21 – 28 dicembre 2018 “Singolarità” Collettiva d’Arte Contemporanea allo Studio Medina

Fino al 28 Dicembre presso gli spazi Medina Roma la mostra dal titolo “Singolarità Collettiva d’Arte Contemporanea” che mette a confronto 4 artisti nella ricerca e nella tecnica.

http://www.medinaroma.com/events/singolarita-collettiva-darte-contemporanea/

Il pittore Alessandro Trani è celebre per i suoi surreali paesaggi marini. Il maestro Trani è un poeta che sottovoce, con una pittura discreta, metaformale, elegante ed essenziale, ci conduce in quella realtà parallela fatta di silenzi e di paradiso personale, nel quale il mare e gli elementi naturali fanno rivivere la vera identità dell’uomo e la riflessione lascia spazio ad un flow quasi ipnotico, che porta al viaggio dentro se stessi, il viaggio più importante per ogni essere umano.

Fabio Cicuto, anch’egli è pittore e la sua arte consiste nell’incontrare la percezione delle persone sul rappresentato, dai simboli al senso della memoria. Cicuto ricerca, cambia tecnica, individua forme che mutano nell’opera successiva. Con lui l’arte diventa un laboratorio eterno del nostro tempo.

Nicola Trani, fotografo, coglie con il suo occhio la singolarità nella moltitudine. Egli stesso dice: “… lo scorrere della vita davanti ai nostri occhi è un film irripetibile, unico. Lo strumento per raccordare la vita alle immagini è la fotografia.” Per Trani fotografare significa materializzare un pensiero visivo, modellarlo, trasfigurarne la visione; trasformare un attimo in un tempo infinito.

Lo scultore Elvino Motti crea sculture che tendono formalmente all’astrazione; forme spesso appena accennate oppure definite, che appaiono e svaniscono in un gioco di luci ed ombre. Le sue sculture sono fruibili fuori e dentro, si offrono totalmente. Sembra che “l’anima della materia”, che Elvino Motti ha sempre cercato di far emergere dalle sue opere, si manifesti nella sua pienezza, rendendo la scultura completa, oltre che d’un corpo, anche di un’anima.

Durante la serata di inaugurazione verrà presentato il libro “Destini Incrociati” di Roberta Costantini.

 

21 dicembre 2018 – Per “Buoni da leggere” è di scena il Panettone a Palazzo Merulana

Il Simposio del Gusto porta a Palazzo Merulana un ciclo di incontri “Buoni da leggere” in cui si discute, attraverso testi letterari, sul cibo e il mangiar bene.

“Buoni da leggere” è un modo di reinterpretare il nostro rapporto quotidiano con l’alimentazione, e iniziare un ragionamento per educare o rieducare il gusto.

Secondo appuntamento del ciclo è a tema natalizio! Venerdì 21 dicembre, alle 18.30 portiamo in scena il Panettone!

Il Panettone è il dolce tradizionale del Natale in tutto il mondo. Molto spesso gran parte della produzione industriale è solo una copia contraffatta di questo autentico simbolo della nostra pasticceria in tutto il mondo. L’originale ha pasta lievitata soffice, è ricco di uova e burro, con uvetta, cedro e scorza d’arancia canditi, con una lunga lievitazione naturale, che li rende unici e digeribili, senza conservanti e additivi. I panettoni artigianali nascono dalla sapienza e dalla pazienza del pasticciere. Un prodotto talmente buono che Il Gastronauta Davide Paolini è impegnato da anni per la sua destagionalizzazione.
Partendo dal racconto delle sue origini e della sua storia, grazie all’intelligente volumetto di Giorgio Valagussa, Il Panettone prima del Panettone, Guido Tommasi Editore, saranno due artigiani romani – Le Sorelle Giordano e la Pasticceria Belsito- a raccontare e descrivere i loro prodotti in tutti i loro aspetti (materie prime, lievitazione, cottura, ecc.).

Poiché il Panettone è un prodotto molto eclettico che si presta a diverse interpretazioni, i nostri maestri pasticcieri, racconteranno e faranno assaggiare alcune loro particolari versioni del dolce natalizio, guidando i presenti ad una degustazione guidata. Per sfatare un altro luogo comune, la degustazione sarà accompagnata da un calice di Moscato d’Asti.

Sarà l’occasione per salutare i nostri affezionati amici nella bella cornice di Palazzo Merulana augurandoci un 2019 pieno di nuove e iniziative e appuntamenti.

Venerdì 21 dicembre 2018
Ore 18.30
Sala Attico

Modalità di partecipazione
Ingresso libero fino ad esaurimento posti
info@palazzomerulana.it
+39 06 39 967 800
www.palazzomerulana.it

Gli orari per le Festività Natalizie al Palazzo Merulana

21 dicembre 2018 “Djazzvan Trio – Jazz do Brasil : Bossa, Choro, MPB” al Gatsby Cafè

21 dicembre 2018 – ore 21,00

Gatsy Cafè

Djazzvan Trio – Jazz do Brasil : Bossa, Choro, MPB

Djazzvan project nasce poco più di un anno fa, dopo anni di silente e feconda gestazione, da un’idea di Marco Ricciardi (il cantante, chitarrista e arrangiatore del progetto) e dall’incontro di tre generazioni di musicisti dai percorsi artistici diversi e originali, accumunati però da una magnifica “consonanza” elettiva per la musica brasiliana e per l’improvvisazione vocale e strumentale.
Un progetto giovane con già all’attivo numerosi concerti in club e rassegne; un itinerario intimo, dalle sonorità acustiche, che rivisita i brani composti (o interpretati) dal cantautore brasiliano Djavan nella sua pluridecennale carriera, ma che allarga le sue perlustrazioni sonore nel repertorio di altri grandi autori della Bossa nova, dello Choro e della MPB come Jobim, Caetano Veloso, Ivan Lins, Pixinguinha, Cartola, ecc.

Marco Ricciardi: voce e chitarra
Alberto D’Alfonso: flauto
Umberto Vitello: percussioni

21 dicembre 2018 Concerto di Natale del Coro di Piazza Vittorio presso la Chiesa di San Vito

Ecco il tradizionale concerto di Natale proposito dal Coro di Piazza Vittorio con gli adulti, i più piccoli e da quest’anno il nascente coro giovanile. Insieme ai canti natalizi tradizionali, sarà eseguito il Te Deum di W. A. Mozart, un’opera tradizionalmente prevista per l’ultimo giorno dell’anno… qui con qualche giorno di anticipo. Il Concerto è gratuito ed è accolto nella splendida chiesa di San Vito a via di San Vito. Il concerto è diretto ed accompagnato al pianoforte da Giuseppe Puopolo