Archivi categoria: Comunicati

Alcune considerazioni sulla comunicazione del Comune e delle sue Partecipate

Quando abbiamo saputo che il 19 settembre ci sarebbe stata la raccolta dei rifiuti ingombranti nei Municipi dispari ci siamo informati, come sempre, per avere la certezza che sarebbe stato allestito il punto di raccolta a Piazza Vitttorio. Con grande sorpresa nel sito dell’AMA  non risultavano esserci dei punti di raccolta nel I Municipio allora ci siamo allertati cercando di avere conferme direttamente dai canali di informazione telefonici suggeriti dall’AMA. Dopo non breve attesa siamo riusciti finalmente a parlare direttamente con una operatrice la quale ci ha assicurato che sarebbero stati presenti tutti i punti di raccolta tradizionali del I Municipio. Solo allora ci siamo decisi a pubblicare la notizia sul nostro blog e sui nostri canali dei social network.

Purtroppo la realtà ha dato ragione alle nostre iniziali peplessità: a Piazza Vittorio non è stato allestito alcun punto di raccolta di rifiuti ingombranti così come ci è stato riferito da qualche nostro lettore. Abbiamo cercato di divulgare la notizia quanto prima possibile ma è chiaro che qualcuno, certo del servizio, si sia recato sul posto e sia rimasto deluso, stupito e arrabbiato. Chiediamo scusa per i disagi scaturiti da questa errata informazione, ma vi assicuriamo che noi per primi siamo esterrefatti dalla incompetenza e dall’ignoranza (nel senso etimologico del termine) del personale che risponde nei vari call center  organizzati dal Comune. Forse il problema è nell’assoluta mancanza di comunicazione tra le varie realtà e anime di Roma Capitale ma i cittadini avrebbero bisogno di servizi più efficienti e sicuri.

16 settembre 2021 a Piazza Vittorio riparte la campagna contro l’abbandono delle cicche di sigaretta nell’ambiente

SE AMI LA TERRA, I MOZZICONI NON LI ABBANDONI
RIPARTE A ROMA LA CAMPAGNA CONTRO L’ABBANDONO DELLE CICCHE DI SIGARETTA NELL’AMBIENTE
 
Giovedì 16 settembre 2021 dalle ore 10:00 alle ore 17,30 nei Giardini di Piazza Vittorio i rappresentanti di Enpam, Piazza Vittorio Aps e Gea-Odv distribuiranno materiale informativo e un posacenere tascabile.
 
L’iniziativa tende a sensibilizzare i cittadini sull’importanza di adottare comportamenti sempre più corretti per contrastare l’inquinamento ambientale.
Il progetto è realizzato dall’Osservatorio Verso Rifiuti Zero del Municipio Roma I Centro con il patrocinio della Regione Lazio, della Fondazione Enpam (Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Medici e degli Odontoiatri) e del Comune di Roma.
PUBBLICHIAMO DI SEGUITO IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Colle Oppio, tenta di aggredire pattuglia della Polizia Locale: arrestato

Comunicato stampa dela Polizia Roma Capitale

È stato arrestato questa mattina un uomo di 47 anni che, a Colle Oppio, ha tentato di aggredire una pattuglia della Polizia Locale durante uno dei consueti controlli della zona. Gli agenti del I Gruppo Centro “ex Trevi” hanno chiesto alla persona di alzarsi dal giardino ma all’improvviso T.S, cittadino di nazionalità ivoriana, ha tentato di colpirli con calci e pugni. Il quarantasettenne è stato bloccato e accompagnato presso gli uffici di via della Greca, dove è stato arrestato per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Roma, 15 settembre 2021
Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

11 e 12 settembre 2021 Percorso pedonale Stazione Termini – Via dei Fori Imperiali

Partirà sabato 11 e domenica 12 settembre la sperimentazione del nuovo itinerario pedonale dalla stazione Termini a via dei Fori Imperiali.

Viene creato il collegamento pedonale diretto tra il nodo centrale della stazione Termini e l’area archeologica dei Fori, così da valorizzarla ulteriormente in chiave sostenibile e garantirne una migliore fruibilità per cittadini e turisti. Nella giornata di domenica 12 settembre l’iniziativa coincide con un nuovo appuntamento di #ViaLibera, la rete di circa 15 km riservata a pedoni e ciclisti. 

Il percorso del nuovo itinerario Termini-Fori parte dal box informativo di piazza dei Cinquecento, lato Mura Serviane, dove sono in distribuzione le mappe del percorso. Dalla stazione Termini si prosegue verso le terme di Diocleziano, Palazzo Massimo, via del Viminale, via Agostino Depretis, via Urbana e via Leonina per poi arrivare a via dei Fori Imperiali, che viene interamente pedonalizzata anche nella giornata di sabato 11 settembre.

Dal mese di luglio 2021, via dei Fori Imperiali è interamente pedonalizzata e chiusa al traffico per un intero fine settimana al mese, come già avviene nei soli giorni festivi.

 

A via Carlo Felice tenta di estrarre un coltello dallo zaino e aggredire gli agenti: 51enne arrestato dalla Polizia Locale. Trovato in possesso di armi da taglio, merce rubata e sostanza stupefacente.

Comunicato stampa della Polizia Roma Capitale

Ha tentato di estrarre un coltello per sottrarsi ai controlli, ma è stato bloccato e tratto in arresto da una pattuglia della Polizia Locale del I Gruppo “ex Trevi”, diretto dalla Dott.ssa Donatella Scafati: l’uomo, di nazionalità tunisina, di 51 anni, è stato fermato da una pattuglia in via Carlo Felice, durante i consueti controlli nella zona per il contrasto all’abusivismo commerciale e ai mercatini irregolari di ciarpame. Dopo un primo tentativo di allontanarsi, il 51enne ha tentato di colpire con calci e pugni gli agenti, fino a quando è stato bloccato poco prima di riuscire ad estrarre uno dei coltelli che aveva nello zaino. All’interno sono stati rinvenuti anche sette telefoni cellulari, dei quali l’uomo non ha saputo spiegare la provenienza, un coltello da caccia, un bilancino, diversi grammi di sostanza stupefacente e quasi mille euro in contanti. Scattato l’arresto, nei suoi confronti diverse le accuse: resistenza a pubblico ufficiale, lesioni, ricettazione, possesso di arma propria e di sostanze stupefacenti.

Roma, 10 settembre 2021

Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

Polizia Locale: ritrovata Dana, senzatetto, la cui scomparsa dal quartiere Esquilino aveva destato grande attenzione. Nel 2021 oltre 16mila gli interventi dei caschi bianchi a supporto delle persone fragili.

Comunicato stampa della Polizia Roma Capitale

Ieri mattina, a seguito di numerosi sopralluoghi eseguiti dagli agenti della Polizia Locale in diversi quartieri della Capitale, è stato possibile individuare e, successivamente, affidare alle cure mediche del 118 D.K, cittadina di nazionalità tedesca senza fissa dimora, che era solita vivere per le strade del quartiere Esquilino, il cui recente allontanamento aveva destato attenzione, anche per il suo stato di gravidanza, tanto da far attivare istituzioni, residenti e associazioni di quartiere nella sua ricerca. Una vicenda di cui erano occupate per giorni anche diverse testate giornalistiche. Gli agenti del I Gruppo Centro “ex Trevi”, diretti dalla dott.ssa Donatella Scafati, al termine di ricerche e appostamenti eseguiti per giorni in vari luoghi della Capitale, sono riusciti ad individuare la 36enne in piazzale del Verano. Solo dopo vari tentativi di avvicinamento e ore di incessante dialogo, portato avanti con pazienza e sensibilità da parte dei caschi bianchi appartenenti al Nae ( Nucleo Assistenza Emarginati), unitamente al personale della Sala Operativa Sociale, ieri mattina è stato possibile affidare la donna alle cure del 118. Un lavoro lungo, portato a termine anche grazie all’intervento dei medici della ASL di via Palestro. Ora D. K. si trova presso l’ospedale Santo Spirito, dove lei e la bambina che porta in grembo potranno essere seguite con l’assistenza medica necessaria. Mamma e figlia si trovano al momento in osservazione ma le condizioni di salute sembrano non destare preoccupazione. Questo è solo l’ultimo degli oltre 16mila interventi che, quest’anno, hanno visto impegnate le pattuglie della Polizia Locale dei reparti Nae, specializzati nelle forme di assistenza a persone fragili, che vivono in condizioni di emarginazione e forte disagio sociale, come il caso di D., seguita da mesi ma per la quale i numerosi tentativi intrapresi per fornirle un adeguato ausilio non avevano dato finora un esito positivo. Roma, 25 agosto 2021


Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

6 agosto 2021: le nuove regole per accedere ad eventi, strutture e luohi pubblici

Riportiamo la comunicazione relativa alle nuove norme per assistere agli spettacoli e agli eventi di “Notti di Cinema a Piazza Vittorio” ma le stesse norme valgono anche per tutti gli altri luoghi della cultura (Musei, siti archeologici etc.)

Da venerdì 6 agosto entreranno in vigore le norme del Decreto-Legge 105 del 23.7.2021, che prevedono la possibilità, per chi è in possesso della “Certificazione verde Covid-19” (c.d. Green pass), di accedere ad eventi, strutture e luoghi pubblici in Italia, tra cui i “Cinema all’aperto”.

Per accedere alla nostra arena sarà, quindi, necessario esibire la Certificazione Verde (GREEN PASS) che attesta una di queste condizioni:
– aver effettuato la vaccinazione anti Covid-19
– risultare negativi al test molecolare o antigenico rapido effettuato nelle ultime 48 ore
– essere guariti dal Covid-19 negli ultimi sei mesi

La certificazione è acquisibile tramite la comunicazione ricevuta via e-mail o sms dal Sistema Sanitario o scaricata attraverso il sito dgc.gov.it o le app IO o Immuni.

La stessa potrà essere esibita in digitale (attraverso smartphone o tablet) o stampata in cartaceo e conterrà un QR code e il nominativo.

Per accedere alla nostra arena occorrerà quindi:

– esibire la Certificazione che sarà verificata dai nostri addetti con apposita App governativa che, per tutela della privacy, non memorizzerà i dati dell’utente;

– esibire un documento di identità per verificare la corrispondenza della Certificazione col nominativo del possessore;

– fornire un contatto telefonico allo staff per consentire il tracciamento ai fini del contenimento del contagio.

Ringraziamo per la collaborazione.

Documenti falsi per ottenere il permesso di soggiorno, vasta indagine della Polizia Locale: scattate le prime denunce. Finora individuati oltre 50 cittadini stranieri con documentazione contraffatta.

Comunicato stampa della Polizia Roma Capitale
Aveva messo in piedi un’attività illegale su vasta scala, specializzata nella contraffazione di documenti per consentire ai cittadini stranieri di ottenere il permesso di soggiorno, il 42enne, di nazionalità bengalese, rintracciato e denunciato dalla Polizia Locale di Roma Capitale, I Gruppo Centro  “ex Prati”, a seguito di un’articolata attività di indagine sul falso documentale coordinata  dalla Procura della Repubblica di Roma. Diverse le accuse nei suoi confronti, dal falso materiale alla truffa. Altre due persone sono state denunciate per concorso nei reati contestati.

K.M.R.K., servendosi di alcune agenzie  di servizi e consulenza da lui gestite, rilasciava documenti e contratti di affitto contraffatti a cittadini di varie nazionalità,  permettendo così di fargli ottenere un regolare permesso di soggiorno, sulla base di residenze anagrafiche fittizie, rendendoli di fatto irreperibili.  Le indagini  sono scattate nel mese di marzo di quest’anno, quando un’ impiegata dell’anagrafe del I Municipio, di fronte alla richiesta di  residenza di due cittadini di nazionalità irachena, si è accorta di alcune anomalie sui documenti da loro esibiti. Ricevuta la segnalazione del fatto, gli agenti di via del Falco, diretti dalla Dott.ssa Donatella Scafati, hanno dato immediatamente avvio  all’attività investigativa, seguita dall’esecuzione di perquisizioni presso l’abitazione e negli uffici dell’indagato, dislocati in zona Prati e nelle aree circostanti la stazione Termini, che hanno permesso di acquisire una notevole quantità di materiale, tutto posto sotto sequestro: computer, apparecchiature informatiche e documenti vari legati all’attività illecita.  In uno dei casi scoperti dagli operanti, alcuni cittadini stranieri risultavano risiedere in un appartamento nel quartiere Prati, il tutto all’insaputa dei legittimi intestatari, ai quali era stata perfino cancellata la residenza anagrafica in modo fraudolento,  per consentire alle persone richiedenti di ottenere la residenza. Altre irregolarità poste in essere dall’uomo  riguardavano la falsificazione di contratti di locazione, nei quali, i proprietari di immobili, con regolari inquilini, si vedevano inserite delle clausole, a loro insaputa, che permettevano il subentro di altri individui.
Quanto rinvenuto è tuttora oggetto di verifiche da parte dei caschi bianchi,  al fine di accertare ulteriori responsabilità del titolare delle agenzie   e di altre persone, coinvolte a vario titolo, nelle attività illegali messe in atto in materia di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
Al momento sono oltre una cinquantina i cittadini stranieri, alcuni già denunciati, che sono stati individuati tra coloro che si sono avvalsi dei servizi offerti dal 42enne, ma al termine degli accertamenti, ancora in corso, questo numero sarebbe destinato ad aumentare. Nei loro confronti, la cui posizione resta al vaglio,   è partita la segnalazione  all’Ufficio Immigrazione della Questura di Roma.

Roma, 20 luglio 2021

Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

Si radunano in piazza di Santa Maria Maggiore durante il coprifuoco e senza mascherina, intervento della Polizia Locale: sanzioni per oltre 5mila euro una persona denunciata per resistenza .

Comunicato stampa della Polizia Roma Capitale

Era da poco passata la mezzanotte, quando una pattuglia della Polizia Locale, del I Gruppo “ex Trevi”, nel corso dell’ attività di pattugliamento,  ha notato un gruppo composto di una decina di persone sulla piazza di Santa Maria Maggiore:  oltre alle sanzioni per inosservanza delle disposizioni previste per il contenimento del contagio, un uomo di 57 anni è stato anche denunciato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

L’intervento è scaturito nell’ambito del piano di controlli predisposto dalla Polizia Locale di Roma Capitale per questo fine settimana, con servizi mirati a verificare il rispetto delle misure per la tutela della salute collettiva. Gli agenti , diretti dalla Dott.ssa Donatelle Scafati, hanno identificato le persone presenti che,  trovate prive di mascherine, sono state richiamate ad indossare i dispositivi di protezione. A seguito del loro rifiuto, è scattata la sanzione prevista. Nei loro confronti si è proceduto anche con la contestazione per l’inosservanza del divieto di spostamento, avvenuto senza giustificato motivo, in vigore dopo le ore 22.00. Un cittadino, 57enne nato in America ma residente a Roma, presunto organizzatore del raduno, è stato denunciato per aver opposto resistenza durante il controllo.

Roma, 1 maggio 2021


Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

Le infografiche del Decreto Riaperture che è entrato in vigore il 26/04/2021

Un piccolo aiuto per vedere facilmente cosa si può fare e cosa non si può fare. Inoltre sempre in forma grafica e testuale le date per le progressive riaperture programmate dal decreto.

Cliccare per ingrandire
Cliccare per ingrandire
Cliccare per ingrandire