Archivi categoria: arte

Dal 18 luglio 2020 “Vacanze … Romane” Mostra d’arte contemporanea al MUEF ArtGallery

Vacanze … romane

di bellezza riempiamo i vuoti e la lunga assenza

Mostra d’arte contemporanea

MUEF ART-GALLERY

18 luglio – 1 agosto

25 agosto – 14 settembre

 
Il 18 luglio 2020 alle 18,30 ha inizio l’esposizione
VACANZE… romane
di bellezza riempiamo i vuoti e la lunga assenza
Mostra collettiva d’arte contemporanea
Non ci sarà una inaugurazione vera e propria.
Ligi alle disposizioni governative e al buon senso, il MUEF vi accoglierà con il consueto piacere e una ancor maggiore felicità di rivedervi, ma un po’ alla volta.
Si raccomanda l’uso delle mascherine e il rispetto delle distanze. Gli ingressi in galleria e di visita alla mostra saranno limitati a un massimo di cinque persone per volta e invitiamo tutti a non creare assembramenti nelle vicinanze della galleria.
 
Vi ricordiamo infine che la mostra resterà aperta e visitabile per il periodo estivo, e sono perciò ampie le possibilità per una visita in totale sicurezza e godibilità.
Grazie per la comprensione e collaborazione.
A cura di: Roberta Sole e Francesco Giulio Farachi
Organizzazione e coordinamento: Maurizio Bedini
Al MUEF ArtGallery
via Angelo Poliziano 78/B – 00184 Roma
Dal 18 luglio al 1 agosto
dal 25 agosto al 14 settembre 2020
dal martedì al sabato 18.00 – 20.00 altri orari su appuntamento ingresso gratuito
Apertura: sabato, 18 luglio 2020 – h. 18,30
Artisti partecipanti:
Raffaele Arringoli; Maurizio Bedini; Giovanni Bonfiglio; Armando Casali; Giuliana Cortese; Egidio Cosimato; Dino Cucinelli; Luigi De Cinque; Lucia Di Miceli; Fabio Feliziani; Tetyana Ivashkevych; Claudio R. Marca; Marcello Marcozzi; Maria Luisa Massara; Livia Mazzani; Maria Teresa Migliore; Mauro Molinari; Amalia Mutti; Paola Pavone; Nunzio Solendo; Cesare Vitali; Aldo Vitturini; Malgorzata Wolczynska.

15 luglio 2020 Riapre Palazzo Merulana

Apertura Palazzo Merulana

dal 15/07/2020 al 30/08/2020

Il biglietto di ingresso consente l’accesso alla Collezione Cerasi, rinnovata nel suo allestimento e integrata di nuove opere inedite, e alla mostra “Tina Modotti. L’Eros della Rivoluzione”

Gli accessi alle sale espositive sono contingentati e organizzati su turni di ingresso previsti ogni ora dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00, per un massimo di 20 persone alla volta.

Per accedere alle sale espositive di Palazzo Merulana è obbligatorio per i visitatori indossare una mascherina che copra naso e bocca, che andrà tenuta indossata per tutta la durata della visita. Al loro ingresso, i visitatori saranno sottoposti alla misurazione della temperatura corporea e per colori i quali questa risulterà superiore ai 37,5°C, l’accesso verrà negato.

All’interno delle sale espositive di Palazzo Merulana occorre mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro, al fine di evitare assembramenti. L’accesso alle sale espositive è consentito esclusivamente accompagnati da una figura del Palazzo.

Si raccomanda a tutti i visitatori di Palazzo Merulana di seguire e rispettare con attenzione le regole sanitarie, poste a garanzia della salute e della sicurezza di tutti. Queste includono, oltre all’indossare una mascherina che copra naso e bocca per tutta la durata della visita, anche l’igienizzazione delle mani tramite una soluzione idro-alcolica resa disponibile all’ingresso delle sale espositive di Palazzo Merulana, e l’utilizzo degli ascensori strettamente consentito a persone con difficoltà deambulatorie o con particolari condizioni di salute che lo suggeriscano che comunque è possibile solo una persona per volta o più se appartenenti allo stesso gruppo familiare.

Gli orari e le tariffe

dal 10 luglio Mostra personale di Mario De Sisto allo Studio Medina

Dal 10 luglio 2020 – Studio Medina Arte Roma

Dalle tele traspare il vociare delle strade e dei vicoli della sua terra, ma anche il senso del religioso, della musica e del numinoso.

L’iconografia del pittore potrebbe, erroneamente, essere associata ad un tipo di arte naif, invece si tratta di un tocco che sconfina con le profondità meditative dell’essere umano. «Homo sum, humani nihil a me alienum puto» disse Publio Terenzio Afro e, allo stesso modo, di fronte all’esistenza si pone De Sisto.

Riapre Palazzo Merulana

Finalmente una buona notizia per il nostro Rione e in genere per la cultura: il 15 luglio, dopo un lungo periodo di chiusura dovuto ai problemi del contagio da coronavirus riapre al pubblico il Palazzo Merulana.

Pur con tuttte le limitazioni , le prescrizioni e i divieti dei vari decreti, un luogo che, pur aperto da poco tempo, si è ritagliato un posto di riguardo nella cultura del Rione e della città di Roma, riapre e con esso si riavvia la vita culturale interrotta brutalmente ed improvvisamente dalla pandemia esplosa nei mesi scorsi.

Sarà nostra cura illustrare e pubblicare tutte le notizie, gli eventi e le attività future legate a questo unico e bellissimo museo

Come è nato il termine “grottesche”? ne parlano gli archeologi del PArCo in attesa della grande mostra “Raffaello e la Domus Aurea. L’invenzione delle grottesche” alla Domus Aurea di Roma

archeologiavocidalpassato

Un bell’esempio di “grottesca” da una parete della Domus Aurea (foto PArCo)

Non c’è ancora la data. Ma è vicina. Almeno questo sembra far trasparire l’annuncio da parte del parco archeologico del Colosseo sull’attesa mostra “Raffaello e la Domus Aurea. L’invenzione delle grottesche”: “Il Parco Archeologico del Colosseo si unirà alle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Raffaello con una mostra interattiva unica nel suo genere, che permetterà di rivivere in prima persona la storia della scoperta della Domus Aurea e delle grottesche, a partire dalla loro fortuna nel Rinascimento”. E con l’occasione gli archeologi del PArCo tornano sul tema centrale della mostra: le grottesche. “La definizione di “grottesche” non è semanticamente riconducibile ai temi decorativi che questi dipinti rappresentavano”, spiegano gli archeologi, “bensì al modo in cui gli artisti tra la fine Quattrocento e i primi anni del Cinquecento le avevano riscoperte, “immergendosi” nelle “grotte oscure” all’interno…

View original post 121 altre parole

24 giugno: San Giovanni e i dipinti che lo raffigurano

Michelangelo Buonarroti è tornato

Il 24 giugno a Firenze è festa grande: si celebra con tutti gli onori San Giovanni, il patrono della città. Causa covid-19 quest’anno la festa sarà un po’ diversa rispetto agli anni scorsi: niente fochi, niente finale del calcio storico ma comunque ci sarà il modo per ricordare il protettore di Firenze. La Lanterna del Duomo verrà illuminata da tre fasci di luce provenienti da tre differenti punti della città.

Quanti sono i dipinti e le sculture che nel corso dei secoli hanno avuto come soggetto San Giovanni Battista? I committenti fiorentini ci tenevano al loro Santo protettore e agli artisti più celebri soprattutto del Quattrocento e del Cinquecento chiedevano di inserirlo nelle opere richieste.

Anche io ho dipinto il San Giovannino da bimbetto assieme alla Madonna, a San Giuseppe e a Gesù Bambino nella Sacra Famiglia per i coniugi Doni.

Leonardo da Vinci invece ne dipinse uno in posa…

View original post 201 altre parole

21 giugno 2020 “Stauròs” Performance di Barbara Lalle. Percorso di 12 km con partenza da Piazza Vittorio e arrivo a Piazza Largo Terzo Millennio

Stauròs

Performance di Barbara Lalle

Piazza Vittorio Emanuele II

21 giugno 2020 ore 18,00

Staurós

Performance di Barbara Lalle
Con Barbara Lalle e Daniele Casolino
A cura di Michela Becchis e Roberta Melasecca
Cover art a cura di Alessandro Arrigo

21 giugno 2020 dalle ore 18.00
Percorso di 12 km con partenza da Piazza Vittorio Emanuele II fino a Piazza Largo Terzo Millennio – Roma

Barbara Lalle – barbix2002@libero.it

Comunicazione
Interno 14 next
Roberta Melasecca Curator&Press
roberta.melasecca@gmail.com – info@interno14next.it
tel. 3494945612
www.interno14next.it
www.melaseccapressoffice.it

La presentazione dell’evento e il programma

Fun Space 20 giugno – 20 luglio “Separazione e Ritorno” Mostra virtuale di Marilena Sutera a cura di Yongxu Wang

“Separazione e Ritorno” mostra virtuale di Marilena Sutera . 20 Giugno -20 luglio 2020 . A cura di Yongxu Wang

La Galleria Funspace Art, propone dal 20 Giugno fino al 20 Luglio 2020 la mostra Virtuale “Separazione e Ritorno” che comprende le opere di pittura e grafica dell’artista Marilena Sutera. a cura di Yongxu Wang.
Marilena Sutera nata a Fermo, è profesoressa di Tecniche dell’Incisione e Serigrafia presso l’Accademia di Belle Arti di Roma. Si specializza nella tecnica dell’Incisione presso la Scuola Internazionale d’Arte Grafica “Il Bisonte” di Firenze e nella tecnica serigrafica a Madrid presso l’atelier di Mariano Durante.
La calcografia e la serigrafia sono le tecniche di stampa che l’artista ha più amato e praticato e che attualmente utilizza nella sua opera grafica, dove l’artista ama far convivere, in un sottile equilibrio, le caratteristiche di entrambe le tecniche, la leggerezza per la serigrafia e la forte incisività del segno per la calcografia.
Nel suo lavoro utilizza l’esperienza pittorica e grafica per la ricerca e produzione di nuove forme espressive. Ha esposto in numerose ed importanti mostre collettive e rassegne d’arte, tra cui nel 2016 “Premio Salvi”, Sassoferrato, nel 2015, “Menù d’autore”, nell’Istituto italiano di Cultura a Los Angeles, nel 2012 ”Alterazioni”, rassegna dei nuovi linguaggi visivi a Castelnuovo di Porto, Roma; nel 2017 partecipa, al libro collettivo d’artista “Raices”, prodotto dallo Studio TRESS di Lima.
Ha eseguito personali a Firenze, Prato, Roma , Milano e nelle Marche. Nel 2016, a Milano, negli spazi dell’Associazione” L’alveare “, realizza “Fuori centro”, personale di pittura e grafica e nel 2017 esegue “VIRIDITAS”, nel museo archeologico di Malborghetto, con performance ed installazione pittorica, a cura del regista e coreografo Aurelio Gatti con il quale collabora da diverso tempo.
Nel 2018 realizza il libro d’artista “Ad un passo dal vuoto”, interamente eseguito in tecnica calcografica e serigrafica, presentato presso la Galleria Alea Contemporary Art di Roma. Nel marzo 2019 viene invitata a presentare il suo lavoro nel ciclo di conferenze sull’Arte contemporanea dal dopoguerra ad oggi, tenute da Ada Lombardi, storica dell’arte, presso il MACRO a Roma.
La Mostra fino al 20 Luglio 2020.
il link della mostra https://www.artvrpro.com/exhibition/15728/detail…

Funspace: Mostra Virtuale “2020 Arte ed epidemia” fino al 1 luglio 2020

Mostra virtuale “2020 Arte e Epidemia”

 Organizzata dall’Ufficio Scienze e Istruzione dell’Ambasciata Cinese e l’Unione degli Studenti e Studiosi Cinesi in Italia, con la collaborazione di Funspace Art e l’Associazione degli Studenti e Studiosi Cinesi in Italia dell’Accademia di Belle Arti di Roma.

A cura di Yongxu Wang . 

Avendo messo in emergenza sanitaria tutto il mondo, lo scoppio dell’epidemia del Covid-19 ha influenzato in modo notevole anche la vita quotidiana degli studenti che si trovano in quarantena all’estero. Con le opere di diversi generi create da giovani artisti, che variano da pittura a scultura, da fotografia a Vlog, da musica a danza, la mostra “2020 Arte e Epidemia” mira a presentare i pensieri e le riflessioni degli studenti in questo periodo particolare, delineando l’incontro tra l’arte e l’epidemia. La mostra virtuale aperta dal 1 Giugno fino al 1 luglio 2020 nel Link:
https://www.artvrpro.com/exhibition/13762/detail…

Alcune immagini delle opere esposte

 

La statua del “Pugilatore in riposo”: cronaca del suo ritrovamento

Ci siamo già occupati in passato di questa splendida statua che si trova nel Museo Nazionale Romano – Palazzo Massimo (vedi). Ricordando che dal 17 giugno il Museo riaprirà al pubblico e quindi sarà possibile ammirarla dal vivo riportiamo questo post di Facebook dall’account ufficiale del Museo Nazionale Romano che illustra le fasi del ritrovamento operato dal grande archeologo Rodolfo Lanciani nel 1885