Polizia Locale, operazioni a Porta Maggiore e Piazza Vittorio: sequestro penale di articoli contraffatti e rimozione di oltre 600 chili di masserizie. Proseguono gli interventi in ausilio alle persone senza fissa dimora.

Comunicato stampa della Polizia Roma Capitale

Sono 300 i chili di ciarpame rimossi in due giorni da Porta Maggiore, grazie all’intervento della Polizia Locale di Roma Capitale, con l’ausilio di Ama. Gli agenti del I Gruppo Centro “ex Trevi”, nucleo Esquilino, stanno eseguendo costanti controlli per il ripristino del decoro nell’area.  Sono quotidiani i sequestri di  merce, perlopiù proveniente dai cassonetti, che viene mandata al macero. Si tratta di un intervento che si ripete a cadenza regolare, considerata la recrudescenza del fenomeno.
Proseguono le verifiche anche a piazza Vittorio dove, ieri, le pattuglie  hanno proceduto al sequestro penale di articoli contraffatti, abbigliamento e calzature. Va avanti anche l’attività mirata di controllo sotto i portici, unitamente al nucleo specializzato nell’ assistenza emarginati, la sala operativa sociale e personale medico: oltre una ventina le persone senza fissa dimora identificate in questi giorni, perlopiù di nazionalità romena, con una età media tra i 30 e i 40 anni.
Di questi solo 5 , tre stranieri e due italiani , hanno accettato di esseri aiutati e d’ intraprendere un percorso di accoglienza in strutture adibite a tale scopo. Nel caso di accettazione, dopo una prima fase di dialogo  con gli operanti e le procedure medico sanitarie previste, la sala operativa sociale individua le opportunità per fornire la più adeguata  assistenza alloggiativa.
Grazie all’intervento  della Polizia Locale è stato possibile rimuovere , tramite Ama, circa 300 kg di masserizie dal sito, perlopiù cartoni, bottiglie di vino, residui di cibo , stracci e tanto altro, lasciato sotto i portici.
L’ opera di controllo e sensibilizzazione dei senza fissa dimora avviene con cadenza giornaliera da parte della Polizia Locale, che  con il  NAE ( nucleo assistenza emarginati) porta ausilio e sostegno a chi vive di stenti ed in condizioni di disagio, a volte legate anche  a disturbi di origine psicologica, aspetto tenuto sotto controllo  grazie agli interventi del personale medico.
Roma, 20 gennaio 2021


Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

I tesori nascosti del Rione Esquilino – #9

Appena possibile, come già preannunciato in un post precedente (vedi), aprirà il Museo della Villa di Caligola nei sotterranei del Palazzo Enpam a Piazza Vittorio che offrirà la possibilità di ammirare diversi reperti originali risalenti al I secolo d.C. oltre ai resti della domus. Ma tutta l’area di Piazza Vittorio e delle vie e piazze limitrofe è stata ed è tuttora una vera e propria miniera di autentici tesori archeologici. In questo articolo di Donato Alagia intitolato “Topografia degli Horti Lamiani. Riconsiderazioni di un tema archeologico” una interessante ricostruzione topografica della zona degli Horti Lamiani (odierna Piazza Vittorio) dall’epoca tardo repubblicana fino alla fine dell’Impero Romano d’Occidente. Una carrellata di personaggi famosissimi (Orazio, Virgilio, Mecenate e tanti imperatori) che hanno scelto  questa parte dell’antica Roma come residenza apportando nei secoli cambiamenti significativi alle domus e agli Horti della zona.