Allarme rosso per i marciapiedi dell’Esquilino: a via Bixio per poco non si è aperta una grossa voragine

Sabato 18 maggio eravamo preoccupati per le condizioni del marciapiede a via Bixio angolo via Principe Umberto tanto da scattare alcune foto anche per allertare le autorità competenti.
Poi la pioggia incessante del week end ha fatto il resto e lunedì mattina visto l’aggravamento della situazione i vigili urbani chiamati sono stati costretti a recintare la zona e spostare i cassonetti onde evitare possibili incidenti ai pedoni dal momento che quel tratto di marciapiede è utilizzato per gettare i rifiuti.

Nelle foto seguenti le condizioni del marciapiede sabato scorso in cui sono evidenti  segni di distacchi, buchi che lasciano intravedere cavità sotterranee (tra l’altro popolate da colonie di topi) e la parte centrale con un avvallamento sensibile che è occupato da una profonda pozzanghera mentre intorno è tutto perfettamente asciutto. In coda il primo intervento dei Vigili Urbani

Questo slideshow richiede JavaScript.

In seguito i cassonetti sono stati spostati e il tratto di marciapiede transennato per poter effettuare i lavori necessari per la messa in sicurezza e il ripristino del piano calpestabile

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il lavoro di ripristino è stato eseguito a tempo di record e dopo solo 2 giorni la situazione è tornata ai normali livelli

A tutt’oggi (24 maggio) c’è solo da rimarcare che i cassonetti non sono stati ricollocati nella loro sede originaria e stazionano ancora nelle sedi di emergenza (via Principe Umberto) dove sono stati posizionati temporaneamente.

Ma il problema dei marciapiedi è veramente grave all’Esquilino: nelle foto seguenti un campionario di buche, rialzamenti, radici affioranti e dissesti vari rilevati in alcune vie del Rione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sarebbe ora che le istituzioni competenti si facessero carico di questo problema e iniziassero un’opera organica di riparazione e ripristino dei marciapiedi nel Rione Esquilino. E’ in ballo la sicurezza e l’incolumità non solo dei residenti ma anche delle decine di migliaia di persone che ogni giorno lavorano o semplicemente passano per queste zone.

Annunci

La Volta Gatti

ilcantooscuro

Gatti

Stasera avrei voluto parlare di alcuni dei protagonisti della disfida di Barletta, ma purtroppo, dato che non so stare zitto, mi sono lasciato trascinare daa RomafaSchifo in una discussione relativa a Piazza Dante.

Uno dei social manager, immagino si possano chiamare così, ha pubblicato un intervento sulla sua pagina facebook del blog, in cui si definiva feccia un gruppo di cittadini che si opponeva alla creazione di un ulteriore parcheggio sotterraneo, spero aperto anche ai residenti e non solo ai servizi segreti, che avrebbe impattato sulla fruibilità del giardino.

Ora, sapete bene, che non avendo l’automobile per scelta di vita, il mio tasso di interesse sui parcheggi di piazza Dante è meno che nullo; in più, non ho problema dirlo, io sono uno dei sostenitori dell’idea della monumentalizzazione della Volta Gatti. In più non sono per nulla entusiasta del realizzare un parcheggio nel ben mezzo degli Horti Lamiani.

Però, data…

View original post 594 altre parole

23 maggio 2019 Presentazione del nuovo numero di “Limes” al Mercato Centrale

Giovedì 23 maggio, alle 19:00 nello #SpazioFare, ci sarà la presentazione del nuovo numero di LimesAntieuropa, l’impero europeo dell’America“.

Alla vigilia delle elezioni europee, un’analisi approfondita e contro-intuitiva della vera natura geo-strategica dell’Ue, figlia della necessità statunitense di presidiare il Vecchio Continente perseguendo, al contempo, la sua pacificazione e la sua incompiutezza geopolitica.

Tre gli aspetti affrontati, in altrettante sezioni:
📌 La genesi storica della subordinazione europea a Washington, che nella visione strategica americana resta sostanzialmente invariata.
📌 Le linee di faglia interne alla Ue, frutto della impossibilità dell’Unione di farsi soggetto geopolitico e, dunque, della persistente – per certi aspetti crescente – importanza della dimensione statale nelle dinamiche intra-comunitarie.
📌 Le contese geopolitiche che si svolgono in Europa e hanno questa ad oggetto, le quali vedono contrapposte l’America alle due potenze che ne insidiano la proiezione europea: Russia e, soprattutto, Cina.

Parteciperanno alla presentazione:
▪️ Lucio Caracciolo, Direttore di Limes
▪️ Giuseppe Cucchi, Generale della riserva dell’Esercito
▪️ Alberto de Sanctis, Studioso di geopolitica dei mari

 

22 maggio 2019 “Sogni, Sesso e Cuori infranti” all’Apollo 11


presenta

mercoledì 22 maggio ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma


Italia, 2018, 55 min.

al termine della proiezione

il regista
GIANFRANCO GIAGNI

incontrerà il pubblico
insieme a

le sceneggiatrici
SILVANA MAZZOCCHI
PATRIZIA PISTAGNESI

“All’inizio degli anni ’50 la Contessa Clara era la firma più popolare d’Italia insieme a quella di Giovanni Guareschi”. E fino agli anni ’60 le varie rubriche di posta del cuore si moltiplicano sui periodici femminili diventando, insieme ai fotoromanzi e alla letteratura rosa, uno specchio della società reale. “Milioni di italiane hanno l’apparenza tranquilla, serena, ma in realtà sono piene di dubbi e di paure, ossessionate dai problemi del sesso, ricche di slanci ma inibite dai pregiudizi, generalmente insoddisfatte della propria vita ma incapaci di fare il minimo tentativo per cambiarla”. Ed è così che le rubriche di lettere di Amica, Annabella, Harper’s Bazaar si popolano di ragazze madri, di mogli e madri sull’orlo di crisi di nervi, di riconciliazioni drammatiche e appassionate, ma anche di tentativi per non sfigurare al tempo del benessere. In questo quadro la Contessa Clara insieme a Donna Letizia e a Brunella Gasperini, sono, attraverso le risposte che danno a quelle lettere nelle loro celebri rubriche, le impareggiabili registe di bon ton e consigliere sentimentali. Non solo fotografano una faccia della realtà, ma “danno la linea”. Sogni, sesso e cuori infranti racconta tutto questo.

Regia:Gianfranco Giagni – Interprete: Anna Foglietta – Voci: Daniela Di Giusto, Letizia Campa, Massimo Poggio – Soggetto e sceneggiatura: Silvana Mazzocchi, Patrizia Pistagnesi – Fotografia: Roberta Allegrini – Montaggio: David Paparozzi – Musiche originali: Riccardo Giagni – Scenografia: Massimo Razzi – Costumi: Carlotta Polidori – Produzione: Istituto Luce Cinecittà – Distribuzione: Istituto Luce Cinecittà.

Il trailer

22 maggio 2019 “Rob Duguay – Songevity” al Gatsby Cafè

 

22 maggio 2019  ore 21,30

Gatsby Cafè

Rob Duguay “Songevity”

A Maggio a Roma il trio del contrabbassita di New York, Rob Duguay.
ll trio propone standards della tradizione americana con arrangiamenti originali scritti appositamente per il concerto di stasera. Rob Duguay, nato a Toronto e ora di base a New York, è stato accettato nel programma di studi jazz universitari di New Orleans. Dopo la laurea ha collaborato con numerosi ed importanti esponenti della scena musicale statunitense: Steve Wilson, Abraham Burton, Mark Gross, Chip White, Justin Kauflin, Nadav Snir-Zelniker, Chris Brown, Winard Harper, The Mingus Dynasty ecc…. Rob ha avuto come mentore il bassista Marcus McLaurine e ha studiato composizione con Mulgrew Miller, Vincent Herring, Armen Donelian, Harold Mabern, James Weidman, Gary Smulyan…

 

22 maggio 2019 “Figli di Giuda” al Teatro Brancaccio

22 maggio 2019

TEATRO BRANCACCIO

Figli di Giuda

il Musical

La Caritas di Roma e i SognAttori in scena al Brancaccio il 22 maggio con il musical “Figli di Giuda” dedicato agli invisibili

Una serata di beneficenza e teatro: mercoledì 22 maggio al Teatro Brancaccio di Roma i giovani attori del Gruppo Teatrale I SognAttori, nell’ambito della campagna di sensibilizzazione “Come in cielo, così in strada” della Caritas di Roma, portano in scena il musical inedito “Figli di Giuda”, vincitore di 6 BroadwayWorld Italy Awards 2018. Ambientato in una stazione tra barboni e angeli della notte, lo spettacolo – con musiche e testi originali – ha come protagonisti gli “invisibili”, coloro che abitano i binari ma che spesso ci rifiutiamo di vedere. Il ricavato della serata sarà interamente devoluto alle attività e ai servizi in strada della Caritas di Roma.

Maggiori informazioni

 

Esquilino: ormai è emergenza per tante persone che vivono per le strade del Rione

Ci eravamo già occupati di questo problema nel dicembre del 2017 con questo post (vedi)

E’ passato un anno e mezzo e la situazione non solo non è migliorata ma è addirittura peggiorata.

Ormai è purtroppo facile imbattersi per le strade del Rione con persone che in molti casi vivono in condizioni disumane, chi tra i rifiuti, chi in loculi costruiti con dei cartoni, ma tutti in mezzo alla strada al freddo d’inverno e sotto la pioggia nelle altre stagioni.

E spesso, partendo da questi presupposti, è facile che qualcuno di essi versi in condizioni di salute precarie e in qualche caso addirittura disperate. Non è infrequente, purtroppo, che qualcuno muoia per strada tra l’indifferenza e l’abbandono.

In questi giorni c’è un caso umanitario a Piazza Vittorio: un giovane straniero che è in pessime condizioni di salute ma rifiuta gli aiuti che le istituzioni cercano di offrire.

Ecco l’appello che alcune associazioni del Rione Esquilino hanno sottoscritto per cercare di salvare questo giovane senza fissa dimora che si trova in gravi difficoltà:

 

Siamo dei residenti del rione Esquilino e vorremmo presentare una nostra preoccupazione, ben consapevoli che si tratta di una storia di ordinaria follia di questa città. Ci rendiamo conto che storie come queste sono numerose, ma a noi sta a cuore questa. Anche perché storie come queste nel passato, sempre nel nostro rione, hanno avuto come fine la morte delle persone. E questo ci pare intollerabile.

Un giovane di circa 20 anni  di alta statura presumibilmente proveniente dalle regioni dell’Asia meridionale è comparso nel Rione più di un anno fa. Vive rannicchiato tra le immondizie in un quadrilatero abbastanza ristretto, prima era solito camminare senza sosta per tutto il rione sempre calzando scarpe usate come ciabatte. È affetto da numerosi tic nervosi e via via che passa il temo si incurva sempre di più. Si nutre cibandosi direttamente dai cassonetti e si difende dal freddo coprendosi di rifiuti, spesso rannicchiandosi nella cabina delle fotografie sita sotto i portici di piazza Vittorio all’angolo con via Ricasoli. Un anno fa comunicava in un italiano più che comprensibile, ora è assolutamente chiuso alla interazione, rifiuta qualsiasi tipo di aiuto sia dei cittadini che degli enti assistenziali. Unico contatto con l’esterno deducibile è che ogni tanto ottiene una sigaretta da qualcuno.

È noto a tutte le organizzazioni solidali (Caritas, Sant’Egidio, parrocchia sant’Eusebio, Assessorato alle politiche sociali del Comune, Municipio Primo, Sala Operativa Sociale del Comune) così come alle Forze dell’Ordine ma nessuno è mai riuscito a fare nulla in quanto non ritenuto violento e quindi “non pericoloso”, mentre è evidente che è estremamente pericoloso per se stesso, nonché spesso vittima di percosse da parte di altri frequentatori della Piazza.  L’ultimo episodio di mancato intervento risale a l’altro ieri: alcuni cittadini hanno atteso l’arrivo della Sala Operativa Sociale e di un’ambulanza che hanno deciso di non intervenire per le suddette argomentazioni e lo hanno lasciato dove era. Rifiuta cibo (che cerca nei cassonetti) e vestiti. In questi giorni di clima rigido si è coperto con un lenzuolo che vorremmo evitare diventi il suo sudario.

Temiamo per la sua vita, non vorremmo che accada ciò che è successo ad altri senza dimora con forti sofferenze psichiatriche. Ma è mai possibile che siamo solo noi a preoccuparcene e che non si trovi una Istituzione che si occupi della vita di queste persone? Perché sono senza dimora, perché sono psichiatrici, perché sono stranieri?
Non ci vogliamo rassegnare.

Abitanti Via Giolitti
Arco di Gallieno
Casa dei Diritti Sociali
Cielo sopra Esquilino
Comitato Piazza Vittorio Partecipata
Esquilino in Comune
Esquilino Vivo

Anche la stampa ufficiale si è attivamente interessata a questo caso: ecco gli articoli che hanno scritto le seguenti testate:

Roma Today: Il ragazzo invisibile dell’Esquilino, lo storico rione abbraccia il senza fissa dimora: “Non lasciamolo solo”

La Repubblica: Roma, l’Esquilino si mobilita per il clochard invisibile: “Non vogliamo che muoia per indifferenza”

Il Tempo: Esquilino, appello dei comitati: “Salvate quel giovane clochard”

Il Corriere della Sera: Esquilino, comitati si mobilitano per salvare il clochard: «Se non si interviene, rischia di non farcela»

 

E’ uscito “Il Cielo sopra Esquilino” numero 25 maggio – giugno 2019

E’ uscito il nuovo numero del giornale.
Numero 25 – Maggio/Giugno 2019

DOVE TROVARE L’EDIZIONE CARTACEA:

Farmacia Longo Piazza Vittorio Emanuele II 46
Gelateria Fassi Via Principe Eugenio 65
Astrologo Argenterie Via Buonarroti 20
Edicola Antonio Palumbieri Via di Porta Maggiore 5
Tagliati per il successo Via Ferruccio 30
ex sede de Il Cielo Via Galilei 57
Il Crepuscolo degli Dei Via Merulana 181
Edicola Via Merulana 204
Tabaccheria Via Merulana 245
Farmacia Strampelli Via Santa Croce in Gerusalemme 22a
Chiosco Bar Giardini Carlo Felice
Ristorante Cucina Pepe Piazza Guglielmo Pepe 39
Alimentari Piazza Manfredo Fanti 31
Expert Telebuna Piazza Vittorio Emanuele II 92
Edicola Piazza Vittorio Emanuele II lato BNL
Centro Pilates / Spazio vitale Via Angelo Poliziano 69a
Bar Via Biancamano 50
Enoteca WineArt Via Bixio 98
Centro Odontoiatrico Esquilino Via Buonarroti 30
Panificio Roscioli Via Buonarroti 46
Libreria Pagina 2 Via Cairoli 63
Bar Dolomiti Via Carlo Alberto 29
The Little Reader Via Conte Verde 66b
Bar D’Amore Via dello Statuto 37a
Pasticceria Regoli Via dello Statuto 60
Edicola Via di S.Croce angolo Piazza S.Croce
Edicola Via di S.Croce angolo Viale Manzoni
Gelateria Olive Dolci Via Emanuele Filiberto 140
Fusion Caffè Via Emanuele Filiberto 194
Pizzicheria salentina Radici Via Emanuele Filiberto 40
Trattoria Vecchia Roma Via Ferruccio 12
La Scatola Sonora Via Ferruccio 32
Alimentari Sciattella Via Germano Sommeiller 14
ASL Roma 1 – piano -1 Via Luzzatti 8
Salotto Caronte Via Machiavelli 23
Machiavelli’s Club Via Machiavelli 49
Ristorante Baia Chia Via Machiavelli 5
Miky Bar Via Mamiani 29
Studio Pilates Arte Movimento Via Mecenate 22/c
Foto Digital Discount Via Merulana 120
Libreria La Fenice Via Merulana 80
081 Cafè Via Merulana 83
Edicola Via Merulana angolo Largo Leopardi
Edicola Via Merulana angolo Piazza San Giovanni
Himalaya’s Kashmir Via Principe Amedeo 325
Pizzeria Acqua & Farina Via Principe Amedeo 90
Civico 5 Via Ruggero Bonghi 5
Centro Anziani Esquilino Via San Quintino 11
Serendipità Via San Quintino 8
Edicola V.le Carlo Felice angolo P.zza San Giovanni
Jonathan Bar Viale di Carlo Felice 21

… ma può capitare di trovarlo anche altrove.

19 maggio 2019 “Gèlati – Ammèn” al Palazzo del Freddo Fassi

19 maggio 2019 ore 21,00

 Palazzo del Freddo – Fassi

Gèlati – Ammèn

 

Ritornano gli appuntamenti da Fassi.

E questa volta si parla di… religione, di Santi e Signori, di Papi e Padroni.
Parliamo di noi.
Perchè se puoi prega,
se vuoi prega,
se sai prega,
se non sai, ma vuoi far parte di noi, almeno, almeno dici Ammèn!

Da un testo di Francesco Grossi, Marco Todisco e Roberto Manfredi o verranno confessati o verrano scomunicati.
Sarete voi a decidere.
Pure se non siete scomunicati.
Pure se non siete confessati.
Pure se non siete cattolici.
Pure se non siete praticanti.
Insomma come fate sempre.

E come sempre potrete mangiare.
Al solo costo di 10 euro vi attenderanno i famosi Sanpietrini di Fassi!

Riassunto:

Ammèn
ore 21
Fassi
via Principe Eugeneo 65
Roma

testo di Francesco Grossi
con
Marco Todisco
Roberto Manfredi

10 euro
spettacolo + sanpietrino.

Si mangia e si prega.
Come nelle nostre migliori tradizioni.

 

Palazzo del Freddo di Giovanni Fassi srl

Via Principe Eugenio 65-67 – 00185 Roma

Tel: + 39 06 4464740

fassitour@gmail.com

www.gelateriafassi.com

19 maggio 2019 “Festa dei Popoli” a San Giovanni in Laterano

A mezzogiorno, all’interno della cattedrale di Roma, è prevista la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità. Ad animare la liturgia saranno 26 comunità etniche di diverse nazionalità: il “Gloria” verrà intonato dai congolesi, il salmo sarà cantato in tagalog, la preghiera dei fedeli in diverse lingue, l’offertorio affidato alla comunità srilankese, il “Sanctus” in ucraino, i canti di Comunione in rumeno e in malayalam, e il canto conclusivo in lingua polacca.

Al termine della Messa, sul sagrato della basilica, dalle 13.30 circa si potranno degustare piatti tipici preparati dalle comunità di 13 Paesi diversi: Eritrea, Togo, Romania, Ghana, Nigeria, Ucraina, Polonia, Bangladesh, Brasile, Capoverde, Congo, Camerun e Siria. Seguirà, alle 15, uno spettacolo multietnico durante il quale si esibiranno una ventina di gruppi con canti e balli folkloristici. Alle 18 il concerto finale, in collaborazione con African Perfect Armony, gruppo musicale di 11 elementi, nato nel 2017 al centro di accoglienza delle Tagliate di Lucca; e Med Free Orkestra, progetto nato nel quartiere di Testaccio nel 2010 che riunisce musicisti provenienti da varie aree del mondo, che si esibirà insieme all’Earth Band guidata da Tony Esposito. Sul palco anche Marco Iachini, vincitore del Sound Spirit Festival 2019.

«La Festa vuole dare un’importante testimonianza di convivenza civile tra popoli diversi – sottolinea monsignor Pierpaolo Felicolo, direttore dell’Ufficio Migrantes della diocesi di Roma –. Con gli anni la città ha imparato la bellezza dello stare insieme e bisogna impegnarsi ancora per abbandonare i luoghi comuni che ci sono sulle migrazioni e far emergere la normalità dell’incontro tra culture differenti. Alimentare la paura dei migranti è il peggiore dei modi per affrontare la dimensione umana del fenomeno della migrazione. La paura ci fa chiudere. Se poi la paura diviene da individuale a collettiva, allora si corre anche il serio rischio di fenomeni di reazione sociale non sempre controllabili. Tutto ciò va evitato. Come? Attraverso la conoscenza dell’altro. La conoscenza è luce, la paura è buio. Dobbiamo perseguire la luce. Dobbiamo, attraverso la conoscenza, sviluppare e far nostro il tema dell’accoglienza».

 

 

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Et in Arcadia Ego

Sito informativo su Storia, Archeologia, Mitologia e Cultura antica.

www.retecivicaromana.it

Un gruppo aperto per la città del domani

Associazione di strada S.M. ai Monti » Languages » English

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

esquilinochiamaroma.wordpress.com/

Un progetto urbano e di valorizzazione culturale del rione Esquilino

La cucina italiana "de noantre"

Cucina & divertirsi alla nostra età

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

Generazione di archeologi

comunicare l'archeologia

La salvalibri

Perché la poesia fa muovere il mondo

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

L'Archipendolo

IL FILO A PIOMBO DELL'ARTE

Giovanni Pistolato

Blog letterario

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Եɾҽժícҽsíตօ αղղօ ♥     

lepagineviaggianti

la lettura gira

Tarantelle Romane

La cultura è un evento

DJED MEDU

Blog di Egittologia

KimberlySullivan

Thoughts on reading, writing, travels, and all things Italian

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Et in Arcadia Ego

Sito informativo su Storia, Archeologia, Mitologia e Cultura antica.

www.retecivicaromana.it

Un gruppo aperto per la città del domani

Associazione di strada S.M. ai Monti » Languages » English

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

esquilinochiamaroma.wordpress.com/

Un progetto urbano e di valorizzazione culturale del rione Esquilino

La cucina italiana "de noantre"

Cucina & divertirsi alla nostra età

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

Generazione di archeologi

comunicare l'archeologia

La salvalibri

Perché la poesia fa muovere il mondo

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

L'Archipendolo

IL FILO A PIOMBO DELL'ARTE

Giovanni Pistolato

Blog letterario

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Եɾҽժícҽsíตօ αղղօ ♥     

lepagineviaggianti

la lettura gira

Tarantelle Romane

La cultura è un evento

DJED MEDU

Blog di Egittologia

KimberlySullivan

Thoughts on reading, writing, travels, and all things Italian

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: