Archivi categoria: Eventi

28 gennaio 2020 “Gli Indocili” all’Apollo 11


presenta

martedì 28 gennaio ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma


Italia, 2019, 67 min.

introduce

la documentarista e sceneggiatrice
MARIANGELA BARBANENTE

che ne discute al termine della proiezione con

la regista
ANA SHAMETAJ

il montatore
JACOPO QUADRI

alcuni componenti del
Cast

Un gruppo di dodici giovani interpreti trascorre tre mesi di studio, prove, vita in comune in un teatro in mezzo al bosco. Ogni giorno la poetessa Mariangela Gualtieri scrive facendosi ispirare dalle ragazze e dai ragazzi, e cuce i versi addosso a ciascuno. Il gruppo di attori è allenato dal regista Cesare Ronconi a diventare un coro, un corpo unico e compatto in scena, al tempo stesso ogni attore è spinto a entrare nella propria solitudine. Il bosco invernale che circonda il teatro diventa il luogo dove ricercare la carica autentica per dire i versi, il labirinto da fronteggiare dove perdersi e trovare quello che si stava cercando. E’ il ritratto di una comunità che accade nella poesia, la lingua che da voce al bisogno di una parola battagliera, chiarificatrice, esortatrice e comune, attraverso la quale incamminarsi in un’impresa epica, nel tentativo obbligato – per chi oggi ha vent’anni – di rifondazione della vita e dell’arte.

Regia: Ana Shametaj – Cast: Arianna Aragno, Elena Bastogi, Elena Griggio, Enrico Malatesta, Lorella Barlaam, Lucia Palladino, Mariangela Gualtieri, Rossella Guidotti, Silvia Curreli, Alessandro Percuoco, Cesare Ronconi, Gianfranco Scisci, Marcus Richter, Ondina Quadri, Piero Ramella, Stefania Ventura – Versi: Mariangela Gualtieri – Fotografia: Ana Shametaj, Greta De Lazzaris – Montaggio: Jacopo Quadri, Nicolò Tettamanti – Produttore esecutivo: Jacopo Quadri – Assistente alla regia e Fonico: Otto Reuschel – Suono: Marco Falloni, Marcos Molina, Marta Billingsley – Musiche: Anselmo Luisi – Registrazione musiche e Mix: Damon Arabsolgar – Correzione colore: Vincenzo Marinese – Grafica: Patrizio Esposito con la collaborazione di Teatro Valdoca, L’Arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, Comune di Mondaino – Produzione: Ubulibri in collaborazione con Rai Cinema.

Il trailer

27 gennaio 2020 “La giornata della Memoria” all’Apollo 11

presenta

lunedì 27 gennaio

LA GIORNATA DELLA MEMORIA

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

ore 19.30

1938: DIVERSI

di Giorgio Treves

Italia, 2018, 65 min.
NASTRO D’ARGENTO MIGLIOR DOCUMENTARIO

*****

ore 20.30

incontro con

ALDO ZARGANI
scrittore

MARIO AVAGLIANO
storico

EDOARDO NOVELLI
Università degli Studi Roma Tre
docente di Sociologia e Comunicazione Politica

GIORGIO TREVES
regista

*****

ore 21.15

CHI SCRIVERÀ LA NOSTRA STORIA

di Elisabetta Grossman

USA, 2018, 95 min.

Il film sarà in replica Martedì 28 Gennaio alle ore 17.00

*****

1938: DIVERSI

“Il Fascismo può ancora tornare sotto le spoglie più innocenti. Il nostro dovere è di smascherarlo e di puntare l’indice su ognuna delle nuove forme – ogni giorno, in ogni parte del mondo.”
Umberto Eco

1938 – 2018: ottant’anni dalla Promulgazione delle Leggi Razziali Fasciste. Un anniversario importante e un tema purtroppo ancora molto attuale. Ottant’anni fa il popolo italiano, che non era tradizionalmente antisemita, fu spinto dalla propaganda fascista ad accettare la persecuzione di una minoranza che viveva pacificamente in Italia da secoli.
Come fu possibile tutto questo? E quanto sappiamo ancora oggi di quel momento storico?
1938 DIVERSI vuole raccontare cosa comportò per gli ebrei italiani l’attuazione di quelle leggi, e come la popolazione ebraica e quella non ebraica vissero il razzismo e la persecuzione. In particolare, il film si concentrerà sui sottili meccanismi di persuasione messi in opera dal fascismo grazie all’efficace e pervasiva azione del Ministero della Cultura Popolare (MinCulPop), centro direttivo della propaganda di regime.

Regia: Giorgio Treves – Scritto da: Roberto Levi e Luca Scivoletto – Cast: Roberto Herlizka, Stefania Rocca, Alessandro Federico – Fotografia: Sammy Paravan – Montaggio: Valeria Sapienza – Interventi di: Mario Avagliano, Roberto Bassi, Luciana Castellina, Alberto Cavaglion, Rosetta Loy, Sergio Luzzatto, Edoardo Novelli, Marcello Pezzetti, Liliana Picciotto, Michele Sarfatti, Bruno Segre, Liliana Segre, Alessandro Treves, Walter Veltroni e Aldo Zargani – Musica: Lamberto Macchi – Produzione: Tangram Film.

CHI SCRIVERÀ LA NOSTRA STORIA

Nel novembre del 1940 i nazisti rinchiusero 450 mila ebrei nel ghetto di Varsavia. Un gruppo segreto composto da giornalisti, ricercatori e capi della comunità, guidato dallo storico Emanuel Ringelblum e conosciuto con il nome in codice Oyneg Shabes (“La gioia del Sabato” in yiddish), decise di combattere le menzogne e la propaganda dei feroci oppressori con carta e penna anziché con le armi e con la violenza.
Oyneg Shabes ha raccontato la vita nel ghetto dal punto di vista ebraico. Ha commissionato diari, saggi, storielle, poesie e canzoni e ha documentato le atrocità naziste con testimonianze oculari riuscendo a far arrivare sino a Londra i terribili resoconti sugli stermini realizzati dai tedeschi. Poi, mentre i treni deportavano la popolazione verso le camere a gas di Treblinka e il ghetto veniva distrutto dalle fiamme, i membri di Oyneg Shabes riuscirono a seppellire 60.000 pagine di documenti nella speranza che l’archivio sopravvivesse alla guerra e alla loro stessa fine.
Ora, per la prima volta, la storia di Emanuel Ringelblum e dell’archivio di Oyneg Shabes è raccontata in un film documentario che intreccia immagini dei testi d’archivio con nuove interviste e rari filmati arricchiti da ricostruzioni storiche che permettono allo spettatore di essere trasportato all’interno del Ghetto e delle vite di quei coraggiosi combattenti della resistenza.
Attraverso le voci della tre volte nominata agli oscar Joan Allen e del premio Oscar Adrian Brody, il film rende omaggio alla determinazione che ha permesso ai membri di Oyneg Shabes di creare la più grande raccolta di testimonianze oculari in grado di sopravvivere alla guerra. Il documentario segue i loro momenti di speranza, angoscia, disperazione e rabbia sia verso i loro compagni ebrei sia nei confronti degli oppressori nazisti. Cattura il loro umorismo, il desiderio, la fame e la loro determinazione di mantenere la propria umanità di fronte a difficoltà indicibili. E alla fine, attraverso le loro voci, azioni ed esperienze, Who Will Write Our History sconfigge coloro che distorcono e disumanizzano l'”altro” in favore di coloro che si alzano, combattono e, come scrive un membro di Oyneg Shabes, “urlano la verità al mondo”.

Scritto, diretto e prodotto da: Roberta Grossman – Fotografia: Dyanna Taylor – Montaggio: Chris Callister Ondine Rarey – Musiche: Todd Boekelheide – Voiceover: Joan Aallen, Adrien Brody, Charlie Hofheimer, Peter Cambor – Cast: Jowita, Budnick, Piotr Glowacki Karolina Gruszka – Distribuzione: Wanted Cinema.

23 gennaio 2020 “Santa subito” all’Apollo 11


presenta

giovedì 23 gennaio ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

 Italia, 2019, 60 min.

introduce

RUBINA D’ERRICO
psicologa dell’associazione Giraffa Onlus
specializzata nella difesa dei diritti delle donne

che al termine della proiezione ne discute con

il regista
ALESSANDRO PIVA

la sorella della protagonista
ROSA MARIA SCORESE

Santa Scorese, giovane attivista cattolica della provincia di Bari, per anni subisce le morbose attenzioni di uno sconosciuto molestatore, ma non mette mai in discussione la sua vocazione all’aiuto del prossimo e il suo percorso spirituale. La sera del 15 marzo 1991, al rientro a casa, Santa viene accoltellata a morte dal suo persecutore, davanti agli occhi impotenti dei genitori e di una società all’epoca impreparata ad affrontare i reati di genere e lo stalking. Aveva ventitré anni.

Regia: Alessandro Piva – Interpreti: Piero Scorese, Angela Dachille, Rosa Maria Scorese, Mario Defilippis, Dino Tarantino, don Tino Lucariello, Mariapia Vigilante – Soggetto e Sceneggiatura: Alessandro Piva, Laura Grimaldi – Musiche: Mattia Vlad Morleo – Fotografia: Alessandro Piva, Michele Falleri – Suono: Matteo Lugara – Produttore: Alessandro Piva – Produzione: Fondazione con il Sud, Fondazione Apulia Film Commission, Seminal Film.

Il trailer

Apollo 11 Il programma fino al 29 gennaio 2020

PROGRAMMA FINO AL 29 GENNAIO:

Giovedì 23 Gennaio

ore 17.00 DIO È DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.00 per Racconti dal Vero: SCHERZA CON I FANTI di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna (72 min).
ore 21.00 per Racconti dal Vero: SANTA SUBITO di Alessandro Piva (60 min).

Venerdì 24 Gennaio

ore 16.00 per Racconti dal Vero: SANTA SUBITO di Alessandro Piva (60 min).
ore 17.30 PEPE MUJICA – UNA VITA SUPREMA di Emir Kusturica (74 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.00 DIO È DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 per Racconti dal Vero: SCHERZA CON I FANTI di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna (72 min).

Sabato 25 Gennaio

ore 15.30 per Racconti dal Vero: SCHERZA CON I FANTI di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna (72 min).
ore 17.00 LA BELLE EPOQUE di Nicolas Bedos (110 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.30 per Racconti dal Vero: SANTA SUBITO di Alessandro Piva (60 min).
ore 21.00 DIO È DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (100 min). Versione originale – Sott. ITA.

Domenica 26 Gennaio

ore 16.00 PEPE MUJICA – UNA VITA SUPREMA di Emir Kusturica (74 min). Versione originale – Sott. ITA..
ore 17.30 per Racconti dal Vero: SCHERZA CON I FANTI di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna (72 min).
ore 19.00 DIO È DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 LA BELLE EPOQUE di Nicolas Bedos (110 min). Versione originale – Sott. ITA.

Lunedì 27 Gennaio

ore 18.00 per Racconti dal Vero: SCHERZA CON I FANTI di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna (72 min).
ore 19.30 per la Giornata della Memoria: 1938:DIVERSI di Giorgio Treves (67 min).
ore 21.15 per la Giornata della Memoria: CHI SCRIVERÀ LA NOSTRA STORIA di Roberta Grossmann (95 min).

Martedì 28 Gennaio

ore 17.00 per la Giornata della Memoria: CHI SCRIVERÀ LA NOSTRA STORIA di Roberta Grossmann (95 min).
ore 19.00 per Racconti dal Vero: SCHERZA CON I FANTI di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna (72 min).
ore 21.00 per Racconti dal Vero: GLI INDOCILI di Ana Shametaj (67 min).

Mercoledì 29 Gennaio

ore 18.30 PEPE MUJICA – UNA VITA SUPREMA di Emir Kusturica (74 min). Versione originale – Sott. ITA..
ore 21.00 DIO È DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (100 min). Versione originale – Sott. ITA.

19 gennaio 2020 “Scherza con i fanti” all’Apollo 11


in collaborazione con

presenta

domenica 19 gennaio ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

Italia, 2019, 73 min.

introduce

RICCARDO NOURY
portavoce Amnesty International Italia

Al termine della proiezione

gli autori
GIANFRANCO PANNONE
AMBROGIO SPARAGNA

incontreranno il pubblico

Italiani brava gente? Discutibile. Ma certo il nostro non è mai stato realmente un popolo guerriero, anche perché la millenaria storia del Paese ha visto fin troppe guerre, violenze, pestilenze per potersi affidare al solo amor patrio. Partendo da questa particolare condizione storica, Scherza con i fanti vuol essere sia un viaggio tragicomico nella recente storia d’Italia sia un universale inno alla pace, ma soprattutto si propone con un percorso lungo più di cent’anni che prova a scandagliare il difficile e anche sofferto e ironico rapporto del popolo con il mondo militare e più in generale con il potere, in cui agisce fortemente una pietas di matrice cristiana. Tutto questo attraverso i canti popolari e quattro diari di guerra; quelli di: un soldato lombardo del Regio Esercito di stanza a Pontelandolfo, in Campania, dove fu uno dei protagonisti dell’eccidio di civili più cruento all’indomani dell’Unità d’Italia; un autista viterbese del Regio Esercito, che nel 1935 andò a combattere in Etiopia, convinto che quell’impresa coloniale fosse la sintesi perfetta del primato fascista e che, invece, scopri la terribile realtà dei gas ai danni della popolazione locale; una giovane donna cattolica e di estrazione borghese, che divenne partigiana sulle montagne tra Parma e La Spezia e che infine combattè due guerre, la prima contro i nazifascisti, la seconda, forse la più difficile, contro gli uomini; un sergente della Marina militare napoletano, oggi quarantenne e appassionato suonatore di zampogna, che ha prestato servizio nelle missioni di pace internazionali e che in Kosovo ha scritto un diario ricco di pietas e umanità. I diari si intrecciano con i canti e le musiche popolari di gioia e di dolore scelti e composte da Ambrogio Sparagna e il prezioso repertorio dell’Archivio dell’Istituto Luce Cinecittà; che a sua volta si interfaccia con le immagini di oggi, attraverso quel paesaggio italiano, nella cui unicità e varietà spiccano i sacrari militari e i cimiteri, specie delle due grandi guerre, dove riposano migliaia di soldati italiani e stranieri. Non ultima, la testimonianza di un grande intellettuale, Ferruccio Parazzoli, che il destino ha voluto abitasse sul quel Piazzale Loreto, da lui “cantato” nei suoi romanzi, dove furono esposti i cadaveri di Mussolini e dei suoi sodali, forse la pagina più tragica della ricca e contraddittoria storia recente d’Italia.

Regia: Gianfranco Pannone, Ambrogio Sparagna – Sceneggiatura: Gianfranco Pannone, Ambrogio Sparagna – Fotografia: Niccolò Palomba – Montaggio: Angelo Musciangia – Musica: Ambrogio Sparagna – Produzione e Distribuzione Italia: Istituto Luce Cinecittà.

Il trailer

19 gennaio 2020 Tradizionale benedizione degli animali domestici a Sant'Eusebio

Domenica 19 gennaio 2020, come ogni anno per la ricorrenza di Sant’Antonio Abate, ci sarà la tradizionale benedizione degli animali domestici sul sagrato della chiesa di Sant’Eusebio presso Piazza Vittorio. Di seguito la locandina con tutti gli eventi che inizieranno venerdì 17 gennaio.

Infine,  un post del 2017 dall’account Facebook di Roma Capitale che descrive con dovizia di particolari ed immagini la storia di Sant’Antonio Abate e il rito della benedizione degli animali domestici legato al Rione Esquilino fin dal Medioevo.

Apollo 11 Il programma fino al 22 gennaio 2020

PROGRAMMA FINO AL 22 GENNAIO:

Giovedì 16 Gennaio

ore 17.00 per Racconti dal Vero: SCHERZA CON I FANTI di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna (72 min).
ore 18.30 LA BELLE EPOQUE di Nicolas Bedos (110 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 DIO È DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (100 min). Versione originale – Sott. ITA.

Venerdì 17 Gennaio

ore 15.00 LA BELLE EPOQUE di Nicolas Bedos (110 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 17.30 DIO È DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.30 PEPE MUJICA – UNA VITA SUPREMA di Emir Kusturica (74 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 per Racconti dal Vero: SCHERZA CON I FANTI di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna (72 min).

Sabato 18 Gennaio

ore 16.00 PEPE MUJICA – UNA VITA SUPREMA di Emir Kusturica (74 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 17.30 per Racconti dal Vero: SCHERZA CON I FANTI di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna (72 min).
ore 19.00 DIO È DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 LA BELLE EPOQUE di Nicolas Bedos (110 min). Versione originale – Sott. ITA.

Domenica 19 Gennaio

ore 15.00 PEPE MUJICA – UNA VITA SUPREMA di Emir Kusturica (74 min). Versione originale – Sott. ITA..
ore 16.30 LA BELLE EPOQUE di Nicolas Bedos (110 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.00 DIO È DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 per Racconti dal Vero: SCHERZA CON I FANTI di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna (72 min). In presenza degli autori.

Lunedì 20 Gennaio

ore 17.30 per Racconti dal Vero: SCHERZA CON I FANTI di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna (72 min).
ore 19.00 DIO È DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 BUSTER KEATON AUTORITRATTO di Pasquale Misuraca (102 min). In presenza dell’autore.

Martedì 21 Gennaio

ore 19.00 per Racconti dal Vero: SCHERZA CON I FANTI di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna (72 min). In presenza degli autori.
ore 21.00 DIO È DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (100 min). Versione originale – Sott. ITA.

Mercoledì 22 Gennaio

ore 19.00 DIO È DONNA E SI CHIAMA PETRUNYA di Teona Strugar Mitevska (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 LA BELLE EPOQUE di Nicolas Bedos (110 min). Versione originale – Sott. ITA.

Apollo 11 I Film del Week End 11 – 12 gennaio 2020


presenta

I FILM DEL WEEKEND

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma


Francia, 2019, 115 min.

Victor è un uomo all’antica che odia il presente digitale. Quando un eccentrico imprenditore, grazie all’uso di scenografie cinematografiche, comparse e un po’ di trucchi di scena, gli propone di rivivere il giorno più bello della sua vita, Victor non ha dubbi. Sceglie di tornare al 16 maggio del 1974: il giorno in cui in un café di Lione ha incontrato la donna della sua vita, la bellissima Marianne. Una sceneggiatura da Oscar che vede protagonista un cast di stelle del cinema francese – da Daniel Auteuil a Fanny Ardant, da Pierre Arditi a Guillaume Canet fino ad arrivare alla rivelazione di Cannes 2019 Doria Tillier – riuniti insieme per mettere in scena una commedia elegante e nostalgica, capace di far ridere ed emozionare il pubblico di ogni età. Un film che si muove in un perfetto equilibrio fatto di dialoghi serrati, esilaranti ed emozionanti, scenografie meravigliose e una colonna sonora di grandi e indimenticabili successi.

E voi, se poteste rivivere il giorno più bello della vostra vita, quale scegliereste?

Regia: Nicolas Bedos – Sceneggiatura: Nicolas Bedos – Cast: Daniel Auteuil, Antoine Guillaume Canet, Doria Tillier, Fanny Ardant – Fotografia: Nicolas Bolduc – Montaggio: Anny Danché, Florent Vassault – Distribuzione: I Wonder.

Guarda il trailer

*****


Francia, Qatar, Germania, Canada, Turchia, Palestina 2019, 97 min.

Versione Originale sottotitolata in Italiano

ES fugge dalla Palestina in cerca di una patria alternativa, ma si rende conto che la Palestina lo segue come un’ombra. Quella che doveva essere la promessa di una nuova vita si trasforma in una commedia degli errori: non importa quanta strada percorra, da Parigi a New York, c’è sempre qualcosa che gli ricorda casa.
Il premiato regista Elia Suleiman ci regala una saga comica che esplora identità, nazionalità e senso di appartenenza, nella quale ES pone la domanda fondamentale: qual è quel luogo che possiamo veramente chiamare casa?

“L’uomo che trova dolce la sua terra natale è ancora un debole principiante; colui per il quale ogni terra è come quella nativa, è già forte; ma perfetto è colui che sente il mondo intero una terra straniera. L’anima tenera fissa il proprio amore su un solo luogo del mondo; la persona forte ha esteso il proprio amore ad ogni luogo; l’uomo perfetto l’ha estinto.”
Ugo di San Vittore

Regia: Elia Suleiman – Sceneggiatura: Elia Suleiman – Cast: Elia Suleiman, Gael Garcia Bernal, Tarik Kopti, Kareem Ghneim – Fotografia: Sofian El Fani – Montaggio: Véronique Lang – Distribuzione: Academy Two.

Guarda il trailer

*****

Usa 2019, 119 min.

Girato nell’arco di 8 anni e diventato un caso eclatante al box office americano, arriva anche in Italia il film rivelazione La fattoria dei nostri sogni di John Chester.
Il film racconta l’incredibile storia vera di John e Molly Chester, coppia in fuga dalla città per realizzare il sogno di una vita, quello di costruire dal nulla un’enorme fattoria seguendo i criteri della coltivazione biologica e di una completa sostenibilità ambientale. Tra mille difficoltà, momenti esaltanti e cocenti delusioni, i due protagonisti impareranno a comprendere i ritmi più profondi della natura, fino a riuscire nella loro formidabile impresa.
Uscito a maggio in America in sole 5 sale, grazie al passaparola e alle critiche eccezionali La fattoria dei nostri sogni ha raggiunto ben 285 schermi, scalando la classifica degli incassi e contagiando sempre più spettatori con il suo ottimismo e la sua visione luminosa ma mai banale di Madre Natura.
Oggi Apricot Lane, questo il nome della fattoria, si estende per oltre 200 acri e raccoglie circa 850 animali e 75 varietà di coltivazioni biodinamiche. Dal dicembre 2015 ospita anche Beauden, il primo figlio di John e Molly.

Regia: John Chester – Sceneggiatura: John Chester, Mark Monroe – Fotografia: John Chester, in collaborazione con Mallory Cunningham, Benji Lanpher, Chris Martin, Kyle Romanek – Montaggio: Amy Overbeck- Distribuzione: Teodora Films.

Guarda il trailer

*****


Argentina, Serbia, Uruguay, 2018, 74 min.

Attivista, politico, guerrigliero orgoglioso del proprio passato e soprattutto sognatore. “El Pepe” è diventato il presidente dell’Uruguay restando sempre fedele ai suoi ideali. Ma anche abbracciando la possibilità del cambiamento e della novità. Un sorprendente Emir Kusturica scava nell’eredità di José “Pepe” Mujica e ritrova in lui uno spirito affine con cui discutere il senso della vita da un punto di vista filosofico, politico e poetico. Presentato alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, il dolce ritratto di un uomo che per tutta la vita non ha mai smesso di lottare per far valere i propri ideali e realizzare desideri all’apparenza utopici.

Regia: Emir Kusturica – Sceneggiatura: Emir Kusturica – Da un idea di: Julián Kanarek, Andrés Copelmayer, Marcelo Carrasco – Fotografia: Leonardo Hermo – Montaggio: Svetolik Zajc – Distribuzione: I Wonder Pictures.

Guarda il trailer

10 gennaio 2020 “Let’s GatSwing! – Mini Swing Gang Band” al Gatsby Cafè

10 gennaio 2020 – ore 22,00

Gatsby Cafè

Let’s GatSwing! – Mini Swing Gang Band

Prendi due cantanti giovani, belle e cattive, un cantante chitarrista con la passione per i bassi, un folle pianista di ragtime e un batterista che suona anche senza batteria. E poi dagli un obiettivo: trovare e suonare lo Swing… anche quando non c’è! Oltre ai classici dello Swing, Ragtime&Jive, musiche e successi di ogni epoca riletti in chiave Swing…

Alice Albanese Ginammi – Voce
Cecilia Morrone – Voce
Lorenzo Mazzoni – Voce/Chitarra
Andrea Marano – Pianoforte
Daniele Russo – Batteria

:: FREE ENTRY ::

Apollo 11 Il programma fino al 15 gennaio 2020

PROGRAMMA FINO AL 15 GENNAIO:

Giovedì 9 Gennaio

ore 17.00 IL PARADISO PROBABILMENTE di Elia Suleiman (97 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.00 per Racconti dal Vero: A PIEDI NUDI di Christian Carmosino Mereu (52 min).
ore 20.00 Aperitivo a sostegno della campagna di Crowdfunding per IL PAESE DEGLI UOMINI INTEGRI di Christian Carmosino Mereu.
ore 21.00 per Racconti dal Vero: KOBARID (CAPORETTO) di Christian Carmosino Mereu (100 min).

Venerdì 10 Gennaio

ore 16.30 PEPE MUJICA – UNA VITA SUPREMA di Emir Kusturica (74 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 18.30 LA BELLE EPOQUE di Nicolas Bedos (110 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 IL PARADISO PROBABILMENTE di Elia Suleiman (97 min). Versione originale – Sott. ITA.

Sabato 11 Gennaio

ore 17.00 LA FATTORIA DEI NOSTRI SOGNI di John Chester (91 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.00 IL PARADISO PROBABILMENTE di Elia Suleiman (97 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 LA BELLE EPOQUE di Nicolas Bedos (110 min). Versione originale – Sott. ITA.

Domenica 12 Gennaio

ore 16.00 IL PARADISO PROBABILMENTE di Elia Suleiman (97 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 18.00 LA BELLE EPOQUE di Nicolas Bedos (110 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 20.30 PEPE MUJICA – UNA VITA SUPREMA di Emir Kusturica (74 min). Versione originale – Sott. ITA.

Lunedì 13 Gennaio

ore 18.00 IL PARADISO PROBABILMENTE di Elia Suleiman (97 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 20.00 Presentazione Libro INGMAR BERGMAN di Desiree Massaroni. A seguire IL SETTIMO SIGILLO di Ingmar Bergman. Versione restaurata in 4K nel 2018 da Svenska Filminstitutet.

Martedì 14 Gennaio

ore 19.00 LA FATTORIA DEI NOSTRI SOGNI di John Chester (91 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 LA BELLE EPOQUE di Nicolas Bedos (110 min). Versione originale – Sott. ITA.

Mercoledì 15 Gennaio

ore 19.00 PEPE MUJICA – UNA VITA SUPREMA di Emir Kusturica (74 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 IL PARADISO PROBABILMENTE di Elia Suleiman (97 min). Versione originale – Sott. ITA.