Archivi tag: Cinema

Apollo 11 – Il programma fino al 24 aprile 2019

PROGRAMMA FINO AL 23 APRILE:

Giovedì 18 Aprile

ore 19.00 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).
ore 21.00 per Racconti dal Vero: ELDORADO di Markus Imhoof (91 min).

Venerdì 19 Aprile

ore 19.00 per Racconti dal Vero: ELDORADO di Markus Imhoof (91 min).
ore 21.00 LA PROMESSA DELL’ALBA di Eric Barbier (131 min). Versione originale – Sott. ITA.

Sabato 20 Aprile

ore 16.30 LA PROMESSA DELL’ALBA di Eric Barbier (131 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.00 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).
ore 21.00 per Racconti dal Vero: ELDORADO di Markus Imhoof (91 min).

Domenica 21 Aprile

ore 16.30 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).
ore 18.30 per Racconti dal Vero: ELDORADO di Markus Imhoof (91 min).
ore 20.30 LA PROMESSA DELL’ALBA di Eric Barbier (131 min). Versione originale – Sott. ITA.

Lunedì 22 Aprile

ore 19.00 per Racconti dal Vero: ELDORADO di Markus Imhoof (91 min).
ore 21.00 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).

Martedì 23 Aprile

ore 21.00 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).

Mercoledì 24 Aprile

ore 21.00 per Racconti dal Vero: ELDORADO di Markus Imhoof (91 min).

Annunci

15 aprile 2019 “Piano piano on the road” all’apollo 11

presenta
in anteprima romana

dopo Piano Piano on the road il nuovo viaggio musicale
di Alessandra Celletti parte a bordo dell’Apollo 11!

lunedì 15 aprile ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

# CELLETTIBLUE

proiezione del film
PIANO PIANO ON THE ROAD
2014, 48 min.
di Marco Carlucci


a seguire

la pianista ALESSANDRA CELLETTI
eseguirà dal vivo al pianoforte due suite
tratte dal suo nuovo album in vinile #cellettiblue

“Da sempre il mio interesse va all’essenza del suono inteso come colore e sperimentazione timbrica. Questa volta vi propongo un viaggio nel blu, da sempre il mio colore. Mi piace pensarlo come un viaggio stellare durante il quale il disco (un 33 giri) si tinge del colore del cielo”.

“Non è per moda né per nostalgia se ho deciso di far uscire questo lavoro su vinile. Il motivo profondo sta nel desiderio di andare sempre più addentro proprio nella ricerca di un’essenza sonora, di un colore “puro”.
Alessandra Celletti

Piano piano on the road di Marco Carlucci
Il tema del viaggio (che sia simbolico o reale) è molto caro alla pianista e compositrice romana che alcuni anni fa aveva sorpreso il suo pubblico attraversando l’Italia con il suo pianoforte a bordo di un camion suonando in angoli “magici” e ricchi di bellezza della penisola, come il bosco di Topolò (al confine tra Friuli e Slovenia), la montagna di Piano Battaglia (sopra Palermo), il porto dell’Isola d’Elba, la piazza di Matera… e raccogliendo ogni volta le reazioni più calorose e stimolanti. Il “folle” tour è stato un progetto originale e coraggioso, finanziato da centinaia di persone attraverso un crowdfunding e raccontato da Marco Carlucci nel film/documentario PIANO PIANO ON THE ROAD, che sarà presto esportato anche in Cina.

#cellettiblue (2019) Alessandra Celletti
Vinile colorato – 180 gr. Tiratura limitata 500 copie numerate. Registrato in diretta su registratore analogico Studer A807 (1/4″) senza riduttori di rumore. Pianoforte Bechstein B228 “analog mastering” e “neumann VMS80 laquer cut”. Prodotto da Guido Laudani – @Lu Ban 2019.

11 aprile 2019 “tutto Bianco” all’Apollo 11


in collaborazione con


presenta

giovedì 11 aprile ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

Italia, 2015, 54 min.

introduce

lo storico del cinema
ADRIANO APRÀ

che al termine della proiezione
ne discute con

la regista
MORENA CAMPANI

È la storia di una donna che scopre d’esser nata là dove Michelangelo Antonioni aveva girato Il deserto rosso, nella Valle del Po, tra la città di Ravenna e la Laguna di Venezia. Attraverso il suono delle caldaie della centrale idro-elettrica essa si immerge nell’incomunicabilità, quello stato d’animo che riflette lo squilibrio in cui vive: madre anoressica, padre alcolizzato, quelle nuove condizioni della società industrializzata. Morena s’investe nella lotta per la salvaguardia e la valorizzazione di questo luogo, la centrale, scelto da un tale maestro del cinema. Incontra le persone che parteciparono alle riprese nel 1963-1964. Un pensionato dell’Enel le offre un VHS dicendo: «Questo è il mio deserto rosso». L’assistente regista del film le mostra il diario realizzato durante le riprese, momenti intimi, aneddoti chiarificatori che, 50 anni dopo, hanno il peso delle leggende colorate di curiosità popolare. Trovando tali incontri estremamente ricchi, Morena parte alla ricerca di altri luoghi, una sorta di archeologia delle riprese, dove Antonioni ha lasciato tracce indelebili sia sul terreno che sulle persone. Traccia fondamentale è quella del vuoto, processo verso la libertà, consapevolezza verso il progresso, scintilla della rivoluzione.

Regia, Soggetto e Sceneggiatura : Morena Campani, Caroline Agrati – Interpreti e contributi: Flavio Nicolini, Clothilde Simond, Simonetta Nicolini, Massimo Arvedi, Dominique Païni, Vainer Tugnolo, Mirna Girardi, Carlo Montanaro, Elisabetta Antonioni, Angela e Lydia Cincotta, Angela Tesoriero, Federico Vitella, Francesco Cimino, Fabio Massimo Bongianni, Vera Pescarolo-Montaldo, Christine Boisson, Tonino Guerra e la voce di Fanny Ardant – Fotografia: Paolo Muran, Roberto Beani – Suono: Damien Froidevaux – Musica: Philippe Eidel – Montaggio: Véronique Holley – Produzione: Canal+, France Télévision, Label Vidéo, Rubis Productions, Minuscule S.A., con la partecipazione di Ciné+.

Il trailer

Apollo 11 : Il programma fino al 17 aprile

PROGRAMMA FINO AL 17 APRILE:

Giovedì 11 Aprile

ore 19.00 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).
ore 21.00 per Racconti dal Vero: TUTTO BIANCO di Morena Campani, Caroline Agrati (54 min).

Venerdì 12 Aprile

ore 18.30 LA PROMESSA DELL’ALBA di Eric Barbier (131 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21,00 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).

Sabato 13 Aprile

ore 17,00 per Racconti dal Vero: IL VENERABILE W. di Barbet Schroeder (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.00 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).
ore 21.00 LA PROMESSA DELL’ALBA di Eric Barbier (131 min). Versione originale – Sott. ITA.

Domenica 14 Aprile

ore 16.00 LA PROMESSA DELL’ALBA di Eric Barbier (131 min). Versione originale
ore 18.30 FESTA ROMANA per TOMMASO LANDOLFI
ore 21.00 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).

Lunedì 15 Aprile

ore 18.30 LA PROMESSA DELL’ALBA di Eric Barbier (131 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 per Racconti dal Vero: CELLETTIBLUE a seguire proiezione di PIANO PIANO ON THE ROAD di Marco Carlucci (48 min).

Martedì 16 Aprile

ore 19.00 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).
ore 21.00 LA PROMESSA DELL’ALBA di Eric Barbier (131 min). Versione originale – Sott. ITA.

Mercoledì 17 Aprile

ore 19.00 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).
ore 21.00 per Racconti dal Vero: ELDORADO di Markus Imhoof (91 min).

8 aprile 2019 “Amaranto” all’Apollo 11


presenta

lunedì 8 aprile ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

Italia, 2018, 83′

al termine della proiezione

le registe
EMANUELA MORONI
MANUELA CANNONE

incontreranno il pubblico

Serge Latouche, Helena Norbert-Hodge, Franco Arminio, John D.Liu, Starhawk, Pandora Thomas e Alberto Ruz Buenfil, referenti dei movimenti mondiali in difesa del pianeta Terra, raccontano le emergenze che la società contemporanea si trova ad affrontare. Sono osservatori attenti e promotori di un immaginario collettivo che ruota intorno al concetto di bene comune; nelle loro parole, accanto alle difficoltà, emerge la possibilità di incidere positivamente sulle sorti della nostra specie e del pianeta. Amaranto è un racconto in cinque tappe della vita di un essere umano. I protagonisti sono Verena Schmid, ostetrica promotrice del parto naturale, Franco Lorenzoni, maestro di scuole elementare, Etain Addey, contadina, scrittrice ed esponente del bioregionalismo, Alida Nepa, referente del cohousing San Giorgio di Ferrara e Saviana Parodi, biologa e permacultrice. Le loro storie offrono lo spunto per riflettere su scelte di vita lontane da quelle convenzionali e più vicine ai reali bisogni dell’essere umano e del pianeta.

Regia: Emanuela Moroni, Manuela Cannone – Direttore della Fotografia: Tiziano Bernardini, Claudio Valerio – Musiche Originali: Gioacchino Balistreri – Montatrice: Annalisa Forgione – Suono: Massimiliano Baccella VFX – Animazioni: Alessandro Antonelli – Illustrazioni: Marta Consoli – Marionetta: Augusto Terenzi – Produzione: Raya Visual Art – Produttori: Emanuela Moroni, Manuela Cannone – Produttore esecutivo: Simona Mondello – Co-produttori: Simona Mondello, Tiziano Bernardini – Distribuzione: FairMenti.

Il trailer

Apollo 11 – Il programma fino al 10 aprile 2019

PROGRAMMA FINO AL 10 APRILE:

Giovedì 4 Aprile

ore 18.00 LA PROMESSA DELL’ALBA di Eric Barbier (131 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 20.45 per Racconti dal Vero: INSHALLAH EUROPA La nuova via dei migranti attraverso i Balcani di Massimo Veneziani in collaborazione con Federico Annibale (35 min).

Venerdì 5 Aprile

ore 19.00 per Racconti dal Vero: IL VENERABILE W. di Barbet Schroeder (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21,00 LA PROMESSA DELL’ALBA di Eric Barbier (131 min). Versione originale – Sott. ITA.

Sabato 6 Aprile

ore 17,00 per Racconti dal Vero: IL VENERABILE W. di Barbet Schroeder (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.00 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).
ore 21.00 LA PROMESSA DELL’ALBA di Eric Barbier (131 min). Versione originale – Sott. ITA.

Domenica 7 Aprile

ore 16.00 per Racconti dal Vero: IL VENERABILE W. di Barbet Schroeder (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 18.00 LA PROMESSA DELL’ALBA di Eric Barbier (131 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 20.30 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).

Lunedì 8 Aprile

ore 21.00 per Racconti dal Vero: AMARANTO di Emanuela Moroni e Manuela Cannone (80 min).

Martedì 9 Aprile

ore 21.00 LA DONNA ELETTRICA di Benedikt Sterlingsson (101 min).

Mercoledì 10 Aprile

ore 21.00 LA PROMESSA DELL’ALBA di Eric Barbier (131 min). Versione originale – Sott. ITA.

Dal 28 marzo 2019 “Il venerabile W.” in esclusiva all’Apollo 11

presenta
in esclusiva

da giovedì 28 marzo

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

Francia, Svizzera – 2017 – 100 min.

IL VENERABILE W. svela la figura e il percorso di Wirathu, maestro buddhista birmano che predica “la protezione della razza e della religione”, esortando al massacro del popolo musulmano dei Rohingya. Il regista candidato al Premio Oscar Barbet Schroeder (Barfly, Il mistero Vol Bulow) si chiede come una filosofia così pacifista e tollerante come il Buddhismo, da lui stesso praticata, possa provocare tali degenerazioni nell’animo umano. Attraverso un’intervista esclusiva con Wirathu, Schroeder ci porta dolorosamente a conoscenza di una situazione pressoché sconosciuta in Italia, ma che riflette in modo esponenziale i delicati equilibri internazionali e si ripercuote su ogni Paese, per quanto geograficamente lontano.

“La domanda, dopo ogni genocidio, crimine contro l’umanità, pulizia etnica, è semprela stessa: come è potuto accadere? Per quanto riguarda i Rohingya in questo film c’è la risposta”
Riccardo Noury Portavoce Amnesty International Italia

L’ORIGINE DEL FILM
“Per me, il Buddhismo è una religione atea, senza un Dio, e che quindi consente il pessimismo. Questa idea mi ha sempre affascinato, tant’è che, nel 1961, quando avevo 21 anni, sono partito per un lungo viaggio per visitare i luoghi storici del Buddha, fino allo Sri Lanka. Tutto cambia costantemente: questa è una delle idee fondanti della visione buddhista del mondo. Lo stesso Buddha, durante la sua vita, ha dichiarato la fine della sua stessa dottrina, stimando che nell’arco di 5.000 anni non ne sarebbe rimasto nulla. Nessun leader religioso ha mai osato dichiarare una cosa del genere, e forse è per questo che ho sempre pensato al Buddhismo come a uno dei tesori più preziosi dell’umanità. L’idea del film è nata dalla rilettura, circa due anni fa, dello straordinario e indispensabile “The Historical Buddha” di Hans Wolfgang Schumann, e poi, per caso, da un rapporto della Yale University Law School, che richiedeva pubblicamente l’intervento delle Nazioni Unite in Myanmar. Il rapporto elencava tutti i segnali che lasciavano presupporre, nel Paese, l’inizio di un genocidio contro la minoranza musulmana dei Rohingya, sottolineando, in particolare, il ruolo svolto da un movimento buddhista estremista. Volevo saperne di più. E così, mi sono recato di persona a Mandalay, la città “più buddhista” del mondo dove ci sono più di 300.000 monaci su una popolazione di un milione. Questi monaci sono distribuiti in centinaia di monasteri in tutta la città e seguono tutti la tradizione Therevada, la scuola che si avvicina maggiormente alle origini del Buddhismo. Non sono l’unico a pensare che il Buddhismo sia uno degli ultimi bastioni dell’Occidente; per me, probabilmente, è anche l’ultima delle sue illusioni. È l’unica “religione” che, fino a questo momento, ha evitato sbandamenti nel fanatismo e nell’estremismo. Invero, i principi e le idee buddhiste hanno toccato le menti di grandi filosofi occidentali, come Schopenhauer, che è stato uno dei primi a scoprirnei testi nel 1814, durante il suo soggiorno con Goethe e i suoi amici a Weimar. La reputazione del Buddhismo è cresciuta in tutta Europa, fino ad arrivare a un punto di quasi “delirio” nel ventesimo secolo nel Nord America e nel mondo occidentale.”
Barbet Schroeder

Regia: Barbet Schroeder – Montaggio: Nelly Quettier – Fotografia: Victoria Clay Mendoza – Voce Buddhista fuori campo: Maria De Meideros – Musica: Jorge Arriagada – Produzione: Margaret Menegoz – Distribuzione: Satine Film Distribuzione.

Il trailer

Apollo 11 – Il programma fino al 3 aprile 2019

PROGRAMMA FINO AL 3 APRILE:

Giovedì 28 Marzo

ore 19.00 per Racconti dal Vero: IL VENERABILE W. di Barbet Schroeder (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 per Racconti dal Vero: BEO di Stefano Viali e Francesca Pirani (61 min).

Venerdì 29 Marzo

ore 19.00 per Racconti dal Vero: IL VENERABILE W. di Barbet Schroeder (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21,00 per Racconti dal Vero: IL VENERABILE W. di Barbet Schroeder (100 min). Versione originale – Sott. ITA.

Sabato 30 Marzo

ore 17,00 per Racconti dal Vero: IL VENERABILE W. di Barbet Schroeder (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.00 MANIFESTO di Julian Rosefeldt (95 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 per Racconti dal Vero: IL VENERABILE W. di Barbet Schroeder (100 min). Versione originale – Sott. ITA.

Domenica 31 Marzo

ore 16.00 per Racconti dal Vero: IL VENERABILE W. di Barbet Schroeder (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 18.30 FESTA ROMANA PER STAR MALE.
ore 21.00 per Racconti dal Vero: IL VENERABILE W. di Barbet Schroeder (100 min). Versione originale – Sott. ITA.

Lunedì 1 Aprile

ore 21.00 MANIFESTO di Julian Rosefeldt (95 min). Versione originale – Sott. ITA.

Martedì 2 Aprile

ore 21.00 per Racconti dal Vero: IL VENERABILE W. di Barbet Schroeder (100 min). Versione originale – Sott. ITA.

Mercoledì 3 Aprile

ore 21.00 per Racconti dal Vero: IL VENERABILE W. di Barbet Schroeder (100 min). Versione originale – Sott. ITA.

Apollo 11 Il programma fino al 27 marzo 2019

PROGRAMMA FINO AL 27 MARZO:

Giovedì 21 Marzo

ore 21.00 TOUTES LES NUITS di Eugène Green (112 min).

Venerdì 22 Marzo

ore 18.30 WESTWOOD. PUNK. ICONA. ATTIVISTA di Lorna Tucker (83 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 20,30 ALEXANDER McQUEEN – IL GENIO DELLA MODA di Ian Bonhôte, Peter Ettedgui (111 min). Versione originale – Sott. ITA.

Sabato 23 Marzo

ore 16,00 WESTWOOD. PUNK. ICONA. ATTIVISTA di Lorna Tucker (83 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 18.00 ALEXANDER McQUEEN – IL GENIO DELLA MODA di Ian Bonhôte, Peter Ettedgui (111 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 20.30 WESTWOOD. PUNK. ICONA. ATTIVISTA di Lorna Tucker (83 min). Versione originale – Sott. ITA.

Domenica 24 Marzo

ore 16.30 MANIFESTO di Julian Rosefeldt (95 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 18.30 WESTWOOD. PUNK. ICONA. ATTIVISTA di Lorna Tucker (83 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 20.30 ALEXANDER McQUEEN – IL GENIO DELLA MODA di Ian Bonhôte, Peter Ettedgui (111 min). Versione originale – Sott. ITA.

Lunedì 25 Marzo

ore 21.00 MANIFESTO di Julian Rosefeldt (95 min). Versione originale – Sott. ITA.

Martedì 26 Marzo

ore 21.00 ALEXANDER McQUEEN – IL GENIO DELLA MODA di Ian Bonhôte, Peter Ettedgui (111 min). Versione originale – Sott. ITA.

Mercoledì 27 Marzo

ore 21.00 WESTWOOD. PUNK. ICONA. ATTIVISTA di Lorna Tucker (83 min). Versione originale – Sott. ITA.

20 marzo 2019 “L’uomo con la lanterna” all’Apollo 11

presenta
in anteprima romana

mercoledì 20 marzo ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

Italia, 2018, 70 min.

al termine della proiezione

la regista
FRANCESCA LIXI

incontrerà il pubblico

Metà degli anni ’20. Un bancario sardo, Mario Garau, viene distaccato in Cina dal Credito Italiano per lavorare come funzionario della Italian Bank for China, negli uffici di Tientsin e di Shanghai. Era l’epoca delle Concessioni Internazionali e dei Trattati Ineguali. Quel bancario era mio zio. Nella mia casa, quando ero bambina, giunsero alcuni bauli che gli appartenevano, pieni di cimeli, filmati 8mm e foto. Questi oggetti esotici, e le poche notizie che avevo su questo parente, hanno ingombrato per decenni la mia fantasia e mi hanno spinto a fare numerose ricerche intorno a questa figura misteriosa. Attraverso foto, documenti e filmati inediti, questo film narra la storia di Mario Garau, testimone di un mondo rimosso e sconosciuto, ma racconta anche di come la sua vita, per oltre 30 anni, si sia intrecciata con la mia, e con le mie scelte.

Regia: Francesca Lixi – Voce “Francesca”: Francesca Lixi – Voce “Uomo con la Lanterna”: Giuseppe Cederna – Voce “Madeleine”: Lea Gramsdorff – Sceneggiatura: Francesca Lixi, Wu Ming 2 – Montaggio: Ambrogio Nieddu – Fotografia: Marco Ceraglia – Stop Motion: Michela Anedda – Musica: Rossella Faa – Sound Design: Simonluca Laitempergher – Produzione: Claudio Giapponesi, Mauro Lepri (Kiné) – Distribuzione: Kiné in collaborazione con Movieday.

Il trailer