24 Aprile a Piazza Vittorio

Il bello e il brutto del week end appena passato

Iniziamo con una buona notizia : a via Principe Umberto dopo tempo immemorabile ha aperto finalmente , dopo lunga gestazione , un negozio “normale”  un “3 Store” .

3 Store a via Principe Umberto

Interno del 3 StoreAbbiamo scambiato quattro chiacchiere con il gestore (al quale auguriamo di cuore il successo della sua iniziativa) che ci ha confermato il fatto che fino all’ultimo ci sono state delle complicazioni burocratiche e amministrative per poter aprire l’esercizio. Segno che allora gli uffici che si occupano del controllo delle licenze commerciali esistono e funzionano all’interno delle istituzioni deputate a questo compito. Ci si chiede perchè lo stesso rigore non venga esercitato anche nei confronti di tanti altri esercizi che gravitano nel rione Esquilino. E quanto questa esigenza di legalità non sia da prendere sotto gamba lo testimonia anche il secondo gravissimo evento registrato nel week end . Purtroppo in un ristorante cinese del rione c’è stata una sparatoria di chiaro stampo malavitoso ( una sorta di “gambizzazione”) tra cittadini cinesi (vedi articoli de “La Repubblica” e “Il Tempo“).  Confidiamo nell’oscuro e paziente lavoro delle nostre Forze dell’Ordine perchè riescano a far chiarezza  su questo nuovo inquietante avvenimento e smascherare ciò che si cela dietro il fenomeno della merce contraffatta  che ormai ha raggiunto livelli intollerabili.   Contemporaneamente speriamo di vedere tante altre aperture di negozi come il 3 Store.

Ma non c’è proprio nulla da fare ?

Il 24 ottobre 2008 in un post intitolato “Scene di ordinario degrado all’Esquilino” (vedi) evidenziammo la presenza di un motorino abbandonato sul marciapiede a via Principe Umberto. E’ passato un anno  e mezzo da allora ma il motorino è sempre là sul marciapiede.

Motorino abbandonato a via Principe Umberto

Certo, qualche volta è stato appoggiato al muro del palazzo, altre volte è stato spostato tra gli altri motorini in sosta ma la sostanza è che sta lì da anni nonostante innummerevoli segnalazioni dei cittadini ai Vigili Urbani. I quali al massimo arrivano, prendono il numero di targa e se ne vanno. A questo punto o il proprietario risulta irreperibile (ma si prenda qualche decisione una volta per tutte) o seppur raggiunto dalle notifiche se ne guarda bene dal riprendersi un relitto del genere tanto, a quanto pare, se nessuno eleva multe  chi se ne frega se rimane lì . A parte la pericolosità e l’intralcio di quando è buttato sul marciapiede (che è già stretto di suo) ma perchè devono essere i privati cittadini a tirarlo su e spostarlo in maniera che dia meno fastidio, perchè devono passare anni per rimuoverlo ? Bella immagine che diamo di Roma a quei turisti (e non sono pochi) che gravitano nella zona tra gli alberghi di via Giolitti e i ristoranti di viale Manzoni, tra motorini abbandonati e cassonetti stracolmi di mondezza e cartoni !

Serata di Pasqua con sorpresa

Ecco cosa c’era la sera di Pasqua davanti ai cassonetti di Via Principe Umberto :

Monnezza di sera all?Esquilino

Ogni commento sembra superfluo ! E’ inutile parlare di raccolta differenziata o porta a porta finchè ci saranno persone che se ne fregano del decoro urbano e dell’ecologia e scelgono addirittura la sera di Pasqua per buttare per strada un frigorifero di un metro e ottanta !

Vorrei ricordare che esistono diverse forme per elimìinare rifiuti ingombranti in maniera corretta :

  1. Chiamare direttamente l’AMA : c’è un servizio apposito per il prelievo dei rifiuti ingombranti. Costa pochi € ed è abbastanza efficiente
  2. Mettersi d’accordo con la ditta che consegna il nuovo elettrodomestico. Con qualche € in più ci si assicura il ritiro e lo smaltimento del veccchio apparecchio. E’ sicuramente il sistema più comodo (anche se un pò più costoso)
  3. Recarsi di persona in una delle isole ecologiche dell’AMA sparse per la città. Non costa nulla ma è abbastanza faticoso perchè bisogna caricare, trasportare e scaricare l’elettrodomestico da soli.
  4. Aspettare le giornate di raccolta straordinaria dei rifiuti ingombranti dell’AMA. Non costa nulla, nel nostro rione avviene ogni due mesi a Piazza Vittorio e ovviamente occorre  trasportare e scaricare il vecchio apparecchio in maniera autonoma.

Come si vede ci sono diverse maniere per smaltire rifiuti ingombranti e dannosi per l’ambiente, ci vorrebbe solo un pò di buona volontà e un pò più di senso civico e educazione. E’ forse chiedere troppo ?

Concerto di beneficenza per Onna

Il  7  aprile  concerto di beneficenza per Onna nella Basilica di

Santa Maria Maggiore

 

ll 7 aprile 2010 alle ore 20 l’Ambasciata Tedesca organizza sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano e del Presidente Federale Tedesco Horst Köhler un concerto di beneficenza per Onna nella Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma. Le donazioni vanno direttamente a beneficio dei terremotati.
Due ensemble conosciuti in tutto il mondo per le loro numerose esibizioni radiotelevisive, il Münchener Bach-Chor e il Bach Collegium München, eseguiranno sotto la direzione di Hansjörg Albrecht la Messa in Do Minore di Wolfgang Amadeus Mozart. Solisti di fama internazionale quali Lenneke Ruiten (Soprano), Rebecca Martin (Soprano), Julian Prégardien (Tenore) e Jochen Kupfer (Basso) canteranno questa celebre opera di Mozart.
Il concerto verrà trasmesso in diretta da Radio RAI 3.
Nell’organizzazione del concerto l’Ambasciata sarà sostenuta dalla Fondazione Pro Musica e Arte Sacra e dall’Europäische Kulturstiftung EUROPAMUSICALE

Per maggiori informazioni e prenotazioni

Buona Pasqua

 Sinceri auguri

di