Archivi categoria: arte

18 giugno 2021 “Mostra delle nuove opere di Antonio Finelli” al Medina ArtGallery

Qui l’artista si racconta e ci apre le porte del suo studio!
Guarda il terzo video dello studiovisit per scoprire i dettagli di “Fontana a Colle Oppio”, 80×60 cm, 2020, olio su tela

12 giugno 2021 #MuseumWeek #ArteOvunqueMW

11 giugno 2021 #MuseumWeek #DaiUnTitoloMW

11 giugno 2021 “Infiniti dialetti” al MuefArtGallery

Venerdì 11 giugno 2021 ore 20
al Muef ArtGallery
si replica lo spettacolo

“Infiniti dialetti”

con
Massimiliano Graziuso e iL Cinetic Trio (Marco Turriziani, Salvatore Zambataro, Mauro De Vita).
 
Aperte le prenotazioni su messanger Facebook
 

7 giugno 2021 #MuseumWeek #CeraUnaVoltaMW

7-13 giugno 2021 #Museum Week

#MuseumWeek 2021: le opere d’arte dei musei italiani sui social media con 7 temi e 7 hashtag dal 7 al 13 giugno

E’ l’appuntamento annuale internazionale che promuove la cultura e l’arte dei musei italiani attraverso twitter e altri social network!
Parliamo della #MuseumWeek 2021, giunta quest’anno all’8° edizione e in programma dal 7 al 13 giugno 2021.
Anche l’edizione di  quest’anno vede la partecipazione di musei, parchi, aree archeologiche, gallerie e padiglioni che durante la settimana si impegnano a condividere le loro opere d’arte con la consueta formula “7 giorni, 7 temi, 7 hashtag”.

Questo il programma della MuseumWeek 2021

    • lunedì 7 giugno 2021: #CeraUnaVoltaMW
    • martedì 8 giugno 2021: #DietroLeQuinteMW 
    • mercoledì 9 giugno 2021: #ConGliOcchiDeiBambiniMW  
    • giovedì 10 giugno 2021: #EurekaMW
    • venerdì 11 giugno 2021: #DaiUnTitoloMW
    • sabato 12 giugno 2021: #ArteOvunqueMW 
    • domenica 13 giugno 2021: #ParolePerIlFuturoMW

4 – 15 giugno 2021 “Siamo ancora vivi” mostra d’arte contemporanea al Muef Artgallery


venerdì 4 giugno 2021 ore 18:30

inaugurazione di

“Siamo Ancora Vivi”


mostra collettiva d’arte contemporanea a cura di

Eliza Winkler e Virgilio Patarini.
La mostra proseguirà fino al 15 giugno dal martedì al sabato dalle 17:30 alle 19:30


E’ obbligatoria la mascherina.
Artisti in esposizione:


23ea84fa9e614565a1ff7540d7f908acbSalvatore Alessi, Alberto Besson, Alessandra Cantamessa, Valentina Anna Carrera, Pierluigi Cattaneo, Vito Carta, Fabio Cuman, Fausta Dossi, Rinaldo Degradi, Daniela Doni, Paola Gamba, Luigina Luzii, Fiorella Manzini, Ezio Mazzella, Chiara Mazzotti, Virgilio Patarini, Michel Patrin, Maria Luisa Ritornoo, Alessandra Sanvitoito, Edoardo Stramacchia, Francesco Tadini.

I vandali di nuovo in azione sul muro esterno della chiesa di Santa Bibiana

Di nuovo imbrattato il muro esterno della chiesa di Santa Bibiana a via Giolitti. Non si fa in tempo ad abituarsi al muro ripulito che i soliti vandali (che restano sempre impuniti) ricominciano con i loro assurdi graffiti insozzandolo dopo che era stato ripulito per l’ennesima volta alla fine dello scorso anno

La scorsa estate è stato ripulito il tunnel accanto alla chiesa ( che ne prende anche il nome) visto che era ridotto in uno stato pietoso (vedi articolo di Diario Romano) ma solo dopo pochi giorni la situazione è di nuovo precipitata come risulta da questo post dall’account Facebook di “Roma fa schifo”

Il Comune è corso ai ripari e all’inizio di maggio è apparso questo post sull’account ufficiale Facebook della Sindaca Virginia Raggi che illustrava la posa in opera di ben 16 videocamere nel tunnel di Santa Bibiana per prevenire ulteriori atti vanadalici.

A questo punto ci si chiede ma chi deve ripulire ogni volta questo muro della chiesa, il Comune, la Soprintendenza, il Vicariato? Ma non si potrebbe pensare ad installare un paio di videocamere (non ne servono di più) per porre una volta per tutte la parola fine a questo autentico sconcio?

Non dimentichiamo che stiamo parlando di una delle chiese più antiche di tutta Roma, prima opera architettonica di G.L. Bernini. E’ possibile chiedere un minimo di salvaguardia in più per un gioiello che in tutte le altre città del mondo sarebbe valorizzato e tutelato come merita?

A tal proposito un estratto di un articolo di Tomaso Montanari, uno dei maggiori esperti contemporanei del Barocco, pubblicato su °L’ora d’arte”, che fotografa in maniera esaustiva l’importanza e la non felice situazione attuale della chiesa

“La chiesa più bella di Roma

Tra le mille, meravigliose, chiese di Roma, forse la mia preferita è Santa Bibiana.
Non c’è altro luogo in cui la sopravvivenza del passato tra noi appaia altrettanto struggente.  […]
La chiesa è antichissima (…) quando fu costruita, essa si trovava in campagna, tra ville, alberi e prati incantati. E tutto, lì intorno, era così – meravigliosamente intatto – più di mille anni dopo quando fu improvvisamente ritrovato il corpo della santa martire Bibiana. 
Regnava allora Papa Urbano VIII, che chiese al suo artista preferito – lo scultore Gian Lorenzo Bernini  – di diventare anche architetto per restaurare, abbellire, reinventare la casa di Bibiana, di sua sorella Dafrosa, di sua mamma Demetria.
Gian Lorenzo lo fece […] Tutto questo c’è ancora. Dentro, intendo: perchè fuori tutto è diverso. Come una scialuppa sbattuta dal mare in tempesta, la chiesa è in balia del traffico e del caos della città moderna. La lambisce la Stazione Termini, i binari le passano quasi sul tetto, la sovrasta una torre moderna, a cilindro,  e davvero sembra una barchetta speronata da una portaerei. Quando poi passa il tram, il rumore è così forte che non riesci ad ascoltare i tuoi stessi pensieri. I muri sono coperti di scritte, le strade fangose, i cassonetti aperti, stracolmi.

28 maggio – 11 luglio 2021 “Women in Comics” al Palazzo Merulana

dal 28 maggio al 11 luglio 2021

Palazzo Merulana

WOMEN IN COMICS

Preceduta da quattro incontri in streaming arriva a Palazzo Merulana, direttamente da New York, in esclusiva europea, la mostra Women in Comics curata da Kim Munson e dalla leggendaria Trina Robbins. La straordinaria collettiva di 22 artiste statunitensi che “hanno fatto la Storia del fumetto nordamericano”, in programma dal 28 maggio 2021 è promossa dall’Ambasciata degli Stati Uniti in Italia e co-prodotta da ARF! Festival e Comicon.

WOMEN IN COMICS: GLI INCONTRI.

Con la cura della fumettista e illustratrice Rita Petruccioli (Bao Publishing, Il Castoro, Mondadori) e della giornalista Francesca Torre (StayNerd.it, Inside Art) i quattro incontri in streaming metteranno alcune delle migliori autrici di Women in Comics – in diretta dagli Stati Uniti – a confronto con cinque tra le più rappresentative colleghe italiane, su tematiche di grande rilevanza socio-culturale e attualità legate ai movimenti femministi e l’arte militante, al corpo femminile e la sua rappresentazione nel disegno, all’antirazzismo, il transfemminismo e l’intersezionalità, alla violenza e il rapporto tra generi e identità nel fumetto.

Giovedì 18 marzo 2021
Fumetto e femminismi: e noi dove eravamo?L’esperienza femminista nel fumetto tra movimenti e arte militante
Trina Robbins (dagli USA) incontra Silvia Ziche (dall’Italia)
modera la scrittrice Susanna Raule.

Giovedì 15 aprile 2021
Corpi rivoluzionari e donne che li disegnanoIl corpo e la sua rappresentazione nel fumetto
Emil Ferris e Coleen Doran (dagli USA) incontrano Sara Pichelli (dall’Italia)
modera il giornalista Riccardo Corbò

Giovedì 13 maggio 2021
Balloon intersezionaliAntirazzismo, transfemminismo e intersezionalità
Alitha Martinez e Ebony Flowers (dagli USA) incontrano Fumettibrutti ed Elisa Macellari (dall’Italia)
Moderazione a cura di Bande de Femmes.

Giovedì 10 giugno 2021
“Drawing Power: raccontare la violenza a fumetti”
La violenza e il rapporto tra generi e identità nel fumetto
Trininad Escobar (dagli USA) incontra Rita Petruccioli (dall’Italia),
Moderazione a cura della Casa delle donne Lucha Y Siesta

Tutti gli incontri si svolgeranno alle ore 18

WOMEN IN COMICS: LA MOSTRA.

Arriva a Roma l’esposizione originale che è stata allestita una sola volta nel 2020 alla Galleria della prestigiosa Society of Illustrators di New York, l’Associazione professionale fondata da Henry S. Fleming nel 1901 (oggi diretta da Anelle Miller) che, oltre alle mostre, dal 1959 ogni anno, produce e pubblica Illustrators Annual, considerato uno dei più importanti cataloghi di illustrazione del mondo.

Composta da 90 opere originali la mostra Women in Comics propone una storia di autodeterminazione dei comics nordamericani grazie alle sue 22 protagoniste che, dal fumetto vintage degli anni ’50 al graphic novel più autoriale, esplorando temi come amore, sessualità, creatività, discriminazione, indipendenza, attraversa la psichedelia degli anni ’70 e del fumetto underground, fino alla scena contemporanea mainstream di Marvel e DC Comics.

Questa mostra” – sottolinea la curatrice Kim Munson – “è una rappresentazione dell’ampia gamma e diversità delle donne che operano nei fumetti e dei tanti generi in cui stanno lavorando, siano esse memorie personali, storie per bambini, di supereroi, di genere epico/fantasy, o ancora nel graphic journalism e nella grafica editoriale.”

Accanto alle tavole di Trina Robbins, vera e propria icona “militante” del fumetto underground e dell’attivismo femminista che nel 1986 è stata la prima fumettista della storia a disegnare Wonder Woman per una major come la DC Comics, saranno presenti opere originali di Afua Richardson e Alitha Martinez (entrambe autrici afroamericane e attiviste, vincitrici dell’Eisner Award per il loro lavoro su World of  Wakanda della Marvel, serie spin-off del già “politico” Black Panther di Ta-Nehisi Coates), di Colleen Doran (che ha disegnato sui testi di sceneggiatori del calibro di Neil Gaiman e Alan Moore) e di Emil Ferris, il cui graphic novel La mia cosa preferita sono i mostri (pubblicato in Italia da Bao Publishing) è diventato un vero successo editoriale di critica e pubblico, premiato anche con il Fauve d’Or al Festival Internazionale di Angoulême come “Miglior fumetto dell’anno” del 2018.

E ancora: Ebony Flowers (autrice di Hot Comb, considerato da Guardian, Washington Post e Believer uno dei migliori libri del 2019), Trinidad Escobar (fumettista e poetessa filippina di San Francisco, dove insegna al California College of the Arts), Tillie Walden (Su un raggio di sole, Bao), Jen Wang (Il Principe e la sarta, Bao), Joyce Farmer (Special Exits, Eris Edizioni) e tante altre.

WOMEN IN COMICS: IL DOCUFILM.

Completerà il programma la proiezione di She Makes Comics della regista Marisa Stotter (Respect Films, 2014), un film/documentario – “la storia mai raccontata delle donne nell’industria dei fumetti” – che verrà proiettato per la prima volta in Italia a ciclo continuo nella sala espositiva di Palazzo Merulana e sarà collegato ad un progetto didattico che coinvolgerà le scuole italiane.

WOMEN IN COMICS – Gli incontri

da giovedì 18 marzo a giovedì 10 giugno 2021
alle ore 18:00 in diretta su Zoom e sulle pagine Facebook di ARF! Festival, Comicon e dell’Ambasciata americana a Roma:

https://www.facebook.com/arfestival

https://www.facebook.com/NapoliCOMICON

https://www.facebook.com/AmbasciataUSA

Modalità di partecipazione 

L’accesso alla mostra Women in Comics è libero e incluso nel biglietto di ingresso alla Collezione Cerasi presso Palazzo Merulana

Intero € 10,00
Ridotto € 8,00 (Giovani under 26, adulti over 65, insegnanti in attività, possessori di Cartax2, possessori Lazio Youth card )
Gratuito (bambini under 7, un insegnante ogni 10 studenti, un accompagnatore ogni 10 persone, disabile con accompagnatore, possessori Pass Palazzo Merulana e Pass Palazzo Merulana Young, membri ICOM, guide turistiche con patentino)
Scuole € 6,00 (per studente). Prenotazione turno obbligatoria ingresso scuole € 20,00
Gruppi € 8,00 a persona (min 10, max 25 persone) Prenotazione obbligatoria turno ingresso gruppi € 30,00
Visite guidate su prenotazione €100.00
Visite scuola su prenotazione € 80.00

Prenotazione consigliata
Diritti di prenotazione €2.00
http://www.palazzomerulana.it (Sezione “Acquista Biglietti”)

21 maggio – 27 giugno 2021 “Life at the time of coronavirus” Video Installazione al Palazzo Merulana

Dal 21 maggio al 27 giugno

Palazzo Merulana

Life at the time of coronavirus

Video Installazione

Al via Roma Fotografia 2021 FREEDOM , evento in collaborazione con Regione Lazio, Palazzo Merulana, Coopculture, Istituto Luce – Cinecittà, Stadio di Domiziano, Comitato Mura Latine, Bresciani Visual Art e il patrocinio di Roma Capitale.

L’Iniziativa, con la direzione artistica di Maria Cristina Valeri, Alex Mezzenga e Gilberto Maltinti, è dedicata al tema della libertà.

Venerdì 21 maggio alle 10:30

I direttori artistici insieme a tutti i protagonisti presentano il calendario degli appuntamenti.

Sempre il 21 maggio è prevista a Palazzo Merulana l’apertura al pubblico della proiezione delle videoinstallazioni realizzate grazie alla call internazionale Life in the time of Coronavirus.

Per tutto il giorno, durante gli orari di apertura del museo, si alterneranno le immagini di tre progetti audiovisivi:

“Shutdown”, prodotto e realizzato dall’Istituto Luce – Cinecittà: audiovideo della regista Serenella Scuri che narra lo sguardo e la realtà femminile durante la pandemia attraverso una selezione del materiale dell’archivio Storico dell’Istituto Luce – Cinecittà ed una selezione delle immagini della Call Life in the Time of Coronavirus provenienti da tutto il mondo.

“After 11/03”, audiovideo realizzato dal regista under35 Roberto Palattella per la Festa della Diplomazia di Roma in collaborazione con l’Unità di Crisi della Farnesina che narra i giorni in cui nel mondo si dichiara ufficialmente la pandemia.

“Roma Fotografia”, videoinstallazione realizzata attraverso la selezione del Comitato Scientifico  della Call “Life in the TIme of Coronavirus” tra le oltre 10.000 immagini ricevute da tutto il mondo.

Segui la diretta della presentazione sulla pagina di Roma Fotografia e Palazzo Merulana

Modalità di partecipazione

Intero € 10.00
Ridotto € 8.00
Il biglietto consente l’accesso alla videoinstallazione “Life in the time of Coronavirus”, alla Collezione Cerasi e alle mostre in programmazione

Per accedere a Palazzo Merulana sarà necessario adottare alcune semplici regole:
 Indossare una mascherina che copra naso e bocca
Sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea (per coloro i quali questa risulterà superiore ai 37,5°C, l’accesso verrà negato)
Mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro, al fine di evitare assembramenti
Igienizzare le mani tramite una soluzione idro-alcolica resa disponibile all’ingresso

Info e prenotazioni

info@palazzomerulana.it  

www.palazzomerulana.it

www.coopculture.it

info@coopculture.it