Archivi tag: 2020

Le Giornate Europee del Patrimonio 2020: le visite e gli eventi nel Rione Esquilino

In occasione delle Giornate Europpe del Patrimonio sarà possibile visitare diversi monumenti a Roma e in tutt’Italia. A seguire i luoghi che aderiscono all’iniziativa nel Rione Esquilino:

Auditorium di Mecenate

26 settembre: L’Auditorium e gli Horti di Mecenate: il verde come riqualificazione urbana

Il tema della riqualificazione urbanistica e ambientale costituisce l’argomento centrale di questo incontro: il complesso degli horti e dell’auditorium con la sua ricca decorazione pittorica diviene lo spunto per una riflessione sui temi del recupero, del risanamento e della trasformazione urbanistica nel rispetto della sostenibilità ambientale nel mondo contemporaneo.  Ad un inquadramento topografico del monumento nell’area dell’Esquilino con la sua complessa storia di trasformazioni d’uso, seguirà la storia di questo settore della città originariamente esterno alle mura serviane ed utilizzato come necropoli, poi bonificato da Mecenate e trasformato in lussuoso complesso



Area archeologica di Santa Croce in Gerusalemme

26 settembre: Comprensorio archeologico di Santa Croce in Gerusalemme – Una notte alla corte dei Severi e di Elena

Una sera alla corte di Elena e dei Severi, visite guidate contingentate nel comprensorio archeologico di Santa Croce in Gerusalemme. In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio è prevista un’apertura serale dell’area archeologica. Il sito è un complesso di grande suggestione e oggetto di recenti interventi di scavo e di restauro. L’area, fin da epoca augustea, si caratterizzava come un quartiere di grandi dimore private. Nel corso del III secolo d.C. fu scelta dagli imperatori Severi (Settimio Severo, Caracalla, Elagabalo) per edificarvi una lussuosa residenza, distinta dalla sede ufficiale del Palatino. Il complesso era articolato in vari nuclei monumentali (villa, anfiteatro, circo, ninfei) all’interno di un vasto parco. La costruzione delle mura Aureliane (271-275 d.C.) ne spezzò l’unità, inglobandone alcune strutture. Con Costantino il complesso, notevolmente modificato, continuò a funzionare come residenza imperiale con il nome di Palazzo Sessoriano (che significa luogo di soggiorno imperiale), poi lasciato alla madre Elena. Con gli interventi di questo periodo, l’impianto originario della villa si arricchì con strutture pubbliche e private, fra le quali emergono i resti di una grande aula per udienze (Tempio di Venere e Cupido) e case destinate ai membri della corte.

Area archeologica di Santa Croce in Gerusalemme

27 settembre: Comprensorio archeologico di Santa Croce in Gerusalemme – Un giorno alla corte imperiale

Domenica 27 settembre dalle 14.30 alle 18.30 la Soprintendenza Speciale di Roma promuove un ciclo di visite guidate nell’area archeologica di Santa Croce in Gerusalemme. Un giorno alla corte imperiale è il titolo scelto per rappresentare l’evento che si inserisce nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio 2020. L’area archeologica di Santa Croce in Gerusalemme è un complesso di grande suggestione e oggetto di recenti interventi di scavo e di restauro. L’area, fin da epoca augustea, si caratterizzava come un quartiere di importanti dimore private. Nel corso del III secolo d.C. fu scelta dagli imperatori Severi (Settimio Severo, Caracalla, Elagabalo) per edificarvi una lussuosa residenza, distinta dalla sede ufficiale del Palatino. Il complesso era articolato in vari nuclei monumentali (villa, anfiteatro, circo, ninfei) all’interno di un vasto parco. La costruzione delle mura Aureliane (271-275 d.C.) ne spezzò l’unità, inglobandone alcune strutture. Con Costantino il complesso, notevolmente modificato, continuò a funzionare come residenza imperiale con il nome di Palazzo Sessoriano (che significa luogo di soggiorno imperiale), poi lasciato alla madre Elena. Con gli interventi di questo periodo, l’impianto originario della villa si arricchì con strutture pubbliche e private, fra le quali emergono i resti di una grande aula per udienze (Tempio di Venere e Cupido) e case destinate ai membri della corte.

Museo nazionale Romano – Palazzo Massimo

26 settembre: Palazzo Massimo Le decorazioni scultoree delle residenze romane in età imperiale

Visita guidata alle opere scultoree del primo piano del Museo, a cura del Servizio Educativo del Museo Nazionale Romano

prenotazione in biglietteria il giorno stesso, numero massimo partecipanti: 13.

Museo nazionale Romano – Terme di Diocleziano

26 settembre: Museo Nazionale Romano – Terme di Diocleziano ArtMuseum. Attività didattiche ed educative per bambini con disabilità

Attività didattiche ed educative per bambini con disabilità

Workshop a cura del Servizio Educativo del Museo Nazionale Romano in collaborazione con l’Associazione “l’abilità Onlus”.

Il workshop, teorico e pratico, ha l’obiettivo di proporre metodi e strategie per avvicinare il bambino con disabilità intellettiva al museo, alla scoperta della storia, dell’arte e dell’archeologia. 

L’elenco completo degli eventi diurni dei Musei Statali

L’elenco completo delle aperture serali

Il programma completo degli eventi curati dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Chiusa associazione culturale per gravi carenze igienico sanitarie: sporcizia nei locali e presenza di veleno per topi tra le criticità rilevate.

Comunicato della Polizia Roma Capitale del 24/09/20

La  Polizia Locale di Roma Capitale, Gruppo I Centro ( ex Trevi), nell’ambito dei controlli volti a  verificare il rispetto delle norme a tutela della salute pubblica nella zona della Stazione Termini,  era già intervenuta nella serata di sabato presso un’attività, che si presentava come associazione culturale, riscontrando violazioni alla normativa anticovid e per tale motivo era scattato il provvedimento di chiusura di tre giorni. 
Nel locale, infatti,  si era registrata calca con assenza di mascherine e distanziamento interpersonale e inoltre veniva esercitata l’ attività non autorizzata di somministrazione, aspetto per cui  i caschi bianchi avevano comminato una sanzione  di più di 5mila euro alla proprietà.
Ieri, gli agenti sono tornati per rimuovere i sigilli, unitamente a personale  Asl, allertato dagli operanti delle condizioni degli ambienti interrati, trovati privi di areazione, aspetto che acuiva la condizione di rischio legata al contagio.
 
Gli operatori sanitari del SIAN (Servizio igiene degli alimenti e nutrizione)  hanno accertato quanto già rilevato dalle pattuglie e disposto l’immediata chiusura a causa delle gravi carenze igienico sanitarie riscontrate , con sporcizia, veleno per topi , alimenti tenuti all’interno di un freezer privo di corrente, infiltrazioni piovane sui muri, spazi adibiti a dormitorio e  bagno utilizzato per cucinare gli alimenti. 
 
 
Roma, 24 settembre 2020
 
 

 


Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

Il miracolo della Madonna della neve ai tempi del coronavirus: il programma definitivo della rievocazione

Il miracolo della Madonna della neve ai tempi del coronavirus

Tutto pronto per la storica rievocazione del Miracolo della Madonna della neve all’Esquilino a Roma che si terrà domenica 30 agosto 2020, a partire dalle ore 20h30 fino alle 24h, nell’isola pedonale di piazza Santa Maria Maggiore. Un appuntamento tradizionale giunto alla 37esima edizione e che ogni anno, accoglie migliaia di partecipanti. L’evento, ideato e diretto dall’Architetto Cesare Esposito, mette in scena la storica nevicata che portò alla costruzione della basilica, con proiezioni e giochi di luci. Partecipano autorità Ecclesiastiche, Em.mo e Rev.mo. Signor Cardinale. Card. Stanisław Ryłko, arciprete della Basilica di Santa Maria Maggiore, Autorità Capitoline e rappresentanti della Regione Lazio.

La rievocazione è uno dei pochi eventi che non sono stati cancellati dalla programmazione estiva della Capitale, a causa delle nuove ordinanze in merito all’emergenza Covid “anti-movida”. La manifestazione di quest’anno si riveste di un significato altamente simbolico che invita a trovare il coraggio per reagire a quello che sta accadendo e soprattutto un invito alla guarigione. Un messaggio con il quale “metaforicamente” viene presentata una richiesta di intercessione per la grazia, un atto, un evento religioso e di speranza.

La serata vede la partecipazione della fanfara dei Carabinieri, diretta dal M° Danilo Di Silvestro, con a seguire un concerto della soprano Maria Prosperi e del baritono Giuseppe Milli che ci regaleranno alcuni brani tratti dalla grande  lirica ma anche romanze della tradizione popolare e riservando un omaggio al M° Ennio Morricone, con un balletto di Micol Girasole, Prima ballerina della Compagnia Nazionale di Raffaele Paganini e che, con la loro partecipazione, hanno voluto ricordare quanto il corpo di ballo sia parte della storia del Rione Monti con il Teatro dell’opera di Roma e abbia contribuito all’immagine della città eterna. Nonostante, la difficoltà del periodo, non si arresta la fiaba che solo l’arte ci può donare, così come ci hanno grandi maestri del nostro secolo, a partire da Fellini che non si sono mai dimenticati del grande cuore del popolo romano.

Il pubblico sarà accolto con il video del brano musicale “TuttoCambia”, dedicato al periodo della pandemia, scritto e cantato dal giovane poeta del varesotto, romano di nascita, Francesco Hervé Sambugar, composizione e musica Lorenzo Buscema.

Stop alle discoteche e obbligo della mascherina dalle ore 18,00 alle ore 6,00 fino al 07/09/2020

Ecco l’ordinanza del Ministro  della Salute del 16/08/2020 che sospende le attività del ballo (testuale) al chiuso e all’aperto e introduce l’obbligo della mascherina dalle ore 18,00 alle ore 6,00 praticamente in ogni luogo pubblico in cui sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale (testuale)

Buon Ferragosto 2020

Anche se in  molti, quest’anno,  trascorreranno il ferragosto a casa e, in particolare nel nostro Rione, non possiamo esimerci dal formulare i nostri più sentiti auguri non fosse altro che per sperare in un futuro migliore per tutti finalmente fuori da questo autentico flagello che si sta dimostrando il coronavirus.

Magari i paesaggi alpini o marini li potremo ammirare dal vivo il prossimo anno ma una fetta di cocomero ce la possiamo gustare anche a casa!

2020 Un’estate da ricordare per Piazza pepe

 

 Dopo decenni di abbandono il giardino di Piazza Pepe nell’area archeologica dell’acquedotto Anio Vetus prima che partano i lavori di restauro da parte del I Municipio è stato utilizzato in questa torrida estate per ospitare eventi di varia natura. Notevole il successo di pubblico che ha riscoperto, anche in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo a causa del coronavirus, il piacere di stare insieme e  di ascoltare buona musica come di vedere esibizioni sportive o partecipare alla presentazioni di libri.

Ecco in rapida successione gli eventi che hanno caratterizzato questa estate a Piazza Pepe

L’8 luglio si inizia con un concerto di musica Jazz con Peppe D’Argenzio e il quartetto Pepe (vedi post dedicato)

 

Il 21 luglio è un pomeriggio dedicato al pattinaggio su rotelle: diversi bambini mettono i pattini per la prima volta e alla fine applauditissime esibizioni di giovani atleti (vedi post dedicato)

Il 29 luglio è la volta del Concerto della Banda della Polizia di Roma Capitale (vedi post dedicato)

Il 30 luglio la presentazione del libro “Il signore gentile” alla presenza dell’autore Lino Bordin

 

Il 5 agosto la presentazione del libro “Il Mondo in un quartiere” alla presenza dell’autore Antimo Luigi Farro

Il 6 agosto la conferenza “Colonialismo e Postcolonialismo”

La tradizionale nevicata a Santa Maria Maggiore per la celebrazione della Madonna della neve quest’anno si farà il 30 agosto

La tradizionale nevicata artificiale accompagnata da uno spettacolo di luci e musiche che si tiene davanti alla Basilica di Santa Maria Maggiore non è stata eliminata dal calendario degli eventi ma è stata solo posticipata al 30 agosto.

Ecco il comunicato stampa

COMUNICATO STAMPA

Torna l’appuntamento con la storica rievocazione del Miracolo della Madonna della neve all’Esquilino, uno spettacolo a cura dell’Architetto Cesare Esposito, giunto alla sua 37esima edizione, patrocinato dal Comune di Roma, Mibac- Ministero beni culturali e del turismo, Regione Lazio, Vaticano e I° Municipio.

La manifestazione che si svolge in Piazza Santa Maria Maggiore, come concordato con il Comune di Roma, quest’anno, anziché svolgersi il 5 agosto, sarà spostata al 30 agosto 2020. La piazza viene trasformata in un teatro di luci per ricordare l’evento del 5 agosto 358 d.c, quando la Vergine Maria apparve in sogno a Papa Liberio con la richiesta di erigere una Basilica dove il giorno seguente avrebbe trovato della neve fresca. La mattina seguente si verificò il miracolo e Papa Liberio tracciò il perimetro della Basilica, seguendo la forma del velo di neve lasciata sul colle dell’Esquilino, edificando la prima Basilica nel mondo dedicata alla Madonna della Neve.

Spettacolo di archi riflessi di luce, architetture sonore che fanno ruotare le colonne della facciata di Ferdinando Fuga, effetti speciali, neve e proiezioni con le letture di Riccardo Cucciolla sulla storia della Basilica.

L’amore per la città, nonostante le difficoltà del momento, ci porta ancora una volta a incontrarci e quest’anno, più che mai, la manifestazione si riveste di un significato altamente simbolico e spirituale, come supplica alla Madonna, alla quale affidarsi con umiltà e amore per scongiurare il pericolo di una seconda ondata pandemica e i timori legati a un altro lockdown.

Dalle ore 20 alle 24, il 30 agosto 2020, nell’isola pedonale di Piazza Santa Maria Maggiore si svolgerà la storica nevicata con proiezioni e giochi di luci. La serata sarà arricchita dalla fanfara dei Carabinieri, diretta dal M° Danilo Di Silvestro.

Un evento dedicato a Papa Francesco, molto a cuore ai romani e una forte attrattiva turistica. La tradizione continua nel segno della speranza.

Partecipa il Cardinale della Basilica Santa Maria Maggiore.

L’architetto Cesare Esposito
La Basilica di Santa Maria Maggiore

6 e 9 agosto 2020 Anna Netrebko e Yusif Eyvazov “Omaggio a Roma” al Circo massimo

Omaggio a Roma

Stagione 2019/2020
 
6 e 9 agosto
 
Circo Massimo

Anna Netrebko e Yusif Eyvazov
Omaggio a Roma

DIRETTORE Jader Bignamini

Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma

5 agosto 2020 Presentazione del libro “Il mondo in un quartiere” a Piazza Pepe

Mercoledì 5 agosto 2020 – ore 19,30
Piazza Pepe
 
Presentazione del libro “Il mondo in un Quartiere

di Antimo Luigi Farro

Saranno presenti l’autore ed Emanuele Toscano, docente di Sociologia

5 agosto 2020: una ricorrenza particolare della “Madonna della Neve”

Il 5 agosto di ogni anno è una ricorrenza speciale per il Rione Esquilino, si commemora infatti il miracolo della “Madonna della Neve” avvenimento del 358 d.C. quando la Vergine apparve in sogno ad una coppia di patrizi romani e contemporaneamente al papa Simplicio indicando di costruire una chiesa in suo onore nel luogo dove ci sarebbe stato un prodigio.  La notte tra il 4 e il 5 agosto di quell’anno nevicò sul colle Esquilino (qui la storia completa) e In quel punto venne costruita la basilica di Santa Maria Maggiore che è il primo santuario mariano dell’occidente.

Quest’anno a causa delle restrizioni dovute al contenimento del coronavirus non verrà effettuata l’ormai tradizionale nevicata artificiale notturna che si svolge davanti alla basilica ma sarranno officiati tutti i riti religiosi compresa anche la cascata di petali all’interno della basilica il 5 agosto.

Ecco il programma ufficiale delle funzioni religiose legate a questa ricorrenza