Archivi tag: Mercato Centrale

1 settembre 2020: Riapre il Mercato Centrale

Dal primo settembre 2020 riapre il Mercato Centrale a via Giolitti. Il nuovo orario di apertura è dalle 8,00 alle 22,30 di tutti i giorni.

E per festeggiare, fino all’8 settembre dalle 18 alle 20, la prima birra è gratis! 

12 febbraio 2020 Presentazione del nuovo numero di Limes “America contro Iran“ al Mercato Centrale

12 febbraio 2020 – ore 19,00

Presentazione del numero di Limes  “America contro Iran“.

Intervengono: Fabrizio Maronta (redattore, consigliere scientifico e responsabile relazioni internazionali di Limes) e Nicola Pedde (Direttore dell’Institute for Global Studies e Direttore della ricerca per il Medio Oriente presso il Centro Militare di Studi Strategici).

 

 

 

6 febbraio 2020 “Le donne contemporanne” al Mercato Centrale

6 febbraio 2020 ore 18,15

MERCATO CENTRALE

Le donne contemporannee

Giovedì 6 febbraio, per il format “6 contemporanea” dalle 18:15, nel nostro #SpazioFare organizziamo insieme a Le Contemporanee “Donne e media, oltre Sanremo c’è di più”: un incontro pubblico dedicato alle donne e al loro ruolo nei media di oggi.

Insieme per vedere la puntata di Sanremo.

Parteciperanno al dibattito:
▪️ Enrica Bonaccorti (conduttrice televisiva),
▪️ Giulia Blasi (scrittrice, conduttrice radiofonica),
▪️ Flavia Fratello (giornalista e conduttrice televisiva),
▪️ Mimma Gaspari.

Modera: Valeria Manieri, co founder Le Contemporanee

 

31 gennaio 2020 “Ridere di gusto” al Mercato Centrale

L’aperitivo al Mercato si colora di ironia con Ridere di gusto, il 31 gennaio alle 19:00 nello #SpazioFare.

Irriverente, satirico e fuori dagli schemi, una serata con Andrea Paone e gli ospiti speciali Luca Zesi, Konrad K. Schubert, Antonio Probo e Lorenzo Russo.

Che cosa è la stand-up comedy?
Un muro e davanti un attore con il microfono che si mette a nudo, senza filtri, censure o presenza della quarta parete.
Anche chi crede di non sapere cosa significa stand-up comedy sicuramente l’ha vista in tanti film e telefilm americani.
Il comico è in piedi — standing up — e fa i suoi monologhi con il microfono in cima all’asta.

Alle spalle ha un muro di mattoni, tipico dei localini newyorchesi, dove a partire dagli anni Sessanta, il cabaret inglese dei vaudeville e dei music hall si trasformò presto in un febbricitante laboratorio in cui mixare confessioni personali, senza censure e senza barriere, narrando la propria idea e il proprio punto di vista.

Aperitivo e show 15€

Per informazioni e prenotazioni
info.roma@mercatocentrale.it
+39 06 46202900

21 e 27 gennaio 2020 “Il buono scrivere” al Mercato Centrale

21 e 27 gennaio 2020 ore 18,30

Mercato Centrale – Spazio Fare

Il buono scrivere

Hai sempre voluto cimentarti nella scrittura creativa? Iscriviti ai mini-corsi gratuiti nati in collaborazione con la Scuola di scrittura Omero, la prima scuola di scrittura creativa fondata in Italia.

Appuntamento a martedì 21 e lunedì 27 gennaio per un mini-corso di scrittura creativa.

⭕️ Martedì 21 gennaio, dalle 18.30 alle 20.00, ci sarà il primo incontro con il docente Enrico Valenzi, fondatore e direttore della scuola Omero. Scopriremo le regole chiave per comporre racconti e i partecipanti verranno messi in condizione di scrivere le prime 15 righe di una storia breve. In aula ogni partecipante avrà la possibilità di leggere i propri testi e di ricevere i consigli più appropriati per sviluppare le storie e concluderle nel migliore dei modi.

⭕️ Lunedì 27 gennaio, dalle 18.30 alle 20.00, si leggeranno in aula tutti i testi realizzati per le ultime revisioni e definizioni dei racconti.

Durante i due incontri verranno letti modelli letterari contemporanei e classici per accendere l’immaginazione dei partecipanti e spingerli alle scelte creative più originali.

I migliori testi prodotti dagli allievi saranno pubblicati sulla rivista della scuola Omero MagO’
👉 https://www.omero.it/omero-magazine/docente

Laboratorio gratuito, posti limitati.
Per info e iscrizioni: scuola@omero.it.
06.58331402 – 349.4695283

20 gennaio 2020 Presentazione del nuovo numero di Limes “America contro tutti” al Mercato Centrale

20 gennaio 2020 ore 19,00

Mercato Centrale – Spazio Fare

presentazione del nuovo numero di Limes

America contro tutti

Lunedì 20 gennaio alle 19.00 nel nostro #SpazioFare,  presentazione del nuovo numero di Limes “America contro tutti”.

Allo stato attuale la superpotenza considera il caos uno strumento della sua azione, quando non ne intacca gli interessi strategici. E promuove una serie di interventi che sembrano rendere ogni interlocutore come un nemico.

Dal non interventismo al fine di ridurre il peso e la fatica imperiali, alla pretesa che i satelliti spendano di più per accedere al suo sistema.

Così gli Stati Uniti appaiono simultaneamente in lotta con Cina e Russia, Germania e Giappone, Turchia e Iran, Gran Bretagna e Australia, Canada e Corea del Sud, Venezuela e Messico, perfino Italia. Attraverso il contenimento, le azioni dimostrative, i dazi, le sanzioni.

Condizione geopolitica quasi ineludibile, ma che impedisce a clientes e antagonisti di smarcarsi dal dominio a stelle e strisce, difficilmente attaccabile.

Interverranno:
▪️ Lucio Caracciolo, direttore di Limes
▪️ Dario Fabbri, coordinatore America di Limes
▪️ Federico Petroni, consigliere redazionale di Limes

Per tutti i partecipanti. un bicchiere di vino offerto da noi.

5 dicembre 2019 Presentazione del nuovo numero di Limes “Cina-Russia, la strana coppia” al Mercato Centrale

Giovedì 5 dicembre alle 19.00 nello #SpazioFare, ci sarà la presentazione del nuovo numero di Limes, il 11/19, “Cina – Russia, la strana coppia”.

La doppia pressione di Washington avvicina Pechino e Mosca come mai prima. Gli effetti strategici di una non-alleanza

Interverranno:
▪️ Giorgio Cuscito, curatore del Bollettino Imperiale sulla Cina
▪️ Orietta Moscatelli, caporedattore esteri dell’agenzia askanews
▪️ Alberto de Sanctis, studioso di geopolitica dei mari

Per tutti i partecipanti. sarà offerto un bicchiere di vino.

28 novembre 2019 “Mangiatori di libri” al Mercato Centrale

28 novembre 2019 – ore 19,00

Mercato Centrale – Spazio Fare

Mangiatori di libri

Leggere Cinema – Una visita al Bates Motel

Amanti della letteratura, Letture Metropolitane vi aspetta al Mercato!

Dalla metro al nostro SpazioFare: “I mangiatori di Libri” è una serie di appuntamenti dedicati a presentazioni tematiche, durante le quali interverranno gli autori ed esperti del tema trattato.

📚 Leggere il cinema. Una visita al Bates Motel

Condurrà:
Flavia Capone, fondatrice di Letture Metropolitane e critico letterario.

Parteciperanno all’incontro:
Guido Vitiello , autore e giornalista di “Una visita al Bates Motel” Adelphi Edizioni
Emanuele Rauco, critico cinematografico.

26 novembre 2019 “Con le Mani” al Mercato Centrale

Martedì 26 novembre – 18:30 – Spazio Fare

Mercato Centrale

Con le mani

Con le mani” è tecniche artigianali e creatività.
Con le mani” è un laboratorio ideato in collaborazione con

Wave Market Fair e GEOGRAFICA.

📍 LA CIOTOLA DENTRO DI NOI 📍
Martedì 26 novembre – 18:30 – Spazio Fare
Racconti ed esplorazioni che portano all’esercizio sensoriale, per percepire l’argilla attraverso il tatto.
Scopri come modellarla!

👉 Il laboratorio è aperto a tutti, per iscriversi basta inviare una email a: info.roma@mercatocentrale.it.

11 novembre 2019 Apre il nuovo Ristorante di Davide Scabin al Mercato Centrale

11 novembre 2019

Mercato Centrale Roma

Apertura del nuovo ristorante “Scabeat”

Davide Scabin, parlando del nuovo progetto al Mercato Centrale Roma, ha dichiarato: “Ho in mente una cucina contemporanea, al passo con i tempi, dove ci saranno sicuramente la carbonara e l’abbacchio allo scottadito ma magari cotti sulla brace in pentole di ghisa utilizzando il Big Green Egg. Un metodo che ho già sperimentato al Mercato Centrale Torino”.

Il nuovo ristorante ricrea il perfetto connubio tra la tradizione tramandata dal passato e la cucina contemporanea, con piatti che richiamano e omaggiano la cucina piemontese adattandola alla romanità.


Dallo Studio 54 di New York, alla fine degli anni Settanta, ci passavano Andy Warhol e i Velvet Underground, Michael Jackson e Paloma Picasso, Elton John, Elizabeth Taylor e Madonna. La Hollywood degli anni d’oro, l’arte e il futuro della musica pop tutti insieme, all’interno di un teatro, con un solo obiettivo: fare scalpore. Non è un caso se ancora oggi lo Studio 54 è considerato iconico per via di momenti leggendari a cui ha dato vita, come quella volta in cui Bianca Jagger si presentò sulla pista da ballo su un cavallo bianco. Davide Scabin, invece, arriva in via Giolitti 36 munito di toma e tajarin a bordo di un taxi, varcando la soglia del Mercato Centrale Roma con l’idea di mescolare tempo, tradizione e cultura. Cos’è la cucina, dopotutto, se non una continua unione di ingredienti e conoscenza per dare vita a qualcosa di nuovo?

Il futuro è ciò che ci siamo dimenticati

Se gli ingredienti e le conoscenze finiscono nelle mani di Davide Scabin, genio e tecnica riescono a ricreare il perfetto connubio tra la tradizione tramandata dal passato e la cucina contemporanea. La tradizione viene recuperata, ma la tecnica è innovativa. Per capirci: la ricetta è quella della nonna, ma la ceramica del forno è quella della NASA. Il Piemonte incontra il Lazio, i piatti si reinventano, l’incontro è costruttivo, il risultato è innovativo. Scabeat provoca e stupisce, la fantasia è sfrenata come i party dello Studio 54, la sua cucina sfugge alle etichette facili come se fosse un beatnik squattrinato sulla 66; si libera dalle definizioni proponendo un passato che ritorna, ma sotto una veste sempre nuova.

La data di partenza è il 1968, anno di grandi rivoluzioni e cambiamenti. Qualunque cosa sia mai accaduta e qualunque cosa accadrà, siate pur certi che ricadrà sulla cucina. Le rivoluzioni passano anche per i fornelli, stravolgono le convenzioni. I fatti che raggiunsero il loro apice nel 1968, i movimenti radicali e le aspre critiche sociali, iniziarono ad attenuarsi lentamente mentre nei salotti nascevano i radical chic e la forte influenza della cucina francese volgeva al tramonto. Iniziava una nuova era per la cucina italiana, quella a cui Davide Scabin oggi guarda, seguendo un percorso a ritroso senza mai perdere di vista l’ingrediente più prezioso che si possa usare in cucina: l’amore. Quello delle nonne che, mattarello alla mano, hanno scolpito ricordi indelebili nelle menti delle generazioni a venire attraverso i loro piatti. Nessuno, meglio di loro, potrebbe giudicare il lavoro di Scabin e nessuno, meglio di Scabin, saprebbe avvalersi di un’eredità così preziosa per raccontare un futuro che ancora deve arrivare o che, forse, è già qui, proprio nella sua cucina.

Scopri il nuovo menu del ristorante, aprirà l’11 novembre alle 19.

Per prenotare invia un’e-mail a ristorante.roma@mercatocentrale.it o chiama il numero 06 46202989.
Il ristorante è aperto tutti i giorni a pranzo dalle 12 alle 16 e a cena dalle 19 a mezzanotte.