“Cinema di Stelle II edizione” a Palazzo Merulana: il programma fino al 12 agosto 2019 “Cinema dell’Invisibile”

Dal 12/07/2019 al 31/08/2019

Palazzo Merulana

Cinema di Stelle

Torna a Palazzo Merulana Cinema di Stelle, con una seconda edizione ricca di appuntamenti, con  quattro differenti rassegne: Fuorinorma Extra/Programma di Corti sperimentali, la via neo-sperimentale del cinema italiano, il Nordic Film Fest dedicato alla cinematografia dei Paesi Nordici, il Cinema dell’Invisibile delle proiezioni e incontri con gli autori, e per finire Festival Balz – I film in esilio, una selezione ricercata di lungometraggi.
Il meglio del panorama cinematografico indipendente si riunisce a Palazzo Merulana per scoprire un cinema di valore, non convenzionale, sognando sotto gli astri di Roma.

Il Programma fino al 12 agosto 2019

Programma delle proiezioni da giovedì 1 a lunedì 12 agosto

Giovedì 1 agosto

  • Arrivederci Saigon di Wilma Labate, Italia 2018,  1h 20′
    “Le Stars” sono cinque adolescenti italiane, che negli anni sessanta formarono una band di rhythm and blues tutta al femminile. La loro avventura iniziò quando da Piombino, improvvisamente, si ritrovarono in Vietnam a suonare per i soldati americani impegnati nella guerra.

Venerdì 2 agosto

  • Blue Kids di Andrea Tagliaferri, Italia 2017, 1h 15’
    Un fratello e una sorella, inseparabili ma soli. Un’eredità attesa e poi svanita. Il confine tra la consapevolezza delle proprie azioni e la totale incoscienza di sé. Un gesto folle li porterà su una strada senza ritorno.

Sabato 3 agosto

  • La terra dell’abbastanza di Damiano & Fabio D’Innocenzo, Italia 2018, 1h 35′
    Mirko e Manolo sono due amici che vivono nella periferia di Roma; sono poveri, vivono di lavori occasionali e sognano un futuro migliore. Nel corso di una notte brava uccidono un uomo, sono arruolati dalla malavita locale, e la loro vita cambia radicalmente.

Domenica 4 agosto

  • L’eroe di Cristiano Anania, Italia 2018, 1h 30′
    Giorgio, un mediocre ma ambizioso giornalista, viene trasferito in una redazione di provincia. Gli viene affidata un’inchiesta sullo sconvolgente rapimento del piccolo nipote di un’importante imprenditrice locale. In questa nuova dimensione di vita Giorgio troverà l’amore e il suo riscatto.

Lunedì 5 agosto

  • L’uomo che non cambiò la storia di Enrico Caria, Italia 2016, 1h 17′
    Nel 1938 Ranuccio Bianchi Bandinelli, esperto di arte romana e padre della moderna archeologia, fu scelto dal regime fascista per accompagnare in musei e siti archeologici Mussolini e Hitler, durante la visita in Italia di quest’ultimo. Il regime andava fiero del professore, non sapendo che era un convinto antifascista.

Mercoledì 7 agosto

  • La notte è piccola per noi di Gianfrancesco Lazotti, Italia 2016, 1h 30′
    Il sabato sera una band suona per donne e uomini che si danno appuntamento in una balera. Sulla grande pista da ballo seguiamo le loro danze e le storie che si concedono, sperando tutti in un’occasione.

 

Giovedì 8 agosto

  • Ricordi? di Valerio Mieli, Italia 2018, 1h 46′
    Una grande storia d’amore, raccontata attraverso i ricordi distorti dagli stati d’animo. Il viaggio di due persone, prima unite e poi divise, prima felici e poi infelici, prima innamorate tra loro e poi innamorate di altri, visto come un unico flusso di colori ed emozioni attraverso lo sguardo di lui, malinconico, e quello di lei, allegro e ancora incantato.

Venerdì 9 agosto

  • Conversazioni atomiche di Felice Farina, Italia 2018, 1h 24′
    Tra ontheroad e commedia scientifica, un film per dimostrare che la relatività e la meccanica quantistica possono essere spiegate a chiunque. Un invito a guardare più da vicino nelle vite di chi si pone domande in nome della Conoscenza.

Sabato 10 agosto

  • Sicilian Ghost Story di Fabio Grassadonia & Antonio Piazza, Italia 2017, 2h 2’
    Giuseppe, un ragazzino di tredici anni, scompare. Luna, una sua compagna di classe innamorata di lui, non si rassegna alla misteriosa sparizione. Si ribella al clima di omertà e complicità che la circonda e, pur di ritrovarlo, affronta la foresta siciliana e discende nel mondo oscuro che lo ha inghiottito.

Domenica 11 agosto

  • Bianco di Roberto Di Vito, Italia 2010, 1h 22”
    Un brutto risveglio in un “limbo” bianco.  La scoperta di essere prigionieri, mani e piedi legati, di essere stati rapiti senza un perché. Riflessioni rivestite di bende candide.
    Solitudine e desiderio di serenità in luoghi lontani. Sogni, ricordi, attese, rimpianti, incubi, nostalgia: tutto immerso in una gabbia opalescente.

Lunedì 12 agosto

  • Saremo giovani e bellissimi di Letizia Lamartire, Italia 2018, 1h 32’
    Isabella, una pop star che anni prima ha avuto un solo successo, si esibisce insieme a Bruno, il figlio chitarrista. Bruno è nato quando Isabella, che ha dovuto crescerlo da sola, aveva solo diciotto anni. Madre e figlio condividono una vita in cui i ruoli sono molto confusi. L’arrivo parallelo nelle loro vite di Arianna e di Umberto metterà in pericolo l’equilibrio di “coppia” e li costringerà a rivedere tutti i rapporti.


Biglietto Unico 7 €

Il biglietto dà diritto alla proiezione e ad un calice di vino.
Prenotazione consigliata al numero +39 06 39967800
Diritti di prenotazione 2.00 €  | online

 

 

 

31 luglio 2019 “Omaggio a Ugo Gregoretti” serata speciale al Palazzo Merulana

Mercoledì 31 luglio
Omaggio a Ugo Gregoretti

Serata speciale

Presenti familiari ed amici del regista recentemente scomparso
Modera Tino Franco 

La storia sono io, appunti per un film in nuce, Italia 2013, prod. Nel Blu Studios – Achab Film
Scritto e diretto da Ugo Gregoretti
Il 25 ottobre 2013 iniziava l’attività dell’associazione culturale Nel Blu Studios con la produzione di un filmato promozionale per illustrare alla RAI ed al MiBAC il progetto del film “La storia sono io” di Ugo Gregoretti, tratto dalla sua auto-biografia. Il film non fu mai realizzato, ma questo breve filmato resta la testimonianza del desiderio di Gregoretti di realizzare un’opera autobiografica, un affresco, in forma di provino, della sua vita privata. Il lavoro di preparazione, che coinvolse per più di tre anni l’associazione Nel Blu Studios, ci permise di apprezzare anche la persona oltre al personaggio.

Ugo Gregoretti racconta Lungo le rive della morte, 30′, Italia 2016, prod. Nel Blu Studios
Testimonianza raccolta da Tino Franco
Ugo Gregoretti ci accompagna nel processo creativo del cortometraggio “Lungo le rive della morte”. La lettura del dramma, condotta come una “diretta” dai luoghi della catastrofe, mette a confronto la diaspora di tanti calabresi costretti a lasciare la loro terra per cercare un futuro nel Nord Italia e l’esodo di tanti profughi e migranti che oggi attraversano il Mediterraneo per raggiungere il Nord Europa con la speranza di una vita migliore.

Lungo le rive della morte, episodio tratto dal film Scossa, 30′, Italia 2011, prod. Paco Cinematografica
Scritto e diretto da Ugo Gregoretti
“Lungo le rive della morte” è tratto dal reportage del poeta e romanziere Giovanni Cena, inviato della rivista “La Nuova Antologia” sulle coste calabresi in occasione del tragico terremoto del 1908 che distrusse non solo Messina, ma anche Reggio Calabria.
Il giorno dopo il terremoto lo scrittore si mise in viaggio e per dieci giorni esplorò la costa ionica, documentando il dramma pressoché “in diretta”, raccogliendo testimonianze dal vivo tra le macerie ancora fumanti. Intervistando i testimoni Cena anticipò le modalità del giornalismo contemporaneo realizzando quello che oggi diremmo “un servizio giornalistico d’attualità”. Gregoretti mette in scena la cronaca di Giovanni Cena come un immaginario servizio televisivo del 1908.

Partecipazione gratuita alla serata

Via Merulana, 121

00185 Roma

tel. 063996 7800

Le Mura e le Porte di Roma Antica e Rinascimentale

Il Pinolo

Nella mappa le mura e le porte di Roma Antica e Rinascimentale.

gate markerPorte delle mura aureliane
gate markerPorte delle mura serviane
gate markerPorte delle mura leonine
gate markerPorte delle mura papaline rinascimentali

Le mura Aureliane sono ancora esistenti per i due terzi; quelle rinascimentali dei Papi sono quasi completamente integre; nella mappa in nero sono segnati i tratti distrutti più evidenti; le mura Serviane sono invece quasi scomparse ed in rosso sono segnati i pochi resti sopravvissuti visibili negli spazi pubblici (perlomeno quelli che mi sono noti) e alcuni di quelli rinvenuti negli scantinati delle case costruite dal Rinascimento al XX secolo; le fondamenta del muro esistono ancora per lunghi tratti, sepolte sotto la città moderna.

Le mura di Roma

La prima difesa muraria di Roma è attribuita da Livio ed altri autori alla cinta intorno al colle Palatino risalente alla fondazione di Romolo (murus Romuli); oltre questa prima fortificazione Roma…

View original post 4.705 altre parole

1884 – una proposta per i”Trofei di Mario” a Piazza vittorio

Dall’account facebook “L’Esquilino com’era, com’è” di Carmelo Giuseppe Severino


Nel dicembre 1884, prima che si realizzasse il giardino centrale, ci fu chi propose di “accorciare” piazza Vittorio Emanuele, “almeno sino alla via Mamiani”, riducendola ad un quadrato per annullare così “la pretesa magnificenza (…) cioè la sua inutile vastità” perché “l’eccedenza non è mai perfezione” e quando la “vastità di un luogo non ha ragione che possa giustificarla diviene un errore”.
La proposta nasceva per fare in modo che il monumento a Vittorio Emanuele, che qualcuno proponeva di spostare in Campidoglio, potesse invece essere eretto nella piazza dove era stato pensato sin dal primo momento.
Con questa soluzione, inoltre, i Trofei di Mario, “scheletro della antica magnificenza romana”, separati spazialmente sarebbero spariti anche visivamente “dalla superficie della piazza eletta” e seppure monumento “malconcio e devastato”, avrebbe potuto mantenersi “integro nella sua dignità di rudere archeologico”

Firenze si è opposta al McDonald’s in centro A Roma, al Pantheon, tutto può diventare fast food?

Emergenza Cultura

 Indispensabili piano per il decoro e vincolo generale

Roma, non c’è più argine al peggio. Dopo piazza di Spagna, Borgo Pio e Corso Rinascimento, McDonald’s conquista altri luoghi fondamentali della Grande Bellezza di Roma omologandola

View original post 513 altre parole

27 luglio 2019 “Santiago, Italia” all’Apollo 11

presenta
27 luglio 2019 ore 21,30

Spazio Apollo 11

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma
Italia, 2019, 80 min.

 

Dal settembre 1973, dopo il colpo di stato del generale Pinochet, l’ambasciata italiana a Santiago ha ospitato centinaia e centinaia di richiedenti asilo.
Attraverso interviste ai protagonisti si racconta la storia di quel periodo drammatico, durante il quale alcuni diplomatici italiani hanno reso possibile la salvezza di tante vite umane.


Regia: Nanni Moretti – Suono in presa diretta: Boris Herrera Allende, Alessandro Zanon – Fotografia: Maura Morales Bergmann – Montaggio: Clelio Benevento – Produzione: Nanni Moretti, Jean Labadie Gabriela Sandoval Carlos Nunez – Distribuzione: Academy Two.
Il trailer

26 luglio 2019 “Selfie” all’Apollo 11


presenta
venerdì 26 luglio ore 21.30

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

Francia/Italia, 2019, 78 min.

Berlinale 2019 – Sezione Panorama
Salina DOC Fest – Premio Lady Wilmar – Finestra Sul Mediterraneo
Luxembourg City Film Festival – Best Documentary

al termine della proiezione
incontro con

il regista
AGOSTINO FERRENTE

con incursioni musicali
a cura degli autori delle musiche del film
CRISTIANO DE FABRITIIS
ANDREA PESCE

in collaborazione con
VALERIO VIGLIAR

Un gesto compulsivo universale si fa forma artistica, riflessione ma soprattutto
film di grande divertimento (…) per il trasporto emotivo che trasmette”
Silvana Silvestri – Il Manifesto

“Lirismo e invenzioni. Un monito e una speranza. Per Napoli e per il cinema”
Fabio Ferzetti – L’Espresso

“Prendete Rossellini, degli adolescenti non attori e dei buoni cellulari:
e avrete un’idea di che film strano e bello ha fatto Agostino Ferrente”
Mario Sesti – Huffington Post

“Un’opera come Selfie di Agostino Ferrente accende sia Napoli che il cinema di una luce nuova”
Daria Bignardi – Vanity Fair

“Un film importante per il cinema italiano e non soltanto”
Emiliano Dal Toso – Ciak

“Poetico, divertente, commovente, sempre ‘vero'”
il Sole 24 Ore

“Di sicuro un film che non lascia indifferenti”
Michele Anselmi – Cinemonitor

“Un antidoto per andare oltre le scorciatoie e gli stereotipi per raccontare Napoli”
Emiliano Morreale – La Repubblica

“Un’opera forte. Un film piccolo, confidenziale, vivo e resistente”
Federico Pontiggia – Il Fatto Quotidiano

“Imperdibile, la prova che, oltre Gomorra, c’è vita”
Fulvia Caprara – La Stampa

“Per chi cerca un film che scavi nella realtà”
Paolo Mereghetti – Io Donna – Corriere della sera

“Un film bellissimo, emozionante, commovente. Da vedere assolutamente”
Alberto Crespi – CSC- Notizie dal Centro

“Penetrante e commovente”
Boyd van Hoeij – The Hollywood Reporter

“Originale e coinvolgente. due fantastici protagonisti”
Jessica Kiang – Variety

“Una delle cose più belle e vive della Berlinale”
Arianna Finos – La Repubblica

“Innovativo… un territorio inesplorato quanto seducente”
Annamaria Pasetti – Il Fatto Quotidiano

“Vero e nuovo. Un film straordinario”
Goffredo Fofi – Internazionale

[www.apolloundici.it/Mail/SELFIE.pdf]Sinossi e Crediti

il trailer

Apollo 11 Il programma fino al 31 luglio 2019

PROGRAMMA FINO AL 31 LUGLIO:

Giovedì 25 Luglio

ore 19.30 per Racconti dal Vero: SELFIE di Agostino Ferrente (78 min).
ore 21.30 TUTTI PAZZI A TEL AVIV – TEL AVIV ON FIRE di Sameh Zoabi (97 min). Versione originale – Sott. ITA.

Venerdì 26 Luglio

ore 19.30 TUTTI PAZZI A TEL AVIV – TEL AVIV ON FIRE di Sameh Zoabi (97 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.30 per Racconti dal Vero: SELFIE di Agostino Ferrente (78 min).

Sabato 27 Luglio

ore 17.00 TUTTI PAZZI A TEL AVIV – TEL AVIV ON FIRE di Sameh Zoabi (97 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 19.00 per Racconti dal Vero: SELFIE di Agostino Ferrente (78 min).
ore 21.00 per Racconti dal Vero: SANTIAGO, ITALIA di Nanni Moretti (95 min).

Domenica 28 Luglio

ore 17.00 per Racconti dal Vero: SANTIAGO, ITALIA di Nanni Moretti (95 min).
ore 19.00 per Racconti dal Vero: ROMA GOLPE CAPITALE di Francesco Cordio (109 min). In presenza dell’autore.
ore 21.30 per Racconti dal Vero: SELFIE di Agostino Ferrente (78 min).

Lunedì 29 Luglio

ore 19.30 TUTTI PAZZI A TEL AVIV – TEL AVIV ON FIRE di Sameh Zoabi (97 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.30 ROTTA CONTRARIA di Stefano Grossi (76 min). In presenza dell’autore.

Martedì 30 Luglio

ore 19.30 TUTTI PAZZI A TEL AVIV – TEL AVIV ON FIRE di Sameh Zoabi (97 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.30 per Racconti dal Vero: SELFIE di Agostino Ferrente (78 min).

Mercoledì 31 Luglio

ore 19.30 per Racconti dal Vero: SELFIE di Agostino Ferrente (78 min).
ore 21.30 per Racconti dal Vero: SANTIAGO, ITALIA di Nanni Moretti (95 min).

24 luglio – 27 agosto 2019 “Stend/Art” all’Acquario Romano

il progetto StendArt dell’associazione Arco di Gallieno che nel 2018 ha visto l’esposizione, sotto i portici di Piazza Vittorio Emanuele II, di 28 stendardi prodotti da artisti dell’Esquilino, dopo il successo di questa mostra, approda alla Casa dell’Architettura a piazza Manfredo Fanti! L’inaugurazione è fissata per il 24 luglio alle ore 18,30. Gli stendardi rimarranno in esposizione all’interno dell’Acquario fino a fine agosto.

23 luglio 2019 “Le danze di Piazza Vittorio – Gli organetti” al Parco di via Carlo Felice

Martedì 23 luglio alle 19.30, nei giardini di Carlo Felice, una nuova sonata de Le Danze di Piazza Vittorio: stavolta la protagonista è la fisarmonica diatonica, nota agli amici come organetto…

continua