Archivi tag: Amianto

Ancora dubbi ed incertezze sulla grave situazione dell’ex Cinema Apollo: il comunicato stampa del Primo Municipio

Il Comunicato stampa diramato dal Primo Municipio sui ritardi e le incertezze del SIMU che rischia di di vanificare il finanziamento di € 1.000.000 per la bonifica e la messa in sicurezza dell’ex Cinema Apollo a via Giolitti

COMUNICATO STAMPA

Ex Cinema Apollo.

Presidente del Municipio Roma I Centro Sabrina Alfonsi:

“Confermati nostri sospetti. Assessore Gatta non conosce funzionamento del proprio Dipartimento”.

“A differenza di quanto dichiarato nei giorni scorsi dall’Assessora Gatta, purtroppo il finanziamento di 1.000.000 di euro assegnato in assestamento di bilancio per la messa in sicurezza del tetto in amianto dell’ex Cinema Apollo, deve essere utilizzato indicendo la gara entro la fine del 2018, come ribadito dal Vice Direttore Generale del Comune Botta con una lettera inviata all’attenzione del SIMU alla Sindaca e alla sottoscritta, in cui si precisa che la mancata indizione delle gare entro il 31/12/2018 comporterebbe “la decadenza del finanziamento, circostanza che deve essere in ogni modo scongiurata”.

Questa la dichiarazione della Presidente del Municipio Roma I Centro Sabrina Alfonsi.

“Già ieri – aggiunge la Presidente Alfonsi i nostri consiglieri municipali Curcio e Di Serio – avevano espresso la loro perplessità su questa possibilità. Dopo questa nota ufficiale che conferma i nostri timori, è evidente come l’Assessora Gatta non conosca il funzionamento del suo Dipartimento e come questo metta a rischio la salute pubblica dei cittadini”.

Roma, 4 dicembre 2018

La lettera del Primo Municipio alla Sindaca Virginia Raggi

La risposta del vice Direttore della Direzione Generale Servizi al Territorio del Comune di Roma Ing. Roberto Botta

 

Annunci

La manifestazione del 1 dicembre 2018 per la bonifica dell’ex Cinema Apollo

 

Sabato 1 dicembre 2018 si è svolta la manifestazione a via Pepe per richiamare l’attenzione sulla preoccupante situazione dell’ex cinema Apollo a via Giolitti che versa in condizioni di assoluto degrado e che ormai rappresenta un pericolo non solo per la sicurezza ma anche e soprattutto per la salute dei residenti in quanto da tempo è stata appurata la presenza di amianto sia sul tetto dello stabile che presenta diversi fori, sia nei collanti a suo tempo utilizzati per il pavimento all’interno del ex cinema.

Ormai la situazione è divenuta paradossale in quanto a differenza di qualsiasi altra richiesta della cittadinanza che in genere viene rigettata dalle istituzioni  per mancanza di fondi, in questo caso la copertura finanziaria per l’intervento di bonifica è assicurata e il problema è solo di procedure burocratiche che rischiano con la loro lentezza di vanificare il finanziamento e allungare sine die l’inizio dei lavori.

In questo articolo apparso su”Il Tempo” dell’1 dicembre 2018 tutta la storia raccontata con dovizia di particolarri da Mary Tagliazucchi

Alcune foto della manifestazione e del grave problema dell’Apollo

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Alcuni filmati degli interventi e della manifestazione

1 dicembre 2018 “Apollo Manifestazione” a via Guglielmo Pepe

Sabato 1 dicembre 2018 ore 16

Via Guglielmo Pepe

Apollo Manifestazione

Manifestazione evento culturale per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla situazione di Apollo – i fondi stanziati stanno rientrando in bilancio e l’amianto resta li!
Alle 17 verranno proiettati brani del film che racconta la lotta per salvare il cinema Apollo partita ormai da 17 anni ed è al tempo stesso testimonianza di potenzialità e contraddizioni del nostro Rione. Immagini suoni volti…tutti esquilini!

Il servizio di Retesole Lazio del 21/11/2018 “Cinema Apollo. A rischio la bonifica da amianto”

Servizio andato in onda mercoledì 21 novembre 2018 alle ore 19,40 su Retesole Lazio Canale 87 del digitale terrestre

 

Alcuni articoli correlati apparsi sulla stampa:

L’ONA chiede la bonifica immediata dell’ex Cinema Apollo

Ex cinema Apollo, il palazzo liberty del Comune con l’amianto sul tetto: “Raggi lo sa da più da un anno”

Roma, amianto all’ex cinema Apollo, l’sos dei residenti: «La bonifica rischia di saltare»

ROMA EX CINEMA APOLLO: STANZIATI FONDI PER LA BONIFICA

Buone notizie per l’ex cinema Apollo

Arriva un milione di euro per la bonifica dell’ex cinema Apollo. Riportiamo il testo integrale apparso sul sito http://www.sportelloamianto.org e il documento ufficiale del Dipartimento Patrimonio e Politiche Abitative di Roma Capitale con il seguente oggetto: “Misure urgenti per la sicurezza e la valorizzazione dell’edificio ex Cinema Apollo di proprietà capitolina sito in Roma via Cairoli n. 98. Condizione di rischio amianto.

Le parti in causa hanno ricevuto una lettera in risposta ad una Raccomandata conslusiva di una serie di atti tecnico amministrativi inviata i primi del mese di Luglio , che certifica a nome del Direttore del “Dipartimento Patrimonio e Politiche Abitative”  la messa a disposizione di 1 Milione di Euro di fondi stanziati sul CDR1 DP-V.E.1.3.02.09.012.0SBI per gli interventi di Bonifica e Sanificazione dei Luoghi del Cinema Apollo. I fondi quindi sono messi a disposzione immediata del  Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana che provvederà agli adempimenti necessari per l’attuazione del progetto.

Non ci resta che aspettare e vedere cosa succederà, ma alle parole finalmente facciano seguito i fatti in tempi brevi.

#Esquilino peggio di Malagrotta. Ora anche l’amianto!

Dopo gli estintori a via Bixio

20160617_082854le bombole di chissà che cosa a via Principe Umberto

20160901_084054ora l’amianto (eternit) a via di Santa Croce in Gerusalemme anche se impacchettato ma pur sempre amianto.

20160906_175551

E’ possibile che non si possa far nulla per far terminare questo scempio? Non bastano i cartoni, i mobili, i materassi, gli elettrodomestici, i televisori, i computer oltre che i rifiuti normali,  adesso anche i rifiuti speciali tra l’altro pericolosi per la salute. Ma cosa dovrà mai succedere per vedere finalmente comminare qualche multa ? Ci siamo stancati di fare segnalazioni; segnaliamo, segnaliamo ma non cambia mai nulla, anzi, qui sembra che le cose peggiorino sempre di più perchè siamo passati dalla quantità alla qualità dei rifiuti.

Adesso basta. La misura è colma

Tubo di eternit

Come al solito la domenica mattina si trova sempre qualche sorpresa. Dalle montagne di cartoni ai semafori rotti, dalla mondezza tirata fuori dai rovistatori di turno a qualche “ricordino” lasciato sulle automobili. Ma stavolta abbiamo passato veramente il limite perchè nel buttare i rifiuti nei cassonetti ci siamo accorti che per terra c’era un pezzo di tubo di eternit per giunta rotto. La prima nostra preoccupazione è stata quella di avvisare l’AMA di questo ritrovamento, non possiamo riferire le parole colorite dell’addetto al call center (ma stavolta aveva pienamente ragione), e li ringraziamo per il sollecito intervento, ma non vogliamo che la cosa passi inosservata perchè con l’amianto non si scherza . L’inciviltà e l’ignoranza della gente è arrivata a un punto tale che oltre il decoro urbano ormai si mina anche la salute pubblica. E’ ora di sanzionare duramente chi si rende colpevole di questi episodi, capiamo che non è affatto facile arrivare ai responsabili ma se non si inizia anche dalle piccole cose c’è il rischio che si andrà sempre di male in peggio. Quel sito a viale Manzoni è divenuto, purtroppo, una discarica a cielo aperto. Bastano pochi minuti dal passaggio dell’AMA per rivedere qualsiasi cosa buttata fuori dai cassonetti. Dai televisori ai mobili, dalle cassette di legno alle scarpe, dalle valigie ai sanitari e stavolta addirittura un tubo di eternit.

Poltrona tra i cassonetti
Poltrona tra i cassonetti

Neanche a farlo apposta ecco che c’era stamattina (lunedì) dopo che domenica l’AMA aveva bonificato e pulito il marciapiede e tutto il sito  : una poltrona in mezzo ai cassonetti . Purtroppo siamo arrivati a un punto di non ritorno, questa è l’immagine che diamo ai turisti di quella città che dovrebbe essere la caput mundi.

 

P.S. Nella prima fotografia si interavvede in basso a sinistra uno scooter : è abbandonato da quasi 2 (due!) anni. Lo abbiamo più volte segnalato alla polizia municipale ma sta sempre lì. Tra l’altro è anche targato e sarebbe semplice risalire al proprietario, ma sta sempre lì come un monumento al degrado perenne.