Venerdì 23 marzo “Gli Osceni Fauni” al Piccolo Apollo

presentavenerdì 23 marzo – ore 20.00
Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11
  c/o ITIS Galilei – via Conte Verde, 51 – RomaIngresso riservato ai soci
(tessera mensile 5,00 €  – sottoscrizione libera per ogni evento)
GLI OSCENI FAUNI
Edoardo Sanguineti

Incontri multimediali per un progetto di poesia permanente a cura di
Maria Grazia Calandrone, Fabio Lauteri, Canio Loguercio, Lidia Riviello

Consulenza musicale di
Fabio Lauteri e Timisoara Pinto

POETI E
architetti lettori baby-sitter editori
fantasmi ruspisti angeli amici

 
Foto: Trilussa al mare al lido di Ostia 1920 post card con un’amica
I poeti
incontrano le scintille del
proprio mondo nelle persone, nelle
immagini e nei suoni che hanno scelto
di portare nello spazio del

Centro Aggregativo
Apollo  11


Continuiamo sfidando la sorte con***
DEDICA: Confesso umilmente che sono mortale
omaggio in video ad Elio PAGLIARANI
a cura di Cetta Petrollo PAGLIARANI a seguireFranco BUFFONI VS Carlo CARABBA…e oggetti, libri, suoni e voci dall’apollo undici…

S.D. un poeta tra voi

Le Reti di Dedalus – la poesia in rete con Francesca FIORLETTA

Suoni ed effetti di: Federico FORLEO (North by Northwest)

***
…il pubblico è invitato a lasciare un libro, un cd o un dvd a sua scelta
per costruire insieme a noi un archivio multimediale di poesia…

Ricordiamo che alle 20.00 c’è il rinfresco e alle 20.30 si inizia

Gli Osceni Fauni – Incontri multimediali per un progetto di poesia permanente – progetto Gli Osceni Fauni non vuole essere semplicemente una rassegna di poesia ma un progetto che mira a trasformare il luogo / scena della poesia contemporanea in uno spazio sperimentale nel quale i poeti si mettono in gioco con oggetti e soggetti della loro poetica.
Ogni poeta invitato sulla scena dell’Apollo 11 farà una esperienza di scena, di dialogo, di performance, d’improvvisazione con la persona / personaggio prescelto di fronte al pubblico. Non necessariamente si tratterà di una persona! Altresì di un oggetto, di un video, di una musica.
Per un aggiornamento continuo delle esperienze compiute o in fieri nell’ambito letterario / artistico e poetico, verranno presentate delle riviste in breve: prima dell’incontro del poeta con il suo ospite, un critico o uno scrittore, un editore oppure un lettore presenterà in pochi minuti una nuova rivista o un blog o un libro in uscita, appena uscito o che s’intende recuperare.
Il titolo (Gli Osceni Fauni) è preso in prestito da una definizione che Edoardo Sanguinetiassegnò a se stesso mentre eseguiva un proprio “autoritratto”.Franco Buffoni, ha pubblicato le raccolte di poesia Suora carmelitana (Guanda 1997), Songs of Spring (Marcos y Marcos 1999), Il profilo del Rosa (Mondadori 2000), Theios (Interlinea 2001), Del Maestro in bottega (Empiria 2002), Guerra (Mondadori 2005), Noi e loro (Donzelli 2008), Roma (Guanda 2009). In uscita l’Oscar Mondadori con tutte le Poesie. Per Marcos y Marcos dirige il semestrale “Testo a fronte” e ha tradotto Una piccola tabaccheria. Quaderno di traduzioni, 2012. Per Mondadori ha tradotto Poeti romantici inglesi (2005). E’ autore di Più luce, padre. Dialogo su Dio, la guerra e l’omosessualità (Sossella, 2006) e dei romanzi Reperto 74 (Zona 2008), Zamel (Marcos y Marcos 2009), Il servo di Byron (Fazi 2012) e del pamphlet Laico Alfabeto (Transeuropa 2010). [www.francobuffoni.it]
Gli Osceni Fauni – Incontri multimediali per un progetto di poesia permanente
è un progetto a cura di a cura di Maria Grazia Calandrone, Fabio Lauteri, Canio Loguercio, Lidia RivielloConsulenza musicale: Fabio Lauteri e Timisoara Pinto

Con la presenza di un punto-libri a cura della libreria Koob 

per contattare Gli Osceni Fauni
glioscenifauni@apolloundici.itseguite Gli Osceni Fauni su:
www.facebook.com/pages/Gli-Osceni-Fauni-progetto-di-poesia-Centro-Aggregativo-Apollo-11/232188576875885ufficio stampa Fabio Lauteri / X-Beat – contatti: fabio@x-beat.it – 333-3423867
 
 
segreteria@apolloundici.it – tel +39 3457330465
seguiteci su Facebook Apollo Undici
   



 

Giovedì 22 marzo “Omaggio a Cecilia Mangini” al Piccolo Apollo

 
presenta
giovedì 22 marzo 2012
Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11
  c/o ITIS Galilei – via Conte Verde, 51 – Roma
OMAGGIO a CECILIA MANGINI

in compagnia di
Sergio StainoBruno di Marino

che, al termine delle proiezioni, incontreranno il pubblico insieme a
Davide BarlettiCecilia Mangini


ore 20.00

LA CANTA DELLE MARANE
di
Cecilia Mangini 

 

Italia,  1961, 10′

Il documentario è ambientato su uno dei tanti torrenti che affluiscono al Tevere, le Marane appunto, dove i ragazzini degli anni ’60 della periferia romana si ritrovano per giocare e trascorrere i momenti più torridi dell’estate. Cecilia Mangini con la sua macchina da presa, ne segue i volti, i riti, i movimenti e la malizia di chi sa di essere davanti ad una telecamera e ne vuol essere protagonista, anche se per poco. Le immagini sono accompagnate da un testo, scritto appositamente per l’opera da Pier Paolo Pasolini e dalla splendida colonna sonora di Egisto Macchi, che rendono La Canta delle Marane una vera e propria poesia che scorre sulle immagini dei corpi di questi ragazzini di periferia.
FELICE NATALE
di
Cecilia Mangini 

Italia,  1965, 13′ 

Brillante pamphlet anticonsumista di gran lunga in anticipo sui suoi tempi: in pieno e strombazzato boom economico vengono presi di mira attraverso un vorticoso e sarcastico montaggio tutti i compulsivi e alienanti rituali delle spese pre-natalizie, fino a raggiungere un insostenibile ritratto espressionista della piccola borghesia incantata dal falso benessere e dal simulacro del denaro.
Brecht, per la sua virulenta ironia, ed Ejzenstejn, per la sua teoria del montaggio delle attrazioni, sono i numi tutelari di questo cine-documento circense e coloratissimo, che ancora stupisce per coraggio e crudeltà.


a seguire


Italia,  2010, 66′, full HD

 
Non c’era nessuna signora a quel tavolo è il racconto di una vita al cinema e per il cinema. E’ la storia di Cecilia Mangini, documentarista, fotografa, intellettuale che ha raccontato con i suoi film 30 anni di storia del nostro paese. Sempre testarda, orgogliosamente anticonformista, protagonista di una stagione ricchissima per il cinema e la cultura italiana, la regista pugliese ha contribuito, nel corso della sua avventurosa e lunga carriera, a costruire al cinema il ritratto di un’Italia diversa da quella dei racconti ufficiali. Nel documentario di Barletti e Conte riprendono vita le immagini di un’Italia solo apparentemente lontana nel tempo, quella del nascente boom economico, con le sue lacerazioni, i suoi drammi e la sua vitalità ma anche il racconto di un mondo contadino e arcaico che scompare, incapace di resistere all’avanzata del progresso. Scossa dal racconto appassionato di Cecilia Mangini, la polvere del tempo ricomincia a volteggiare, sospesa nel fascio di luce di vecchi proiettori e di mitiche moviole. Un’intera epoca e i suoi protagonisti riprendono vitalità dimostrando di avere ancora molto da dire anche sul nostro presente.Regia: Davide Barletti & Lorenzo Conte – Fotografia: Michele NassuatoMontaggio: Gabriele GianniMusiche: Antongiulio GaleandroProduzione: Fluid Produzioni con il contributo di Teca del Mediterrneo.Cecilia Mangini

 

Ingresso riservato ai soci
(tessera mensile 5 € – sottoscrizione libera per ogni evento)

PROSSIMI APPUNTAMENTI:Venerdì 23 marzo
 

GLI OSCENI FAUNI – Incontri multimediali per un progetto di poesia permanente
a cura di:
Maria Grazia Calandrone, Fabio Lauteri, Canio Loguercio, Lidia Riviello

segreteria@apolloundici.it – tel 39 3457330465
seguiteci su Facebook Apollo Undici
   



 

Incredibile, ma vero !

Da giugno 2010 a settembre 2011 abbiamo pubblicato diversi post sui lavori che la soc. Terna ha eseguito per conto della soc. Acea nel nostro rione per l’adeguamento delle linee elettriche ad alta tensione. Abbiamo spesso criticato l’assenza di pianificazione e la mancanza di collaborazione tra i vari soggetti interessati allo svolgimento dei lavori (Terna,  Acea, Sovraintendenza dei beni culturali) che hanno allungato i tempi di esecuzione oltre ogni plausibile ritardo. Ci siamo rallegrati per la chiusura delle voragini e dei vari cantieri anche se  il problema è solo stato spostato (ora ce l’hanno all’inizio della via Tiburtina a S. Lorenzo) ma non avevamo mai criticato la bontà dei lavori stessi. Avevamo terminato con l’ultimo post ammonendo che non sarebbe stato accettato un ulteriore scavo per l’adeguamento di altri servizi dopo più di un anno di buche aperte  e strade chiuse ma la realtà ha superato l’immaginazione perchè a distanza di pochi mesi è stata la stessa Acea a risfasciare la strada a via Principe Umberto angolo via Bixio per un guasto occorso alla linea che porta la corrente elettrica ad un intero stabile per cui è stato necessario rimettere mano ai cavi che erano state posati solo qualche mese prima. Se è questa la realtà possiamo pure scrivere fiumi di parole ma le strade senza buche e rappezzi non le vedremo mai.

Maratona di Roma – racecourse 2012

Domenica 18 marzo dalle ore 9,00 si correrà la 18° Maratona di Roma. Il percorso lambirà alcune vie del rione Esquilino e saranno inevitabili deviazioni di automezzi pubblici e stop al traffico veicolare privato.

Le linee coinvolte da modifiche nei due giorni di allestimento delle strutture e svolgimento della gara saranno:
H, C2, C3, 2, 3, 8, 19, 23, 32, 34, 40Express, 44, 46, 48, 49, 52, 60Express, 62, 63, 64, 69, 70, 71, 75, 80Express, 81, 84, 85, 87, 88, 116, 118, 119, 128, 130Express, 160Express, 170, 175, 180Express, 190Express, 200, 201, 217, 224, 280, 301, 446, 490, 492, 495, 590, 628, 673, 715, 716, 719, 761, 766, 780, 870, 881, 910, 911, 913, 916, 926, 982, 990, 991.

Le linee temporaneamente sospese nella giornata di domenica 18 marzo a saranno:

  • 2 dalle 8,50 alle 14,35
  • 40 dalle 8 alle 17
  • 64 dalle 8 alle 12
  • 70 dalle 8,30 alle 12,30
  • 116 dale 8 alle 14,30
  • 119 da inizio servizio sino alle 17,25
  • 175 dalle 8 alle 17
  • 280 dalle 8,30 alle 13,30
  • 628 dalle 8 alle 16,50
  • 926 dalle 8,30 alle 15

PAGINA DEDICATA SUL SITO ROMA MOBILITA’

Inoltre, alle 9.15 (sempre a via dei Fori Imperiali) oltre 80mila persone parteciperanno alla stracittadina RomaFun, una corsa amatoriale di 4km che attraversera’ piazza Venezia, via Cesare Battisti, via IV Novembre, largo Magnanapoli, via Nazionale, via Agostino Depretis, piazza Esquilino, via Cavour, via Lanza, via Monte Oppio, via delle Terme di Traiano, via della Domus Aurea, via Nicola Salvi e terminera’ al parco del Colle Oppio.

PERCORSO UFFICIALE DELLA MARATONA

SITO  UFFICIALE DELLA MARATONA DI ROMA

17 marzo 2012 “AbbracciAMO Piazza Vittorio”

Manifesti, scempio consentito

Riceviamo da Davide,  che ringraziamo, un contributo filmato su un problema che abbiamo spesso trattato ma è ben lungi dall’essere risolto : quello dei manifesti abusivi che forze politiche, organizzazioni, associazioni,  comitati e aziende che  reclamizzano qualcosa attaccano impunemente su qualsiasi superficie adatta sia essa un muro, una colonna un palo o un cassonetto.

Le foto si riferiscono al nostro rione ma, purtroppo, il fenomeno è esteso in tutta Roma periferie comprese.

Vorremmo che finalmente, senza ipocrisia,  venissero prese delle severe norme per impedire questo autentico scempio, perchè a differenza dei writers (altro grosso problema per il decoro urbano) chi imbratta Roma con questi manifesti ha un nome e un cognome.

Qualche post fa pubblicammo la foto di un cassonetto giallo a Viale Manzoni ripulito da tutti i manifesti che via via erano stati attaccati. Incredibile, dopo una ventina di giorni è ancora pulito dai manifesti, ma dagli scarabocchi ovviamente no!

“A Mao e a Luva storia di un trafficante di libri” al Piccolo Apollo

presentagiovedì 15 marzo 2012 – ore 20.00
Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11
  c/o ITIS Galilei – via Conte Verde, 51 – Roma a MAO e a LUVA
STORIA DI UN TRAFFICANTE DI LIBRI

un film documentario di
Roberto Orazi

Italia,  2010, 65′
al termine della proiezione l’attore Giorgio Colangeli leggerà alcune poesie del protagonista del film
accompagnato alla chitarra da Marco Minnucci

a seguire l’autore del film Roberto Orazi incontrerà il pubblico
insieme al produttore  Riccardo Neri

 
Nord est del Brasile, stato del Pernanbuco. Siamo in una delle aree più povere e carenti della città di Recife, la favela Pina. Questo è lo scenario del film, che racconta la storia di Ricardo Gomes Ferraz, 35 anni meglio noto come KCal.
Ai margini del fiume dove la favela si estende, KCal poeta e musicista, ha trasformato la sua casa, una palafitta sospesa sull’acqua, in una biblioteca per i bambini della sua comunità. Sacrificando le sue poche risorse, per oltre 15 anni ha comprato libri usati nel luoghi più disparati del centro della città.
La biblioteca, diventa il punto di ritrovo di centinaia di bambini e adulti, un luogo dove sognare non è proibito, dove la fantasia viaggia in altri luoghi diversi dagli scenari della favela. La droga e la prostituzione, minacciano l’esistenza del quotidiano.
Un libro trovato per caso a 16 anni, ha trasformato la sua vita, a MAO e a LUVA di Machado de Assis, da quel giorno KCal non ha mai smesso di nutrirsi di cultura e di regalarla ai suoi ragazzi.
Il 25 Marzo del 2008, quest’uomo che si definisce “Un Trafficante di Libri”, riceve un importante riconoscimento per la sua attività svolta negli anni: il premio “Faz Diferenca” per la categoria “sociale”, lo stesso premio che nel 2003 riceveva Luiz Inacio Lula da Silva, oggi Presidente del Brasile.
Nell’aprile del 2009, il Ministro della Cultura Brasiliano Juca Ferreira, riconosce l’opera di Ricardo Gomes Ferraz.
Nasce così un progetto governativo che vede moltiplicarsi le biblioteche nelle favelas. Dalla Livroteca Os Guardioes fondata da KCal, oggi altre 514 biblioteche sono attive in tutto il Brasile.Produzione: Lupin Film – Regia: Roberto Orazi – Sceneggiatura: Roberto Orazi – Musiche: Roberto Vallicelli, Renato BorghettiRoberto Orazi

Ricordiamo che alle 20.00 c’è il rinfresco e alle 20.15 circa inizia la proiezione

Ingresso riservato ai soci
(tessera mensile 5 € – sottoscrizione libera per ogni evento)

PROSSIMI APPUNTAMENTI:
Giovedì 22 marzo

Omaggio a Cecilia Mangini:
LA CANTA DELLE MARANE e FELICE NATALE di Cecilia Mangini
NON C’ERA NESSUNA SIGNORA A QUEL TAVOLO di Davide Barletti e Lorenzo Conte

Ospiti oltre gli autori:
Sergio Staino, Silvio Maselli (Direttore Apulia Film Commision)
Bruno Di Marino (critico cinematografico)

Venerdì 23 marzo
 

GLI OSCENI FAUNI – Incontri multimediali per un progetto di poesia permanente
a cura di:
Maria Grazia Calandrone, Fabio Lauteri, Canio Loguercio, Lidia Riviello

segreteria@apolloundici.it – tel 39 3457330465
seguiteci su Facebook Apollo Undici
   



 

 

Comunicato del gruppo “Parolincontro”

L’incontro  L’Italia al tempo di “Italia”-  Istantanee  di Giovedì 15 marzo  si terrà presso la Scuola di Donato, via Bixio 83, sala Intermundia (Segreteria) alle ore 18.

Se volete potete ancora mandarci foto o brevi scritti sulla “vostra” Italia negli anni del romanzo (1960-1990 circa). Stiamo preparando una piccola antologia.

Altrimenti, se vi va, potete portare, direttamente il 15,  foto, oggetti, testi o ricordi da raccontare e condividere.

Vi aspettiamo!

“Sic Fiat Italia” al Piccolo Apollo

in collaborazione conpresentamartedì 13 marzo – ore 20.00
Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11
  c/o ITIS Galilei – via Conte Verde, 51 – Roma

SIC FIAT ITALIA
COSI’ SIA ITALIA

un film di
Daniele Segre 


Italia, 2011, DV, 57′

al termine della proiezione l’autore Daniele Segre incontrerà il pubblico insieme a:
  Luciana Castellina
Paola Scarnati (Arci Ucca e AAMOD Archivio Audiovisimo Movimento Operaio e Democratico)
Giorgio Airaudo ( FIOM Segreteria Nazionale )
Canio Calitri ( FIOM Segreteria Regionale )


 
Dopo Morire di lavoro (2008) Daniele Segre torna a occuparsi delle lavoratrici e dei lavoratori in un momento cruciale per il mondo della fabbrica italiano: il 13 e 14 gennaio 2011 si svolge nello stabilimento industriale di Fiat Mirafiori il referendum imposto da Sergio Marchionne, amministratore delegato del Gruppo Fiat, per far scegliere ai lavoratori se accettare nuove condizioni lavorative e continuare a lavorare, o non accettarle e chiudere. È una svolta epocale: scavalcati i tavoli d’intesa coi sindacati, attraverso lo strumento democratico del referendum si chiede direttamente agli stessi lavoratori di decidere di perdere o non perdere il proprio posto di lavoro, sacrificando nell’ultimo caso diritti conquistati nel tempo e dati ormai per scontati.
Partendo dalle vicende attuali di Mirafiori, Segre compie un nuovo viaggio nella storia del lavoro e nella memoria stessa della sua opera di regista, incontrando le lavoratrici e i lavoratori fuori dai cancelli, Maurizio Landini (Segretario Nazionale della FIOM-CGIL), Giorgio Airaudo (Responsabile Nazionale Settore Auto FIOM-CGIL) e ripercorrendo sequenze di vent’anni di suoi film dedicati al lavoro. Insieme ai lavoratori di Mirafiori a Torino (2011), da Partitura per volti e voci. Viaggio tra i delegati CGIL (1991) in avanti troviamo i minatori della Carbosulcis di Carbonia arroccati nelle profondità delle loro miniere (1994), gli operai delle acciaierie Falk di Sesto San Giovanni nel deserto di una fabbrica in chiusura (1996) e della Nuova Scainidi Villacidro sulle cime di giganti bombole di gas propano (2000), i famigliari e i lavoratori del settore delle costruzioni che quotidianamente pagano un alto prezzo in vite umane per colpa dei gravissimi incidenti sul lavoro (2008). Tutti uniti nel disperato tentativo di difendere il posto di lavoro e la sua sicurezza.SIC FIAT ITALIA / così sia Italia – titolo amaro e ironico – diventa un momento in cui il regista, attraverso un ventennio di racconti di lavoratrici e lavoratori, costruisce un rigoroso percorso di “saggistica sociale e umana” che arriva all’oggi. La progressiva erosione dei diritti acquisiti, il mutamento della scena economica con i nuovi scenari imposti dalla globalizzazione, il rattrappirsi della dimensione di riscatto e di dignità di un lavoro inteso nel suo senso più pieno, le divisioni interne, l’inadeguatezza di molte rappresentanze politiche e sindacali, la solitudine, la paura, la tristezza, la rabbia, il silenzio impotente accanto a una tenace resistenza.
In questo percorso di volti e voci Segre propone allo spettatore una riflessione su un’importante storia d’Italia giunta ad un drammatico capolinea – proprio nell’anno della celebrazione dei 150 anni del’’Unità – e insieme traccia il bilancio di uno sguardo, quello del suo cinema, su una realtà nazionale sommersa, ignorata e sofferta.
 


© I Cammelli S.a.s. – www.danielesegre.it
Tel. +39 011/56 95 620  Fax. +39 011/56 95 619
icammelli.torino@gmail.com



Ricordiamo che c’è un rinfresco pre-proiezione Ingresso riservato ai soci
(tessera mensile 5 € – sottoscrizione libera per ogni evento)

si ringrazia

PROSSIMI APPUNTAMENTI:
 

Giovedì 15 marzo

A MAO E A  LUVA di Roberto Orazi

Ospiti oltre l’autore:
Grazia Calandrone (poetessa del gruppo Gli osceni fauni) e Giorgio Colangeli (attore)

Giovedì 22 marzo

Omaggio a Cecilia Mangini:
LA CANTA DELLE MARANE e FELICE NATALE di Cecilia Mangini
NON C’ERA NESSUNA SIGNORA A QUEL TAVOLO di Davide Barletti e Lorenzo Conte

Ospiti oltre gli autori:
Sergio Staino, Silvio Maselli (Direttore Apulia Film Commision)
Bruno Di Marino (critico cinematografico)

Venerdì 23 marzo
 

GLI OSCENI FAUNI – Incontri multimediali per un progetto di poesia permanente
a cura di:
Maria Grazia Calandrone, Fabio Lauteri, Canio Loguercio, Lidia Riviello

segreteria@apolloundici.it – tel +39 3457330465
seguiteci su Facebook Apollo Undici
 
 

A pensar male….

Qualcuno.anni fa, diceva ” A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca…” . Da qualche giorno si fa un gran parlare dello scandalo che ha travolto alcuni vigili  e tecnici addetti al rilascio e al controllo di autorizzazioni commerciali per la zona del centro storico di Roma. Non ci vuole grande intuito per immaginare che una zona prediletta per questo problema sia stata ed è l’Esquilino con centinaia di attività iniziate in barba a disposizioni e provvedimenti sul commercio che le varie amministrazioni via via succedutasi negli anni passati hanno emanato . Tre anni fa pubblicammo questo post sperando che finalmente cambiasse qualcosa in tema di autorizzazioni commerciali nel centro storico e particolarmente nel nostro rione , ma invano,   perchè è tutto rimasto invariato come sempre. Potremmo fare decine e decine di esempi su come questo ennesimo provvedimento non abbia portato ad alcun risultato ma, aspettando che la magistratura faccia il proprio corso e sperando che sia fatta piena luce, ci limiteremo ad esaminare un solo caso sollevando però il dubbio che, in generale, oltre allo scandalo delle mazzette per il rilascio di autorizzazioni commerciali ci sia anche un notevole danno economico alle casse del comune o di Roma Capitale come si dice da un pò di tempo.   Ora, scusate, ma devo fare un flashback autobiografico per raccontare un’esperienza che ho vissuto in prima persona.    Diversi anni fa decisi di chiudere una attività commerciale di cui ero amministratore unico. Vennero iniziate le pratiche per la disdetta delle varie autorizzazioni all’allora III circoscrizione e quando si trattò della tassa sulla pubblicità (le insegne in parole povere) il vigile incaricato mi intimò di togliere le stesse non oltre una settimana dalla data di presentazione per la cessazione altrimenti avrebbe elevato una multa di svariati milioni di lire.

 A via Principe Eugenio, alla fine di luglio 2011, chiude o meglio si sposta in via Merulana Sabatini  uno dei pochissimi negozi  storici  (elettronica,  elettrodomestici e telefonia) che erano rimasti nella via. Dopo qualche mese di chiusura le serrande  si riaprono con il solito show room cinese che vende scarpe (come avrà fatto? Vedi sopra!) ma l’insegna e la tenda a tuttoggi è rimasta quella di Sabatini (cliccare per ingrandire la foto). Ora io mi chiedo ma come mai i vigili tanto ligi alle disposizioni venti anni fa sono diventati così “buonisti” tanto da lasciare un’insegna con alcune  sponsorizzazioni eccellenti che non ci azzecca nulla (come direbbe un noto politico ex magistrato) con l’attività che si svolge all’interno del  negozio e con il nuovo conduttore dell’esercizio ? Ora dal momento che nè il vecchio propretario  nè il nuovo hanno interesse a continuare a pagare per quell’insegna (mi sembra ovvio!) ci si chiede se negli ultimi anni siano stati mai fatti dei controlli sui mancati introiti della tassa sulla pubblicità e sulla liceità di molte insegne visto che, passeggiando per il rione, di esercizi non in regola con le norme vigenti ce ne sono a bizzeffe. Ma gli stessi dubbi potremmo estenderli alla TARSU (tassa sui rifiuti)   : come verrà calcolata specie in quegli esercizi che sono stati frazionati (più o meno abusivamente) dal momento che si riferisce alla superficie adibita alla vendita e verosimilmente le mappe catastali ancora non saranno state aggiornate (se mai lo saranno) ? In attesa di una qualsiasi risposta vorremo comunque far notare che almeno la crisi attuale non guarda in faccia nessuno dal momento che sempre in via Principe Eugenio in un tratto di poche decine di metri ben tre negozi cinesi hanno chiuso ed ‘è comparso il cartello “affittasi”

P.S. Dalle foto appare evidente un altro problema che affligge il rione e in genere tutta Roma : non esiste un fabbricato che non sia deturpato da sgorbi e scritte dei graffitari. Sarebbe ora di prendere qualche provvedimento serio …

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Simone Modica

Photography

ROMANISTA PER SEMPRE

La voce ai tifosi...

piazzavittorioaps

La tua Associazione di Promozione Sociale sul territorio

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Et in Arcadia Ego

Sito informativo su Storia, Archeologia, Mitologia e Cultura antica.

www.retecivicaromana.it

Un gruppo aperto per la città del domani

Associazione di strada S.M. ai Monti » Languages » English

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

esquilinochiamaroma.wordpress.com/

Un progetto urbano e di valorizzazione culturale del rione Esquilino

La cucina italiana "de noantre"

Cucina & divertirsi alla nostra età

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

Generazione di archeologi

comunicare l'archeologia

La salvalibri

Perché la poesia fa muovere il mondo

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

L'Archipendolo

IL FILO A PIOMBO DELL'ARTE

Giovanni Pistolato

Blog letterario

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Quattordicesimo anno ♥     

lepagineviaggianti

la lettura gira

Tarantelle Romane

La cultura è un evento

Simone Modica

Photography

ROMANISTA PER SEMPRE

La voce ai tifosi...

piazzavittorioaps

La tua Associazione di Promozione Sociale sul territorio

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Et in Arcadia Ego

Sito informativo su Storia, Archeologia, Mitologia e Cultura antica.

www.retecivicaromana.it

Un gruppo aperto per la città del domani

Associazione di strada S.M. ai Monti » Languages » English

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

esquilinochiamaroma.wordpress.com/

Un progetto urbano e di valorizzazione culturale del rione Esquilino

La cucina italiana "de noantre"

Cucina & divertirsi alla nostra età

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

Generazione di archeologi

comunicare l'archeologia

La salvalibri

Perché la poesia fa muovere il mondo

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

L'Archipendolo

IL FILO A PIOMBO DELL'ARTE

Giovanni Pistolato

Blog letterario

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Quattordicesimo anno ♥     

lepagineviaggianti

la lettura gira

Tarantelle Romane

La cultura è un evento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: