I giorni dell’inferno all’Esquilino. Errori e superficialità


Questo inizio di autunno oltre a un tempo bislacco e altri terremoti,  ha regalato, per chi abita nella parte sud-est del Rione Esquilino , un autentico inferno fatto di traffico, aria irrespirabile, rumori di ogni genere e per chi possiede un’automobile la quasi impossibilità di trovare un parcheggio

Tutto questo perchè qualcuno ha deciso che venissero eseguiti lavori Italgas  dal 24 ottobre al 18 novembre (ma perchè non ad agosto quando c’era meno della metà del traffico come è stato fatto un paio di anni  fa a via di Porta Maggiore) a viale Manzoni   strada notoriamente intasata  già di suo, Quindi  è immaginabile cosa abbia significato il restringimento  della carreggiata specialmente all’incrocio con via di Porta Maggiore con il conseguente passaggio di solo una decina di autovetture per ogni scatto semaforico, cosa che  ha determinato  l’intasamento delle vie limitrofe al punto tale da  rendere difficoltoso   il  passaggio  anche ai mezzi di soccorso.

24-26 ottobre via Principe Umberto dalle ore 7,00 alle 23,00

Oltretutto nonostante il divieto di fermata, per  i primi tre giorni  le automobili risultavano regolarmente parcheggiate  sulla parte opposta dei lavori riducendo a due sole corsie il passaggio nei due sensi a viale Manzoni con ripercussioni  pesanti per tutto il quadrante.

20161026_164334Solo al quarto giorno di questo inferno si è pensato di ristabilire le due corsie per la direzione verso via E. Filiberto  facendo finalmente rispettare il divieto e liberando   quindi anche le autovetture che dovevano andare dritte verso via E. Filiberto ma si vedevano ostruito il passaggio da quelle che giravano verso Porta Maggiore migliorando così un poco, specie la mattina, la situazione.

Ma nello stesso periodo l’uffico comunale addetto ai permessi ha pensato bene di autorizzare dei lavori di scavo per conto della Fastweb a via Cairoli a poche decine di metri da viale Manzoni (ecco il cartello dei lavori esposto degno di una bidonville)

26-10-16-16-36-office-lensE’ inutile immaginare quindi l’inferno causato da questi lavori simultanei in un periodo di pieno traffico in vie già  al limite della saturazione  anche in condizioni normali. Dobbiamo quindi ringraziare la professionalità , la programmazione e la comunicazione  con cui    gli uffici responsabili  hanno rilasciato i permessi per questi lavori.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...