Due gocce di speranza

Come avevamo già  detto in un precedente post sono iniziati i lavori di restauro della facciata esterna dell’ex Zecca di Stato (vedi). La novità è che è stato esposto il cartello ufficiale dei lavori che prevede la fine degli stessi entro la fine del 2020, il 10 dicembre per l’esattezza. Tutto procede come programmato e quindi non ci dovrebbero essere spiacevoli sorprese nè pericoli di prolungamenti significativi per il completamento dell’intero progetto.

E incredibilmente si è mosso qualcosa anche sul fronte del cd. Tempio di Minerva Medica. Infatti nei giorni scorsi è stata rivista ed adeguata la recinzione accanto alla porta d’ingresso principale del monumento. Non più una rete posticcia sopra i listelli metallici

La recinzione prima e dopo l’intervento
Prima la recinzione era tutta come il cancello ora è così

ma una recinzione integrale più sicura e più bella esteticamente. Speriamo che questo lavoro sia l’inizio non solo per il completamento dell’intera recinzione con la distruzione e la sostituzione dei pannelli orrendamente graffitati che delimitavamo l’area del cantiere

e che ancora sono lì, ma che sia propedeutico alla definitiva apertura al pubblico del cd. Tempio di Minerva Medica