19 maggio 2018 torna la Notte dei Musei

I musei statali e quelli civici che aderiscono all’iniziativa

Il programma completo dei Musei Statali

 

 Museo degli Strumenti Musicali

 

Il programma completo dei Musei Civici

 

La mappa per muoversi con la Metro

 

Annunci

NEXTOP E UN NUOVO PUNTO BOOKCROSSING A ROMA

La salvalibri

NEXTOP E UN NUOVO PUNTO BOOKCROSSING A ROMA

Grazie anche ai libri di Libra2.0 e a Pagine Viaggianti, al #NexTop (magazzino sociale cittadino di Roma Termini, in via di Porta San Lorenzo 5) è attiva una fornitissima #biblioteca,

Apertura al pubblico lu-me-gio-ve h 9:30-13.

Un #Bookcrossing per ‘liberare’ la cultura, per regalare a tutti il piacere della lettura e per condividere emozioni.
VI ASPETTIAMO!

View original post

18 maggio 2018 “Cocci Mountain String Band – Appalaci American Folk” al Gatsby Cafè

18 maggio 2018

Gatsby Cafè

Cocci Mountain String Band – Appalaci American Folk

I Cocci Mountain String Band affrontano il repertorio dell’old-time, la musica degli Appalachi, che rappresenta una delle radici portanti di tutto il folk Americano.

Melodie tradizionali europee si mescolano con blues, swing e sonorita’ “autoctone” delle montagne del West Virginia. Il risultato é una musica a volte gioiosa ed esuberante e altre volte scura e minacciosa.

Il trio nasce nel quartiere di Testaccio (da cui prende ispirazione per il nome) e usa gli strumenti tradizionali del genere: chitarra, mandolino, banjo clawhammer e fiddle.

18 maggio 2018 “They” all’Apollo 11

in collaborazione con

presenta
in prima visione e in esclusiva per la città di Roma

venerdì 18 maggio ore 21.00
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

THEY

un film di Anahita Ghazvinizadeh

Usa/Quatar/Iran, 2017, 80 min.

al termine della proiezione incontro con

la regista (in video conferenza)
ANAHITA GHAZVINIZADEH

l’attrice
NICOLE COFFINEAU

la presidente di GayCenter
ANGELA INFANTE

Essere uomo o donna? Accettarsi o cambiare genere?
Intensa e delicata storia sulla ricerca della propria identità: l’adolescenza e il percorso di autodeterminazione di un quattordicenne a Chicago

J ha quattordici anni. J vuole essere chiamato, o chiamata, con il pronome “they”. “They” vuol dire “loro”. Vive con i genitori nella periferia di Chicago e sta esplorando la sua identità di genere, sta prendendo tempo per scegliere chi vuole essere, mentre segue una terapia ormonale per ritardare la pubertà. Dopo due anni di terapia, deve decidere se effettuare o no la transizione, scegliere se essere uomo o donna. Durante il week-end decisivo, mentre i genitori sono in viaggio, la sorella di J e il suo ragazzo iraniano arrivano per prendersene cura.

Regia: Anahita Ghazvinizadeh – Con: Rhys Fehrenbacher, Koohyar Hosseini, Nicole Coffineau – Sceneggiatura: Anahita Ghazvinizadeh – Fotografia: Carolina Costa – Montaggio: Anahita Ghazvinizadeh, Dean Gonzalez – Musica: Vincent Gillioz – Produzione: Mass Ornament Films – Distribuzione: Lab80.

Festival: 70° Festival di Cannes, Torino Film Festival 2017.

Guarda il trailer

IL FILM SARA’ IN PROGRAMMAZIONE ESCLUSIVA
PER LA CITTA DI ROMA ALL’APOLLO 11
DAL 18 MAGGIO

Gaetano Sepe

Ieri di ritorno dall’Esquilino, dove mi sono recato pe realizzare un servizio fotografico, ho fotografato un mural e sono stato fermato da un signore che mi ha detto:

Quello sono io!

In effetti la somiglianza è eccezionale tra Gaetano Sepe e il ritratto sul muro, opera dell’artista Mauro Sgarbi. E Gaetano è lì, sotto i ballatoi di un palazzo Umbertino che ha il suo piccolo banchetto dove vende cinte e portafogli. Mi spiega la storia del mural. Mi racconta di quella volta che Michele Placido lo sgridò per non averlo salutato, proprio lì e proprio a lui. Mi racconta mentre mi fa vedere foto su foto…di suo padre, Gaetano Sepe come lui, ucciso alle Fosse Ardeatine, ucciso dai tedeschi. Mi mostra una fotografia di quando era barista al Bar Barberini, una foto che reca la data: 1962. Lo scatto glielo fece, indovinate un pò…un certo Alberto Sordi.

Fotografia e memoria…

View original post 155 altre parole