Parole, parole, parole sui social neI proclami acchiappa consensi ma i fatti spesso sono contraddittori

Abbiamo voluto pubblicare integralmente questo post del presidente della commissione Mobilità del Comune di Roma Enrico Stefàno,  perchè non ci fossero equivoci o fraintendimenti. Intendiamoci, siamo perfettamente d’accordo su  gran parte delle argomentazioni enunciate, ma in un caso, purtroppo, dobbiamo rilevare che al proclama non corrisponde assolutamente la risposta dei fatti, anzi, esattamente il contrario…

Afferma testualmente al punto n. 4 il presidente Stefàno:

. Dice “ma le ciclabili fatele sul marciapiede”

I pedoni sono un’altra componente preziosa della mobilità che merita le maggiori attenzioni e protezioni. Una componente da valorizzare e incentivare. Alla quale semmai destinare ulteriore, e non sottrarre, spazio.

Ora vi faremo vedere cosa è riuscita a fare questa amministrazione (è addirittura uno dei suoi vanti) nel tunnel di Santa Bibiana

Come vedete hanno posizionato il cartello di divieto di transito per i pedoni su un marciapiede al’interno del tunnel(!!!) per favorire il passaggio delle biciclette!

In più non hanno considerato che l’attraversamento pedonale su via Giolitti al semaforo è proprio dalla parte del divieto di transito per i pedoni i quali, per non contravvenire le norme del codice della strada, dovrebbero girare a sinistra (vedi terza foto) e fare un tragitto di chilometri per oltrepassare il tunnel!

E no, se i pedoni fossero realmente, per il presidente Stefàno,  una “componente preziosa alla quale destinare e non sottrarre spazio”, questa soluzione andrebbe subito revocata, invece rimane in essere tanto che a qualche ignaro pedone che non si accorgesse dell’assurdo divieto sarebbe possibile addirittura elevare una multa salata!