Archivi tag: Riqualificazione

I diversi progetti che partiranno nel 2020 nel Rione Esquilino – #1 La ristrutturazione della ex Zecca di Stato

Di tutti i progetti che sono stati presentati in questi ultimi tempi,  quello della ristrutturazione dell’ex Zecca di Stato a via Principe Umberto è sicuramente il più ambizioso ed importante nell’ottica della riqualificazione del Rione Esquilino. Un centro culturale così vasto, così particolare, così interessante ha pochi altri esempi al mondo anche nei paesi all’avanguardia nell’offrire spazi per la cultura.

Lo scorso 20 dicembre nella splendida cornice dell’Acquario Romano in occasione del convegno promosso da “Esquilino chiama Roma” e’ stato presentato ed illustrato il progetto che ha vinto il bando di gara indetto a suo tempo da’Istituto Poligrafico Zecca di Stato.

L’ing. F. Bigi dell’IPZS ha illustrato il cronoprogramma dei lavori che prevede l’inizio degli stessi entro il 2020, il completamento del piano terreno entro il 2022 e di tutto l’edificio entro la fine del 2023. Il nostro augurio è che non solo si riesca a rispettare questa tabella di marcia ma sia possibile addirittura anticipare i tempi per regalare al Rione e a tutti i cittadini di Roma una struttura che tutto il mondo ci invidierà.

In un palazzo d’epoca bellissimo, infatti, oltre la Scuola della Medaglia che continuerà ad essere una delle eccellenze del nostro paese vedranno la luce il Museo della Zecca Romana, non solo una sala di esposizione di monete ma anche degli antichi macchinari utilizzati per produrle e di tutti i francobolli prodotti dall’Istituto Poligrafico dello Stato con i relativi coni; diversi ambienti per mostre temporanee; una sala convegni adatta anche ad ospitare qualsiasi evento culturale; una piazzetta con botteghe di alto artigianato gestite da allievi usciti dalla Scuola; una biblioteca; servizi di ristorazione con ampi spazi (comprese diverse terrazze) per la socializzazione… Insomma uno spazio per ritemprare la mente e il corpo aperto sia ai cultori della numismatica e della filatelia ma anche ai residenti e a tutti i cittadini di Roma desiderosi di passare un momento di relax in pieno Centro Storico di Roma.

Nello slide show seguente le immagini presentate sempre al convegno del 20 dicembre dall’arch. A. Femia, membro del gruppo che ha vinto il bando di concorso, che anticipano non solo l’aspetto esterno ma anche quello dei numerosissimi locali interni

Questo slideshow richiede JavaScript.

16 ottobre 2019 Assemblea pubblica a Piazza Pepe per illustrare i lavori di riqualificazione del giardino

16 ottobre 2019 ore 18,00

Piazza Guglielmo Pepe

Incontro pubblico a piazza Guglielmo Pepe (davanti al Teatro Jovinelli) organizzato dal I Municipio con gli autori del progetto vincitore del bando di concorso per la riqualificazione del giardino prospiciente e la valorizzazione delle arcate dell’acquedotto romano Anio Vetus.

 

 

 

Municipio I: Percorso di informazione e consultazione pubblica sul progetto di riqualificazione di Piazza dante

Avviso relativo al percorso di informazione e consultazione pubblica sul progetto di riqualificazione di Piazza Dante .
L’avviso è completo di istruzioni e tempistica per le iscrizioni .

doc05515520170121105717_page_1doc05515520170121105717_page_2

Il documento finale del processo partecipato per la riqualificazione di via Carlo Alberto

Pubblichiamo il documento finale del processo partecipato per il progetto di riqualificazione di via Carlo Alberto presentato ufficialmente  il 17 giugno nei locali di via della Greca. Purtroppo a causa dei problemi arcinoti del Comune di Roma l’evento è stato disertato dai principali protagonisti (assessori comunali interessati e presidente del I Municipio) e quindi è venuto a mancare il dialogo con chi avrebbe dovuto esporre i tempi e i modi per la realizzazione di questo progetto. A tutt’oggi non è iniziato alcun lavoro nè a via Carlo Alberto nè a Piazza Vittorio interessata anch’essa alla riqualificazione dei giardini. Purtroppo visto l’avvicinarsi del Giubileo straordinario con la priorità di altre opere anche nel nostro rione specialmente nell’area della Stazione Termini si iniziano ad avere dei dubbi sull’effettuazione di questi lavori in tempi rapidi.

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL GIARDINO DI PIAZZA VITTORIO

pvitt2015alto

ASSEMBLEA PUBBLICA DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL GIARDINO DI PIAZZA VITTORIO
Dopo tanta attesa e tanto lavoro, finalmente il 15 aprile, a partire dalle ore 16.00, nella sala centrale della Casa dell’Architettura, in Piazza Manfredo Fanti, sarà presentato il progetto di riqualificazione del giardino.
All’incontro, organizzato dall’Assessore ai Lavori Pubblici di Roma, Maurizio Pucci,  sono stati invitati a partecipare l’Assessora all’Ambiente di Roma Capitale Estella Marino, l’Assessora alla Cultura, creatività, promozione artistica e turismo di Roma Capitale, Giovanna Marinelli; la Presidente del Municipio I Centro Sabrina Alfonsi, con l’Assessora all’Ambiente Anna Vincenzoni e l’Assessora ai Lavori Pubblici Tatiana Campioni; il  Direttore della Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il  Museo Nazionale Romano e l’area archeologica di Roma, Francesco Prosperetti; il Direttore della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio del Comune di Roma, Renata Codello; il Sovrintendente Capitolino ai Beni Culturali, Claudio Parisi Presicce; il Direttore del Dipartimento Tutela Ambientale, Luisa Massimiani; il Direttore del Dipartimento SIMU, Roberto Botta; il Dipartimento Tutela Ambientale, il Dipartimento SIMU, il FAI – Fondo Ambiente Italiano, il Comando del I Gruppo Trevi, la direzione di AMA spa, la fondazione ENPAM.
Insieme a questi, Cittadinanzattiva Lazio e il Comitato Piazza Vittorio Partecipata che nel quadro del protocollo di intesa stipulato con Comune e Municipio nello scorso luglio, hanno contribuito alla definizione del progetto, il gruppo Casa Esquilino, i comitati e le realtà del rione, insieme a tutte le cittadine e i cittadini interessati.

In vista di questa scadenza, scrive il CPVP:
Il Comitato Piazza Vittorio Partecipata – che ha sempre insistito sull’importanza di progettare manutenzione – sarà presente per riaffermare le priorità discusse nel corso degli incontri realizzati negli ultimi tre anni.
Interverremo per ribadire l’importanza di lavori eseguiti a regola d’arte e in tempi certi, di interventi che eliminino le criticità esistenti (pavimentazione rotta, corpi di areazione della metro fatiscenti, alberi e arbusti senza manutenzione, fontanelle non funzionanti, manufatti in stato di abbandono, assenza di bagni pubblici) che contribuiscano ad evitare comportamenti inadeguati ad un luogo pubblico, riaffermando il principio del giardino come bene comune. Ma soprattutto insisteremo affinché venga approvato e messo in pratica un progetto di gestione che programmi e garantisca la manutenzione futura. Vogliamo che la riqualificazione del giardino sia l’inizio di una riqualificazione vera degli spazi pubblici del rione. L’unico modo perché sia così, è continuare a far sentire la nostra voce, continuare a incontrarci, a scambiarci opinioni, idee, proposte, scriverci email, e controllare che il progetto risponda alle linee guida e affronti le priorità individuate durante gli incontri in piazza, e nei vari luoghi del rione dove ci siamo riuniti in questi anni: l’hotel Taormina, la gelateria Fassi, l’Apollo 11, l’associazione Italia – Bangladesh, la Casa dell’Architettura e le abitazioni di molti di noi, residenti nel rione.
Vi aspettiamo alla casa dell’Architettura per continuare il percorso di cittadinanza attiva e partecipata per un giardino che sia il cuore bello e pensante del rione.

Piazza Vittorio e l’ennesima riqualificazione

Piazza Vittorio in una foto d'epoca

     Visto il notevole interesse che ha avuto la notizia della riqualificazione di Piazza Vittorio anche sulle testate giornalistiche nazionali non possiamo esimerci dallo scambiare qualche parola sull’argomento tenendo presente l’importanza che la piazza riveste nella vita del rione. Vorremmo sottolineare innanzitutto, che, forse, è l’ultima occasione perchè questo luogo divenga finalmente un centro vitale non solo per l’Esquilino ma anche per tutta la città di Roma, con il suo grande giardino, i suoi portici, i suoi monumenti e  i suoi grandi marciapiedi alberati.  E quindi sarebbe utile non sprecarla e cercare per quanto possibile una fattiva collaborazione con le autorità competenti per apportare al progetto ulteriori migliorie sostenibili e compatibili con il budget messo a disposizione per l’opera.

In questo link  il progetto a grandi linee dal sito di “La Repubblica”.

In qoest’altro link il progetto più particolareggiato in file .pdf

     Affinchè Piazza Vittorio non diventi solo una splendida oasi nel centro della città per il relax e lo svago di grandi e piccini ma un punto di interesse tra i principali di tutta Roma. occorre tener presente che :

  • Un progetto di riqualificazione ambientale deve essere condotto su diversi piani d’azione per far sì che ottenga lo scopo che si era prefissato,  cioè il miglioramento della qualità di vita delle persone che abitano o lavorano nelle vicinanze: E’ quindi necessario interagire anche sulle strade, sui marciapiedi, sull’illuminazione , sul traffico , sui parcheggi, sugli arredi urbani, sulle nuove possibilità di mobilità (bike sharing, car sharing, colonnine elettriche) e non ultimo sull’assetto commerciale delle zone limitrofe.
  • E’ indispensabile prevedere negli anni seguenti alla riqualificazione il budget necessario per assicurare la sorveglianza e la manutanzione del sito altrimenti si rischia dopo poco tempo di ricadere nel degrado e nell’abbandono come è successo purtroppo in altri luoghi del rione (ma anche a Piazza Vittorio stessa).
  • Nel progetto grande attenzione è stata riposta nella valorizzazione del patrimonio archeologico della piazza. Non è la prima volta che i suoi monumenti destano curiosità e ammirazione perchè nei secoli passati molti archeologi e studiosi si sono cimentati nella ricostruzione più o meno fantasiosa per esempio dei “Trofei di Mario” come testimonia l’immagine in fondo al paragrafo di una stampa ottocentesca di un lavoro di Antoine Martin Garnaud. Ma  in più Piazza Vitttorio può divenire un polo di attrazione turistica di prim’ordine tenendo presente che tra breve tempo sarà possibile ammirare gli interessantissimi reperti ritrovati durante  la costruzione del parcheggio sotterraneo del nuovo palazzo dell’ ENPAM e che qualche anno fa una campagna di scavo proprio sotto i giardini portò alla luce dei resti elegantissimi di una villa patrizia (Horti Lamiani) dell’antica Roma (vedi l’articolo tecnico finale in file.pdf)

     In conclusione, tenendo presente la vicinanza  di basiliche, chiese ed altri monumenti, e le eccellenti possibilità fin da ora di usufruire dei mezzi pubblici per gli spostamenti,  non possiamo che esortare i progettisti e gli anmministratori a lavorare perchè questa diventi la riqualificazione definitiva della piazza e grazie a  questa occasione formidabile e forse irripetibile si pongano le basi per riaccendere il motore dello sviluppo della zona. Infine, un’esortazione : se qualcuno ha qualche buona idea “nel cassetto” è ora di tirarla fuori….. utilizzando il seguente indirizzo e-mail assessorato.lavoripubblici@comune.roma.it.

 

 

 

 

Il Progetto del I Municipio per Piazza Pepe

IL PROGETTO DEL I MUNICIPIO PER PIAZZA PEPE SI PRESENTA!

Riceviamo da Letizia Cicconi e invitiamo tutti a partecipare

“MUNICIPIO ROMA CENTRO STORICO – AVVISO PUBBLICO

Martedì 19 Aprile 2011 – ore 17. 30 – Via Guglielmo Pepe

 

Il Presidente Orlando Corsetti, L’Assessore all’Ambiente Emiliano Pittueo,
i consiglieri Letizia Cicconi, Stefania Di Serio, Federico Migliaccio
sono lieti di invitare i cittadini alla presentazione del progetto di
riqualificazione di  via Guglielmo Pepe grazie al
quale l’area, che versa attualmente in uno stato di grave degrado, verrà
finalmente restituita alla cittadinanza.

L’intervento prevede:

  • la creazione di un “orto degli odori” con al suo interno piccole aree
    dedicate allo sport con un campo di bocce e un piccolo skate park.
  • la realizzazione di tre percorsi ( rosso erbe da cucina, verde erbe
    selvatiche, azzurro erbe a medicinali) con piastrelle di cemento
    stabilizzato, lungo i quali verranno installate sedute in cemento e
    mattoncini.
  • la creazione di punto informativo su via G. Pepe e di un laboratorio
    destinato alle attività educative, dotato di servizi igienici a norma.
  • l’installazione di una cancellata per  garantire la sicurezza dei cittadini e la tutela dell’area.

Per info contattare il numero 0669601202-6”