Archivi tag: San Giovanni

1 maggio 2022 Ritorna il “Concertone” a San Giovanni. Il piano della mobilità

Ritorna a Piazza San Giovanni il “Concertone” del 1 maggio dopo le vicissitudini degli ultimi due anni dovute alla pandemia.

Ecco la Line up della manifestazione

MARCO MENGONI, GO_A, CARMEN CONSOLI, ARIETE, LA RAPPRESENTANTE DI LISTA, LUCHÈ, COEZ, VENERUS, MACE feat. Rkomi, Venerus, Gemitaiz, Colapesce e Joan Thiele, PSICOLOGI, RANCORE, MARA SATTEI, WILLIE PEYOTE, BRESH, TOMMASO PARADISO, RKOMI, ORNELLA VANONI, ROVERE, FABRIZIO MORO, L’ORCHESTRACCIA, SINKRO, ENRICO RUGGERI, DEDDY e CAFFELLATTE, CLEMENTINO, MOBRICI, COMA_COSE, MAX PEZZALI, FASMA, BIGMAMA, MECNA, LE VIBRAZIONI, CLAVER GOLD, LUCA BARBAROSSA e EXTRALISCIO, ANGELINA MANGO, HU, NOTRE DAME DE PARIS, MR.RAIN, BANDABARDÒ & CISCO, VV.

Porteranno sul palco del Concertone i loro contribuiti il divulgatore scientifico BARBASCURA X, la giornalista FRANCESCA BARRA e l’attore CLAUDIO SANTAMARIA, la giornalista GIOVANNA BOTTERI, l’attore e regista MARCO PAOLINI, il giornalista RICCARDO IACONA, lo scrittore STEFANO MASSINI e il comico e conduttore televisivo VALERIO LUNDINI. Presenta AMBRA ANGIOLINI

Inoltre nel pomeriggio, sul grande palco di Piazza San Giovanni, si esibiranno anche i 3 vincitori di 1MNEXT 2022, il contest del Concerto del Primo Maggio che ogni anno, tra gli oltre mille iscritti, premia le migliori 3 proposte emergenti.

I 3 vincitori saranno selezionati durante la finale live che si terrà domani, 23 aprile 2022, a Roma a porte chiuse.

Questi i 10 finalisti di 1MNEXT 2022: CRISTIANA VERARDO (Lecce), FRAN E I PENSIERI MOLESTI (Torino), GIORGIENESS (Torino), GRETA PORTACCI (Lecce), JESS (Milano), MILLE (Milano), MIRA (Casapulla – CE), RUMBA DE BODAS (Bologna), SCRIMA (Roma) e VOLPE (Castelnuovo Garfagnana – LU).

Il vincitore assoluto del contest sarà infine proclamato durante il Concertone.

Maggiori informazioni sulla manifestazione

Ecco tutte le notizie che riguardono la mobilità della zona pubblicate sul sito di Romamobilità

Dalle prime ore della mattinata, sarà creata un’area di sicurezza, con accesso controllato, coincidente con i seguenti piani stradali: piazza di Porta San Giovanni, via Emanuele Filiberto (da via Domenico Fontana a piazza di Porta San Giovanni), viale Carlo Felice (da via Federico Sclopis a piazza di Porta San Giovanni), via Ludovico di Savoia (da via Emanuele Filiberto a via Conte Rosso) e via Umberto Biancamano (da via Emanuele Filiberto a via Conte Rosso).

Divieti di sosta, con ampio anticipo rispetto all’evento, su: piazza di Porta San Giovanni, via Emanuele Filiberto, viale Carlo Felice, via Umberto Biancamano, via Ludovico di Savoia, via Domenico Fontana e piazza San Giovanni in Laterano. Dalle 9 del mattino, previste chiusure al traffico su: piazza di Porta San Giovanni e piazza San Giovanni in Laterano, via Emanuele Filiberto, viale Carlo Felice, via Umberto Biancamano, via Ludovico di Savoia. Il traffico verrà deviato su via Amba Aradam, piazza San Giovanni in Laterano, via Merulana, via Nola, piazza e via Santa Croce in Gerusalemme, via Magna Grecia, piazzale Appio, via Appia e via La Spezia.

Per quel che riguarda il trasporto pubblico, dalle 8 e sino a fine servizio, saranno deviate su percorsi alternativi le linee 3 nav (che in realtà inizierà la deviazione già dalle prime corse del mattino), 16, 51, 81, 85, 87, 360, 590, 792. Nella notte tra domenica e lunedì, per le pulizie Ama, deviazione per le linee nMA, n3d, n3S, nMC. Cambio di itinerario, dalle 9, anche per le linee 218 e 665 gestite da Roma Tpl. In particolare, per quel che riguarda la linea 218 il capolinea di Piazza Porta San Giovanni verrà temporaneamente soppresso e la linea verrà esercitata in modalità circolare con capolinea unico in via Ardeatina (Padre Formato) mentre il capolinea della linea 665 verrà temporaneamente spostato presso l’impianto n. 70481 (via Magna Grecia). Qui i dettagli di tutte le deviazioni bus.

Sulla metro, dalle 15 è prevista la chiusura della stazione di San Giovanni, sia sulla metro A che sulla C. Aggiornamenti in tempo reale sulla piattaforma di comunicazione di Roma Servizi per la Mobilità, a cominciare da questo sito.

Per consentire l’organizzazione e lo svolgimento del concerto, a partire dalle 7 circa di domenica il parcheggio, e la relativa colonnina taxi, “San Giovanni” non sarà in servizio. Tornerà regolarmente in funzione dalle 7 di lunedì 2 maggio.

Il Laterano: Arte, Storia, Archeologia e Religione

Lo scorso  dicembre,  per precisa volontà di Papa Francesco, ha riaperto le porte al pubblico il Palazzo Lateranense. La notizia è stata riportata da molti giornali e notiziari con diversi  servizi specifici e ce ne siamo occupati anche noi in questo post. Ma tutta l’area del Laterano è un autentico scrigno di tesori archeologici , artistici, storici e religiosi.

Iniziamo  a proporvi due post apparsi in questi giorni di festa su Facebook e Twitter relativi al complesso della Scala Santa che cela nel suo interno il santuario del “Sancta Sanctorum” e all’esterno i resti dell’antico Triclinio Leoniano.

A breve pubblicheremo anche altri testi scientifici che trattano di alcuni aspetti specifici di questi monumenti

Dal 13 dicembre 2021 apre al pubblico il Palazzo Lateranense

cq5dam.thumbnail.cropped.1000.564Un luogo di storia, arte, cultura e religione apre al pubblico dal 13 dicembre 2021:  il Palazzo Lateranense. Per volontà di papa Francesco  si potrà  quindi visitare  questa fantastica dimora che per secoli è stata la “casa del vescovo di Roma”. Qui nel 1929 furono firmati i Patti Lateranensi.

Quasi tremila metri quadri, dieci sale, l’appartamento papale, la cappella palazzo1_78307517privata, lo scalone monumentale che porta direttamente nella basilica di San Giovanni in Laterano e il tavolo dove furono firmati i Patti Lateranensi. Per secoli residenza papale, prima che fosse trasferita in Vaticano, il Palazzo Lateranense apre le proprie porte ai visitatori.

La notizia è stata ripresa da diverse testate giornalistiche con dovizia di particolari ed immagini: ecco alcuni link di articoli e servizi relativi all’argomento

RAI News : Dentro il palazzo Lateranense che il 13 dicembre apre ai visitatori

Avvenire: Roma. Dal 13 dicembre apre al pubblico il Palazzo Lateranense, l’antica casa dei Papi

Il Corriere della Sera Roma: Roma, il Palazzo papale di San Giovanni in Laterano aperto alle visite

Vatican News: Tra fede e arte. Il Palazzo Lateranense apre al pubblico

Ed ecco le immagini di un servizio di TV2000 andato in onda il 7 dicembre

9 novembre: Dedicazione della basilica Lateranense

Ricorre l’anniversario della dedicazione della basilica di San Giovanni in Laterano (nome completo Papale arcibasilica maggiore cattedrale arcipretale del Santissimo Salvatore e dei Santi Giovanni Battista ed Evangelista in Laterano; in latino: Archibasilica Sanctissimi Salvatoris et Sanctorum Ioannis Baptistae et Ioannis Evangelistae in Laterano) in quanto fu consacrata da Papa Silvestro I il 9 novembre del 324 d.C.

San Giovanni in Laterano è la cattedrale di Roma, la Chiesa Madre e Capo di tutte le chiese di Roma e del mondo: così si legge su un bassorilievo fregiato, prima di entrare nella basilica.

Ricordiamo che oggi, 9 novembre 2021, il cardinale vicario Angelo De Donatis presiederà la Messa  Solenne alle ore 17.30. 

Per maggiori e più complete informazioni sulla storia millenaria della Basilica

20 dicembre 2020 Concerto di Natale nella Basilica di San Giovanni in Laterano in diretta televisiva e in streaming

Domenica 20 dicembre, alle ore 18.30, si svolgerà il tradizionale Concerto di Natale nella basilica di San Giovanni in Laterano. Il Coro della diocesi di Roma e l’orchestra sinfonica Fideles et Amati, di 24 elementi, diretti dal maestro monsignor Marco Frisina, eseguiranno i più celebri canti natalizi internazionali. L’evento, giunto ormai alla sua trentaseiesima edizione, è promosso dalla diocesi di Roma e organizzato da Nova Opera. Nella cattedrale di Roma sarà presente il cardinale vicario Angelo De Donatis, ma nel rispetto della normativa vigente sarà vietato l’accesso al pubblico. L’evento potrà essere seguito in diretta televisiva su Telepace (canale 73 e 214 in hd; 515 di Sky; 815 di tvsat) e in streaming sulle pagine Facebook della diocesi di Roma e del Coro della diocesi di Roma.

Il programma della serata prevede la lettura del Vangelo della Natività. Quindi Gloria da “Maria, madre del Signore”, “Tu scendi dalle stelle”, “Joy to the world”, “Adeste fideles”, “Tante schiere d’angeli”. Verrà poi proposto un medley europeo con “In notte placida”, “Il est né le divin Enfant”, “O Tannenbaum” e “O little town of Bethlehem”. Ancora, il Coro e l’orchestra eseguiranno “Hark the herald”, “Figlio mio”, “Deck the halls”, “Stille nacht”, “Jingle bells”, “Mele kalikimaka”, “Amazing grace”.

«Abbiamo dovuto ridurre il numero di elementi nel Coro e nell’orchestra per rispettare le norme sul distanziamento – sottolinea monsignor Frisina – ma la bella notizia è che anche quest’anno il Concerto di Natale ci sarà lo stesso. Il cardinale vicario ci tiene particolarmente; è un modo per dare un segno di speranza ed è ciò che vuole essere questo concerto. Un segno di speranza che arriva dentro le case di ciascuno, a ricordare che nonostante tutto il Natale è un momento di gioia, di stupore, è Dio che viene in mezzo a noi, a illuminare anche un momento così critico per tante famiglie. Un invito a non cedere alla malinconia e alla tristezza di questo periodo, uno sprone a tenere duro anche nelle difficoltà. Anche se non lo condivideremo in prima persona, condivideremo il Concerto attraverso i mezzi di comunicazione, come stiamo imparando a fare in questi ultimi mesi».

Villa Wolkonsky un altro dei tesori dell’Esquilino poco conosciuto, praticamente nascosto e chiuso al pubblico

Un articolo su Villa Wolkonsky tratto dall’account Facebook di “Appioh Appio e dintorni” con una fotografia d’epoca di rara bellezza con il panorama  della basilica di S. Giovanni in Laterano che era possibile ammirare da uno dei terrazzi della villa

Diverse immagini della villa le potrete ammirare su questo articolo del Messaggero (vedi)

La Scala Santa non solo luogo di culto ma anche eccezionale monumento storico e artistico

Alla fine del carnevale inizia, con il Mercoledì delle Ceneri, la Quaresima.

Come ogni anno la Scala Santa, in questo periodo, assurge a monumento simbolo della Cristianità e decine di migliaia di pellegrini (coronavirus permettendo, quest’anno) si recano ad assistere riti e pregare in un luogo simbolo della Passione di Cristo.

Nella locandina il programma del mercoledì delle ceneri e dei venerd’ di Quaresima

Ma la Scala Santa (con il Sancta Sanctorum e il Patriarco) non è solo un edificio di culto ma anche un luogo di eccezionale importanza da un punto di vista storico ed artistico.

Per quanto riguarda la storia di questo antico monumento rimandiamo ad un ottimo articolo di Giulia Grassi VEDI

In questo post pubblichiamo alcune stampe e un dipinto che testimoniano come già nei secoli scorsi  la Scala Santa fosse un luogo assai conosciuto e meta di numerosi pellegrini specie durante il periodo della Quaresima.

1

Giovanni Battista Falda (1643 – 1678)

VEDUTA DELLA SCALA SANTA E CAPPELLA DEL SANCTA SANCTORUM IN ROMA – 1665

“Portico donde si ascendono le scale sante et all’Oratorio di S. Lorenzo detto Sancta Sanc.torum. Architettura del cav. Domenico Fontana”


2

Bartolomeo Pinelli 1834


3

Scala Santa, nel 1890,incisione Abate A. Boulfroy Lille


4

L. Crepon, Penitenti alla Scala Santa, 1868


5

C.H Spurgeon 1874


6

Pierre Blaeu Mortier


7

Greuter Matthaus sec. XVII Triclinio Leoniano


8

Triclinio Leoniano Paul Letarouilly 1850

22 giugno 2019 “Festa di San Giovanni” all’Esquilino presso la Chiesa di San Vito

Il giorno 22 giugno, come di consueto, presso l”arco di San Vito rione Esquilino, avrà luogo la festa di San Giovanni. Gli abitanti del rione rinnovano tale tradizione con il concerto del Coro di Piazza Vittorio a cui seguirà un torneo di calcio balilla e immancabile la lumacata. Le danze di piazza Vittorio aggiungeranno un tocco folk unito alla tradizionalie musica romanesca e tanto altro ancora. Sarà inoltre aperta, in via eccezionale, la cripta della chiesa di San Vito.

 

1 maggio 2019: il concerto a San Giovanni, le chiusure al traffico, le deviazioni dei mezzi pubblici e i divieti di sosta

Scaletta del concerto del Primo Maggio 2019 a Piazza San Giovanni

Annunciata la line up dello del Concerto del Primo Maggio a Roma. Oltre ai big, ci sarà spazio per il contest dei gruppi emergenti che si esibiranno sul palcoscenico.

Presentano

Saliranno sul palco:

  • Noel Gallagher
  • Achille Lauro
  • Manuel Agnelli
  • Daniele Silvestri
  • Ghali
  • Carl Brave
  • Ex-Otago
  • La Municipàl
  • La Rappresentante di Lista
  • Pinguini Tattici Nucleari
  • Subsonica
  • Motta
  • Ghemon
  • Negrita
  • Anastasio
  • Bianco con Colapesce
  • Canova
  • Coma Cose
  • Eugenio in via di Gioia
  • Fast Animals Slow Kids
  • Omar Pedrini
  • Rancore
  • Gazzelle
  • Zen Circus

 

Dal sito muoversi a Roma

Le chiusure al traffico e le deviazioni bus

Mercoledì pomeriggio a piazza di Porta San Giovanni torna l’appuntamento con il “Concertone”. L’evento verrà seguito in diretta da RomaRadio, l’emittente di Roma Servizi per la Mobilità che trasmette nelle metro A e B/B1.

VIABILITA’ – Limitazioni al traffico scatteranno “a vista” nell’area compresa tra viale Carlo Felice (da via Sclopis a piazza di Porta San Giovanni), piazza di Porta San Giovanni e via Emanuele Filiberto (da via Fontana a piazza di Porta San Giovanni). I divieti di sosta, che scatteranno molto prima rispetto all’evento e alle chiusure al traffico, interesseranno: piazza di Porta San Giovanni, via Emanuele Filiberto (da via Fontana a piazza di Porta San Giovanni), viale Carlo Felice (da via Sclopis a piazza di Porta San Giovanni), via Ludovico di Savoia e via Biancamano (entrambe da via Emanuele Filiberto a via Conte Rosso), via Fontana e l’area di parcheggio al centro di piazza San Giovanni in Laterano.

TRASPORTO PUBBLICO – Per ragioni di sicurezza, le linee della zona saranno deviate già dalle prime corse del mattino di mercoledì, alle 5,30, e resteranno deviate per l’intera giornata.  Interessati il tram 3, le linee di bus diurne 16, 51, 81, 85, 87, 218, 360, 590, 665 e 792 e, nella notte tra mercoledì e giovedì, le linee di bus notturne n1, n10, n11 e n28. La Questura ha inoltre richiesto la chiusura “a vista”, sempre in base alle effettive necessità, delle stazioni San Giovanni e Manzoni della metro A.

Il tram 3, tra Porta Maggiore e viale Manzoni percorrerà via di Porta Maggiore, via Principe Eugenio, piazza Vittorio e via Emanuele Filiberto.

La 16, in arrivo da via Costamagna, da via La Spezia proseguirà su via Nola, via di Santa Croce in Gerusalemme, via Conte Verde, piazza Vittorio e piazza di Santa Maria Maggiore; in arrivo da via XX Settembre, invece, da piazza Vittorio proseguirà su via Conte Verde, via di Santa Croce in Gerusalemme, via Nola, via Monza, via Taranto, piazza Ragusa quindi il percorso abituale.

La 51, da via La Spezia continuerà su via Nola, via di Santa Croce in Gerusalemme, via Conte Verde, piazza Vittorio, via Emanuele Filiberto, viale Manzoni, via Labicana, di nuovo viale Manzoni e via di Santa Croce in Gerusalemme, quindi percorso su via Eleniana, piazzale Labicano, via Casilina, via Gallarate e piazza Lodi, dove la linea, una circolare, ha il suo capolinea.

La 81, tra via Magna Grecia e Porta Capena, in entrambe le direzioni percorrerà via Gallia, via Druso e viale delle Terme di Caracalla. La 85, tra via Taranto e via Labicana, verso entrambi i capolinea sarà deviata su via Nola, via di Santa Croce in Gerusalemme, piazza Vittorio, via Emanuele Filiberto e viale Manzoni. La 87, sia verso Colli Albani che in direzione di Prati, sarà deviata su via di Santa Croce in Gerusalemme e viale Manzoni.

Le linee 360 e 590, in arrivo da piazza Zama e Cinecittà, da via Appia proseguiranno per via Faenza, via Taranto, via Monza, Nola e via di Santa Croce in Gerusalemme. Da qui la 360 ritroverà il percorso abituale dopo essere passata per viale Manzoni e via Emanuele Filiberto mentre la 590 raggiungerà il consueto itinerario dopo aver percorso via Conte Verde e piazza Vittorio. Al ritorno, provenienti dai Parioli e da piazza Risorgimento, da piazza Vittorio i bus delle due linee proseguiranno su via Conte Verde e via di Santa Croce in Gerusalemme, via Nola e via Monza. Da qui la 360 continuerà su via La Spezia, piazzale Appio e via Magna Grecia,dove ritroverà il percorso abituale; la 590 invece passerà per via Aosta e quindi raggiungerà piazza Re di Roma riprendendo il consueto itinerario.

Infine la 792 sposterà il capolinea da piazza di Porta San Giovanni a via della Ferratella in Laterano. Una deviazione è prevista anche per le linee bus di Roma Tpl 218 e 665. In particolare la linea 218 verrà esercitata come circolare con capolinea unico in via Ardeatina (Padre Formato); e in direzione di via Magna Grecia percorrerà via Faenza, largo Brindisi, via La Spezia e piazzale Appio. Stessa deviazione per la linea 665. 

Nella notte tra mercoledì e giovedì, per consentire le pulizie Ama attorno a San Giovanni, saranno deviate le notturne n1, n10, n11 e n28. La n1, verso Battistini, dall’Appia proseguirà su via Faenza, via Taranto, via Monza, via Nola, via Conte Verde e piazza Vittorio. In direzione Anagnina, invece, da piazza Vittorio il percorso sarà su via Conte Verde, va di Santa Croce in Gerusalemme, via Nola, via Monza, via Aosta e piazza Re di Roma. La n10, da piazza Santa Croce in Gerusalemme proseguirà su via di Santa Croce in Gerusalemme, via Conte Verde, piazza Vittorio, via Emanuele Filiberto, viale Manzoni e quindi di nuovo sul consueto itinerario. La n11, da via Labicana continuerà sulla laterale di viale Manzoni, quindi via di Santa Croce in Gerusalemme e via Eleniana. La n28, sposterà la fermata di capolinea da Porta San Giovanni a via La Spezia (all’altezza del capolinea del bus 51).

23 giugno 2018 “Festa di San Giovanni” Arco di Gallieno – Via di San Vito

Festa di San Giovanni 2018

Programma socio-culturale

Ore 17.00 -18.00 Visita guidata alla chiesa di San Vito e all’area dell’antica Porta Esquilina – a cura dell’associazione Le danze di Piazza Vittorio

Ore 18.00 -19.00 Conferenza sulla condizione carceraria con la partecipazione di operatori e osservatori impegnati nella rieducazione con testimonianze di promotori di Semi di Libertà ONLUS dell’Associazione Nessuno Tocchi Caino, e religiosi impegnati nelle carceri

ore 19.00 – 20.00 Chiesa di San Vito – Coro di Piazza Vittorio e Piccolo Coro di piazza Vittorio diretti dal maestro Giuseppe Puopolo,

ore 20.30 -23.30  Sagrato della Chiesa di San Vito – a cura dell’associazione Le danze di Piazza Vittorio che eseguirà:

  • Musica, canto e danze della tradizione popolare italiana e internazionale
  • Canzoni popolari romane

Programma sociale e commerciale

a) Stand Caritas, con presenza di operatori e materiale divulgativo in distribuzione;
b) Stand Fondazione Empam
c) Stand Ass. Noi di Esquilino, Ass. Arco di Gallieno, Ass. Genitori Di Donato con materiale divulgativo circa le attività delle rispettive associazioni.
d) Distribuzione e vendita di prodotti dell’economia carceraria
e) Altri stand promossi e tenuti da operatori ed esercenti del rione

Programma gastronomico

– Riso, patate e cozze;
– Melanzane alla parmigiana;
– Polpette con pomodoro e basilico;
– Lumache come da tradizione;
– Sanpietrini (gelato semifreddo);
– vino, acqua, birra e pane.

I piatti sono preparati da Machiavelli’s club, Radici, Salotto Caronte, Ristorante da Mario, tutte realtà gastronomiche del rione Esquilino, così come il forno del pane, ovvero Roscioli. Per il vino ci aiuterà 8forwine distributore di vino della zona. La birra verrebbe dal birrificio “Vale la Pena” prodotta dai detenuti di Rebibbia, l’acqua in bottiglia dalla COOP di Via Guicciardini.