Archivi tag: Cinema

25 giugno 2022 “Sanremo” all’Apollo 11

Apollo112

presenta

sabato 25 giugno ore 21:00


Spazio Apollo 11

via Bixio, 80/a – Roma

SanRemo

Slovenia/Italia, 2020 – 89 min.Trailer

Scopri di più sul film: sinossi, scheda tecnica e crediti

con il sostegno del programma

la proiezione sarà preceduta alle 20.30 da un

APERITIVO offerto da APOLLO 11

(durante l’aperitivo saranno gestite le
nuove richieste di tesseramento)

***

prima della proiezione
videosaluto di

MIROSLAV MANDIĆ
(Autore)

al termine della proiezione
incontro con

Dr. GABRIELE CARBONE
(Neurologo, Responsabile RSA estensiva
per i disturbi cognitivi comportamentali,
Italian Hospital Group – Gruppo Korian
Roma)

Dott.ssa AZZURRA ANTONELLI
(Psicologa esperta in neuropsicologia)

Dott.ssa CARMELA DE BONIS
(Presidente Associazione Alzheimer Roma OdV)


introduce e modera


SERGIO BATTISTA
(redattore Gufetto magazine)

 

Il bravo Mandić non vuole sottolineare la totale assenza di speranza che aleggia nella casa di riposo (cornice ravvivata dai medici dagli infermieri decisamente umani), bensì ci tiene a costruire una sorta di fiaba in cui la poetica abbraccia l’ineluttabilità del tempo che incontra la potenza dell’amore. In mezzo però c’è una costante malinconia, rappresentata da Mandić come fosse una nebbia fitta e avvolgente, che soffoca la testa e il cuore di Bruno, strettissimo quando più e più volte ancora è straziato dall’apprendere che ha perso la moglie e il cane. Ma più di tutto, Sanremo – presentato in concorso al Med Film Festival, passato al Festival Black Nights di Tallinn e scelto dalla Slovenia come titolo di rappresentanza agli Academy 2021 – è una storia d’amore sui generis, dai ritmi soffici e toccanti, che riflette per forza sullo stato interiore di Bruno. Alla fine, ciò che ha composto Mandić è un’opera che alterna le emozioni, che sa brillare, sa straziare e sa – in qualche modo – descrivere l’irrefrenabile caos mentale che attanglia chi soffre di alzheimer. Musicato in modo preciso dalla colonna sonora di Darko Rundek. Da vedere, e amare

Damiano Panattoni – Hotcorn

(Leggi la recensione completa)

21 giugno 2022 “Corpo a corpo” all’Apollo 11

Apollo112

presenta

Martedì 21 giugno ore 21:00


Spazio Apollo 11

via Bixio, 80/a – Roma

  Corpo a Corpo

Italia, 2021 – 73 min.Trailer

Scopri di più sul film: sinossi, scheda tecnica e crediti

con il sostegno del programma

periferiacapitale

la proiezione sarà preceduta alle 20.30 da un

APERITIVO offerto da APOLLO 11

(durante l’aperitivo saranno gestite le
nuove richieste di tesseramento)

al termine della proiezione incontro con

MARIA IOVINE
(Autrice)

ALFREDO FIORILLO
(Produttore)

ALTRI COMPONENTI DELLA TROUPE

modera
GIACOMO RAVESI
(Apollo 11, Università Roma Tre)

 

Un lavoro che residua nelle immagini del film come istintivo, senza sovrastrutture, condotto secondo una linearità mai ricercata, ma che, invece, è un pensiero sedimentato che con chiarezza può essere esposto senza le occlusioni della convenzionalità, così come Veronica mostra le sue cicatrici, le sue debolezze fisiche, ma anche la sua determinazione giovanile per nulla scalfita dalla malattia e dai segni che le ha lasciato. Veronica diventa così rappresentazione vivente di una profonda emancipazione, di quella che non conosce barriere di genere, che sfida ogni convenzione e vince su ogni disagio che si trasforma in nuova occasione, in bellezza alternativa, in fatica uguale e diversa per l’affermazione

Tonino De Pace – Sentieri Selvaggi

(Leggi la recensione completa)

16 giugno 2022 “La Carovana bianca” e “Sunshine” all’Apollo 11

Apollo112

presenta

giovedì 16 giugno ore 21.00

Spazio Apollo 11

LaCarovanaBianca

 

Italia, 2021 – 69 min.Trailer

Scopri di più sul film: sinossi, scheda tecnica e crediti

al termine della proiezione incontro con

ARTEMIDE ALFIERI

ANGELO CRETELLA

(Autori)

modera
GIACOMO RAVESI

 (Apollo 11, Università Roma Tre)

Il documentario sarà preceduto dal cortometraggio

Sunshine

Italia, 2020 – 7’10”

Scopri di più sul film: sinossi, scheda tecnica e crediti

al termine della proiezione incontro con


MARTINO APRILE (Regista)
ALESSANDRO LOGLI
(Sceneggiatore)
ELISABETTA GIANNINI
(Montatrice)
SILVIA MORIGI
(Attrice)
CRISTIAN VALERI
(DOP)
SIMONA STURNIOLO
(Montatrice)


modera


AGOSTINO FERRENTE

con il sostegno del programma

periferiacapitale

******

APERITIVO SPECIALE:

SPRITZ (offerto dal regista di Sunshine)

VINO ASPRINIO e BOCCONCINI DI BUFALA

(offerti dai registi de La Carovana Bianca)

(durante l’aperitivo saranno gestite le
nuove richieste di tesseramento)

Rappresentare la vita di un Circo ai tempi del lockdown, vuol dire puntare l’attenzione, non tanto e non solo su di un’arte che in passato ha ricevuto ben altri onori, ma catturare l’immacolata genuinità di artisti della vita che ovunque e sempre fanno emergere la loro vivifica umanità. Tutto questo però non fa de La Carovana Bianca un film orientato dall’ansia descrittiva di portare su schermo la marginalità sociale in quanto tale, ma un’opera di carattere sociologico che documenta come, in quel vuoto pneumatico generato dall’ emergenza sanitaria, il tempo dell’attesa e i modi in cui tutti gli scompensi emotivi si rendono manifesti tendono a coincidere per nome e per conto di un’integrità umana che va preservata nonostante tutto. E lo fa portandoci dentro l’immobilità del Circo, a contatto con uomini e donne, adulti e piccini, animali e attrezzature di scena, abitazioni povere di spazio ma ricche di calore. A perlustrare spazi che si animano della coeva didattica a distanza e di esercitazioni per lo spettacolo che sarà, di lavori di ordinaria manutenzione e di amore da riservare agli animali, di ondate di allegria e venate di nostalgia. A toccare con mano l’ansia di non vedere un domani per il loro lavoro, a misurare la paura che l’inazione di qualche mese duri per sempree

Peppe Comune – Filmtv

(Leggi la recensione completa)

14 giugno 2022 “1970” all’Apollo 11

Apollo112

presenta

Martedì 14 giugno ore 20.30

Spaio Apollo 11

via Bixio, 80/a – Roma

1970

Polonia, 2021 – 71 min.Trailer

Scopri di più sul film: sinossi, scheda tecnica e crediti

con il sostegno del programma

periferiacapitale

in collaborazione con

ie0DfqSTmoxq6uy0

tBCBUCaye8hlz0cE

l’evento è realizzato nell’ambito del FESTIVAL DELLA CULTURA POLACCA CORSO POLONIA in collaborazione con: APOLLO 11 e TRIESTE FILM FESTIVAL

la proiezione sarà preceduta alle 20.00 da un

APERITIVO offerto da APOLLO 11

(durante l’aperitivo saranno gestite le
nuove richieste di tesseramento)

al termine della proiezione incontro con
TOMASZ WOLSKI (Autore)
ANNA GAWLITA (Aiuto Regia)

moderano
NICOLETTA ROMEO (Direttrice Trieste Film Festival)
GIACOMO RAVESI (Apollo 11, Università Roma Tre)

Servono film come 1970, anche se poi a servirsene a pieno sono per lo più le generazioni che in certi ritratti tendono ad intercettare qualcosa che le riguarda. Scevro del particolare, di una parabola personale che quasi sempre si rivela più efficace nel filtrare la complessità delle grandi pagine, il non avvalersi di una lente, osservando a distanza, da lontano, le vicende di quei giorni in Polonia, è forse l’unico modo per cogliere una certa prospettiva. Le conversazioni registrate, realmente avvenute, che Wolski mette in scena mediante chiaroscuri ed atmosfere spettrali anche quando ‘illuminate’, scaraventano l’intera narrazione nei reami dell’horror, quello che colpisce di più in quanto verosimile. Qui però non si tratta di verosimiglianza: i passaggi furono proprio quelli, certo, ma soprattutto, quelle persone, quei membri del Partito, certe cose le dissero per davvero. Così come sul serio avvennero quei silenzi che 1970 non taglia, anzi, amplifica; ed è il suono che genera l’inquietudine maggiore

Antonio Maria Abate – Cibeblog

(Leggi la recensione completa)

9 e 10 giugno 2022 “los Zuluagas” all’Apollo 11

ra_vero

presenta

in anteprima ed esclusiva a Roma

Giovedì 9 giugno ore 21:00

Venerdì10 giugno ore 21:00

Spazio Apollo 11

via Bixio, 80/a – Roma

Los Zuluagas

 

Italia, Colombia, 2021 – 75 min.Trailer

Scopri di più sul film: sinossi, scheda tecnica e crediti

con il sostegno del programma

periferiacapitale

le proiezioni saranno precedute alle 20.30 da un

APERITIVO offerto da APOLLO 11

(durante l’aperitivo saranno gestite le
nuove richieste di tesseramento)

al termine delle proiezioni incontro con


Giovedì 9 incontro con

FLAVIA MONTINI
(Autrice)

JUAN CAMILO ZULUAGA TORDECILLA
(Protagonista)

VALERIA ADILARDI
LUCA RICCIARDI
LAURA ROMANO
MAURO VICENTINI

(Produttori FilmAffair)

ENZO POMPEO
ILARIA FRAIOLI

(Montatori)

OKAPI
(Musiche)

SIMONE ALTANA
(Montaggio del suono)

VINCENZO VITA
AURORA PALANDRANI

(AAMOD)

PATRIZIA SACCO
(Amnesty International)

modera
GIACOMO RAVESI
(Apollo 11)

Venerdì 10 incontro con

FLAVIA MONTINI
(Autrice)

JUAN CAMILO ZULUAGA TORDECILLA
(Protagonista)

ANITA OTTO
(Sceneggiatrice)

modera
PATRIZIA CARRARO
(Sceneggiatrice)

Protagonista è Camilo, 35 anni, figlio dei guerriglieri colombiani Bernardo Gutierrez Zuluaga e Amparo Del Carmen Tordecilla, che torna nel suo paese d’origine dopo 25 anni di esilio in Italia. Nel tentativo di comprendere le scelte radicali dei suoi genitori, si immerge nell’archivio di famiglia. Straordinari film amatoriali e scritti privati rivelano conflitti mai sopiti e memorie dolorose. Quelle di un padre, comandante rivoluzionario, che ha sacrificato tutto in nome della lotta politica, ma che ha visto il suo sogno di giustizia svanire. Quelle di un figlio, cresciuto all’ombra di un uomo carismatico ma ingombrante, incapace di accogliere i bisogni di un bambino. Quelle di una madre. Un fantasma che agita i sonni di Camilo da quando aveva 5 anni. Un’occasione unica per dar vita a un dialogo impossibile, a lungo desiderato ma mai veramente avvenuto

Cinecittà News

(Leggi la recensione completa)

31 maggio 2022 “A declaration of love” all’Apollo 11

Apollo112

presenta

Martedì 31 maggio ore 21.00

Spazio Apollo 11

via Bixio, 80/a – Roma

A Declaration

Italia, 2021 – 61 min.Trailer

Scopri di più sul film: sinossi, scheda tecnica e crediti

con il sostegno del programma

periferiacapitale

la proiezione sarà preceduta alle 20.30 da un

APERITIVO offerto da APOLLO 11

(durante l’aperitivo saranno gestite le
nuove richieste di tesseramento)

al termine della proiezione incontro con

MARCO SPERONI (Autore)

modera
GIACOMO RAVESI (Apollo 11)

A Declaration of Love non vuole essere un film di denuncia né una testimonianza, quanto più un elogio alla vita, quella invisibile degli emarginati e dei reietti, cannibalizzati da un sistema giudiziario spietato e oscurati da una società fobica. È la dichiarazione d’amore che Speroni fa all’esistenza incontrovertibilmente lacerata di Curtis, è un gesto di resistenza e auto-narrazione che lo stesso McCarty dedica ai compagni tossicodipendenti attraverso le sue fotografie. Il documentario di Speroni è un atto dovuto e necessario, un tentativo profondamente umano di intercettare un ultimo afflato di speranza. Eppure non è tanto lo sguardo d’amore e compassione altrui a fare da ago della bilancia nel riabilitare la propria esistenza, quanto il proprio su se stessi. Uno sguardo che troppo spesso interiorizza la condanna alla solitudine, alla miseria, all’oppressione e che ha spinto Curtis a far perdere le proprie tracce nel 2020

Chiara Zuccari – Sentieri Selvaggi

(Leggi la recensione completa)

29 maggio 2022 “Radiograph of a family” all’Apollo 11

Apollo112

presenta

in sostegno alla regista iraniana Firouzeh Khosrovani*

Domenica 29 maggio ore 19.30
Spazio Apollo 11

via Bixio, 80/a – Roma

Radiograph of a family

Norvegia, Iran, Svizzera, 2020 – 82 min.Trailer

Scopri di più sul film: sinossi, scheda tecnica e crediti

con il sostegno del programma

periferiacapitale

la proiezione sarà preceduta alle 20.30 da un

VIDEOSALUTO DA TEHERAN

dell’autrice Firouzeh Khosrovani 

al termine della proiezione incontro con

MARINA FORTI

MARCO D’ERAMO

ITALO SPINELLI

ANDREA SEGRE

* Firouzeh Khosrovani è stata arrestata e dopo qualche giorno rilasciata, ma con procedimento ancora aperto, a Teheran insieme ad altre registe e registi iraniani.
Diffondiamo e sosteniamo l’appello dell’Associazione Nazionale Autori Cinematografici e di International Coalition for Filmmakers at Risk.

Qui la news estesa: www.zalab.org/radiograph-of-a-family-torna-in-sala-sostegno-alla-regista-iraniana-firouzeh-khosrovani/

Khosrovani è divisa tra i due genitori, il suo Paese diviso in due anime, ma l’elegia che la regista narra non è valutativa bensì descrittiva e intima, una radiografia ma morbida e musicale, avvolgente e raffinata, in cui emerge non solo la distanza ma anche la dialettica che conduce due persone in spazi che, l’uno senza l’altro, forse non avrebbero definito come propri, spazi che li separano ma di cui sembrano essere co-autori. La sintesi vivente di questa dialettica è in fondo proprio lei, Firouzeh Khosrovani, iraniana e cittadina del mondo (ha studiato anche all’Accademia di Brera), donna che vede nella madre un principio di individuazione voluto, scelto, strappato al destino, ma idealmente vicinissima al padre che in una dolcissima foto la tiene in braccio in mezzo a tanti fiori

Elisa Battistini – Quinlan

(Leggi la recensione completa)

27 maggio 2022 “Quando tu sei vicino a me” all’Apollo 11

Apollo112

presenta

in anteprima romana

Venerdì 27 maggio ore 21.00
Spazio Apollo 11

via Bixio, 80/a – Roma

QUANDO TU SEI VICINO A ME

Italia, 2021 – 75 min.Trailer

Scopri di più sul film: sinossi, scheda tecnica e crediti

con il sostegno del programma

periferiacapitale

la proiezione sarà preceduta alle 20.30 da un

APERITIVO offerto da APOLLO 11

(durante l’aperitivo saranno gestite le
nuove richieste di tesseramento)

al termine della proiezione incontro con
LAURA VIEZZOLI

(Autrice)

SUSANNA LA PENNA

(Rappresentante Lega del Filo d’Oro, sede territoriale di Roma)

modera

GIACOMO RAVESI (Apollo 11)

Quando tu sei vicino a me grande spazio lo trova la riflessione, o meglio la constatazione, sulla comunicazione. Il linguaggio verbale è chiaramente marginale e molti momenti del documentario sono incentrati sui diversi sistemi di comunicazione, come il metodo Malossi, la LIS tattile, il Pittografico, l’oggettuale e il Tadoma e altri linguaggi individuali creati appositamente. È una comunicazione che avviene soprattutto tramite il contatto fisico e la vicinanza, rivelata sin dal titolo e umanamente preziosa, che assumono un valore ancor più significativo alla luce del distacco forzato prodotto dalla pandemia ancora in atto.

Andrea Vassalle – Cinematographe.it

(Leggi la recensione completa)

20 maggio 2022 “Telling my son’s land” all’Apollo 11

Apollo112

presenta

Venerdì 20 maggio ore 21.00

Spazio Apollo 11

via Bixio, 80/a – Roma

  280759540_2054135431434418_2881142124933011594_n

Italia, 2021 – 84 min.Trailer

Scopri di più sul film: sinossi, scheda tecnica e crediti

con il sostegno del programma

periferiacapitale

la proiezione sarà preceduta alle 20.30 da un

APERITIVO offerto da APOLLO 11

(durante l’aperitivo saranno gestite le
nuove richieste di tesseramento)

al termine della proiezione incontro con

ILARIA JOVINE

ROBERTO MARIOTTI
(Autori)

modera
GIACOMO RAVESI (Apollo 11)

Riflettendo sull’attesa di un figlio, la Porsia spiega quanto sia uno stravolgimento paragonabile alla morte. La morte, come il momento più vicino al mettere qualcuno al mondo, a dare la vita. Un’esperienza fortissima che condizionerà  la sua vita da giornalista, perché vedrà il mondo con più sentimento e affetto. Telling My Son’s Land è l’espressione di un credo, quello di Nancy Porsia verso la Libia che porta nel cuore. Un luogo che ha visto dal di dentro e che le ha dato, in più, la consapevolezza di essere madre

Simona Grisolia – Taxidrivers

(Leggi la recensione completa)

19 maggio 2022 “Mother lode” all’Apollo 11

Apollo112

presenta

Giovedì 19 maggio ore 21.00

Spazio Apollo 11

via Bixio 80/a – Roma


  rbtb2Eh8WrZUXve3

Francia, Italia, Svizzera 2021 – 86 min.Trailer

Scopri di più sul film: sinossi, scheda tecnica e crediti

con il sostegno del programma

periferiacapitale

la proiezione sarà preceduta alle 20.30 da un

APERITIVO offerto da APOLLO 11

(durante l’aperitivo saranno gestite le
nuove richieste di tesseramento)

al termine della proiezione incontro con
MATTEO TORTONE (Autore)

modera
DONATO D’ELIA (Critico cinematografico)

Ascolta, questa non è una storia, sono tante. Sono storie su nessuno, ma possono anche essere su tutti. Parlano della sorte, dell’amore, dell’oro e della morte. Sono storie senza nome, che nascono dalla necessità, parlano dal valore del denaro e delle sue conseguenze

Quinlan

(Leggi la recensione completa)