Archivi tag: Palazzo Merulana

18 settembre 1 novembre 2020 “Scrivere con la luce” Mostra fotografica al Palazzo Merulana

 

Dal 18/09/2020 al 01/11/2020
 

PALAZZO MERULANA

Vittorio Storaro : Scrivere con la Luce | Mostra fotografica di Vittorio Storaro

Una mostra foto-cinematografica ideata e voluta per raccontare, attraverso la fotografia, l’inteso lavoro di ricerca figurativa compiuto in 50 anni di carriera, del grande autore della cinematografia, già 3 volte Premio Oscar.

Da venerdì 18 settembre a domenica 1 novembre 2020 a Palazzo Merulana “Vittorio Storaro: Scrivere con la Luce”, realizzata e promossa da Storaro Art, già programmata lo scorso mese di maggio e rinviata per l’emergenza sanitaria causata dal Covid19.

In mostra 70 opere, alcune in dialogo con le opere della Collezione Cerasi: 70 “cavalletti luminosi”, tra 50 cine-fotografie originali e 20 copie su tela dei dipinti che hanno ispirato la ricerca figurativa-cinematografica di Storaro.

Le fotografie fanno parte della sua riflessione sul linguaggio dell’immagine fotografica e cinematografica, sviluppata durante tutta la sua carriera in circa 40 film:

Quando sono arrivato ad un momento di crescita, ho visto come era possibile esprimermi in fotografia con un senso cinematografico, ovvero unendo più di un’immagine – spiega- in quanto la fotografia è espressione in una singola immagine, come la pittura; la cinematografia è invece un’espressione in immagini multiple. Questa, quindi, non è solo una mostra fotografica ma in realtà un’esposizione di varie forme di arte: la scrittura, perché tutto parte da una storia; la fotografia pura; la cinematografia”.

In questo contesto, l’esposizione riveste un duplice interesse, tecnico e narrativo, grazie al passaggio dall’immagine in movimento, che caratterizza la cinematografia, all’immagine fissa, propria della fotografia. Il lavoro fotografico di Storaro, pur totalmente parte del suo impegno cinematografico, è pensato e composto come un racconto d’immagini a sé stanti. Immagini in doppia-impressione che suggeriscono, attraverso atmosfere oniriche, una personalissima interpretazione delle storie rappresentate filmicamente.

Palazzo Merulana intende così omaggiare, in occasione del suo ottantesimo compleanno, il più amato e apprezzato autore della cinematografia. Già tre volte Premio Oscar per Apocalypse Now di Francis Ford Coppola, Reds di Warren Beatty e L’ultimo Imperatore di Bernardo Bertolucci, vincitore del Nastro d’Oro nella 74esima edizione dei Nastri d’Argento lo scorso luglio e di numerosi altri riconoscimenti, con questa mostra Vittorio Storaro si presenta in una veste insolita, ovvero “essenzialmente” come fotografo, come narratore per immagini fisse…  Storaro: Scrivere con La luce” è, infatti, una mostra foto-cinematografica ideata e voluta con l’intento di raccontare, attraverso la fotografia, una storia in movimento.

Modalità di  partecipazione

Intero € 10,00
Ridotto € 8,00 (Giovani under 26, adulti over 65, insegnanti in attività, possessori di Cartax2, possessori Lazio Youth card)
Scuole € 6.00 (per studente). Prenotazione obbligatoria turno ingresso scuole € 20.00
Gruppi € 8.00 a persona (min 8, max 20 persone) Prenotazione obbligatoria turno ingresso gruppi € 30.00
Gratuito (bambini under 7, un insegnante ogni 10 studenti, un accompagnatore ogni 10 persone, disabile con accompagnatore, possessori Palazzo Merulana Pass e Palazzo Merulana Pass Young, membri ICOM, guide turistiche con patentino)

Visite guidate gruppi: su prenotazione: €100.00 (collezione +mostra) max 20 pax
Visite guidate scuole: su prenotazione: €80.00 (collezione +mostra) max 1 gruppo classe
I  gruppi e le scuole dovranno necessariamente prepagare turno e biglietti chiamando al 0639967800 o  scrivendo ad info@coopculture.it
online

Il biglietto di ingresso consente l’accesso alla Collezione Cerasi, rinnovata nel suo allestimento e integrata di nuove opere inedite, e alla mostra “Vittorio Storaro. Scrivere con la luce”

Diritti di prenotazione 2.00 €

Info
info@palazzomerulana.it

“Note dal Mondo” al Palazzo Merulana: il programma di settembre 2020

dal 3 al 30 settembre 2020, ore 19.00

L’estate a Palazzo Merulana continua!

In programma fino al 30 settembre Note dal mondo | Festival di musica e intercultura, organizzato in collaborazione con Regione Lazio.
Una rassegna che, attraverso il coinvolgimento di artisti di diverse nazionalità e radici culturali,  vuole promuovere  la diffusione e il dialogo interculturale tra i popoli.

Appuntamenti musicali dove artisti di diverse nazionalità si alterneranno a musicisti italiani, per portare alla luce l’importanza della musica come linguaggio universale, come strumento di abbattimento delle differenze e come occasione di riscatto per i giovani talenti artistici.

Il festival trova le sue radici e fondamenta a partire dal contesto territoriale nel quale si colloca, il Rione Esquilino, uno dei quartieri più multietnici della città, un melting pot stimolante e fortemente attivo in termini di iniziative utili a combattere le discriminazioni, su cui Palazzo Merulana si affaccia come elemento fortemente connettivo. Sin dal momento della sua apertura al pubblico più di due anni fa, Palazzo Merulana ha indirizzato le proprie energie nella creazione di una rete culturale con le diverse associazioni del territorio, realizzando politiche di audience development e coinvolgimento della popolazione residente.

Artisti affermati e giovani promesse provenienti da diversi paesi del mondo, ma adottati da Roma, si susseguiranno nel corso delle serate nell’intento di promuovere la diffusione e il dialogo tra le culture e valorizzare le eccellenze territoriali.

Il progetto vuole essere un contributo alla produzione culturale dal basso, alla promozione e alla diffusione della musica e all’emersione di giovani talenti, per l’interscambio culturale a partire dai residenti del Rione, fino a tutta la cittadinanza.

Il rione Esquilino, scelto come ambito territoriale dell’evento, rappresenta un’area attraversata da tante criticità: le difficoltà dell’inclusione e della convivenza multietnica, il degrado di parti del tessuto urbanistico, la carenza di spazi di socializzazione e di incontro, a cui tuttavia si contrappone un ricco fermento culturale di soggetti che operano sul territorio.  NOTE DAL MONDO – Festival di musica e intercultura a Palazzo Merulana vuole essere contributo concreto con cui Palazzo Merulana e Regione Lazio, attraverso il lavoro congiunto con scuole, istituti culturali, enti di mediazione culturale, rappresentanti delle comunità migranti e associazioni culturali del territorio promuovono favoriscono la multiculturalità e un nuovo modello di convivenza sociale.

Inoltre è la scelta di supportare la ripartenza dello spettacolo dal vivo, per sostenere uno dei comparti culturali più colpiti dalle restrizioni che l’emergenza sanitaria attualmente in atto impone di rispettare.

L’intera rassegna è dedicata alla memoria di Sèkou Diabatè, mediatore culturale, conduttore radiofonico, griot e grande conoscitore della musica africana, proveniente dalla Costa d’Avorio ma residente da molti anni a Roma, dove ha svolto un’importante opera di integrazione della comunità africana, e tristemente scomparso pochi mesi fa a causa del Covid-19.

Programma

Giovedì 3 Settembre
Evento inaugurale: Musiche dal Mondo a cura della Stefano Cicconetti Band

Venerdì 4 Settembre
Suoni dal territorio –  Bifalo Kouyatè a cura dell’Associazione Officina delle Culture

Giovedì 10 settembre
Contaminazioni Musicali a cura della Stefano Cicconetti Band

Venerdì 11 settembre
Suoni dal territorio – Tasha Rodrigues a cura dell’Associazione Officina delle Culture

Sabato 12 settembre
Suoni dal territorio – Tam Tam Morola a cura dell’Associazione Officina delle Culture

Venerdì 18 settembre
Suoni dal territorio – Rashmi Bhatt a cura dell’Associazione Officina delle Culture

Sabato 19 settembre
Gruppo MateMusik Band and Crew a cura del Centro Giovani MaTeMu del CIES Onlus

Mercoledì 23 settembre
Gruppo MateMusik Band and Crew a cura del Centro Giovani MaTeMu del CIES Onlus

Giovedì 24 settembre
Dialoghi Musicali a cura dell’Associazione Muovileidee

Mercoledì 30 settembre
Concerto di chiusura Festival Note dal Mondo a cura dell’Associazione Muovileidee

Maggiori informazioni

Fino al 30 agosto 2020 “Tina Modotti – l’Eros della Rivoluzione” Mostra fotografica al Palazzo Merulana

Tina Modotti. L’eros della rivoluzione | Roma Fotografia 2020 Eros

 
Palazzo Merulana
 
Dal 23/02/2020 al 30/08/2020
 

A cura di Maria Cristina Valeri e Alex Mezzenga

Il volto delicato, l’espressione malinconica, una personalità poliedrica animata da un temperamento fortissimo ed appassionato con il quale esplora la vita ed il mondo senza apparente paura e con infinita partecipazione.

Tina Modotti. Sarta, burocrate, attrice, attivista, poliglotta, amante, spia.

Il suo nome evoca la figura di donna quasi mitologica eppure contemporanea, capace di emanare in un’unica e irripetibile essenza le note volatili della libertà, quelle prorompenti della emancipazione, caratterizzandola con quelle di una potente femminilità.

Si è scritto molto della sua vita, del suo rapporto con l’amore, ma si conosce poco del suo lavoro. Soprattutto del suo lavoro di fotografa.

Eppure il suo splendido sguardo mostra una straordinaria capacità di raccontare la complessità di una rivoluzione senza mai perdere la delicatezza di porgere attenzione ad un particolare, ad un fiore. Una donna, una artista oltre le definizioni, oltre il suo tempo, che proietta verso una modernità che trova nella “Desiderio” la scintilla per muoversi verso un ideale imprescindibile, una passione irrinunciabile, una volontà tenace, nell’esplorazione di sé e della stessa vita per lei già immortale.

“Ogni volta che usano la parola “arte” o “artista” in relazione ai miei lavori fotografici, avverto una sensazione sgradevole dovuto al cattivo impiego che si fa di tali termini. In questi ultimi anni si è molto discusso se la fotografia possa essere o meno considerata un’opera artistica, ma a noi, che usiamo la macchina fotografica come puro attrezzo del mestiere, esattamente come un pittore usa i suoi pennelli, non interessano le opinioni contrarie, perché godiamo dell’approvazione di quanti riconoscono alla fotografia molteplici funzioni, e le riconoscono come il mezzo più eloquente e diretto per fissare e registrare l’epoca attuale. Pertanto non è indispensabile sapere se la fotografia è o non è un’arte, quel che conta è distinguere tra buona e cattiva fotografia”.

Inaugurazione 22 febbraio 2020 ore 18.30 in concomitanza dell’ Inaugurazione Roma Fotografia 2020 EROS – Ingresso libero

Modalità di partecipazione
Dal 23 febbraio 2020 a Palazzo Merulana per Roma Fotografia 2020 EROS
Orari: Da mercoledì a lunedì, dalle 10.00 alle 20.00
Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura del museo
La mostra è visitabile con biglietto d’ingresso ordinario di Palazzo Merulana.
– Intero 10.00 €
– Ridotto 8.00 € (Giovani under 27, adulti over 65, insegnanti in attività, possessori di Cartax2)
– Gratuito (bambini under 7, un insegnante ogni 10 studenti, un accompagnatore ogni 10 persone, disabile con accompagnatore, possessori Palazzo Merulana Pass e Palazzo Merulana Pass Young) online

BIGLIETTO “EROS CARD”
15.00 €
Il biglietto consente l’accesso illimitato dal 23 febbraio al 4 aprile alla Collezione Cerasi, alle mostre di Roma Fotografia 2020, e ai talk in occasione di RF2020, con la possibilità di prenotare il proprio posto agli incontri (nei limiti della disponibilità prevista).

La mostra, organizzata in collaborazione con Associazione Culturale onlus 8 Marzo, prevede 38 opere che provengono dall’Instituto de Investigaciones Estéticas (IIE), dal Fondo “Manuel Toussaint” dell’Universidad Nacional Autónoma de México (UNAM) di Città del Messico e dalla Collezione della Fototeca Nazionale dell’Instituto Nacional de Antropología e Historia (INAH) della Città di Pachuca Hidalgo, Messico

Maggiori informazioni e modalità di accesso

15 luglio – 17 settembre 2020 “Note dal Mondo” al Palazzo Merulana: il programma

Note dal mondo. Festival di musica e intercultura a Palazzo Merulana

da mercoledì 15 luglio 2020 a giovedì 17 settembre 2020
dalle ore 19.00 alle ore 21.00

L’estate a Palazzo Merulana può finalmente cominciare!

Linea d’Arte presenta in terrazza “Note dal mondo | Festival di musica e intercultura a Palazzo Merulana”, un programma di 11 serate musicali dove artisti di diverse nazionalità si alterneranno a musicisti italiani, per portare alla luce l’importanza della musica come linguaggio universale trai popoli, come strumento di abbattimento delle differenze e come occasione di riscatto per i giovani talenti artistici.

Le contaminazioni, nella musica come nella vita, sono elementi di emancipazione e di ricchezza interiore.
Note dal mondo ci accompagnerà in questa strana estate romana, in cui artisti affermati e giovani promesse provenienti da diversi paesi del mondo, ma adottati da Roma, si susseguiranno nel corso delle 11 serate del festival nell’intento di promuovere la diffusione e il dialogo tra le culture e valorizzare le eccellenze territoriali più attive nel contesto di riferimento.

L’intera rassegna è dedicata alla memoria di Sèkou Diabatè, mediatore culturale, conduttore radiofonico, griot e grande conoscitore della musica africana, proveniente dalla Costa d’Avorio ma residente da molti anni a Roma, dove ha svolto un’importante opera di integrazione della comunità africana, e tristemente scomparso pochi mesi fa a causa del Covid-19.

Programma della rassegna

mercoledì 15 luglio 2020
Concerto inaugurale: Musiche dal mondo a cura della Stefano Cicconetti Band

giovedì 16 luglio 2020
Concerto Gruppo MateMusic Band and Crew – Giovani talenti emergenti a cura del Centro Giovani MaTeMu

venerdì 17 luglio 2020
Concerto  suoni dal Territorio
 serata di musiche e ritmi con ensemble dei migliori artisti migranti del territorio a cura dell’Associazione Officina delle Culture.

giovedì 23 luglio 2020
Concerto Gruppo MateMusic Band and Crew – Giovani talenti emergenti a cura del Centro Giovani MaTeMu

venerdì 24 luglio 2020
Concerto musicale Tam Tam morola (Senegal) – Percussioni e strumenti tradizionali a cura dell’Associazione Officina delle Culture.

giovedì 30 luglio 2020
Concerto Gruppo MateMusic Band and Crew – Giovani talenti emergenti a cura del Centro Giovani MaTeMu

venerdì 31 luglio 2020
Concerto Rashmi Bhatt (India) – Musiche e danze indiane a cura dell’Associazione Officina delle Culture

giovedì 3 settembre 2020
Contaminazioni Musicali a cura della Stefano Cicconetti Band

venerdì 4 settembre 2020
Concerto di chitarra e ‘ngoni di Bifalo Kouyatè (Mali) a cura dell’Associazione Officina delle Culture

giovedì 10 settembre 2020
Concerto NOTE DAL MONDO: Il Jazz e l’arte dell’improvvisazione a cura della Stefano Cicconetti Band

giovedì 17 settembre 2020
Concerto NOTE DAL MONDO: Blues, Soul e Bossa nova a cura della Stefano Cicconetti Band

 

Biglietto unico euro 5,00 | online
Gratuito per bambini under 7 e possessori Palazzo Merulana Pass e Palazzo Merulana Pass Young in corso di attività

Il biglietto consente la partecipazione al concerto.
La Collezione Cerasi e le mostre temporanee in corso sono visitabili fino alle 20 (ultimo ingresso alle 19) previo acquisto del biglietto di accesso (Intero €10,00; Ridotto €8,00).
Si raccomanda dunque, qualora si volessero visitare la collezione e la mostra, di effettuarlo prima dell’inizio del concerto, previsto alle 19.00

Gli accessi alle sale espositive sono contingentati e organizzati su turni di ingresso previsti ogni ora dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00, per un massimo di 20 persone alla volta.

Prenotazione consigliata
Diritti di prenotazione euro 2.00

 

Note dal mondo si svolgerà con la massima attenzione al rispetto delle misure anti Covid ideali a garantire la sicurezza non solo dei visitatori, ma anche di tutto il personale coinvolto nella gestione e organizzazione degli eventi.

Note dal mondo è organizzato da Linea d’Arte, in collaborazione con Palazzo Merulana, Fondazione Elena e Claudio Cerasi e CoopCulture.

Partner dell’iniziativa sono la Stefano Cicconetti Band, il Centro Giovani MaTeMu e l’Associazione Officina delle Culture.

L’orchestra di Stefano Cicconetti Band, un gruppo che da anni persegue un progetto musicale di riarrangiamento e contaminazione dei maggiori filoni musicali: dal jazz al blues, dal soul alla bossanova;

Il Gruppo MateMusic Band and Crew, formato da giovani artisti italiani, migranti e nativi di seconda generazione che provano a fare della musica il proprio percorso di vita;

Bifalo Kouyatè (Mali), coreografo e polistrumentista, figlio di una delle famiglie griot più importanti dell’Africa Occidentale, partecipante al festival «DANSE AFRIQUE DANSE» a Bamako e alla biennale di danza tradizionale del Mali; collabora al CD Percussion de Wassoulou del Maestro Sega Sidibe;

Tam Tam Morola (Senegal), il cui fondatore Moustapha celebra e promuove da più di vent’anni l’incontro di musica africana e occidentale, arricchendo i ritmi con strumenti aggiuntivi alle percussioni e vivacizzando le proprie performances con coloratissimi costumi originali della tradizione senegalese;

Rashmi Bhatt (India), da dieci anni Direttore Artistico del WORLD RHYTHM FESTIVAL a Perugia. Attualmente risiede a Roma, dove insegna percussioni. Ha collaborato con i Maestri Lele Marchitelli e Danilo Rea e prende parte regolarmente alla realizzazione di colonne sonore per il teatro e il cinema: ha partecipato alla realizzazione della colonna sonora del cortometraggio Ten Minute Soldier di Bernardo Bertolucci, presentato a Cannes nel 2002;

Suoni dal territorio, una serata di musica che vedrà l’ensemble di musicisti migranti in rappresentanza delle comunità del territorio.

 

Linea d’Arte è una cooperativa sociale integrata, attiva da marzo 2005. La cooperativa si occupa della promozione e valorizzazione del patrimonio culturale ed in particolare, grazie alla guida del suo presidente Giovanni Petrone – già presidente e direttore artistico de Le Nuvole, nell’ideazione e realizzazione di eventi quali rappresentazioni teatrali e musicali.

15 luglio 2020 Riapre Palazzo Merulana

Apertura Palazzo Merulana

dal 15/07/2020 al 30/08/2020

Il biglietto di ingresso consente l’accesso alla Collezione Cerasi, rinnovata nel suo allestimento e integrata di nuove opere inedite, e alla mostra “Tina Modotti. L’Eros della Rivoluzione”

Gli accessi alle sale espositive sono contingentati e organizzati su turni di ingresso previsti ogni ora dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00, per un massimo di 20 persone alla volta.

Per accedere alle sale espositive di Palazzo Merulana è obbligatorio per i visitatori indossare una mascherina che copra naso e bocca, che andrà tenuta indossata per tutta la durata della visita. Al loro ingresso, i visitatori saranno sottoposti alla misurazione della temperatura corporea e per colori i quali questa risulterà superiore ai 37,5°C, l’accesso verrà negato.

All’interno delle sale espositive di Palazzo Merulana occorre mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro, al fine di evitare assembramenti. L’accesso alle sale espositive è consentito esclusivamente accompagnati da una figura del Palazzo.

Si raccomanda a tutti i visitatori di Palazzo Merulana di seguire e rispettare con attenzione le regole sanitarie, poste a garanzia della salute e della sicurezza di tutti. Queste includono, oltre all’indossare una mascherina che copra naso e bocca per tutta la durata della visita, anche l’igienizzazione delle mani tramite una soluzione idro-alcolica resa disponibile all’ingresso delle sale espositive di Palazzo Merulana, e l’utilizzo degli ascensori strettamente consentito a persone con difficoltà deambulatorie o con particolari condizioni di salute che lo suggeriscano che comunque è possibile solo una persona per volta o più se appartenenti allo stesso gruppo familiare.

Gli orari e le tariffe

Riapre Palazzo Merulana

Finalmente una buona notizia per il nostro Rione e in genere per la cultura: il 15 luglio, dopo un lungo periodo di chiusura dovuto ai problemi del contagio da coronavirus riapre al pubblico il Palazzo Merulana.

Pur con tuttte le limitazioni , le prescrizioni e i divieti dei vari decreti, un luogo che, pur aperto da poco tempo, si è ritagliato un posto di riguardo nella cultura del Rione e della città di Roma, riapre e con esso si riavvia la vita culturale interrotta brutalmente ed improvvisamente dalla pandemia esplosa nei mesi scorsi.

Sarà nostra cura illustrare e pubblicare tutte le notizie, gli eventi e le attività future legate a questo unico e bellissimo museo

“Buon Compleanno Palazzo Merulana” Servizio andato in onda a Buongiorno Regione su RAI 3 il 19 maggio 2020

L’intervista a Letizia Casuccio, direttore generale di CoopCulture, a Palazzo Merulana andata in onda lo scorso 19 maggio 2020,  giorno del secondo anniversario dell’apertura del Museo, nel corso di Buongiorno Regione su RAI 3, in cui si è parlato delle prospettive e dei progetti futuri.

L’intervista è pubblicata sull’account Instagram ufficiale del Palazzo Merulana.

Nello stesso giorno, alle 15,30, ha avuto luogo il webinar “Chiamata alle Arti”. In fondo alla pagina la registrazione dell’evento su Facebook

19 maggio 2020 “Merulana insieme” videoconferenza da Palazzo Merulana

martedì 19 maggio 2020, ore 15.30

Merulana Insieme | Chiamata alle arti di Palazzo Merulana

Il 18 maggio è la data prevista dal Governo per la possibile riapertura dei musei ma è anche il giorno in cui ricorre il secondo compleanno di Palazzo Merulana, lo spazio “generatore di cultura” a Roma, che è stato fortemente voluto dalla Fondazione Elena e Claudio Cerasi ed ha visto la luce nel 2018 grazie alla sinergia con CoopCulture.

Come celebrare questo appuntamento importante non solo per il team di Palazzo Merulana, ma per tutta la città in un momento difficile come quello che stiamo vivendo?
In questa fase il compito dei centri di produzione culturale è ragionare su possibili nuove forme di gestione sostenibile e di funzione degli spazi museali e dello svolgimento delle attività culturali.  Per questo, in occasione di questa data così significativa, Palazzo Merulana vuole avviare un processo partecipativo con il tessuto associativo, uno spazio di discussione aperto e plurale per la ridefinizione di progetti sostenibili e di nuove modalità di coinvolgimento dei pubblici.

Per il suo secondo compleanno Palazzo Merulana organizza quindi una Chiamata alle arti avviando il progetto Merulana Insieme.
Lo farà con una videoconferenza su ZOOM, a cui ognuno potrà partecipare per il proprio ambito culturale, dando il proprio contributo di proposta.

 

Per iscriversi a partecipare: info@palazzomerulana.it

Info e contatti per la stampa: ufficiostampa.leeloo@gmail.com
331.6176325 – 331.6158303 – 388.1066358

28 febbraio 2020 Presentazione del libro “Non è un paese per mamme” al Palazzo Merulana

28 febbraio 2020 ore 18,00

PALAZZO MERULANA

Presentazione del libro

“Non è un paese per mamme”

“Non è un paese per mamme” di Paola Setti è un libro che impone spunti di riflessione sulla condizione delle donne e delle madri nel Bel Paese.

Sarà un Paese di mammoni, ma l’Italia non è un Paese per mamme.
Non lo è prima di tutto per il lavoro, sempre più difficile da conciliare con la famiglia.
Non lo è, inoltre, per i partner che le donne hanno al loro fianco, ancora così restii nel condividere la fatica del lavoro di cura da sfigurare nel confronto con i maschi nord europei.
Non lo è nemmeno per i servizi che mancano, né fondamentalmente per un problema culturale.

Un viaggio nella vita delle lavoratrici, mamme e non, attraverso i loro racconti, le difficoltà incontrate, qualche buona idea da replicare e dati e interviste a esperti e studiosi su lavoro e diritti.
Spunti per fare una necessaria rivoluzione nel paese mammone che non ama le mamme.

Intervengono:

Paola Setti, autrice, giornalista
Paola Tavella, prefatrice, giornalista

Modera:

Flavia Perina, giornalista

Partecipazione gratuita fino ad esaurimento posti disponibili

Info 0639967800
info@palazzomerulana.it

26 febbraio 2020 “Di chi è Roma? Città merce vs bene comune” al Palazzo Merulana

26 febbraio 2020 ore 18,00

PALAZZO MERULANA

Di chi è Roma? Città merce vs bene comune | Con la proiezione di “Le case che eravamo” di Arianna Lodeserto

Proseguono gli incontri di Collettiva!
In questo secondo appuntamento del 2020  rifletteremo su trasformazioni urbanistiche, accumulazione immobiliare e finanziaria, “overturism” e “gentrification”, a partire dal documentario di Arianna Lodeserto Le case che eravamo (2018).

Attraverso materiali d’archivio, il cortometraggio ripercorre i primi cinquant’anni di attività dell’Istituto Autonomo Case Popolari e le lotte per il diritto all’abitare.
La pellicola offre una panoramica sui primi cinquant’anni di attività dell’Istituto, che avevano creato a partire dalla fine degli anni 40 una vera e propria «città nella città»,  per far fronte a quello che si presentava e si presenta ancora come il problema “più grave, tra quelli che si prospettano alla città di Roma”: il problema edilizio.
E come si compone la città, oggi? Chi ne resta escluso? Chi resiste esplorando rotte alternative?

Uguaglianza, diritti e libertà nell’abitare la città e gli spazi pubblici: durante l’incontro ci interrogheremo sul come dare vita a città aperte e porose, dinamiche, che favoriscano la cooperazione e le trasformazioni urbanistiche a misura e in favore del cittadino.

Proiezione del documentario Le case che eravamo, di Arianna Lodeserto

A discuterne ci saranno:

Paolo Berdini, urbanista, già assessore all’Urbanistica e ai lavori pubblici
Alessandro Coppola, ricercatore Politecnico di Milano, curatore di Roma in transizione
Sarah Gainsforth, giornalista e autrice di Airbnb città-merce
Lorenzo Romito, architetto, Stalker/NoWorking

modera
Giuliano Battiston, Collettiva

 

Partecipazione gratuita fino ad esaurimento posti disponibili
Info allo 0639967800
info@palazzomerulana.it

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

romarteblog

FATTI NON FOSTE A VIVER COME BRUTI, MA PER SEGUIR VIRTUTE E CANOSCENZA

Arte e immagine

Art'immagine. Arte è immagine! Arte è immagine? Immagine è arte? Immagin'arte, Immaginare è un'arte.

Roma Singularis

All roads lead to Rome - Alle wegen leiden naar Rome

ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA 2020.

ROME - THE IMPERIAL FORA: SCHOLARLY RESEARCH & RELATED STUDIES.

RESS Roma

Rete Economia Sociale e Solidale

Del cielo stellato

Il blog di EdiLet - Edilazio Letteraria

Simone Modica

Photography

ROMANISTA PER SEMPRE

La voce ai tifosi...

piazzavittorioaps

La tua Associazione di Promozione Sociale sul territorio

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Et in Arcadia Ego

Sito informativo su Storia, Archeologia, Mitologia e Cultura antica.

www.retecivicaromana.it

Un gruppo aperto per la città del domani

Associazione di strada S.M. ai Monti » Languages » English

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

esquilinochiamaroma.wordpress.com/

Un progetto urbano e di valorizzazione culturale del rione Esquilino

La cucina italiana "de noantre"

Cucina & divertirsi alla nostra età

romarteblog

FATTI NON FOSTE A VIVER COME BRUTI, MA PER SEGUIR VIRTUTE E CANOSCENZA

Arte e immagine

Art'immagine. Arte è immagine! Arte è immagine? Immagine è arte? Immagin'arte, Immaginare è un'arte.

Roma Singularis

All roads lead to Rome - Alle wegen leiden naar Rome

ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA 2020.

ROME - THE IMPERIAL FORA: SCHOLARLY RESEARCH & RELATED STUDIES.

RESS Roma

Rete Economia Sociale e Solidale

Del cielo stellato

Il blog di EdiLet - Edilazio Letteraria

Simone Modica

Photography

ROMANISTA PER SEMPRE

La voce ai tifosi...

piazzavittorioaps

La tua Associazione di Promozione Sociale sul territorio

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Et in Arcadia Ego

Sito informativo su Storia, Archeologia, Mitologia e Cultura antica.

www.retecivicaromana.it

Un gruppo aperto per la città del domani

Associazione di strada S.M. ai Monti » Languages » English

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

esquilinochiamaroma.wordpress.com/

Un progetto urbano e di valorizzazione culturale del rione Esquilino

La cucina italiana "de noantre"

Cucina & divertirsi alla nostra età

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: