Il Mercato delle Erbe a viale Manzoni

Archivio Fotografico Roma Sparita – Personale comunale addetto alla sorveglianza del Mercato delle Erbe

Forse non tutti sanno che nel Rione Esquilino fino al 1922, anno in cui sono stati inaugurati i Mercati Generali a via Ostiense, nel luogo dove oggi sorge l’Istituto Tecnico Galileo Galilei. alla fine del XIX secolo venne edificato un complesso di edifici che ufficialmente venne chiamato il “Mercato Centrale” ma per tutti era il Mercato delle Erbe di viale Manzoni dove avvenivano le vendite all’ingrosso di frutta e verdura.  Si riteneva che la vicinanza della Stazione Termini facilitasse i problemi di trasporto  e della distribuzione delle merci.

Archivio Fotografico di Roma Sparita – Una rara fotografia del Mercto delle Erbe a viale Manzoni

L’immagine qui sotto è un particolare di una pianta di Roma del periodo che va dalla fine ‘800 all’inizio ‘900 in cui al posto dell’Itituto Tecnico Galileo Galilei che venne costruito negli anni successivi al 1922 compare il “Mercato Centrale”. (cliccare per ingrandire)

    Dal sito “Mercati d’Autore – Storia delle Storie del Mercato d’Autore Parte 3”

    Alla fine dell’ottocento la frutta e verdura furono ospitate a viale Manzoni, in quel mercato delle Erbe che chiuderà per trasferirsi con le altre merceologie nei nuovi, e per allora, era il 1922, futuristici, mercati di via Ostiense. Realizzato alla fine dell’Ottocento, troviamo (anche se non coperto) il mercato Esquilino non lontano dalla stazione Termini era un luogo di grande passaggio, dopo una prima sistemazione nel 1913, ma anche in epoca fascista assistiamo al rilancio ed alla apertura di nuovi mercati coperti come quello di di via Baccina nel Rione Monti. I mercati continuarono a prosperare durante il Fascismo e sopravvissero alla guerra ed alla borsa nera.