Archivi tag: Attività sportiva

12 luglio – 2 settembre 2018 “Sport in Piazza” a Piazza Vittorio

12 luglio – 2 settembre

Coni Lazio

“Sport in Piazza”

“Sport in Piazza a Piazza Vittorio” si svolgerà durante l’arco di sei settimane, dal 12 luglio al 2 settembre con la pausa dal 6 al 22 agosto. Dal giovedì alla domenica, dalle 17 alle 24, sarà allestito un villaggio sportivo attrezzato ogni settimana con aree tematiche dedicate ad alcune discipline sportive. Si partirà giovedì 12 con gli sport della mente (scacchi, dama, bridge), poi sarà la volta degli sport vari (scherma, giochi tradizionali, bowling, bocce, cricket, arrampicata sportiva), gli sport rotellistici (pattinaggio, ciclismo, ghiaccio), gli sport di combattimento (arti marziali, kickboxing), gli sport di squadra (tennis, badminton, tennistavolo, pallavolo, pallacanestro), quelli praticabili sui simulatori (pesca sportiva, pentathlon moderno, tiro a segno, vela, guida sportiva) e si chiuderà con gli sport a corpo libero (danza sportiva, ginnastica, twirling).

“Siamo sempre più impegnati nella diffusione della pratica sportiva accessibile a tutti – dice il Presidente CONI Lazio Riccardo Viola -. Il nostro lavoro di promozione tocca ormai ogni angolo della Regione ed è sempre più apprezzato, promuoviamo lo sport soprattutto nei luoghi non deputati allo sport e Piazza Vittorio è uno di questi. Grazie al lavoro sinergico con i presidenti federali della regione siamo in grado di mettere in campo le migliori risorse in termini di tecnici e istruttori, offrendo ai cittadini la possibilità di fare attività sportiva di qualità, gratuitamente, e di scoprire nel contempo la grande ricchezza dell’offerta sportiva. Promuovere un evento a Piazza Vittorio, che è la piazza per eccellenza di Roma in quanto è la più grande in termini di superficie

ed è anche il simbolo dell’integrazione, perché è la più multietnica della Capitale, vuol dire offrire la possibilità a tutti di vivere una bella esperienza non solo sportiva ma anche culturale”.

Il menù sportivo per la settimana in corso fino a domenica 15, preparato con Federazioni, Discipline Associate ed Enti di promozione aderenti all’iniziativa, prevede pentathlon moderno con simulatore del tiro con la pistola, tennis, scacchi (solo il sabato) e calci di rigore (con gonfiabile del Centro Sportivo Italiano).

E’ tempo di “Esquilindo”

ESQUILINDO è un progetto delle cooperative sociali Parsec ed EureKa Primo Onlus, finanziato dalla Provincia di Roma, con il Patrocinio del I Municipio Centro Storico, rivolto a tutta la città ed in particolare al Rione Esquilino. 

ESQUILINDO è un contenitore di idee, di eventi urbani, di cultura. Nasce nel 2007, all’interno delle azioni sostenute dal Progetto Mediazione Sociale-Esquilino, con l’intenzione di costruire un’idea condivisa di città “Linda”, come risposta alle richieste di tanti cittadini e commercianti che desiderano contribuire in prima persona alla valorizzazione degli aspetti positivi del Rione, come volano per una sua riqualificazione. 

ESQUILINDO cresce anche con la convinzione che prendersi cura del Rione, significa rendere la stessa città di Roma più bella, accogliente e sicura. 

In questa cornice Esquilindo propone tre importanti appuntamenti, programmati tra settembre 2010 sino a giugno 2011: 

A Settembre, ESQUILINDO CHE SI_CURA, quarta edizione, un’ iniziativa dedicata alla cura dell’ambiente, inteso come ambiente urbano, ma anche e soprattutto come spazio in cui si sviluppano relazioni sociali. L’evento, quest’anno, parte dal Nuovo Mercato Esquilino, e precisamente dalla sede operativa del Progetto, sita all’interno del “Banco della Mediazione Sociale” che, mimetizzato tra i banchi di frutta e verdura verrà inaugurato martedì 21 alle ore 12.30 per dare continuità al lavoro svolto negli anni precedenti, mantenere e/o costruire nuove relazioni sociali, offrire servizi di ascolto e orientamento, progettare in maniera partecipata con i cittadini che vivono o lavorano nel Rione. 

A Dicembre 2010 è la volta di ESQUILINDO-ASSAGGIA IL MONDO, alla sua seconda edizione, prevede un viaggio di conoscenza: giornate di arte, gastronomia e cultura nel Nuovo Mercato Esquilino, tra i colori, gli odori e i sapori di un straordinario mercato internazionale. 

E infine maggio 2010 ESQUILINDO SPORT SENZA FRONTIERE, una giornata, alla sua terza edizione, che propone una “gimkana” attraverso la pratica degli sport di tutte le realtà che abitano il Rione, dal calcio al cricket, dal basket al badminton. 

  

  

Programma EsquilinDo CHE SI-CURA 

  

Martedì 21 settembre 2010 

  

Ore 12.30 

Inaugurazione “banco della mediazione” 

Si inaugura lo sportello di ascolto e orientamento e anche lo spazio operativo del progetto Esquilindo. 

Il “banco della mediazione”, dal 21 settembre in poi, sarà aperto al pubblico ogni martedì e venerdì dalle 10.00 alle 13.00. 

Venerdì 24 settembre 2010 

  

ore 10.00 – 18.00 

Il Banco delle relazioni 

Un banco situato nello spazio tra mercato alimentare e quello di merci varie che “espone” progetti, servizi, relazioni, pubblicizza tutte le diverse modalità con cui si esprime il volontariato e la solidarietà presente nel Rione, al solo prezzo di un sorriso o di una stretta di mano. Il banco è dedicato a tutte le realtà sociali dell’Esquilino, e rappresenta una sorta di expò dell’associazionismo locale, della sua capacità di fare, tessere relazioni anche con l’arte e la cultura. 

Danze, balli e canti e attività sportive (break dance, cricket, badminton e altre) si susseguiranno nel piazzale antistante i due mercati e saranno curati dalle diverse associazioni italiane e dalle diverse comunità straniere che hanno aderito a Esquilindo, nonché dal Progetto “Tutti in Piazza”. 

Ore 11.00-12.00 

Lezioni all’aria aperta 

Lezione all’aria aperta per i ragazzi delle scuole del Rione, sulla cura dell’ambiente e delle relazioni territoriali. 

  

Ore 14.00 – 18.00 (Appuntamento davanti al Teatro Ambra Jovinelli)  

Puliamo le vie intorno al Mercato Esquilino. 

Adesione alla campagna nazionale di Legambiente “Puliamo il Mondo” per la pulizia delle strade, insieme alle scuole, alle associazioni, ai commercianti ed ai cittadini del Rione Esquilino. Pulizia delle strade e dei muri nelle vie intorno al mercato; Via Turati, via Mamiani, via Principe Amedeo, via Cairoli, via La Marmora, via Ricasoli, Piazza Pepe e, se possibile, anche i giardini dell’Acquedotto. 

Domenica 26 settembre 2010 

Ore 10.00-17.00 – cortili scuola F. di Donato, via Bixio, 83/85 

Festa “Bentornati a Scuola” 

Aderisce a EsquilinDo anche l’iniziativa “Bentornati a Scuola”, curata da genitori e insegnanti della Scuola Di Donato dove si potrà assistere gratuitamente alla dimostrazione delle attività sportive e artistiche, ai corsi di lingua e di musica che si terranno tutti i pomeriggi durante l’anno scolastico in corso. Oltre a visitare il mercatino dell’usato sarà possibile pranzare con i sapori dalla Somalia, Bangladesh, Italia, Iran, Cina e divertirsi partecipando alle dimostrazioni delle diverse attività sportive: capoeira, pattinaggio, danza, cricket e tante altre. 

Per informazioni:  

Progetto “Esquilindo” 

Tel. 0689689965/6 

Mobile. 389/1116214 

info@mediazionesociale.org, , www.mediazionesociale.org

Sabato 8 maggio a via Bixio

SABATO 8 MAGGIO

 

NON PRENDERE IMPEGNI

 

 I CORTILI DELLE SCUOLE “RUGGERO BONGHI” E “FEDERICO DI DONATO”

E L’INTERA VIA BIXIO CHIUSA AL TRAFFICO, SONO A TUA DISPOSIZIONE PER

TORNEI DI MINIBASKET MASCHILI E FEMMINILI

GARE SU PISTA DI ATLETICA

PARTITE DI MINIVOLLEY E PALLAVOLO

SFIDE DI TENNISTAVOLO

PRANZO CONVIVIALE OFFERTO DALLE MENSE SCOLASTICHE

TANTI GIOCHI DI GRUPPO

BASKET 3 c 3 PER OGNI ETA’

APPETITOSA GASTRONOMIA ETNICA

DANZE POPOLARI CON IL CEMEA DEL LAZIO

LE FANTASTICHE EVOLUZIONI E LE SCHIACCIATE DEI DAMOVE

PESCA CON RICCHISSIMI PREMI

FAMOSI OSPITI E PERSONAGGI DELLO SPORT

ESIBIZIONE DELLA “YOUNG PIAZZA VITTORIO ORCHESTRA”

BOOK CROSSING, PER SCAMBIARE I LIBRI PIU’ INTERESSANTI

I GUSTOSI SORBETTI OFFERTI DALLA GELATERIA FASSI

LE MAGLIETTE OFFERTE DALLE ASSOCIAZIONI ORGANIZZATRICI

TI ASPETTIAMO PER UNA GIORNATA

DI FESTA E DI RIFLESSIONE

NEL RICORDO DI MARK E LAVINIA.

NON MANCARE !!!!

Iniziativa del G.S. Dil. Esquilino

Pubblichiamo volentieri queste proposte del G. S. Dil. Esquilino perchè la carenza di impianti sportivi pubblici è uno dei tanti problemi che affliggono il nostro rione.

PER UNA RIPRESA DEL DIALOGO TRA CITTADINI E ISTITUZIONI

Premessa

In occasione della imminente tornata elettorale ‑ che vede come di consueto i candidati dei vari schieramenti proporre programmi o, più spesso, semplici slogan che rendono difficile valutarne la competenza e l’affidabilità ‑ il nostro Gruppo Sportivo ha intenzione di farsi parte attiva del confronto tra cittadini e istituzioni formulando alcune precise richieste di intervento per il miglioramento dello stato e della quantità di strutture sportive nel rione Esquilino. Siamo fiduciosi che qualcuno dei candidati voglia raccogliere il presente appello a confrontarsi con le famiglie dei bambini e delle bambine, nonché degli adolescenti che, pur di continuare a praticare lo sport, affrontano quotidianamente il disagio imposto dall’inadeguatezza degli impianti che il rione Esquilino offre ai suoi abitanti. La speranza, seppur tenue, è che il confronto possa servire a fare breccia, possibilmente in entrambi gli schieramenti, nel muro che sempre più spesso ci divide dai nostri amministratori indicando loro un obiettivo concreto per raggiungere il quale dovranno ‘semplicemente’ riscoprire il piacere del confronto e del dialogo con i cittadini.

Per giustificare la nostra richiesta, il presente invito contiene anche una breve presentazione della nostra attività e del contesto in cui da anni continuiamo a svolgerla.

Chi siamo

In considerazione del simultaneo impegno sul fronte maschile e su quello femminile, il Gruppo Sportivo Dilettantistico Esquilino è una delle prime dieci associazioni sportive del Lazio per ciò che riguarda la presenza di atleti nei campionati federali giovanili di pallacanestro. Infatti, per l’anno sportivo 2009/2010, gli atleti e i miniatleti del G.S. Esquilino parteciperanno alle seguenti competizioni in ambito regionale:

  • Torneo di minibasket categoria scoiattoli e libellule (bambini e bambine nati negli anni 2001 e 2002);
  • Torneo di minibasket categoria Aquilotti con due squadre (bambini nati nel 1999 e 2000) ;
  • Torneo di minibasket categoria Gazzelle (bambine nate nel 1999 e 2000)
  • Torneo esordienti maschile (bambini nati nel 1998);
  • Torneo esordienti femminile (bambine nate nel 1998);
  • Campionato Under 13 femminile (ragazze nate nel 1997 e 1998),
  • Campionato Under 13 maschile (ragazzi nati nel 1997 e 1998);
  • Campionato Under 14 femminile (ragazze nate nel 1996 e 1997);
  • Campionato Under 14 maschile (ragazzi nati nel 1996 e 1997);
  • Campionato Under 15 maschile di eccellenza (ragazzi nati nel 1995 e 1996).
  • Campionato Under 16 maschile (ragazzi nati nel 1994 e 1995)
  • Campionato Under 17 maschile (ragazzi nati nel 1993 e 1994)

Completano il quadro delle attività previste per quest’anno i corsi di ginnastica artistica per bambine e i corsi di basket e ginnastica dolce per adulti e anziani, l’organizzazione di minitornei aperti a tutti da svolgersi negli spazi pubblici indicati dal I Municipio e dal Comune di Roma, nonché i corsi di promozione del babybasket e del minibasket all’interno delle scuole Bonghi e Di Donato.

Il contesto e le risorse

Tutte le attività del Gruppo Sportivo Dilettantistico Esquilino si svolgono in una realtà socio economica notoriamente complessa, caratterizzata dalla convivenza di diverse culture ma anche di famiglie con capacità di spesa molto differenziate. E’ evidente come in tale contesto, lo sport possa svolgere un ruolo essenziale quale strumento di integrazione e di alleggerimento del disagio sociale sia per i bambini e gli adolescenti sia per le famiglie, che possono trarre dalle amicizie dei propri figli occasioni di socializzazione, che possono risultare preziose anche per le famiglie più fortunate.

Le risorse che consentono al Gruppo Sportivo Dilettantistico Esquilino di svolgere la propria attività sono costituite unicamente dalle quote sociali versate dagli iscritti e dal volontariato di alcuni genitori che offrono regolarmente la propria collaborazione per lo svolgimento delle attività. E’ nostra convinzione che sia essenziale continuare sulla linea dell’autofinanziamento, valorizzando ed espandendo soprattutto le risorse umane offerte dalla collaborazione dei genitori e delle famiglie, non soltanto per il prezioso supporto organizzativo derivante da tale collaborazione, ma anche per l’importanza che il gruppo attribuisce alla condivisione delle esperienze di gioco, allenamento e competizione tra figli e genitori in un contesto in cui le occasioni di socializzazione, anche intrafamiliare, sono sempre più rare. Inoltre, il contesto in cui opera il gruppo, caratterizzato, come detto, da un diffuso disagio sociale e l’esigenza di far coesistere atleti e atlete di diversa provenienza e capacità di spesa rende non praticabile l’aumento delle quote di iscrizione che sono, e vorremmo che restassero, estremamente modeste. Si aggiunga che il G.S. Esquilino garantisce consistenti ribassi per le famiglie numerose e la completa gratuità per le famiglie in difficoltà economica.

Le prospettive

Se da un lato, in virtù del riscontro e della collaborazione a dir poco entusiasta delle famiglie, il G.S. Esquilino è in grado di autofinanziarsi, dall’altro, per la prosecuzione della propria attività, dovrebbe poter contare su strutture non fatiscenti e adeguate allo svolgimento del minibasket, nonché di una palestra di dimensioni ‘regolamentari’ per lo svolgimento dei campionati riservati alle categorie giovanili ai quali partecipano ragazzi e ragazze di fascia adolescenziale. Qui di seguito proviamo a sintetizzare il nostro punto di vista sullo stato delle strutture sportive del rione Esquilino, suddividendo le riflessioni sui due fronti, quello delle strutture da adibire alla pratica sportiva per i bambini e quello delle strutture per gli adolescenti, partendo da un’analisi della situazione attuale e indicando quindi i passi avanti che potrebbero esser fatti, anche a breve termine.

Lo stato attuale

Sul primo fronte, quello degli spazi per le attività di minibasket, negli ultimi mesi sono stati realizzati interventi importanti, in grado di rimediare allo stato a dir poco disastroso che si era creato negli ultimi anni. In particolare:

  • Il cortile della scuola Bonghi è stato ristrutturato e inaugurato il 3 ottobre.
  • Il cortile e la piccola palestra della scuola Di Donato sono stato resi nuovamente agibili dopo la chiusura imposta dai vigili del fuoco durante i controlli effettuati nei giorni immediatamente successivi al sisma che ha colpito l’Abruzzo nella scorsa primavera.
  • La copertura dell’intera struttura della ex scuola Pellico è stata risanata; una delle due palestre è stata ripulita, i bagni e gli spogliatoi sono stati ristrutturati e resi agibili; gli infissi rotti o mal funzionanti sono stati in buona parte riparati e/o sostituiti.

 

Sul secondo fronte, quello di una palestra di dimensioni regolamentari (un campo di gioco di metri 28×15), non vi è alcun segnale che faccia intravedere la realizzazione di una struttura adeguata, nonostante che nel quartiere siano presenti i seguenti spazi utilizzabili per la creazione di una struttura sportiva polivalente in grado di ospitare le nostre attività:

  • ex palestra scuola Baccarini in via Sforza attualmente occupata ma inutilizzata dalla Caserma Medici dell’Esercito Italiano;
  • i capannoni delle caserme via Labicana;
  • la nuova sede della scuola media ‘Viscontino’ presso l’ex ‘Angelo Mai’;
  • gli spazi dell’Istituto Galilei in via Conte Verde;
  • le ex strutture sportive di Santa Croce in Gerusalemme
  • lo spazio circostante la mensa della Facoltà di Ingegneria della ‘Sapienza’ in Via delle Sette Sale attualmente adibito a parcheggio.

Cosa si può fare

  • Per ciò che riguarda il primo fronte, in considerazione dell’avvenuta ristrutturazione dei cortili della Scuola Di Donato e della scuola Bonghi dove, peraltro, alcuni spazi dei sotterranei accessibili dal cortile potrebbero essere ristrutturati ed adibiti a bagno e spogliatoio, riteniamo prioritario che gli sforzi dell’Amministrazione si concentrino sul recupero completo della funzionalità delle due palestre della ex scuola Silvio Pellico. In particolare, per evitare di ‘lasciare a metà’ il già avviato lavoro di recupero di quella che rappresenta la struttura più importante per la pratica del minibasket nel quartiere, soprattutto nel periodo invernale, anche la seconda palestra andrebbe resa agibile e i locali sovrastanti le due palestre andrebbero risanati per evitare che lo stato di abbandono in cui versano comprometta la funzionalità e la sicurezza degli spazi sottostanti.

 

Per ciò che riguarda il secondo fronte si dovrebbe:

  • Sollecitare le autorità militari competenti a: (i) rispondere positivamente alle ripetute richieste del Dirigente della Scuola Baccarini di restituzione del proprio spazio originariamente adibito a palestra della scuola ed attualmente inutilizzato e lasciato dall’Esercito in stato d’abbandono; (ii) considerare la possibilità di cedere al Comune gli spazi inutilizzati delle caserme di Via Labicana per la realizzazione di un impianto sportivo polifunzionale.
  • Verificare che il progetto di ristrutturazione dell’Angelo Mai che ospiterà il ‘Viscontino’ preveda una palestra di dimensioni adeguate;
  • Verificare con la Soprintendenza la possibilità di recuperare gli spazi sportivi dell’area di S. Croce in Gerusalemme;
  • Esplorare la possibilità di un accordo con la Sapienza per la costruzione di una struttura sportiva nell’area di Via delle Sette Sale utilizzabile congiuntamente dall’Università e dalle associazioni sportive di quartiere.
  • Verificare con la dirigenza scolastica del Galilei la possibilità di adibire parte degli enormi spazi della scuola a Palestra polifunzionale.