30 marzo 2017: per “L’Esquilino legge” due gruppi di lettura presso le librerie “Nelson Mandela” e “Pagina 2”

giovedì 30 marzo si terranno due gruppi di lettura, uno a conclusione del testo di F. Stassi, “La lettrice scomparsa” (Biblioteca Nelson Mandela, ore 16.30), l’altro sulla poesia cinese, “Una piccola immagine dello stagno di loto” (libreria Orientalia, via Cairoli 63, ore 17.30).

Vi aspettiamo

30 marzo 2017 “Dino” di e con Bernardo Casertano presso MaTeMù

#MaTeMù/CIES/Municipio Roma I Centro presentano la restituzione della prima #ResidenzaUrbana realizzata presso il nostro spazio.
Una #PROVA APERTA e gratuita per tutte/i.

“DINO” di e con Bernardo Casertano.
#Monologo liberamente tratto da “Il Re del Plagio” di Jan Fabre.

Scritto, diretto e interpretato da BERNARDO CASERTANO

Aiuto regia: Valentina Cruciani
Luci e fonica: Paride Donatelli.

GIOVEDI’ 30 MARZO 2017 – ORE 18:00
a MaTeMù – Via Vittorio Amedeo II n. 14 (Metro A Manzoni), Roma

“Cos’è perfetto? Cosa non lo è? E chi lo decide?”. E’ la danza di un essere lontano da ogni cliché sugli angeli. Il difetto è il suo abito informale per eccellenza, che, tuttavia, indossa alla perfezione. E’ una creatura sterile che incarna l’origine di ogni prima volta ed ha il carattere della potenzialità.
Dino vuole essere un uomo e tutto ciò che ne comporta: irrazionalità, stupidità. Vuole un corpo che abbia vita, che sia colpevole. Di cosa? Di tutto. Vuole fallire come solo gli uomini riescono, essere il prolungamento e l’estensione di ogni loro difetto, il fallimento in potenza umana.
Generato da un cordone ombelicale divino, un insolito angelo si partorisce in un uomo che ha scelto.
E così adesso è un uomo, non più sterile, ma nudo nella sua condizione umana primordiale, quella cieca e sorda. Che fare? Tornare indietro? Non è più possibile. Una sensibilità tattile di perdita e un interrogativo irrisolto: da che parte stare? Qual è l’istinto primo di ogni creatura sola e appena nata?
Chiedere aiuto.
Non c’è soluzione. La vita, come una prima teatrale senza prove, ci trova sempre impreparati.
Ogni giustificazione ci umilia, non abbiamo scusanti.
Siamo tanti cappotti abbottonati in corsa.

Bernardo Casertano
Nato a Caserta, proviene da una formazione artistica segnata da personalità come Eugenio Barba, Giancarlo Sepe, Pierpaolo Sepe, Sabino Civilleri, Manuela Lo Sicco, Ersilia Lombardo della compagnia Sud Costa Occidentale di Emma Dante, Jean Paul Denizon, Andrea Baracco, Andrea de Magistris e si è orientata sempre più verso un teatro di ricerca in cui il corpo rappresenta una componente fondamentale.

RESIDENZE URBANE
Questo è lo “scambio etico” della prima residenza urbana a MaTeMù, di cui ha usifruito l’attore Bernardo Casertano.
Grazie alle Residenze Urbane, negli orari in cui il Centro è chiuso gli artisti e i lavoratori dello spettacolo possono usufruire di uno spazio per provare, riunirsi, lavorare.
Si tratta di uno “scambio etico”: gli artisti in residenza potranno poi condividere un po’ del loro tempo con i ragazzi/e del Centro, farli assistere a prove aperte, organizzare incontri o workshop aperti a tutte/i, oppure aiutarci a promuovere e a dare visibilità alle nostre attività gratuite.

30 marzo – 9 aprile 2017 “A Ruota Libera” al Teatro Jovinelli

TEATRO AMBRA JOVINELLI

DAL 30 MARZO AL 9 APRILE 2017

A ruota libera

Presentato da Nuovo Teatro
con  Alessandro Haber, Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Giovanni Veronesi

diretto in diretta da Giovanni Veronesi

Scritto da  A. Haber, R. Papaleo, S. Rubini, G. Veronesi
Orchestra dal vivo Musica da ripostiglio
(L. Pirozzi,L. Giacomelli, R. Toninelli, E. Pellegrini)
orari repliche dal martedì al sabato ore 21:00 – domenica ore 17:00 – Domenica 2 aprile doppia replica ore 17.00 e ore 21.00 – sabato 1 e 8 aprile doppia replica ore 16:30 e ore 21:00

Maggiori informazioni

Repliche straordinarie

29 marzo 2017 ore 20,00 “Jam Session del mercoledì” presso Gatsby Cafe

29 marzo 2017 ore 20,00
Gatsby Cafe
Piazza Vittorio Emanuele II, 105
Il mercoledì di jam session da Gatsby. Con:
Federico Pascucci: sax tenore
Riccardo Gola: contrabbasso
Alessandro D’Anna: batteria
Gatsby Cafe
Piazza Vittorio Emanuele II, 105

29 marzo 2017 “La natura delle cose” all’Apollo 11


con il sostegno di



presenta

mercoledì 29 marzo ore 21,00

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

LA NATURA DELLE COSE
un film di

Laura Viezzoli


Italia, 2016, 68′

al termine della proiezione
la regista LAURA VIEZZOLI

insieme alla figlia del protagonista
SARA SANTAGOSTINO

e al produttore LORENZO CIOFFI

incontreranno il pubblico

Questa è la storia di un accanimento registico, ma anche di un’amicizia intergenerazionale tra una regista di 35 anni e un filosofo di 70, un’esplorazione dell’io e del tu, e di quel confine tutto individuale e poco rispettato, del vivibile e dell’invivibile.
“Ho incontrato Angelo Santagostino per la prima volta nel Luglio 2013 quando era già gravemente malato di Sla. Un corpo completamente immobile, se non per gli occhi, così intelligenti, vivaci e desiderosi di comunicare. Lettera dopo lettera, il suo pensiero prendeva corpo grazie a un puntatore oculare in grado di interpretare il movimento dei suoi occhi sulla tastiera del pc. Una vita estrema aggrappata a 21 micro possibilità, le 21 lettere dell’alfabeto.”
Regia: Laura Viezzoli – Soggetto e sceneggiatura: Laura Viezzoli, Angelo Santagostino, Sergio Borrelli, Enrica Gatto – Interprete voce di Angelo Santagostino: Roberto Citran – Musiche: Giorgio Giampà – Montaggio: Enrica Gatto – Fotografia: Laura Viezzoli – Suono: Massimo Mariani, Tommaso Barbaro (Sound Design e Mix)Produttore: Lorenzo Cioffi, Laura Viezzoli – Co-produttore: Giorgio Giampà – Produzione: LADOC srl, Associazione “i Bicchieri di Pandora”; in collaborazione con Home Movies – Archivio Nazionale del Film di Famiglia – Distributore: Movieday
Guarda il trailer e l’evento facebook