Le regole assurde che vanno contro il buon senso

Per la seconda volta, in poco tempo, a via di Porta Maggiore sono state ripristinate le strisce pedonali solo nel tratto che era stato interessato da una riparazione ed il resto della strada è stato lasciato  nelle condizioni assurde in cui versava (praticamente strisce inesistenti da una parte e sbiadite dall’altra).

Questa presentazione richiede JavaScript.


Certo sono le regole dei bandi di gara, ma a chi giova questa assurda situazione? Non si potrebbe aggiungere una piccola  clausola che obbliga a ripristinare le strisce per l’intera larghezza della strada? Non crediamo che questo fatto creerebbe problemi economici alle ditte che eseguono i lavori per un pò di vernice in più, non solo, ma in un momento in cui, purtroppo, dobbiamo registrare diverse vittime tra pedoni e ciclisti un ausilio alla sicurezza stradale (strisce perfettamente visibili) sarebbe un’esigenza prioritaria sicuramente ben accetta da tutti. Ed invece ci tocca assistere a questi assurdi papocchi che ci mettono in ridicolo nei confronti dei non pochi turisti che animano le nostre strade.

28 maggio 2017 Ulteriori eventi all’Esquilino

28 maggio 2017 Festa di chiusura del Festival di letture nei giardini a Piazza Vittorio