Archivi tag: Casa dell’Architettura

9-16 ottobre 2020 “SPAM | Settimana del Progetto di Architettura nel Mondo” alla Casa dell’Architettura

9 – 16 ottobre

Casa dell’Architettura – Acquario Romano

SPAM 2020 | Settimana del Progetto di Architettura nel Mondo

SPAM è un festival promosso dall’Ordine degli Architetti di Roma con l’intento di far crescere una rinnovata cultura del progetto. Una manifestazione che vuole porre l’attenzione sui problemi e le tematiche che regolano le trasformazioni urbane, sociali ed economiche delle grandi metropoli contemporanee, con un focus specifico sulla capitale.

Il programma sintetico

Ricordiamo che dalle ore 21,00 di ogni sera saranno proiettati alcuni film in occasione del Live cinema festival 2020 . Nel link seguente il programma e i link per le prenotazioni

Il programma dettagliato con i link per le prenotazioni

24 settembre 2020 Convegno “L’architettura nei 150 anni della istituzione della Capitale 1871 – 1911” alla Casa dell’Architettura

I 150 anni di Roma Capitale: il percorso di sviluppo della città e le scuole romane di architettura in un ciclo di incontri dell’OAR

Dal racconto delle scuole romane di architettura, che hanno dato forma alla Roma moderna e contemporanea, ai grandi progetti urbani che hanno strutturato il nucleo del tessuto urbano capitolino. È un viaggio nel tempo, tra le stagioni dell’architettura, il ciclo di incontri – in cinque appuntamenti – organizzato dall’OAR e dedicato ai 150 anni dalla istituzione della Capitale, avvenuta il 3 febbraio 1871. Gli eventi si svolgeranno alla Casa dell’Architettura, con un programma che parte il 24 settembre 2020 (ore 14.20) – con il primo convegno dedicato al periodo 1871-1911 – e si concluderà il 4 febbraio 2021, data in cui è prevista la giornata conclusiva.

Qui la scansione temporale degli eventi in calendario alla Casa dell’Architettura con l’indicazione del periodo di sviluppo di Roma Capitale cui si riferiranno:

– 24 settembre 2020: 1870-1911

– 22 ottobre 2020: 1912-1945

– 26 novembre 2020: 1946-1970

– 14 gennaio 2021: 1971-2000

– 4 febbraio 2021: 2001-2020

Il programma della prima giornata

Maggiiori informazioni

20 dicembre 2019 Convegno “Progetti e proposte per la rigenerazione dell’Esquilino tra Piazza Vittorio e via Giolitti” all’Acquario Romano

10-18 ottobre 2019 “Dream City – Il Festival dell’Architettura” alla Casa dell’Architettura

A Roma nasce SPAM – DREAMCITY, il festival dell’architettura dell’OAR
Anche la Capitale avrà il suo Festival dell’Architettura e sarà il prossimo autunno. Lo organizza l’Ordine degli Architetti di Roma. E’ stata presentata lo scorso 4 luglio “SPAM – DREAMCITY”, la Settimana del Progetto di Architettura nel Mondo, la cui prima edizione si terrà, alla Casa dell’Architettura, dal 10 al 18 ottobre 2019 e vedrà la partecipazione di grandi nomi del panorama nazionale e internazionale dell’architettura: personalità del calibro di Mario Bellini, Daniel Libeskind, Massimiliano Fuksas, Manuel Aires Mateus e Rudy Ricciotti. Hanno confermato la loro presenza alcuni studi come MVRDV, Mad Architects e UNStudio. Tra gli italiani, il curatore del padiglione Italia alla Biennale Architettura 2020 Alessandro Melis. Numerosi i progettisti romani che hanno aderito come Labics, Nemesi, King Roselli Architetti e Alvisi Kirimoto. Insieme a loro, rappresentanti del mondo della politica, del cinema e dell’arte.
“SPAM nasce con l’intento di riaccendere un faro su Roma, come riferimento per lo sviluppo del pensiero architettonico e delle riflessioni sulla città e sul futuro possibile, attraverso un confronto tra alcuni dei più importanti protagonisti della scena culturale internazionale” ha affermato Roberto Grio, direttore scientifico dell’iniziativa e Consigliere dell’OAR, aggiungendo: “A cosa è legato il futuro di una città vivibile? Salute, mobilità sostenibile, alimentazione e ciclo di produzione virtuoso. DreamCity, la città dei sogni, è quella che ancora non esiste ma che l’architetto prova a immaginare sulla base delle istanze di una società in continua trasformazione”.
Sarà lanciata nei prossimi giorni la call per coinvolgere, nei nove giorni di SPAM, studenti e giovani architetti in attività laboratoriali con un workshop – su temi di progettazione basati su esigenze reali, concordati con il I° Municipio del comune di Roma – che vede come tutor Gianluca Peluffo, Manuel Aires Mateus e Orazio Carpenzano.
Per scoprire il programma e seguire gli aggiornamenti vedi il sito http://www.spamroma.com

Le mostre

Il programma completo

 

24 luglio – 27 agosto 2019 “Stend/Art” all’Acquario Romano

il progetto StendArt dell’associazione Arco di Gallieno che nel 2018 ha visto l’esposizione, sotto i portici di Piazza Vittorio Emanuele II, di 28 stendardi prodotti da artisti dell’Esquilino, dopo il successo di questa mostra, approda alla Casa dell’Architettura a piazza Manfredo Fanti! L’inaugurazione è fissata per il 24 luglio alle ore 18,30. Gli stendardi rimarranno in esposizione all’interno dell’Acquario fino a fine agosto.

22 giugno 2019 “La Città in una Casa” alla Casa dell’Architettura

L’evento del 22 giugno si pone l’obiettivo di diffondere una cultura legata all’architettura e dei mondi ad essa connessi, nonché di restituire allo stesso tempo un’immagine del mestiere dell’architetto come agente territoriale e sociale. 

Si ricorda che durante la giornata vi saranno attività laboratoriali per bambini, attività e visite guidate aperte a tutti. Per le visite guidate e per i laboratori per i più piccoli si consiglia di prenotare come da riferimenti sul programma (per i bambini che parteciperanno ai laboratori pomeridiani la partecipazione al concerto non avrà necessità di prenotazione).

Il programma (cliccare per ingrandire)

4 dicembre 2018 di “Esquilino chiama Roma” all’Acquario Romano

Terzo Incontro

ESQUILINO CHIAMA ROMA
Ricerca-azione per un rione (a cura del Gruppo di lavoro via Giolitti)
Incontro pubblico

Casa dell’Architettura
Piazza Manfredo Fanti 47, Roma
Martedì, 4 dicembre 2018
ore 17.00 – 20.30

Il “Gruppo di lavoro via Giolitti” (composto da cittadini residenti in Esquilino, da esperti e da docenti di Sapienza Università di Roma) persegue nel Rione l’obbiettivo di promuovere “conoscenza integrata, partecipata e applicata”, volta cioè a promuovere azioni che non trascurino, come invece spesso accade, né le ricadute sistemiche di singoli interventi sul suo territorio, né, viceversa, l’impatto del contesto sui progetti di dettaglio. La sua azione mira a rafforzare la collaborazione fra i soggetti di cittadinanza attiva dell’Esquilino, i soggetti istituzionali a livello nazionale e territoriale, nonché gli operatori economici e culturali interessati a promuovere valore pubblico nel territorio: non si può abitare né governare un sito che non si comprenda insieme.
L’esperienza avviata il 31 maggio 2018 con l’attivazione del forum “ESQUILINO CHIAMA ROMA” ha evidenziato infatti nei tavoli tematici la necessità di una conoscenza integrata e partecipata del Rione, riconoscendo nel patrimonio culturale (immateriale e materiale) un bene comune, rilevante cioè anche per enti e gruppi sociali separati, se non contrapposti.
L’obiettivo di fondo, partendo dal riconoscimento del suo valore, è promuovere una comprensione sufficientemente coesa dei problemi di gestione della vita quotidiana nel Rione e l’approfondimento delle loro vere cause, mirando così ad un “governo urbano partecipato”, che sia connotato da una sostenibile coesione socio-culturale.
Il primo, indispensabile, passo è far emergere, organizzare e condividere conoscenze e competenze / risorse talvolta già disponibili, ma nascoste agli abitanti del Rione e ai numerosi gruppi di cittadinanza attiva che vi operano. Renderne facile l’accesso è presupposto per una partecipazione consapevole e corresponsabile a scelte di “governo urbano” su situazioni critiche ed opportunità di sviluppo del Rione, che siano attendibili ed efficaci.
Ma non solo: lo sguardo va esteso ai rapporti fra Esquilino ed aree urbane connesse, a partire dalla zona di Termini, avendo attenzione per tutto il sito UNESCO “Centro Storico di Roma”.
L’incontro plenario del 4 dicembre 2018 in Acquario Romano – ad accesso libero, con dibattito partecipato su prenotazione in loco – presenterà i nuclei di conoscenze più rilevanti finora individuati, partendo da stimoli ed informazioni offerti dai cittadini nei tavoli tematici del forum riunitisi pubblicamente in Acquario Romano il 31 maggio ed il 13 luglio. Il “Gruppo di lavoro Via Giolitti”, integrando i tre filoni tematici delle relazioni introduttive, proporrà poi la ricerca-azione “Per un progetto urbano e di valorizzazione culturale del Rione Esquilino”.
Nel corso dell’incontro verrà presentata:
“Piazza Vittorio … secondo Noi”, campagna di ascolto Adnkronos
(con il sostegno di Piazza Vittorio APS e il Patrocinio di ENPAM)

Il successivo approfondimento dei temi trattati avrà luogo negli specifici tavoli tematici che si terranno ad inizio 2019 nelle date e nelle sedi di cui si darà notizia a partire dal 4 dicembre.
Continuate a seguirci su questa pagina: sito web in costruzione partecipata (www.esquilinochiamaroma.com)

23 novembre 2018 “Giorgio de Chirico. Immaginare l’Architettura” alla Casa dell’Architettura

23 novembre 2018 ore 14,30

Casa dell’Architettura – Acquario Romano

Giorgio de Chirico. Immaginare l’Architettura

L’evento si inserisce all’interno delle celebrazioni per il quarantesimo dalla scomparsa del maestro Giorgio de Chirico e tratterà i temi indagati dal maestro sui paesaggi dell’architettura.

REGISTRAZIONE OBBLIGATORIA (ARRM 1844 cfp 4)

Curatore scientifico: arch. Valerio Paolo Mosco
Tutor: arch. Nicoletta Carbonella

programma

ore 14.30 REGISTRAZIONE CHECK-IN PARTECIPANTI
SALUTI
Flavio Mangione / Presidente Ordine Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Luca Ribichini /Presidente Commissione Cultura Casa dell’Architettura

DOCUMENTARIO SU GIORGIO DE CHIRICO
PRESENTAZIONE
Paolo Picozza / Presidente Fondazione Giorgio e Isa de Chirico

APPUNTI SULL’ARCHITETTURA E SULLO SPAZIO DELLA METAFISICA
Andrea Cortellessa / Critico letterario
L’ARCHITETTURA NELL’OPERA DI GIORGIO DE CHIRICO
Davide Spagnoletto / Critico

LA RICOSTRUZIONE DELLO SPAZIO METAFISICO
Stelios Stylianidis / Architetto

TAVOLA ROTONDA
con
Paolo Canevari
Franco Purini
Ruggero Savinio
Beniamino Servino
testi di
Giorgio De Chirico
letti da
Stefania Bassino

modera
Valerio Paolo Mosco / Docente IUAV

ore 19.00
REGISTRAZIONI CHECK-OUT PARTECIPANTI

10 novembre 2018 “L’Esquilino s’incontra all’Acquario” grande festa all’Acquario Romano

L’Associazione Abitanti via Giolitti Esquilino

il 10 novembre 2018 dalle ore 10,00 alle ore 17,30

partecipa

alla

Grande Festa all’Acquario Romano

L’Esquilino s’incontra all’Acquario

vi aspettiamo numerosi!

Il Programma

 

Echi dell’evento “Esquilino chiama Roma” del 31 maggio 2018

Lo scorso 31 maggio è stato organizzato presso la Casa dell’Architettura a Piazza Manfredo Fanti l’evento “Esquilino chiama Roma. Giornata di studio sul quartiere Esquilino” organizzato dal “Gruppo di Lavoro via Giolitti”. E’ stata l’ennesima occasione per un confronto tra cittadini, associazioni, mondo accademico, aziende e istituzioni (a livello di I Municipio) sul tema della riqualificazione del Rione Esquilino.

Ma ci sono un paio di novità che riteniamo importanti e degne di essere prese in considerazione:

  • Il fatto di ritenere via Giolitti al centro della riqualificazione del Rione.  Noi dell’Associazione degli Abitanti di via Giolitti lo diciamo da decenni: non ha senso procedere a piani di rigenerazione e riqualificazione urbana lasciando una via del genere, con tutti i suoi tesori,  al di fuori da  qualsiasi intervento. Invece di valorizzare la sua unicità, negli anni scorsi, si è operato in senso inverso lasciando monumenti ed edifici di gran pregio architettonico nel più completo abbandono e degrado. Senza contare che le istituzioni preposte sono sempre apparse sorde agli appelli che da sempre abbiamo lanciato per gli effetti devastanti causati dal trenino Laziali – Giardinetti. Finalmente non siamo più soli.
  • La costituzione di tavoli tecnici (Patrimonio, Mobilità, Commercio, Vita e Servizi) ognuno dei quali è chiamato ad analizzare i problemi cercando di trovare soluzioni per risolverli in maniera pratica e sostenibile. Il tutto coordinandosi con gli altri gruppi in maniera da presentare un unico programma organico per la riqualificazione del Rione non limitata a dei singoli aspetti ma complessiva. Qui sotto alcune slide che illustrano la metodologia che verrà utilizzata per portare a termine questo programma impegnativo ma innovativo e interessante.

Seguiremo l’iter di questa avventura, forse ambiziosa, ma sicuramente seria e professionale e vi renderemo conto di tutti gli stati di avanzamento delle varie attività fino al loro compimento.