Archivi tag: Cinema

Dal 12 dicembre 2019 “Nancy” all’Apollo 11


presenta

da giovedì 12 dicembre

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

SUNDANCE FILM FESTIVAL – MIGLIORE SCENEGGIATURA
SITGES FILM FESTIVAL – MIGLIORE ATTRICE
FANTASPORTO FILM FESTIVAL – MIGLIORE FILM


USA 2018, 85 min.

Nancy è una donna che diventa sempre più convinta di essere stata rapita da bambina. Quando incontra una coppia la cui figlia è scomparsa trent’anni prima, la realtà e la finzione cominciano a confondersi. Man mano che il loro legame si approfondisce, i dubbi ragionevoli lasciano il posto a credenze ostinate e il potere dell’emozione minaccia di superare ogni razionalità.
Sorprendente la scrittura, riconsacrata la Riseborough come regina del disagio contemporaneo. Nancy, senza mai tempi morti, è un gioiellino che impregna lo schermo di vera e ansiogena umanità, nel realismo malandato di esistenze incompiute. Acclamata dalla critica internazionale come perla del cinema indipendente, è la folgorante opera prima di Christina Choe e ha come protagonista principale Andrea Riseborough, già vista in Non lasciarmi (2010), Birdman (2014), Animali notturni (2016) e La battaglia dei sessi (2017). Il film pone i protagonisti e gli spettatori di fronte alla domanda: “Qual è la verità e cosa conta davvero?”
Nancy vanta inoltre il supporto di Women In Film, Television and Media Italia.
WIF è una rete mondiale dedicata a promuovere lo sviluppo professionale e la rappresentazione delle donne nei settori legati ad audiovisivo e media, dal 2018 presente anche in Italia.

Regia:Christina Choe – Sceneggiatura: Christina Choe – Cast: Andrea Riseborough, Steve Buscemi, Ann Dowd, John Leguizamo, J. Smith-Cameron – Fotografia: Zoe White – Montaggio: David Gutnik – Distribuzione: Mariposa Cinematografica e 3O Holding.

Il trailer

 

Apollo 11 Il programma fino al 18 dicembre

PROGRAMMA FINO AL 18 DICEMBRE:

Giovedì 12 Dicembre

ore 16.30 MARRIAGE STORY di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.00 NANCY di Christina Choe (87 min).
ore 21.00 I HAD A DREAM di Claudia Tosi (84 min). Versione originale – Sott. ITA.

Venerdì 13 Dicembre

ore 15.30 MARRIAGE STORY di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 18.00 MARRIAGE STORY di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 NANCY di Christina Choe (87 min).

Sabato 14 Dicembre

ore 16.00 NANCY di Christina Choe (87 min).
ore 18.00 MARRIAGE STORY di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 NANCY di Christina Choe (87 min).

Domenica 15 Dicembre

ore 15.30 MARRIAGE STORY di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 18.30 NANCY di Christina Choe (87 min).
ore 20.30 TUTTO L’ORO CHE C’È di Andrea Caccia (100 min).

Lunedì 16 Dicembre

ore 18.00 MARRIAGE STORY di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 NANCY di Christina Choe (87 min).

Martedì 17 Dicembre

ore 19.00 NANCY di Christina Choe (87 min).
ore 21.00 MARRIAGE STORY di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.

Mercoledì 18 Dicembre

ore 19.00 NANCY di Christina Choe (87 min).
ore 21.00 MARRIAGE STORY di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.

9 dicembre 2019 “Sezione Femminile” all’Apollo 11


in collaborazione con


presenta

lunedì 9 dicembre ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

Italia, 2018, 82 min.

introducono

il filosofo
PIETRO MONTANI

lo storico del cinema
ADRIANO APRÀ

la docente
IVELISE PERNIOLA
Università Roma Tre

che al termine della proiezione
ne discutono con

il regista
EUGENIO MELLONI

Il film è nato da un laboratorio di cinema diretto dal regista nella Sezione Femminile di un carcere italiano. Non racconta direttamente questa esperienza, ma ne è il risultato. Un risultato che ci mette in contatto non solo con le condizioni concrete del vivere in prigionia delle detenute (peraltro spesso raccontate) ma con il recupero di una immaginazione forse perduta nei meandri di una tragica e stordente esperienza. Il nostro sguardo con quello del regista, non è quindi esterno, ma prevalentemente interno. In ragione di ciò quello a cui assistiamo non è solo quanto espresso narrativamente, ma è anche un percorso rieducativo, nel senso che mostra il cammino di chi dopo aver superato certi confini, fa un percorso a ritroso che non può non essere che profondo e che il recupero di una immaginazione creativa rende forse compiutamente possibile. Fino, dopo aver attraversato meandri e ambiguità della finzione, a guardare a viso aperto la realtà, quella che dolorosamente pesa su quelle detenute, non poche, che nascondono o non hanno il coraggio o la forza di dire ai figli di essere in prigione.

Regia e Montaggio: Eugenio Melloni – Musica: ADanusha Waskiewicz con un contributo musicale di Andrea Poltronieri, Paolo Marzocchi e Andrea Rebaudengo – Con: Donatella Allegro, Irene Guadagnini, Giada Pieroni e alcune detenute del Laboratorio Cinema del carcere di Bologna, le volontarie Stefania Ferri, Alessandra Bettini, Romina Carla Pucci – Sceneggiato da: Eugenio Melloni, sulla base dell’esperienza e del materiale prodotto in seno al laboratorio – Prodotto da: R2 Production di Riccardo Badolato; in collaborazione con Meg, Associazione Medicina Europea di Genere, CoBa new Vision, MEG, Sigem srl, Asa Audiovisivi, Studio Architettura Gianni Pirani.

Il trailer

7 – 8 dicembre 2019 “Trieste Film Festival in Tour – 2019” all’Apollo 11

presenta

sabato 7 e domenica 8 dicembre

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

Torna, grazie al favore incontrato lo scorso anno da una prima edizione sperimentale, il progetto Trieste Film Festival in Tour, ideato dal Trieste Film Festival in collaborazione con Lo Scrittoio, che ha selezionato quattro opere dell’ultima edizione da proporre al pubblico italiano.
Protagonisti del tour di quest’anno saranno:
– il film vincitore del festival Delegacioni (The Delegation) di Bujar Alimani, lungomentraggio vincitore anche del Grand Prix all’ultimo festival di Varsavia, che racconta l’estremo tentativo del regime comunista di “convincere” l’opinione pubblica internazionale dei progressi di Tirana in tema di diritti umani;
– Chris the Swiss di Anja Kofmel, documentario – inchiesta vincitore della sezione documentari, presentato alla Semaine de la Critique del Festival di Cannes 2018 che tramite l’uso dell’animazione ricostruisce le circostanze misteriose della morte di un giornalista nella guerra civile jugoslava;
– Donbass di Sergej Loznica, film d’apertura della sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes 2018, peraltro valso all’autore il premio per la Migliore regia, che racconta i tragici e folli eventi della guerra in atto nella regione orientale dell’Ucraina;
– My home, in Libya di Martina Melilli, documentario vincitore del Premio Corso Salani e selezionato al Festival di Locarno 2018, che racconta la storia di italiani scappati dalla Libia dopo il colpo di stato di Gheddafi ricostruendo memorie familiari e drammi presenti, il colonialismo italiano di allora e la crisi attuale del Mediterraneo.

Sabato 7 Dicembre

ore 17.00

CHRISS THE SWISS
2018, 90 min.| Versione originale – Sott. ITA
di Anja Kofmel

Documentario d’animazione svizzero. È stato proiettato nella sezione International Critics ‘Week al Festival di Cannes 2018.

SINOSSI
Anja Kofmel aveva dieci anni quando suo cugino Christian Würtemberg è stato trovato ucciso in un campo innevato, in Croazia, nel gennaio del 1992. Quell’assassinio, di un ragazzo di 27 anni, ha toccato naturalmente le vite di tante persone e anche il destino della giovane Kofmel, che ha studiato animazione e si è diplomata con un cortometraggio che metteva in immagini quella storia e che ha poi espanso, con anni di lavoro e di ricerca, in questo prezioso documentario.

*****
ore 19.00

DONBASS
2018, 121 min. | Versione originale – Sott. ITA
di Sergei Loznitsa

Film drammatico coprodotto a livello internazionale. È stato selezionato come film d’apertura nella sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes 2018.

SINOSSI
Ad un posto di blocco militare i passeggeri maschi di un bus di linea sovraffollato vengono fatti scendere e minacciati di venire arruolati per direttissima. C’è anche un giornalista tedesco, che vorrebbe capire cosa succede ma non riesce a farsi strada tra gli scherzi e la vanagloria dei soldati. Nella regione del Donbass, nell’Ukraina orientale, nel 2014, i separatisti hanno dato origine agli scontri che hanno portato alla proclamazione dello stato della Nuova Russia. Nei palazzi del potere occupati si celebra un matrimonio grottesco, tra risate e pallottole, si sequestrano le automobili e poi anche i loro proprietari.

Domenica 8 Dicembre

ore 16.00

THE DELEGATION
77 min.| Versione originale – Sott. ITA
di Bujar Alimani

 

Documentario d’animazione svizzero. È stato proiettato nella sezione International Critics ‘Week al Festival di Cannes 2018.

SINOSSI
Alla fine del 1990, mentre il regime comunista albanese sta ancora cercando di rimanere al potere, un prigioniero politico viene segretamente fatto uscire dal carcere e mandato a Tirana per incontrare un suo vecchio compagno di scuola, ora a capo della delegazione europea che deve valutare se l’Albania ha fatto progressi nel campo dei diritti umani. Ma nulla va come previsto.

*****
ore 21.00

MY HOME IN LIBYA
66 min. | Versione originale – Sott. ITA
di Martina Melilli

SINOSSI
Filmando la casa dei suoi nonni vicino a Padova, Martina identifica una mappa di luoghi appartenuti al loro passato. Antonio è nato a Tripoli, in Libia, quando questa era una colonia italiana, e lì ha sposato Narcisa. Sono stati costretti a lasciare il paese all’improvviso nel 1970, dopo il colpo di stato di Gheddafi. Con l’aiuto di un giovane libico contattato tramite i social media, Martina raccoglie immagini di quella che è diventata oggi l’allora “casa” dei suoi nonni. I nomi di alcune strade sono totalmente cambiati, altri no. Tramite lo scambio di immagini e chat, la relazione tra i due diventa più profonda. Il web permette loro di superare pian piano i confini fisici e culturali che separano le loro vite, portandoci all’interno di un mondo nel quale i media non hanno accesso.

5 dicembre 2019 “MARRIAGE STORY-STORIA DI UN MATRIMONIO” all’Apollo 11

presenta

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

USA, 2019, 137 min.

Versione Originale sottotitolata in Italiano

Possibile elencare ciò che amiamo di una persona da cui ci stiamo separando? Ricordare ciò che ha unito mentre le vite divergono e gli avvocati strillano? Lui, regista teatrale sulla cresta dell’onda, vuole restare a New York. Lei, attrice in ascesa, vuole trasferirsi col figlio a Los Angeles per lavorare in televisione. Specializzato in famiglie disfunzionali e coppie sull’orlo di una crisi di nervi, Baumbach racconta l’estenuante quotidianità di un divorzio trovando la misura perfetta di scrittura, regia e direzione d’attori (Adam Driver e Scarlett Johansson, in odore di Oscar).

Regia: Noah Baumbach – Sceneggiatura: Noah Baumbach – Cast: Scarlett Johansson, Adam Driver, Alan Alda, Laura Dern, Ray Liotta – Fotografia: Robbie Ryan – Musica: Randy Newman – Distribuzione: Cineteca di Bologna.

Il trailer

Apollo 11 Il programma fino all’11 dicembre 2019

PROGRAMMA FINO ALL’11 DICEMBRE:

Giovedì 5 Dicembre

ore 17.00 I PASSI LEGGERI di Vittorio Rifranti (100 min).
ore 19.00 PSICOMAGIA di Alejandro Jodorowsky (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 MARRIAGE STORY-STORIA DI UN MATRIMONIO di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.

Venerdì 6 Dicembre

ore 15.30 MARRIAGE STORY-STORIA DI UN MATRIMONIO di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 18.00 MARRIAGE STORY-STORIA DI UN MATRIMONIO di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 I PASSI LEGGERI di Vittorio Rifranti (100 min). In presenza dell’autore.

Sabato 7 Dicembre

ore 16.30 Trieste film festival on tour: CHRISS THE SWISS di Anja Kofmel (90 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 18.30 Trieste film festival on tour: DONBASS di Sergei Loznitsa (121 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 MARRIAGE STORY-STORIA DI UN MATRIMONIO di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.

Domenica 8 Dicembre

ore 16.00 Trieste film festival on tour: THE DELEGATION di Bujar Alimani (77 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 18.00 MARRIAGE STORY-STORIA DI UN MATRIMONIO di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 Trieste film festival on tour: MY HOME IN LIBYA di Martina Melilli (66 min). Versione originale – Sott. ITA.

Lunedì 9 Dicembre

ore 18.00 MARRIAGE STORY-STORIA DI UN MATRIMONIO di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 per Racconti dal Vero: SEZIONE FEMMINILE di Eugenio Melloni (82 min).

Martedì 10 Dicembre

ore 19.00 PSICOMAGIA di Alejandro Jodorowsky (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 MARRIAGE STORY-STORIA DI UN MATRIMONIO di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.

Mercoledì 11 Dicembre

ore 18.00 MARRIAGE STORY-STORIA DI UN MATRIMONIO di Noah Baumbach (137 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 PSICOMAGIA di Alejandro Jodorowsky (100 min). Versione originale – Sott. ITA.

2 dicembre 2019 “Butterfly” all’Apollo 11

presenta

lunedì 2 dicembre ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

Italia, 2018, 79 min.

al termine della proiezione

i registi
ALESSANDRO CASSIGOLI
CASEY KAUFFMAN

incontreranno il pubblico
insieme a

il produttore
MICHELE FORNASERO

Irma a soli sedici anni lascia la sua Torre Annunziata per trasferirsi stabilmente nella desolata pianura alle pendici di Assisi. Lì, fra le mura del centro federale pugilistico, potrà coltivare il suo talento innato per la boxe. Tre allenamenti al giorno, niente scuola, niente amici, niente mamma e fratelli ma un solo obbiettivo: vincere l’oro olimpionico. Due anni dopo le tanto agognate Olimpiadi di Rio sono alle porte: il clan azzurro punta tutto su Irma, mentre per la famiglia della ragazza e la comunità di Torre i sogni di gloria sembrano poter finalmente diventare realtà. In appena otto minuti però, il mondo della ragazza crolla. La più matura atleta francese sconfigge Irma che, in mondovisione, piange a dirotto. Al ritorno a Torre Annunziata Irma mostra la sua fragilità tra smarrimento e senso di colpa per le aspettative deluse poi, lentamente, si abbandona a quella vita normale che non ha mai vissuto: i pomeriggi con le amiche fumando sigarette, le uscite di notte e un progetto di viaggio all’altro capo della Terra. Il pugilato sembra ormai un lontano ricordo. Con il passare del tempo Irma affronta i problemi familiari che da troppo tempo si portava dietro, recupera il rapporto con il fratello più piccolo che rischia di smarrirsi tra le strade di Torre, prova a spiegarsi con la madre stanca che spera in un’altra vita per la figlia. Su tutti, veglia la dolcezza attenta del Maestro Lucio, il suo vecchio allenatore, unica figura paterna nella vita di Irma. Quando ormai la ragazza sembra aver trovato un equilibrio, il pugilato sembra lanciare ad Irma un ultimo richiamo. Cosa deciderà di fare Irma? Quella a cui si assiste è la storia di un’adolescente che, come tante altre, è in cerca della propria strada; un film di formazione che trova la sua forza in un’avvincente arco narrativo, nella presenza magnetica di Irma e in una forma filmica ibrida che partendo dalla realtà e da un assetto documentaristico ci proietta in una dimensione strettamente cinematografica che colloca Butterfly all’altezza dei migliori film di finzione.

Regia:Alessandro Cassigoli, Casey Kauffman – Interpreti: Irma Testa, Lucio Zurlo, Emanuele Renzini, Ugo Testa, Simone Ascione, Anna Cirillo – Sceneggiatura: Alessandro Cassigoli, Casey Kauffman, Guido Iuculano – Fotografia: Giuseppe Maio – Montaggio: Giogiò Franchini, Alessandro Cassigoli, Gianluca Scarpa – Musica: Giorgio Giampà – Produttore: Michele Fornasero – Produzione: Indyca, Rai Cinema, con il contributo del MiBACT, con il sostegno del Piemonte Doc Film Fund – Distribuzione: Istituto Luce Cinecittà .

Il trailer

28 novembre 2019 “NOI” all’Apollo 11

presenta

giovedì 28 novembre ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

NOI

un film di Benedetta Valabrega


Italia, 2019, 55 min.

al termine della proiezione

la regista
BENEDETTA VALABREGA

incontrerà il pubblico insieme
ad alcuni interpreti del film

Per generazioni i fratelli hanno smesso di parlarsi. Ora le tre sorelle vogliono rompere il tabù. Per farlo ripercorrono all’indietro la genealogia della famiglia scoprendo una linea di scontro permanente che segna il loro modo di stare al mondo. Attraverso un dialogo intergenerazionale, il film ipotizza come il continuo antagonismo possa aver istituito, per questa famiglia, una via per elaborare il trauma della Shoah, e racconta quanto l’eredità di un simile evento possa presentarsi stratificata nelle vite dei sopravvissuti.
Un bellicoso diario famigliare per raccontare (litigiosamente) il proprio inconscio famigliare.

Regia: Benedetta Valabrega – Interpreti: Paola Toscano, Stefano Valabrega, Caterina Diamanti, Federica Valabrega, Paola Valabrega – Fotografia e Suono: Benedetta Valabrega – Montaggio: Benedetta Valabrega – Montaggio del Suono: Riccardo Gruppuso, Simone Lorengo – Mix: Simone Usai – Color: Giovanni Gaetani – Musica: Francesco Fratini, Alessandro Drudi – Produzione: Centro Sperimentale di Cinematografia, Sede Sicilia con il supporto della Direzione Generale Cinema nell’ambito del programma Sensi Contemporanei, Sicilia per il Cinema.

Il trailer

Apollo 11 Il programma fino al 4 dicembre 2019

PROGRAMMA FINO AL 4 DICEMBRE:

Giovedì 28 Novembre

ore 19.00 PSICOMAGIA di Alejandro Jodorowsky (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 per Racconti dal Vero: NOI di Benedetta Valabrega (55 min). In presenza dell’autrice.

Venerdì 29 Novembre

ore 17.00 PSICOMAGIA di Alejandro Jodorowsky (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.00 PSICOMAGIA di Alejandro Jodorowsky (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 GRAZIE A DIO (GRÂCE À DIEU) di François Ozon (137 min). Versione originale – Sott. ITA.

Sabato 30 Novembre

ore 16.00 GRAZIE A DIO (GRÂCE À DIEU) di François Ozon (137 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.00 PSICOMAGIA di Alejandro Jodorowsky (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 GRAZIE A DIO (GRÂCE À DIEU) di François Ozon (137 min). Versione originale – Sott. ITA.

Domenica 1 Dicembre

ore 15.30 PSICOMAGIA di Alejandro Jodorowsky (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 17.30 FESTA DEL VIDEO CLIP 2019.
ore 21.00 GRAZIE A DIO (GRÂCE À DIEU) di François Ozon (137 min). Versione originale – Sott. ITA.

Lunedì 2 Dicembre

ore 18.00 GRAZIE A DIO (GRÂCE À DIEU) di François Ozon (137 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 BUTTERFLY di Alessandro Cassigoli, Casey Kauffman (79 min). In presenza degli autori.

Martedì 3 Dicembre

ore 19.00 PSICOMAGIA di Alejandro Jodorowsky (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 GRAZIE A DIO (GRÂCE À DIEU) di François Ozon (137 min). Versione originale – Sott. ITA.

Mercoledì 4 Dicembre

ore 19.00 PSICOMAGIA di Alejandro Jodorowsky (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 GAZA di Garry Keane, Andrew McConnell (92 min). Versione originale – Sott. ITA.

25 novembre 2019 “Storie d’Africa” all’Apollo 11

presenta

lunedì 25 novembre ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma


Italia, 2019, 55 min.

introducono

lo psichiatra
FABIO CASTRIOTA
ideatore e curatore
del festival Cinemente

la sociologa
FRANCESCA DE MASI

che al termine della proiezione
ne discutono con

il regista
PIERO CANNIZZARO

Storie d’Africa è un docufilm che approfondisce le tematiche affrontate nella campagna informativa CinemArena sul tema dell’emigrazione. L’idea del film è quella di dare un volto a quelle persone che hanno tentato “l’avventura” di venire in Europa attraverso viaggi di sofferenze, soprusi, umiliazioni, stupri. Per molti poi è diventato anche un viaggio di riscatto e voglia di ricominciare. Un viaggio tra Senegal, Costa D’Avorio, Guinea durato circa tre mesi seguendo l’itinerario di CinemArena per poi incontrare nei villaggi le persone, protagoniste delle storie in merito al tema dell’emigrazione. Storie di speranze, di sogni rimasti tali, di fallimenti ma anche di successi. Storie di chi vorrebbe partire verso l’Europa nonostante tutto, e storie di chi è tornato subendo magari una sconfitta ma che è riuscito a ricostruirsi una vita nel villaggio creando una piccola economia e una vita dignitosa nel proprio paese.

Soggetto, Sceneggiatura, Regia: Piero Cannizzaro – Fotografia: Piero Cannizzaro, Josè Alexandre – Montaggio: Leonardo Cinieri Lombroso – Produzione: finanziato dalla Cooperazione Italiana per lo Sviluppo in collaborazione con l’OIM.

Il trailer