Felice Anno Nuovo!

Che il 2018 ci possa sorprendere finalmente in maniera positiva!

Annunci

L’ultima foto del 2017 sia di buon auspicio per il 2018

Due  biciclette verdi della compagnia di bike sharing a flusso libero Gobee.bike che ha iniziato il servizio il 13 dicembre scorso al I e al IX Municipio. Sono parcheggiate davanti al Motor Village, la più grande concessionaria di auto di Roma,  a viale Manzoni: speriamo che il 2018 sia l’anno di svolta per una civile coesistenza tra i due mondi, quello della bicicletta e quello dell’automobile, in modo da rendere la città più vivibile e più bella.

 

31 dicembre 2017 “Aspettando il 2018 con i film di Fernando Birri” all’Apollo 11


in collaborazione con

 

presenta

domenica 31 dicembre dalle 19.30

c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

ASPETTANDO IL 2018 CON I FILM DI

FERNANDO BIRRI

e a mezzanotte

BRINDISI DI FINE ANNO

accompagnato da una fetta di panettone Melegatti in segno di solidarietà
con gli operai che stanno dando tutto per tenere in vita la loro azienda

introducono e commentano i film

BRUNO TORRI
(Mostra Internazionale del Nuovo Cinema Pesaro)

UGO ADILARDI
(AAMOD)

********

“MI HIJO EL CHE”

Mio figlio il Che – 1985, 71′


Spagna/Cuba/Italia

Un ritratto appassionato e struggente di Ernesto “Che” Guevara realizzato attraverso la testimonianza del padre, Ernesto Guevara Lynch, all’epoca 84enne. Dall’infanzia a Rosario, fino alla rivoluzione cubana e alla morte in Bolivia, della vita del Che emergono sostanzialmente il carattere, l’umanità, i rapporti.

Regia: Fernando Birri – Soggetto e Sceneggiatura: F. Birri – Fotografia: Adriano Moreno, Roberto Fernández – Musiche: Juan Márquez, Benny Moré, Juan Formell, Ernesto Duarte, Pedro Vega, Tata Cedrón – Montaggio: Alfredo Muschietti, F. Birri

“TIRE DIÉ”

Gettaci dieci soldi – 1958, 33′


Argentina

È il primo mediometraggio realizzato da Fernando Birri in Argentina “per un cinema nazionale, realista e critico”, come egli stesso lo definì. Dopo essersi diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma, Birri ritorna in patria dove fonda l’Istituto di cinematografia all’Università Nacional del Litoral a Santa Fe. Tire dié è l’opera d’esordio, la prima inchiesta sociale in forma visiva realizzata in Argentina, che ha come protagonisti un gruppo di ragazzini delle borgate più povere che si guadagnano la giornata chiedendo ai passeggeri dei treni in transito su un ponte di ferro di tirare loro dieci centesimi.

Regia: Regia: Fernando Birri – Soggetto: F. Birri, Juan Carlos Cabello, María Domínguez, Manuel Giménez, Hugo Gola, Neri Milesi, Rubén Rodríguez e Enrique Urteaga – Fotografia: Oscar Kopp, Enrique Urteaga – Montaggio: Antonio Ripio. Attori: Bambini ed abitanti del Barrio del Puente, a Santa Fe – Voci: Guillermo Cervantes Luro (off), María Rosa Gallo, Francisco Petrone. Fu la prima esperienza filmata degli allievi dell’Instituto de Cinematografía de la Universidad Nacional del Litoral fondato da Fernando Birri nel 1956.

“UN SEÑOR MUY VIEJO CON UNAS ALAS ENORMES”

Un signore molto vecchio con delle ali enormi – 1988, 96′

Cuba/Italia/Spagna

È il film che segna il sodalizio artistico tra i due amici Birri e Márquez. Tratto dall’omonimo racconto dello scrittore colombiano, il film è ambientato in una favela dove in un pollaio viene trovato un signore moto vecchio con delle ali enormi. Se sia un angelo o il frutto di una diavoleria non si riesce a capire, ma la curiosità della gente farà la fortuna dei proprietari del pollaio. Birri è impegnato anche in una grande prova interpretativa.

Regia: Fernando Birri – Soggetto: Gabriel García Márquez – Sceneggiatura: F. Birri, Gabriel García Márquez – Fotografia: Raúl Pérez Ureta – Musiche: Gianni Nocenzi, Jose’ Maria Vitier – Montaggio: Jorge Abello – Scenografia: Raúl Oliva – Costumi: Pedro García Espinosa, Jesús Ruiz – Effetti: Eusebio Ortiz – Attori: F. Birri, Daisy Granados, Asdrubal Meléndez, Luis Alberto Ramírez, Adolfo Llauradó, Marcia Barreto, Silvia Planas, Rodrigo Utria, René Martínez, María Luisa Mayor, Parmenia Silva

Guarda l’evento facebook

Ingresso 8 euro