25 luglio 2018 Ultimo appuntamento con il Tango sotto i Portici di Piazza Vittorio al Gatsby Cafè

RiesgoDeTango nuovamente sotto i Portici di Piazza Vittorio con la diffusione del Tango Argentino, pronti a condividere una esperienza Sociale in un quartiere che ne ha bisogno!!!

– ULTIMO INCONTRO – poi ci si rivedrà forse a Settembre

19.30 – 21.30 Lezione Progressiva di Tango Argentino da chi si sente Principiante a chi si sente Intermedio Avanzato per chi vuole Imparare o Praticare il CAMBIO DI RUOLO. Difficoltà crescente dalla CAMMINATA al GIRO con ENROSQUE!
—- Costo 10 € —–

Prenotazione Obbligatoria al seguente Link:
https://goo.gl/forms/MJDPulFA0A63x2G42

Durante le due ore di Lezione si alterneranno momenti di Pratica Guidata con incursioni anche di Folklore, Chacarera.

— Non ci sarà Milonga –

Annunci

25 luglio 2018 per Sguardi su Oriente e Occidente “India. I quattro scopi della vita. A che cosa (ci) servono?” a Piazza Vittorio

25 luglio – ore 19:00

Sala Bucci – Ingresso Libero

India. I quattro scopi della vita. A che cosa (ci) servono?

Relatore: Gianluca Magi
Introduce: Francesco Palmieri

Un uomo sognato da Shakespeare affermò che siamo fatti della stessa materia dei sogni; per le filosofie indiane della Liberazione non è un’interiezione dello smarrimento o una metafora; è la diretta enunciazione di una verità esatta. Lo è a tal punto che, illuminato, Siddhartha Gautama si disse «Buddha», «il Risvegliato». Sino a tal conseguimento l’uomo trascorre la vita sopito nel sogno della veglia, strattonato di qua e di là dalla brama sessuale (kāma), sempre al centro di ogni fare, barcamenandosi nell’adempimento dei doveri etico-religiosi (dharma) che la società gli addossa o trafficando per imporre il proprio interesse (artha). Tre attività, beninteso, utili per la continuazione della specie tanto che il pensiero tradizionale hindu accoda a ciascuna una sterminata letteratura. Ma l’uomo che ne comprende le loro qualità seduttive, ambisce svincolarsene, così come ci si disfa da un sogno o come ci si distrae da circostanze che distraggono, mirando alla Liberazione (mokşa).

Gianluca Magi ha insegnato Storia delle religioni e delle filosofie indiane all’Università di Urbino. Ha curato le Voci di filosofia indiana nell’Enciclopedia filosofica, 12 voll., promossa dal Centro Studi Filosofici di Gallarate ed edita da Bompiani nel 2006 (poi dal Corriere della Sera nel 2011). È autore di best seller e la sua opera è tradotta in 33 Paesi. Ha fondato a Pesaro «INCOGNITA. Advanced Creativity», laboratorio d’eccellenza transdisciplinare, che dirige con Franco Battiato. Dal 2012 lascia l’insegnamento universitario per dedicarsi al Gioco dell’Eroe, un grande progetto di percorso evolutivo che sta diffondendo in tutta Italia.

Gianluca Magi – Gioco dell’Eroe; Gianluca Magi; Francesco Palmieri