6 ottobre 2016 “Ofelia non annega” all’Apollo 11: il programma fino al 12 ottobre

ra_vero
con il sostegno di

siae


presenta
in anteprima romana

giovedì 6 ottobre ore 21:00

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma


OFELIA NON ANNEGA
un film di Francesca Fini
att06101601
Italia, 2016, 90′

introducono
BRUNO DI MARINO e ADRIANO APRÀ

che al termine della proiezione ne discutono con
la regista FRANCESCA FINI, un rappresentante dell’ISTITUTO LUCE CINECITTÀ
e parte del cast e della troupe


OFELIA NON ANNEGA
è un film-collage, un film stratificato, un film fatto di ibridazioni. Il film è stato realizzato integrando materiali tratti dall’Archivio dell’Istituto Luce – selezionati tra quelli che raccontano la società italiana tra gli anni ’40 e ’70 – e videoperformance originali che Francesca Fini ha elaborato su ispirazione del repertorio stesso.
Il film mette insieme materiali eterogenei tra loro nello spazio e nel tempo, apparentemente incompatibili, accomunati però dal macro-tema rappresentato dal concetto di avanguardia artistica: come quest’idea viene interpretata da un’artista che la vive come pratica quotidiana, e come è stata invece articolata nel racconto dell’Istituto Luce, documentatore e custode degli aspetti sacri e profani della società italiana.

Regia: Francesca FiniRealizzato e prodotto da: Francesca Fini in associazione con Istituto Luce CinecittàPerformer: Giulio Bianchini, Daniela Cavallini, Marzia De Maria, Sylvia Di Ianni, Francesca Fini, Marco Fioramanti, Alessia Latorre, Letizia Lucchini, Alessandro Parise, Simona Sorbello, Inanna Trillis e con la gentile partecipazione di Ilaria Campiglia, Chiara Catalano, Marilena Di Prospero, Ivan Macera, Nunzia Picciallo, Daniele Sirotti, Dario SpampinatoFotografia: Roberto De Amicis, Marco Federici  – Editing, color grading, sound design: Francesca FiniPostproduzione: a cura di Avvertenze Generali, Athena ProduzioniMissaggio audio: Claudio Toselli (Italia Film) – Location manager: Raffaele RivieccioCoordinamento di produzione: Monica Ratti, Angela Testa Trucco: Diletta Magliocchetti, Ilaria Castellano Maestro darmi: Dario Spampinato (Accademia dei Duellanti)



Guarda il Trailer
Visita il sito web del film e l’evento facebook


Dicono di noi:
Franco  Montini su Repubblica.it
Silvana Silvestri su Alias (Il Manifesto)


PROGRAMMA FINO A MERCOLEDI’ 12 OTTOBRE:Giovedì 6 Ottobre

  • ore 21.00 Francesca Fini presenta OFELIA NON ANNEGA di Francesca Fini (90 min)
Venerdì 7 Ottobre

  • ore 19.00 CONDOTTA di Ernesto Daranas (108 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.00 CONDOTTA di Ernesto Daranas (108 min). Versione originale – Sott. ITA

Sabato 8 Ottobre

  • ore 16.30 I FIGLI DELL’URAGANO di Lav Diaz (143 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 19.30 CONDOTTA di Ernesto Daranas (108 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.30 CONDOTTA di Ernesto Daranas (108 min). Versione originale – Sott. ITA

Domenica 9 Ottobre

  • ore 16.00 I FIGLI DELL’URAGANO di Lav Diaz (143 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 19.00 CONDOTTA di Ernesto Daranas (108 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.00 Alex Infascelli presenta S FOR STANLEY di Alex Infascelli (78 min)

Martedì 11 Ottobre

  • ore 19.00 S FOR STANLEY di Alex Infascelli (78 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.00 CONDOTTA di Ernesto Daranas (108 min). Versione originale – Sott. ITA

Mercoledì 12 Ottobre

  • ore 19.00 S FOR STANLEY di Alex Infascelli (78 min). Versione originale – Sott. ITA
  • ore 21.00 CONDOTTA di Ernesto Daranas (108 min). Versione originale – Sott. ITA

Ingresso con tessera associativa Apollo 11

(sottoscrivibile in loco)
Per prenotazioni booking@apolloundici.itLe prenotazioni dovranno essere convertite in biglietti presso la biglietteria almeno 30 minuti prima dell’inizio dell’evento.
La prenotazione non convertita non dà diritto di accesso all’evento.

7-8 ottobre 2016 “Guida sicura in Piazza della Salute” presso i giardini di Piazza Vittorio

Venerdì 7 ottobre 2016 dalle 10 alle 17
Sabato 8 ottobre 2016 dalle 10 alle 13
NEI GIARDINI DI PIAZZA VITTORIO SARANNO PRESENTI LE AUTO STORICHE DELLA POLIZIA DI STATO.

14500552_941342155978252_8017039731781673286_o14500439_941342159311585_8904147141240150513_o14567371_941342162644918_6495460799303835053_o

6-29 ottobre 2016 “Ritratti Volanti” di Franco Cenci presso “Party – l’arte da ricevere”

14370159_1209033345822415_425703428149475357_nfranco cenci RITRATTI VOLANTI

vernissage
giovedì 6 ottobre dalle 18.30 alle 21.00
a casa di Francesca Bertuglia
al settimo piano di via Santa Croce in Gerusalemme, 91 – Roma

dal 7 ottobre al 29 ottobre la mostra sarà visitabile su appuntamento

13-14 ottobre 2016: solo su prenotazione due serate di TEATRO IN CASA
con estratti in anteprima da PREGO di Giovanna Mori

22 ottobre 2016: laboratorio con l’artista Franco Cenci dedicato ai bambini
presso la libreria The Little Reader di via Conte Verde

24-29 ottobre 2016: partecipazione a RAW Rome Art Week

Contatti PARTY – l’arte da ricevere:
architetto Francesca Bertuglia 348 3223031 – 06 64851122

Lunga vita al Coro di Piazza Vittorio

ilcantooscuro

Una delle eccellenze dell’Esquilino è il Coro di Piazza Vittorio, diretto dal buon maestro Giuseppe Puopolo.

Giuseppe, che probabimente la prossima volta che mi incontrerà mi tirerà le orecchie, ho l’mpressione che sia una persona molto riservata, oltre a essere un ottimo professionista, è una gran persona, sempre disponibile a partecipare agli eventi culturali e sociali del rione.

E con il suo impegno è riuscito, nei locali della scuola di Donato, a mettere su una realtà musicale che coinvolge decine e decine di persone, con un repertorio vasto e mai noioso: negli anni, ho visto eseguire da coro, con immutata bravura, brani di musica classica, pop e swing.

Un coro, quello di Piazza Vittorio, che non è solo un’occasione di educazione musicale, ma anche l’occasione per rafforzare il tessuto sociale di un rione strampalato e ricco di contraddizioni, uno spazio di dialogo tra culture ed esperienze differenti.

E’ una…

View original post 134 altre parole