Esquilino, tenta di sottrarsi ad un controllo e inveisce contro gli agenti: arrestato.

Una pattuglia della Polizia Locale, I Gruppo Centro “ex Trevi”, ha arrestato in via Principe Amedeo un cittadino di nazionalità Senegalese, M.S., di 33 anni, per resistenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale.

Gli agenti, nel corso dei consueti controlli amministrativi nel quartiere Esquilino a contrasto dell’abusivismo commerciale, si sono avvicinati ad un ambulante abusivo intento alla vendita irregolare della merce su un telo, chiedendogli idi fornire i documenti. A questa richiesta l’uomo ha cominciato ad inveire contro il personale, gridando di essere una sacra divinità e pertanto intoccabile. Attirate dalle urla, intorno agli operatori si sono concentrate decine di persone e commercianti della zona.  All’ulteriore richiesta di fornire le proprie generalità il venditore ha iniziato a colpire uno degli agenti, tentando di darsi alla fuga.

Subito bloccato, l’uomo ha proseguito con l’atteggiamento aggressivo durante tutte le procedure di rito per l’identificazione, iniziate al Comando di via della Greca e completate presso gli uffici di foto-segnalamento della Questura di Roma.
Posto in stato di arresto, M.S., è risultato privo di qualsiasi documento identificativo, nonché di permesso di soggiorno. Nei suoi confronti avviate le procedure per l’espulsione dal territorio italiano.
L’arresto è stato convalidato in sede di processo con rito direttissimo.

Roma, 7 ottobre 2018


Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

Annunci

Terminati i restauri interni al cd. Tempio di Minerva Medica, ed ora ?

Questa presentazione richiede JavaScript.

Dopo circa tre mesi di inattività,  nei giorni scorsi sono tornati tecnici ed operai all’interno del cd. Tempio di Minerva Medica per smantellare i ponteggi, segno inequivocabile dell’avvenuto termine dei lavori interni di restauro. Non sappiamo se con questo ultimo lotto siano terminati del tutto i lavori di ricostruzione e di ristrutturazione  del monumento iniziati nel 2012 o rimangano ancora da effettuare ulteriori interventi (cercheremo di scoprirlo nelle prossime settimane), ma già da ora si pone una domanda: che cosa ne sarà di questo monumento al termine dei ciclo dei restauri?

Dopo i milioni di euro di denaro pubblico spesi per salvarlo da un più che probabile crollo e metterlo in sicurezza dobbiamo aspettarci di vederlo ancora chiuso e privare cittadini e turisti del facoltà di visitare un monumento patrimonio dell’umanità per l’UNESCO? Cosa oltretutto sancita dalla Costituzione della Repubblica Italiana (Art.9 comma 2).

Oppure aspettare rarissime ed episodiche occasioni di aperture straordinarie come il 5 ottobre u.s. con la visita organizzata da Open House Roma?

https://platform.twitter.com/widgets.js

Ce lo chiediamo anche noi, da decenni, come valorizzarlo. Purtroppo per alcune istituzioni e per molti tecnici attuali più che una risorsa, oltre che un monumento di eccezionale importanza e bellezza, il cd. Tempio di Minerva Medica appare come un rudere che dà fastidio al continuo ed incessante via vai di treni semi vuoti della linea Laziali Centocelle a via Giolitti.

.