Apollo 11: il programma fino al 27 giugno 2017

PROGRAMMA FINO AL 27 GIUGNO:

Giovedì 22 giugno

  • ore 21.00 Per Racconti dal Vero: METTI UNA SERA A CENA CON PEPPINO di Antonio Castaldo (65 min)

Venerdì 23 giugno

  • ore 21.00 DUE UOMINI QUATTRO DONNE E UNA MUCCA DEPRESSA di Anna Di Francisca (95 min)

Sabato 24 giugno

  • ore 20.00 DUE UOMINI QUATTRO DONNE E UNA MUCCA DEPRESSA di Anna Di Francisca (95 min)
  • ore 22.00 DUE UOMINI QUATTRO DONNE E UNA MUCCA DEPRESSA di Anna Di Francisca (95 min)

Domenica 25 giugno

  • ore 21.00 DUE UOMINI QUATTRO DONNE E UNA MUCCA DEPRESSA di Anna Di Francisca (95 min)

Lunedì 26 giugno

  • ore 21.30 Per Racconti dal Vero: HARRY’S BAR di Carlotta Cerquetti (54 min)

Martedì 27 giugno

  • ore 21.00 DUE UOMINI QUATTRO DONNE E UNA MUCCA DEPRESSA di Anna Di Francisca (95 min)

Ingresso con tessera associativa Apollo 11
(sottoscrivibile in loco)

Per prenotazioni booking@apolloundici.it

Le prenotazioni dovranno essere convertite in biglietti presso la biglietteria almeno 30 minuti prima dell’inizio dell’evento.
La prenotazione non convertita non dà diritto di accesso all’evento.

23 giugno 2017. Quest’anno la festa di San Giovanni si festeggia a San Vito

FESTA DI SAN GIOVANNI
23 giugno, Via di San Vito, Arco di Gallieno (Rione Esquilino) con Patrocinio del Municipio Roma I Centro
Un gruppo di associazioni e privati cittadini del Rione Esquilino daranno di nuovo vita, a partire da questanno, ad una delle feste popolari rionali più antiche di Roma storicamente più amate e più partecipate, la Festa di San Giovanni.
La location scelta per questanno è il delizioso spiazzo anti e retrostante l’antico Arco di Gallieno, altresì detto Porta Esquilina e la Chiesa dei Ss. Vito e Modesto.
La Festa è ispirata ai temi della convivialità e della solidarietà, saranno infatti ospitati gli stand di Caritas e del camper InformaSalute e delle Associazioni Noi di Esquilino, Arco di Gallieno, Genitori Di Donato costantemente impegnate anche sul recupero del territorio e gli introiti della serata saranno destinati allAssociazione Genitori Scuola Di Donato (scuola molto impegnata nel sociale e sensibile al tema della multiculturalità visto che gli alunni della stessa rappresentano tutte le etnie presenti nel territorio) che in occasione della serata illustrerà il progetto di doposcuola portato avanti.
Il Programma culturale prevede a partire dalle 19 (inizio ufficiale della festa) allinterno della chiesa di San Vito lesibizione del Coro di Piazza Vittorio, diretto dal maestro Giuseppe Puopolo, con la partecipazione del Piccolo Coro di Piazza Vittorio di due brani molto suggestivi,  Requiem di Gabriel Fauré e Little jazz mass di Bob Chilcott.
Dalle ore 20.30 alle 23.30 nello spazio antistante la Chiesa di San Vito, musica e canto di accompagnamento di danze popolari della tradizione italiana, a cura dellassociazione Danze di Piazza Vittorio e pezzi di musica popolare italiana con voce e musica di accompagnamento.
Per tutta la durata della festa i partecipanti potranno godere della vista delle suggestive immagini della mostra fotografica allestita a cura dell’Associazione Roma Sparita e, ricordando che quella è anche la Notte delle streghe, la Strega Avrahkadabra, tra riti e sibille, mescolerà nel calderone fumante messaggi e previsioni da dare ad adulti e bambini e si faranno letture inerenti al tema delle streghe, mentre una simpatica Stregona gonfierà palloncini per tutti i bambini, quelli di oggi e quelli di una voltae poi ci saranno le sorprese, quelle da scoprire durante levento!
Le lumache poiloro sono tra le protagoniste della Festa di San Giovanni. Come da tradizione sono diventate il piatto popolare della festa ma non saranno da sole! Un ricco e variegato programma gastronomico, davvero per tutti i gusti e regimi alimentari, delizierà i palati dei partecipanti rendendo questa serata lemblema della convivialità.
La parte gastronomica è a cura di: Machiavellis club, Pizzicheria salentina Radici, Salotto Caronte, Ristorante da Mario, tutte realtà gastronomiche del rione Esquilino, così come il forno del pane, ovvero Panella. Per il vino la Fattoria CapalBio (il vino toscano prodotto da abitanti del Rione Esquilino) mentre la birra viene dal birrificio Plurale. Ci saranno inoltre i famosi Sanpietrini della gelateria Fassi.
Info
Emanuela Ciná ufficio stampa
3921216678