Archivi tag: Via Giolitti

Tg2, Sì Viaggiare: il servizio andato in onda il 15/11/19 sul cd. Tempio di Minerva Medica e Santa Bibiana

Ecco il bellissimo servizio andato in onda il 15 novembre scorso   inserito nel programma “Sì Viaggiare” curato dalla redazione del TG2.

Si parla del cd. Tempio di Minerva Medica e della chiesa di Santa Bibiana, due monumenti, a via Giolitti, che dovrebbero essere più conosciuti e valorizzati e divenire insieme all’area archeologica di Porta Maggiore un punto di riferimento culturale per l’intera città di Roma.

Servizio televisivo andato in onda l’8 novembre 2019 su RAI 3 “Buongiorno Regione” dai “ballatoi” di Via Giolitti

Un servizio curato dal programma di RAI 3 “Buongiorno Regione” andato in onda in diretta l’8 novembre 2019  dai “ballatoi” di via Giolitti , vicino alla Stazione Termini, riguardante il problema dello spaccio di droga nel Rione Esquilino .

 

11 novembre 2019 Apre il nuovo Ristorante di Davide Scabin al Mercato Centrale

11 novembre 2019

Mercato Centrale Roma

Apertura del nuovo ristorante “Scabeat”

Davide Scabin, parlando del nuovo progetto al Mercato Centrale Roma, ha dichiarato: “Ho in mente una cucina contemporanea, al passo con i tempi, dove ci saranno sicuramente la carbonara e l’abbacchio allo scottadito ma magari cotti sulla brace in pentole di ghisa utilizzando il Big Green Egg. Un metodo che ho già sperimentato al Mercato Centrale Torino”.

Il nuovo ristorante ricrea il perfetto connubio tra la tradizione tramandata dal passato e la cucina contemporanea, con piatti che richiamano e omaggiano la cucina piemontese adattandola alla romanità.


Dallo Studio 54 di New York, alla fine degli anni Settanta, ci passavano Andy Warhol e i Velvet Underground, Michael Jackson e Paloma Picasso, Elton John, Elizabeth Taylor e Madonna. La Hollywood degli anni d’oro, l’arte e il futuro della musica pop tutti insieme, all’interno di un teatro, con un solo obiettivo: fare scalpore. Non è un caso se ancora oggi lo Studio 54 è considerato iconico per via di momenti leggendari a cui ha dato vita, come quella volta in cui Bianca Jagger si presentò sulla pista da ballo su un cavallo bianco. Davide Scabin, invece, arriva in via Giolitti 36 munito di toma e tajarin a bordo di un taxi, varcando la soglia del Mercato Centrale Roma con l’idea di mescolare tempo, tradizione e cultura. Cos’è la cucina, dopotutto, se non una continua unione di ingredienti e conoscenza per dare vita a qualcosa di nuovo?

Il futuro è ciò che ci siamo dimenticati

Se gli ingredienti e le conoscenze finiscono nelle mani di Davide Scabin, genio e tecnica riescono a ricreare il perfetto connubio tra la tradizione tramandata dal passato e la cucina contemporanea. La tradizione viene recuperata, ma la tecnica è innovativa. Per capirci: la ricetta è quella della nonna, ma la ceramica del forno è quella della NASA. Il Piemonte incontra il Lazio, i piatti si reinventano, l’incontro è costruttivo, il risultato è innovativo. Scabeat provoca e stupisce, la fantasia è sfrenata come i party dello Studio 54, la sua cucina sfugge alle etichette facili come se fosse un beatnik squattrinato sulla 66; si libera dalle definizioni proponendo un passato che ritorna, ma sotto una veste sempre nuova.

La data di partenza è il 1968, anno di grandi rivoluzioni e cambiamenti. Qualunque cosa sia mai accaduta e qualunque cosa accadrà, siate pur certi che ricadrà sulla cucina. Le rivoluzioni passano anche per i fornelli, stravolgono le convenzioni. I fatti che raggiunsero il loro apice nel 1968, i movimenti radicali e le aspre critiche sociali, iniziarono ad attenuarsi lentamente mentre nei salotti nascevano i radical chic e la forte influenza della cucina francese volgeva al tramonto. Iniziava una nuova era per la cucina italiana, quella a cui Davide Scabin oggi guarda, seguendo un percorso a ritroso senza mai perdere di vista l’ingrediente più prezioso che si possa usare in cucina: l’amore. Quello delle nonne che, mattarello alla mano, hanno scolpito ricordi indelebili nelle menti delle generazioni a venire attraverso i loro piatti. Nessuno, meglio di loro, potrebbe giudicare il lavoro di Scabin e nessuno, meglio di Scabin, saprebbe avvalersi di un’eredità così preziosa per raccontare un futuro che ancora deve arrivare o che, forse, è già qui, proprio nella sua cucina.

Scopri il nuovo menu del ristorante, aprirà l’11 novembre alle 19.

Per prenotare invia un’e-mail a ristorante.roma@mercatocentrale.it o chiama il numero 06 46202989.
Il ristorante è aperto tutti i giorni a pranzo dalle 12 alle 16 e a cena dalle 19 a mezzanotte.

15 ottobre 2019 “Il verso giusto” al Mercato Centrale

Il Verso giusto per conoscere da vicino la realtà del poetry slam.
Lo #SpazioFare del Mercato Centrale Roma accoglie la creatività in tutte le sue forme, inclusa la poesia. In questo caso la poesia è quella della L.I.P.S., la Lega Italiana di Poetry Slam.

Un poetry slam è una competizione diretta dall’Emcee (Master of Cerimony) in cui i poeti gareggiano tra di loro recitando le loro composizioni di fronte al pubblico e a una giuria – composta da cinque spettatori estratti a sorte. Questa forma poetica popolare si pratica nei luoghi pubblici, solitamente nei locali, ed ha iniziato a prendere forma negli anni Ottanta in un jazz club di Chicago.

👉 La partecipazione al laboratorio è gratuita e aperta a tutti è necessario iscriversi inviando una email a: info.roma@mercatocentrale.it

Scopri tutti i dettagli per ogni singolo appuntamento.

DALL’IDEA AL TESTO
✒️ 15 ottobre 2019 – ore 19:00
Valerio Piga, insieme a Francesco Kento Carlo, spiegherà ai partecipanti come mettere in atto i processi di scrittura creativa, adattandoli alla poesia performativa. Il laboratorio interattivo si focalizza sui linguaggi di oggi, su come hanno influenzato e come influenzeranno la semantica della società degli anni ’20.
Ai partecipanti verrà chiesto di iniziare a scrivere uno o più testi da consegnare in occasione del secondo modulo del laboratorio.

DAL TESTO ALLA PERFORMANCE
✒️ 13 novembre 2019 – ore 19:00
Valerio Piga e Luca Bernardini guideranno il lavoro dei partecipanti verso la preparazione della performance vera e propria. Attraverso un confronto continuo e le giuste domande, si potrà capire qual è la consapevolezza di ciascun autore nella scrittura, il senso profondo della poesia, il modo migliore per trasmettere le proprie emozioni al pubblico. L’obiettivo finale del laboratorio è quello di sfruttare gli strumenti che si hanno a disposizione in modo tale da esprimere al meglio ciò che si vuole dire.

POETRY SLAM
✒️ 11 dicembre 2019 – ore 19:00
I partecipanti, seguendo un criterio di volontarietà, potranno mettere in pratica il lavoro svolto partecipando al loro primo poetry slam. Potranno sfidarsi a colpi di versi, attuando le tecniche apprese durante il corso, dando libero sfogo alla loro poetica.

Comunicato stampa dell’Associazione Abitanti via Giolitti Esquilino

 

Comunicato Stampa

 

21, 22 settembre – 18 ottobre

Apertura  straordinaria  del c.d. Tempio di Minerva Medica

Minerva Medica esce dall’oblio

Un Monumento da scoprire

 Questo prezioso sito archeologico, a lungo trascurato, ora che sono stati completati gli interventi di consolidamento e di restauro sarà aperto ai visitatori grazie all’iniziativa promossa dalla Soprintendenza  speciale per i Beni Archeologici di Roma che ha inserito il Tempio di Minerva Medica nelle giornate Europee del Patrimonio. Il c.d. Tempio di Minerva Medica si trova in Via Giolitti, dove coesistono siti archeologici della   Roma antica con la moderna ala Mazzoniana della Stazione Termini.

Queste aperture costituiscono un vero avvenimento perché, come sappiamo, il c.d. Tempio di Minerva Medica è da sempre chiuso ai visitatori. Le cittadine e cittadini del Rione Esquilino  costituitisi in Associazioni e  Comitati, sono orgogliosi di avere contribuito in questi anni, con determinazione ostinata, con l’impegno quotidiano,  con la loro denuncia,  anzitutto a salvare il Monumento così  maltrattato, al limite dell’indecenza, e di averne  rivendicato l’importanza e la bellezza. Abbiamo trovato degli alleati che non si sono arresi e che oggi più che mai sentiamo vicini. Nutriamo il convincimento che solo la fruizione assidua e sicura di  un  Bene pubblico ne faciliti il rispetto e la valorizzazione

Per dare continuità a queste prime giornate di apertura,  desideriamo che ci sia la massima informazione e partecipazione all’iniziativa promossa dalla Soprintendenza: nelle giornate del 21 e 22 settembre e il 18 ottobre, con i seguenti orari:

sabato 21 settembre, ore 14-18 (giornata Patrimonio)

domenica 22 settembre, ore 14-18 (giornata Patrimonio)

venerdì 18 ottobre, ore 9-17

Le visite saranno contingentate, per un massimo di 25 persone per volta, e guidate dal funzionario archeologo o architetto della SSABAP. Ogni visita guidata dura circa 20 minuti. Le visite si effettuano ogni 30 minuti. L’ingresso e la visita saranno gratuiti. L’appuntamento è davanti al cancello a via Giolitti. L’accesso è possibile anche a disabili.

Le cittadine e i cittadini  del Rione Esquilino

17 luglio 2019 “Note di sapore” al Mercato Centrale

Note di sapore con musica, drink e tante bontà nel nostro ristorante “La tavola, il vino e la dispensa

Due appuntamenti per assaporare le specialità del nostro ristorante, i cocktail e la musica con la direzione artistica di Alessandra Torrice.

La prenotazione è gradita ma non è obbligatoria.
ristorante.roma@mercatocentrale.it oppure 06 46202989.
il costo della serata con buffet +1° drink 35 € a persona.

Scopri tutti i dettagli 👇

📌 3 luglio
——————
🎵 Jazzy Time
Alessandra Torrice voce
Francesco Di Gilio piano
Michele Villari clarinetto

Il trio propone una selezione tra i più famosi standard della tradizione Jazz americana degli anni ’30 e ‘ 40 e alcuni classici famosi della tradizione Latin Jazz.

ANTIPASTI
Salumi misti, Treccia di mozzarella di bufala, Caciottine miste,
Fiori di zucca in pastella, Verdure grigliate, Polpettine al limone,
Porchetta, Insalata di fagioli cannellini e tonno, Broccoli e cozze, Babà al nero di seppia con ricotta e sgombro, Frittelle di bianchetto.

PRIMO
Rigatoni zucchine, gamberi e menta

SECONDI
Spiedini di carne, Zuppa di cozze

DOLCE
Mousse di yogurt e fragole, Torta cioccolato e mandorle, Tagliata di frutta

📌 17 luglio
——————
🎵 Bossa ‘n’ GO!
Alessandra Torrice voce
Luca Sgamas chitarra
Cristiano D’Aliesio percussioni

Il trio propone un repertorio di musica brasiliana con i classici della Bossanova di artisti come Joao Gilberto, Tom Jobim, Elis Regina misti ai classici sul genere italiani, da Ornella Vanoni a Fabio Concato e Mina, fino alla rivisitazione in chiave Latin afro Bossa di pezzi pop internazionali di artisti come i Beatles, Michael Jackson, Maroon Five.

3 luglio 2019 “Note di sapore” al Mercato Centrale

Note di sapore con musica, drink e tante bontà nel nostro ristorante “La tavola, il vino e la dispensa

Due appuntamenti per assaporare le specialità del nostro ristorante, i cocktail e la musica con la direzione artistica di Alessandra Torrice.

La prenotazione è gradita ma non è obbligatoria.
ristorante.roma@mercatocentrale.it oppure 06 46202989.
il costo della serata con buffet +1° drink 35 € a persona.

Scopri tutti i dettagli 👇

📌 3 luglio
——————
🎵 Jazzy Time
Alessandra Torrice voce
Francesco Di Gilio piano
Michele Villari clarinetto

Il trio propone una selezione tra i più famosi standard della tradizione Jazz americana degli anni ’30 e ‘ 40 e alcuni classici famosi della tradizione Latin Jazz.

ANTIPASTI
Salumi misti, Treccia di mozzarella di bufala, Caciottine miste,
Fiori di zucca in pastella, Verdure grigliate, Polpettine al limone,
Porchetta, Insalata di fagioli cannellini e tonno, Broccoli e cozze, Babà al nero di seppia con ricotta e sgombro, Frittelle di bianchetto.

PRIMO
Rigatoni zucchine, gamberi e menta

SECONDI
Spiedini di carne, Zuppa di cozze

DOLCE
Mousse di yogurt e fragole, Torta cioccolato e mandorle, Tagliata di frutta

📌 17 luglio
——————
🎵 Bossa ‘n’ GO!
Alessandra Torrice voce
Luca Sgamas chitarra
Cristiano D’Aliesio percussioni

Il trio propone un repertorio di musica brasiliana con i classici della Bossanova di artisti come Joao Gilberto, Tom Jobim, Elis Regina misti ai classici sul genere italiani, da Ornella Vanoni a Fabio Concato e Mina, fino alla rivisitazione in chiave Latin afro Bossa di pezzi pop internazionali di artisti come i Beatles, Michael Jackson, Maroon Five.

20 giugno 2019 “Mangiatori di libri – I rompiscatole” al Mercato Centrale

Amanti della letteratura, Letture Metropolitane vi aspetta al Mercato Centrale

Dalla metro allo SpazioFare: “I mangiatori di Libri” è una serie di appuntamenti dedicati a presentazioni tematiche, durante le quali interverranno gli autori ed esperti del tema trattato.

📌 Prossimo appuntamento, in occasione della giornata internazionale del rifugiato, giovedì 20 giugno, alle 18:30, nello SpazioFare.

Il libro che presenteremo in questo incontro sarà:
📚 “I rompiscatole, storie di giovani eroi senza mantello
di Vittoria Iacovella

Condurranno:
👉 Flavia Capone, fondatrice di Letture Metropolitane e critico letterario;
👉 Eugenio Murrali, giornalista e critico letterario.

Parteciperanno all’incontro:
👉 Vittoria Iacovella, autrice del libro;
👉 Cristina Rapone, co-fondatrice di SIAMO coop

Bio dell’autrice:
Vittoria Iacovella è giornalista televisiva e autrice. Dopo la pubblicazione del suo primo libro per ragazzi Islam da vicino (2005, G. D’anna edizioni), si è trasferita per qualche mese a Damasco, in Siria, per approfondire la conoscenza della lingua araba. Da sempre sensibile alle tematiche ambientali, ha lavorato come addetta stampa per Greenpeace.
Autrice per documentari su Discovery Channel, oggi lavora anche per Rai3.

12 giugno 2019 “Fame di sapere – Dottore ci vedo doppio!” al Mercato Centrale

La magia delle prospettive tra superfici riflettenti ed opache, inganni ottici e distorsioni prospettiche, illusioni tridimensionali e giochi di colore.
Domani nel nostro #SpazioFare per Fame di sapere | Dottore, ci vedo doppio!

La partecipazione al laboratorio è gratuita e aperta a tutti è necessario iscriversi inviando una email a: info.roma@mercatocentrale.i

 

Un’altra area archeologica dell’Esquilino (l’acquedotto Anio Vetus) in uno stato di abbandono vergognoso

Questa presentazione richiede JavaScript.

LETTERA INVIATA DAI COMITATI FIRMATARI AI FUNZIONARI DELLA SOVRINTENDENZA RESPONSABILI DELL’AREA VERDE ARCHEOLOGICA IN PIAZZA PEPE

Buongiorno, sono terminati i lavori di ripristino dei confini. Il risultato è nelle foto:
Faccio notare che l’area è stata sommariamente sfalciata ma non pulita. La recinzione forzata di lato alla cabina Acea piccola non è stata riparata. ( foto di un cittadino che la indica ) La riparazione a confine con la recinzione Acea in ferro battuto è fragile ed insufficiente.
Il tutto è vergognoso.
Chiedo se sovrintendere significa questo.
Avete contribuito a rendere un luogo di interesse archeologico una vergogna.
Mi scuso per non sapere articolare con espressioni più adeguate dal punto di vista normativo le mancanze di servizio di cui sono spettatore, ma chiederò a persone più esperte di me di aiutarmi in tal senso.
Saluti
Gennaro Berger
Per i Comitati:

Esquilino Vivo
Esquillino in comune
Abitanti via Giolitti
Arco di Gallieno
Cielo sopra Esquillino
Associazione Piazza Dante
Esquilino Basket