Un’altra area archeologica dell’Esquilino (l’acquedotto Anio Vetus) in uno stato di abbandono vergognoso

Questa presentazione richiede JavaScript.

LETTERA INVIATA DAI COMITATI FIRMATARI AI FUNZIONARI DELLA SOVRINTENDENZA RESPONSABILI DELL’AREA VERDE ARCHEOLOGICA IN PIAZZA PEPE

Buongiorno, sono terminati i lavori di ripristino dei confini. Il risultato è nelle foto:
Faccio notare che l’area è stata sommariamente sfalciata ma non pulita. La recinzione forzata di lato alla cabina Acea piccola non è stata riparata. ( foto di un cittadino che la indica ) La riparazione a confine con la recinzione Acea in ferro battuto è fragile ed insufficiente.
Il tutto è vergognoso.
Chiedo se sovrintendere significa questo.
Avete contribuito a rendere un luogo di interesse archeologico una vergogna.
Mi scuso per non sapere articolare con espressioni più adeguate dal punto di vista normativo le mancanze di servizio di cui sono spettatore, ma chiederò a persone più esperte di me di aiutarmi in tal senso.
Saluti
Gennaro Berger
Per i Comitati:

Esquilino Vivo
Esquillino in comune
Abitanti via Giolitti
Arco di Gallieno
Cielo sopra Esquillino
Associazione Piazza Dante
Esquilino Basket

1 giugno 2019 “Antonio Floris Trio – Standard Jazz and late night Jam Session!” al Gatsby Cafè

1 giugno 2019  ore 22,00

Gatsby Cafè

Antonio Floris Trio – Standard Jazz and late night Jam Session!

 

Il trio nasce all’interno delle mura del conservatorio Santa Cecilia. Antonio Floris alla chitarra, Alessandro Bintzios al contrabbasso e Luca Gallo alla batteria.
Le direzioni musicali differenti ma non parallele dei tre musicisti portano un mix di hardbop e jazz contemporaneo, proponendo repertorio che va dai classici standards ad artisti come Wayne Shorter, Sam Rivers, Miles Davis e tanti altri.