Notti di Cinema a Piazza Vittorio 2010

Il programma agosto settembre 2010

Facili profeti

Nel post del mese scorso “Senza paletti parcheggi perfetti” avevamo espresso la preoccupazione che dai paletti sradicati e non rimessi a posto saremmo passati in breve tempo ai segnali stradali.

Oplà e il divieto non c'è più
Oplà e il divieto non c'è più

Ed ecco  che fine ha fatto il cartello di divieto di sosta davanti al Ninfeo degli Horti Liciniani a via Giolitti a un centinaio di metri dai paletti di via di Porta Maggiore. Dava troppo fastidio per parcheggiare macchine e furgoni anche sul marciapiede ed allora….

A via Bixio succede spesso

E’ inutile star qui a ricordare che il divieto della vendita all’ingrosso esteso a tutto il centro storico non è un’idea balzana venuta a qualcuno in un momento creativo ma una vera e propria necessità per far sì che non succedano fatti come questo. Tutti sanno dell’incessante andirivieni dei furgoni e camioncini all’Esquilino, tutti sanno della sosta in seconda (e terza) fila , tutti sanno che esistono vie il cui parcheggio è assoluto monopolio dei commercianti cinesi ma spesso tutto questo non basta ed allora si occupano spazi giustamente preclusi ai più e si obbligano i pedoni (non importa se bambini, anziani o disabili) a scomodissime quanto pericolose divagazioni sulla strada .

Sosta no problem
Anche una sogliola non passerebbe

Lasciamo a voi le considerazioni del caso ricordando però che fatti del genere ormai sono diventati normali nel nostro rione e accadono tutti i giorni senza che, purtroppo, nessuno prenda i necessari provvedimenti.

Quattro piccioni con una fava

Non è una rivisitazione revisionista  in tempo di crisi del famoso proverbio ma solo la descrizione allegorica di una sola fotografia che evidenzia quattro problemi ben distinti. Vi preghiamo di cliccare anche due volte sulla foto per ingrandirla altrimenti alcuni particolari potrebbero sfuggire

Parcheggi a via di Porta Maggiore

 Premesso che la foto è stata scattata in prossimità della fermata del 105 durante una giornata di pieno sole e dopo due giorni che non pioveva si può vedere :

  1. Una enorme pozzanghera, segno che la caditoia è completamente ostruita (ma da anni !). Lo scorso autunno ci eravamo illusi che finalmente questo problema sarebbe stato risolto visto che il comune presentò in pompa magna una task force per le caditoie ostruite  con in dotazione un mezzo (Goliah mi pare si chiamasse) capace di risucchiare anche massi di notevoli dimensioni. Ma era una pia illusione perchè a via di Porta Maggiore la situazione è rimasta tale e quale. Che il problema non sia peregrino lo testimonia il fatto che pur con la cronica carenza di parcheggi della zona molti preferiscono non fermarsi lì per non correre il rischio di inzupparsi fino alle caviglie scendendo dall’automobile .
  2. Cristalli rotti di un autoveicolo per terra segno di un furto o tentativo di furto perpetrato durante la notte o nei giorni precedenti. Purtroppo nel corso degli ultimi tempi si è verificata un’escalation di questo problema a via di Porta Maggiore. Bande di balordi e rubagalline si aggirano per la via procurando danni (costosi) alle vetture parcheggiate  per rubare qualche  spicciolo o solo per vandalismo. Nel corso degli anni anche a me è capitato di dover sopportare la rottura del parabrezza, lo squarcio di un pneumatico e per tre quattro volte il furto dei tergicristalli. Capiamo che ci siano problemi più importanti e pressanti ma un maggior controllo delle forze dell’ordine sarebbe auspicabile per non lasciar impuniti gli autori di questi episodi e non fare in modo che la via diventi una sorta di zona franca per compiere furtarelli e bravate.
  3. La presenza di un mucchietto di bottiglie vuote di birra accanto all’albero in fondo. E’ il segno che anche all’Esquilino esiste una “movida” che purtroppo rende la vita (ma principalmente il sonno) difficile a chi abita in prossimità dei locali aperti la notte. Torneremo con un post specifico su questo argomento,  ma sarebbe ora che le autorità si accorgessero che esistono problemi seri anche dalle nostre parti e non solo a Trastevere, Monti e S. Lorenzo. 
  4. Il compendio finale ai primi argomenti. Se per terra ci sono vetri rotti, cartoni, foglie secche, bottiglie vuote e cartacce assortite ( vi assicuro che dal vivo la situazione è peggiore di quello che risulta dalla foto) significa che l’AMA è da un bel pò che non passa. E la cosa strana è che, invece, in altre vie del rione i mezzi per pulire  passano praticamente ogni notte e in quelle strade la situazione è sicuramente più accettabile . Perchè questa differenza ? Non sarebbe meglio pianificare il passaggio dei mezzi dell’AMA in  tutte le vie del rione  magari non tutti i giorni ma almeno due – tre volte a settimana ? Ed è proprio così difficile disotruire le caditoie dal fango e detriti vari almeno una volta l’anno anche senza una task-force ? In attesa di qualche risposta confidiamo nell’arrivo della bella stagione per risolvere almeno il problema della pozzanghera !

Eppur qualcosa si muove

Nonostante mille problemi e mille difficoltà, non ultima la crisi di questo periodo che attanaglia le attività produttive,  negli ultimi tempi nel quadrante sud – est dell’Esquilino (una delle zone più disastrate del rione) qualcosa di nuovo si è visto se non altro per alimentare una flebile speranza di un difficile e lungo percorso per un ritorno alla normalità in campo commerciale. A via Bixio angolo via Principe Eugenio il rinomato ristorante cinese Hang Zhou ha rilevato il precedente esercizio. Per alcuni si tratta del miglior ristorante cinese di Roma, in ogni caso è  un locale di qualità presente da anni anche sulla guida del Gambero Rosso. Se così non fosse molti clienti non si affannerebbero a fare la fila la sera a via Bixio per aspettare il proprio turno !

Hang Zhou a via Bixio

 A via di Porta Maggiore al posto del negozio cinese fatto chiudere con i sigilli dall’autorità giudiziaria alla fine dello scorso anno (vedi) è subentrata la “Mondo Clima” azienda che si occupa di impianti solari, di climatizzazione, riscaldamento e ristrutturazioni edilizie

Mondo Clima a via di Porta Maggiore

 Un doveroso saluto di benvenuto e un “in bocca al lupo” alle due aziende che in un momento così difficile hanno scelto il nostro rione per svolgere la loro attività.

Novità sempre a via di Porta Maggiore per il negozio di abbigliamento “Made in Italy” che non riusciva ad aprire (vedi). Viste le difficoltà è stato trasformato in una vetrina di mobili in massello da rifinire che fa capo alla vicina ferramenta

Vetrina di mobili in massello

In tempi di affissioni abusive ed impianti publicitari obbrobriosi una bella vetrina fa il suo effetto ! Un “in bocca al lupo” anche per questa novità.

Index Urbis

Al via la prima edizione della Festa dell’Architettura di Roma. L’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma, la Casa dell’Architettura e l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia presentano Index Urbis, curata dall’architetto Francesco Garofalo, che si svolgerà dal 9 al 12 giugno 2010

Il programma degli eventi alla Casa dell’Architettura in piazza Manfredo Fanti

Il sito ufficiale della Festa dell’Architettura