo Doyle, Giulio Ferroni, Carlo Mazza Galanti, Francesco Longo, Massimiliano Manganelli, Raffaele Manica, Michelle Muller, Jacopo Narros, Tommaso Ottonieri, Antonia Paolini, Walter Pedullà, Tommaso Pincio, Graziella Pulce, Umberto Rossi, Luca Serianni, Gianluigi Simonetti, Elena Stancanelli, Alessandra Urbani.

Una “Festa romana” funziona così: alcune persone festeggiano qualcuno, generalmente uno scrittore. Lo fanno leggendo ad alta voce brani tratti da suoi libri, scelti tra quelli che gli stanno più a cuore, al punto di volerli condividere con gli altri. Anche lo scrittore festeggiato legge, ed essendo il festeggiato può scegliere di leggere quello che preferisce, cose scritte da lui oppure anche da altri.

Questo è il link all’evento facebook
Alcune brevi informazioni su Michele Mari qui

Ingresso con aperitivo 4 € + tessera associativa Apollo 11 (sottoscrivibile in loco)

Chi dovesse chiedere o rinnovare il tesseramento è pregato di arrivare all’Apollo 11 con discreto anticipo.
Per prenotazioni booking@apolloundici.it