Tutti gli articoli di esquilino

28 gennaio 2020 “Gli Indocili” all’Apollo 11


presenta

martedì 28 gennaio ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma


Italia, 2019, 67 min.

introduce

la documentarista e sceneggiatrice
MARIANGELA BARBANENTE

che ne discute al termine della proiezione con

la regista
ANA SHAMETAJ

il montatore
JACOPO QUADRI

alcuni componenti del
Cast

Un gruppo di dodici giovani interpreti trascorre tre mesi di studio, prove, vita in comune in un teatro in mezzo al bosco. Ogni giorno la poetessa Mariangela Gualtieri scrive facendosi ispirare dalle ragazze e dai ragazzi, e cuce i versi addosso a ciascuno. Il gruppo di attori è allenato dal regista Cesare Ronconi a diventare un coro, un corpo unico e compatto in scena, al tempo stesso ogni attore è spinto a entrare nella propria solitudine. Il bosco invernale che circonda il teatro diventa il luogo dove ricercare la carica autentica per dire i versi, il labirinto da fronteggiare dove perdersi e trovare quello che si stava cercando. E’ il ritratto di una comunità che accade nella poesia, la lingua che da voce al bisogno di una parola battagliera, chiarificatrice, esortatrice e comune, attraverso la quale incamminarsi in un’impresa epica, nel tentativo obbligato – per chi oggi ha vent’anni – di rifondazione della vita e dell’arte.

Regia: Ana Shametaj – Cast: Arianna Aragno, Elena Bastogi, Elena Griggio, Enrico Malatesta, Lorella Barlaam, Lucia Palladino, Mariangela Gualtieri, Rossella Guidotti, Silvia Curreli, Alessandro Percuoco, Cesare Ronconi, Gianfranco Scisci, Marcus Richter, Ondina Quadri, Piero Ramella, Stefania Ventura – Versi: Mariangela Gualtieri – Fotografia: Ana Shametaj, Greta De Lazzaris – Montaggio: Jacopo Quadri, Nicolò Tettamanti – Produttore esecutivo: Jacopo Quadri – Assistente alla regia e Fonico: Otto Reuschel – Suono: Marco Falloni, Marcos Molina, Marta Billingsley – Musiche: Anselmo Luisi – Registrazione musiche e Mix: Damon Arabsolgar – Correzione colore: Vincenzo Marinese – Grafica: Patrizio Esposito con la collaborazione di Teatro Valdoca, L’Arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, Comune di Mondaino – Produzione: Ubulibri in collaborazione con Rai Cinema.

Il trailer

28 gennaio 2 febbraio 2020 “WE WILL ROCK YOU” al Teatro Brancaccio

28 gennaio 2 febbraio 2020

TEATRO BRANCACCIO

WE WILL ROCK YOU

THE MUSICAL BY QUEEN AND BEN ELTON

con PAOLO BARILLARI | MASSIMILIANO COLONNA |  LOREDANA FADDA | VALENTINA FERRARI | LUCA MARCONI |  MARTHA ROSSI | CLAUDIO ZANELLI

con Riccardo di Paola (I tastiera), Antonio Torella (II tastiera), Roberta Raschellà (chitarra) Federica Pellegrinelli (chitarra) Alessandro Cassani (basso) Marco Parenti (batteria)

Coreografie Gail Richardson | scenografia Colin Mayes

direzione Artistica e vocal coach Valentina Ferrari | Direzione Musicale Riccardo Di Paola 
direzione vocale di Antonio Torella | disegno luci è di Francesco Vignati
sound designer Luca Colombo | costumi Nunzia Aceto

trucco di Maurizio Roveroni | produttore Esecutivo Cristina Trotta

Regia di MICHAELA BERLINI

Produzione di Claudio Trotta per Barley Arts

Maggiori informazioni

27 gennaio 2020 “La giornata della Memoria” all’Apollo 11

presenta

lunedì 27 gennaio

LA GIORNATA DELLA MEMORIA

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

ore 19.30

1938: DIVERSI

di Giorgio Treves

Italia, 2018, 65 min.
NASTRO D’ARGENTO MIGLIOR DOCUMENTARIO

*****

ore 20.30

incontro con

ALDO ZARGANI
scrittore

MARIO AVAGLIANO
storico

EDOARDO NOVELLI
Università degli Studi Roma Tre
docente di Sociologia e Comunicazione Politica

GIORGIO TREVES
regista

*****

ore 21.15

CHI SCRIVERÀ LA NOSTRA STORIA

di Elisabetta Grossman

USA, 2018, 95 min.

Il film sarà in replica Martedì 28 Gennaio alle ore 17.00

*****

1938: DIVERSI

“Il Fascismo può ancora tornare sotto le spoglie più innocenti. Il nostro dovere è di smascherarlo e di puntare l’indice su ognuna delle nuove forme – ogni giorno, in ogni parte del mondo.”
Umberto Eco

1938 – 2018: ottant’anni dalla Promulgazione delle Leggi Razziali Fasciste. Un anniversario importante e un tema purtroppo ancora molto attuale. Ottant’anni fa il popolo italiano, che non era tradizionalmente antisemita, fu spinto dalla propaganda fascista ad accettare la persecuzione di una minoranza che viveva pacificamente in Italia da secoli.
Come fu possibile tutto questo? E quanto sappiamo ancora oggi di quel momento storico?
1938 DIVERSI vuole raccontare cosa comportò per gli ebrei italiani l’attuazione di quelle leggi, e come la popolazione ebraica e quella non ebraica vissero il razzismo e la persecuzione. In particolare, il film si concentrerà sui sottili meccanismi di persuasione messi in opera dal fascismo grazie all’efficace e pervasiva azione del Ministero della Cultura Popolare (MinCulPop), centro direttivo della propaganda di regime.

Regia: Giorgio Treves – Scritto da: Roberto Levi e Luca Scivoletto – Cast: Roberto Herlizka, Stefania Rocca, Alessandro Federico – Fotografia: Sammy Paravan – Montaggio: Valeria Sapienza – Interventi di: Mario Avagliano, Roberto Bassi, Luciana Castellina, Alberto Cavaglion, Rosetta Loy, Sergio Luzzatto, Edoardo Novelli, Marcello Pezzetti, Liliana Picciotto, Michele Sarfatti, Bruno Segre, Liliana Segre, Alessandro Treves, Walter Veltroni e Aldo Zargani – Musica: Lamberto Macchi – Produzione: Tangram Film.

CHI SCRIVERÀ LA NOSTRA STORIA

Nel novembre del 1940 i nazisti rinchiusero 450 mila ebrei nel ghetto di Varsavia. Un gruppo segreto composto da giornalisti, ricercatori e capi della comunità, guidato dallo storico Emanuel Ringelblum e conosciuto con il nome in codice Oyneg Shabes (“La gioia del Sabato” in yiddish), decise di combattere le menzogne e la propaganda dei feroci oppressori con carta e penna anziché con le armi e con la violenza.
Oyneg Shabes ha raccontato la vita nel ghetto dal punto di vista ebraico. Ha commissionato diari, saggi, storielle, poesie e canzoni e ha documentato le atrocità naziste con testimonianze oculari riuscendo a far arrivare sino a Londra i terribili resoconti sugli stermini realizzati dai tedeschi. Poi, mentre i treni deportavano la popolazione verso le camere a gas di Treblinka e il ghetto veniva distrutto dalle fiamme, i membri di Oyneg Shabes riuscirono a seppellire 60.000 pagine di documenti nella speranza che l’archivio sopravvivesse alla guerra e alla loro stessa fine.
Ora, per la prima volta, la storia di Emanuel Ringelblum e dell’archivio di Oyneg Shabes è raccontata in un film documentario che intreccia immagini dei testi d’archivio con nuove interviste e rari filmati arricchiti da ricostruzioni storiche che permettono allo spettatore di essere trasportato all’interno del Ghetto e delle vite di quei coraggiosi combattenti della resistenza.
Attraverso le voci della tre volte nominata agli oscar Joan Allen e del premio Oscar Adrian Brody, il film rende omaggio alla determinazione che ha permesso ai membri di Oyneg Shabes di creare la più grande raccolta di testimonianze oculari in grado di sopravvivere alla guerra. Il documentario segue i loro momenti di speranza, angoscia, disperazione e rabbia sia verso i loro compagni ebrei sia nei confronti degli oppressori nazisti. Cattura il loro umorismo, il desiderio, la fame e la loro determinazione di mantenere la propria umanità di fronte a difficoltà indicibili. E alla fine, attraverso le loro voci, azioni ed esperienze, Who Will Write Our History sconfigge coloro che distorcono e disumanizzano l'”altro” in favore di coloro che si alzano, combattono e, come scrive un membro di Oyneg Shabes, “urlano la verità al mondo”.

Scritto, diretto e prodotto da: Roberta Grossman – Fotografia: Dyanna Taylor – Montaggio: Chris Callister Ondine Rarey – Musiche: Todd Boekelheide – Voiceover: Joan Aallen, Adrien Brody, Charlie Hofheimer, Peter Cambor – Cast: Jowita, Budnick, Piotr Glowacki Karolina Gruszka – Distribuzione: Wanted Cinema.

26 gennaio 2020 ore 21,00 “La Tregua” al Teatro Brancaccino

26 gennaio 2020 ore 21,00

Teatro Brancaccino

in occasione di

Roma per la memoria

Riccardo Bocci

LA TREGUA

di Primo Levi

lettura scenica di Riccardo Bocci

Produzione di Daf

Maggiori informazioni

26 gennaio 2020 “Napoli all”Opera” al Palazzo del Freddo – Fassi

    Domenica 26 Gennaio 2020, ore 18:30

PALAZZO DEL FREDDO – FASSI

– NAPOLI ALL’OPERA –

“Sebbene la canzone napoletana sia considerata tradizional/popolare, molti ritengono che tragga diretta ispirazione dalle suggestioni dell’opera lirica ottocentesca che, in quel di Napoli, viveva una delle sue stagioni più felici, grazie alle intuizioni dell’impresario Domenico Barbaja ed al genio di Rossini e Donizetti”. Ascoltare per credere 😉

Ingresso 10 euro con degustazione di Sanpietrino e mini tramezzini Fassi 

Prenotazione obbligatoria al numero 335. 1446043

Palazzo del Freddo – Gelateria Fassi
Sala Giuseppina
Via Principe Eugenio, 65, 00185 Roma RM
per informazioni e prenotazioni
389 5749943- : 06 446 4740

 

 

25 gennaio 2020 “Il gusto per le storie – Fantozzi” Cena gelato al Palazzo del Freddo – Fassi

Sabato 25 Gennaio nuovo appuntamento con IL GUSTO PER LE STORIE, cena gelato ideata da Andrea Fassi e animazione della Scuola di scrittura Genius.

Ecco il menù degustazione creato da Andrea Fassi per la serata:

Antipasto – Sorbetto di Birra Duchessa, pane di Terni e olio Tuscus;
Primo – Gelato di pecorino di Bavaria, pepe su pastella fritta;
Secondo – Maiale affumicato e gelato di cipolla rossa;
Contorno – Gelato di patate con cipolla caramellata;
Dolce – Sanpietrino al caffè Ciamei miscela Supremo.

Costo: 30 euro a persona, bevande incluse.
Per prenotare scrivere a: genius@storygenius.it oppure +39 351 877 94 61

25 gennaio 2020 “Jazz by Gatsby – Quinto Quarto 2020” al Gatsby Cafè

25 gennaio 2020 – ore 22,00

Gatsby Cafè

Jazz by Gatsby – Quinto Quarto 2020

Finalmente, i primi Quinto Quarto del terzo decennio del Duemila!

Raffaele Litterio – Sax Tenore e Soprano.
Matteo Montanari – Sax Tenore.
Lorenzo Mazzocchi – Sax Contralto.
Franco Desiato – Trombone.
Christian Negro – Armonica.
Carlos Fanelli – Basso.
Cosimo Coda – Chitarra.
Giacomo Bracci – Piano.
Martino Mistretta – Batteria.

Special Guest, Tony Formichella.

:: FREE ENTRY ::

24 – 30 gennaio 2020 “Franco Vignoli Contemporary Art Exhibit” allo Studio Medina

dal 24 al 30 Gennaio 2020

presso gli spazi Medina Roma

Franco Vignoli Contemporary Art Exhibit

 Una mostra personale di Franco Vignoli, pittore autodidatta che, senza specifici studi artistici, ha sviluppato la sua passione per l’arte influenzato in parte dal padre, anch’egli pittore. Questa di Vignoli è la prima personale che vuole essere una vera e propria retrospettiva sulla sua variegata produzione artistica.

Inaugurazione: Venerdì 24 Gennaio ore 18:00

Luogo: Medina Roma, Via Angelo Poliziano, 36

http://www.medinaroma.com/events/franco-vignoli-contemporary-art-exhibit/

24 gennaio, 1, 5 e 17 febbraio 2020 “Laboratori Urbani” al Palazzo Merulana

24 gennaio, 1, 5 e 17 febbraio 2020

PALAZZO MERULANA

Laboratori Urbani | Incontri di Riscatti di Città

Il progetto-mostra Riscatti di Città propone un ricco palinsesto di incontri volto ad investigare e co-progettare la riabilitazione della città, a partire dai suoi protagonisti per stimolare la partecipazione sulla più grande riflessione sulla rigenerazione urbana mai fatta a Roma.

 

24 Gennaio ore 18.00
Redenzione – La Rigenerazione Urbana come opportunità di riscatto

Cos’è la rigenerazione urbana? Perché bisogna investirci? Di cosa bisogna tenere conto prima di mettere in atto politiche di rigenerazione urbana?
Con il supporto di esperti del settore che hanno interagito con il tema a diverse scale e con responsabilità differenti, si vuole delineare una visione chiara dell’argomento, che possa anche mettere in evidenza gli aspetti critici della rigenerazione urbana. Un’opportunità di redenzione per attuare politiche per migliorare la condizione sociale, economica, ambientale e infrastrutturale della città e degli individui che la abitano.

Hanno già aderito alla discussione:

Marta Baumgartner – Archeologa della Soprintendenza Speciale di Roma
Giovanni Caudo – Professore di Progettazione Urbanistica Roma 3
Piero Ostilio Rossi – Università La Sapienza di Roma
Maria Claudia Clemente – Founding Director Labics
Guendalina Salimei – Founding Director Tstudio
Modera
Luca del Fra – Giornalista

 

1 Febbraio
Industria creativa: arte, design e partecipazione

Incontro sul legame tra industria creativa e rigenerazione urbana partecipativa.
In che modo i cittadini e gli attori dell’industria creativa possono stimolare o potenziare la rigenerazione urbana? Quale spazio di partecipazione hanno i cittadini in questi processi/progetti?

Prima parte: Roma
Ore 10.30 – 13.00
Esempi di rigenerazione urbana a Roma legati all’arte sociale e alla cultura. Interventi e installazioni artistiche che diventano operazioni di riscatto, e progetti di rigenerazione urbana che includono un uso strumentale dell’arte.

Seconda parte: Italia
Ore 16.00 – 18.00
Esempi di rigenerazione urbana in Italia legati all’arte sociale e alla cultura. Interventi e installazioni artistiche che diventano operazioni di riscatto, e progetti di rigenerazione urbana che includono un uso strumentale dell’arte. Confronto tra le esperienze di Roma e quelle a livello nazionale.

 

5 Febbraio Ore 17.00 – 19.00
Modelli di rigenerazione – Esempi di best practices

Alcuni esempi di rigenerazione urbana possono essere presi come modelli (best practice) per capire in che modo si può raggiungere il riscatto di una città, chi deve essere coinvolto e quali sono i passi da seguire. Come si crea la “tempesta perfetta” di progetto, attori, finanziamenti e partecipazione per implementare la rigenerazione urbana?

ore 19.00 – 21.00
A seguire: “OPEN MIC” – Racconti di rigenerazione      

 I community partner e le realtà creativo-culturali portate in mostra avranno l’opportunità di raccontare la storia della loro rigenerazione. Lo stesso pubblico verrà invitato a partecipare, facendo conoscere la propria realtà di rigenerazione o ponendo domande agli speaker.

17 Febbraio, ore 18.00-21.00
Closing della mostra

A conclusione della mostra, verranno esposti i risultati del mese di mostra e degli incontri.
Verrà presentata la pubblicazione editoriale/digitale, che riassume i temi trattati, la ricerca dietro la mostra e i vari interventi e interazioni con il pubblico, e una piattaforma online di partecipazione e confronto per i cittadini.

 

Partecipazione gratuita fino ad esaurimento posti disponibili
Info allo 0639967800
info@palazzomerulana.it

24 gennaio 2020 “Let’s GatSwing! – Mini Swing Gang Band” al Gatsby Cafè

24 gennaio 2020 ore 22,00

Gatsby Cafè

Let’s GatSwing! – Mini Swing Gang Band

Prendi due cantanti giovani, belle e cattive, un cantante chitarrista con la passione per i bassi, un folle pianista di ragtime e un batterista che suona anche senza batteria. E poi dagli un obiettivo: trovare e suonare lo Swing… anche quando non c’è! Oltre ai classici dello Swing, Ragtime&Jive, musiche e successi di ogni epoca riletti in chiave Swing…

Alice Albanese Ginammi – Voce
Cecilia Morrone – Voce
Lorenzo Mazzoni – Voce/Chitarra
Andrea Marano – Pianoforte
Daniele Russo – Batteria

:: FREE ENTRY ::