Archivi tag: rifiuti

Ma siamo sicuri che è sempre colpa degli “zozzoni”?

La nostra Sindaca Virginia Raggi si è spesso scagliata contro i cosiddetti “zozzoni” (vengono chiamati prorpio in questo modo) cioè coloro che insozzano la città gettando i rifiuti in maniera inappropriata rendendola spesso una vera e propria discarica a cielo aperto. Ha accomunato chi getta l’immondizia fuori dai cassonetti a quelli che, spesso, spacciandosi per pulitori di cantine e magazzini non esitano a gettare qualsiasi rifiuto ingombrante e/o pericoloso nei pressi dei cassonetti o addirittura per strada. Per carità, siamo perfettamente d’accordo che tutti i trasgressori delle norme che regolano la raccolta dei rifiuti dovrebbero essere sanzionati e a maggior ragione questi sedicenti “operatori ecologici” che lo fanno addirittura dietro pagamento di presunti “clienti”, però, molto spesso l’AMA, l’azienda comunale che gestisce la raccolta dei rifiuti a Roma, non solo non aiuta i cittadini a comportarsi secondo le regole ma quasi li costringe ad attuare azioni che non aiutano certo a mantenere i luoghi più puliti (e specie in questo momento ce ne sarebbe veramente bisogno) e più decorosi.

Prendiamo viale Manzoni: da molti mesi appoggiati al muro di un palazzo sono presenti dei cassonetti della raccolta differenziata abbandonati da qualche esercizio commerciale nei dintorni (ma non vicino perchè in quel punto non sono presenti negozi).

Questi cassonetti hanno ognuno un codice e non sarebbe affatto difficile risalire a chi li ha abbandonati lì e quindi, dopo aver sanzionato i responsabili, si potrebbe benissimo riportarli a chi li doveva detenere nell’esercizio commerciale. Ovviamente diventano un attrazione fatale non solo per gli “zozzoni” ma anche per le persone normali specie se l’AMA ritira il cassonetto dell’indifferenziata e non lo ricolloca da settimane come si vede dalla fotografia

Anche il più onesto e rispettoso cittadino con i sacchetti dei rifiuti in mano dopo aver fatto magari centinaia di metri come si dovrebbe comportare?

via Bixio:Topi, buche, pollai, mondezza, rovistatori e lavori “ben fatti”

Esattamente un anno fa (il 24 maggio 2019) pubblicammo un post (vedi) su una voragine che si stava aprendo sul marciapiede a via Bixio all’altezza dell’incrocio con via Principe Umberto documentando i lavori che vennero eseguiti in seguito per ripristinare il piano calpestabile. Ebbene, a distanza di soli 12 mesi siamo di nuovo al punto di partenza: si sono riaperti dei vistosi fori sul marciapiede che non solo mettono a repentaglio la sicurezza di chi passa o di chi getta i rifiuti nei cassonetti ma di fatto sono le uscite e le entrate di una copiosa colonia di topi che abita nel sottosuolo e che, verosimilmente, sono gli artefici principali dello stato del marciapiede riuscendo a forarlo in continuazione.

Ormai non aspettano neanche più le tenebre per uscire allo scoperto ma si avventurano anche di giorno a passeggiare nei dintorni: nel filmato via Principe Umberto

Ovviamente si ricomincia da capo con la procedura dello scorso anno: prima il pollaio e poi qualche rattoppo e vediamo questa volta quanto tempo resisterà il marciapiede dall’assalto dei roditori. Nel frattempo dopo oltre due mesi di “pulizia” si è ripristinata la situazione ante “Lock Down”: mondezza, sporcizia, mobili e gli immancabili rovistatori ad ogni ora del giorno e della notte.

La “movida” c’è anche all’Esquilino, eccome….

Già alla fine dello scorso anno ricevemmo diverse segnalazioni di protesta riguardo al fenomeno della movida all’Esquilino, problema troppo spesso sottovalutato perchè, a torto, si ritengono altri i luoghi più colpiti (Campo de’ Fiori, S. Lorenzo, Pigneto). In realtà laddove nel rione ci sono dei locali, le (giuste) lamentele dei residenti si sprecano. Schiamazzi notturni, liti furibonde sedate solo dall’arrivo delle Forze dell’Ordine, musica ad alto volume ma non sono solo questi gli aspetti negativi della movida all’Esquilino c’è anche il problema dei rifiuti : ecco come si presentano in genere i cassonetti a via Bixio il giorno dopo di una notte brava al locale di via Principe Umberto. Centinaia di bottiglie vuote di birra e sacchi di spazzatura il tutto rigorosamente fuori dai cassonetti

20150727_084215Come ci siamo lamentati dei cartoni presenti in quantità industrale, ci lamentiamo anche di questo ulteriore schiaffo al decoro del nostro rione. Anche in questo caso i rifiuti hanno un nome e un cognome e non sarebbe difficile risalire agli autori di questo scempio. Chiediamo quindi che i proprietari di questi locali vengano richiamati al rispetto  delle più elementari regole del vivere civile e se non basta vengano giustamente sanzionati perché se è vero che dobbiamo tutti rimboccarci le mani per il decoro urbano e ben vengano iniziative tipo #romasiamonoi (anche se da anni ci sono associazioni di volontari che si occupano di questo problema), non è giusto che esistano delle categorie che se ne infischiano del bene comune e che non solo non fanno nulla per risolvere i problemi ma li aggravano pesantemente e impunemente.

Cominciamo a tenere Roma un pò più pulita riducendo il volume dei rifiuti

Utilizziamo e cerchiamo di diffondere questa utilissima pratica spiegata nel tweet qui sotto. Faremo un piacere all’AMA ma principalmente a noi stessi.

15 giugno 2014 : raccolta rifiuti ingombranti a Piazza Vittorio

Nel ricordare questa data vorremmo far presente che :

I rifiuti di grandi dimensioni debbono essere gettati in questi modi :

Nei Centri di raccolta rifiuti ingombranti. In questo link la cartina con tutti quelli dislocati nel territorio urbano.

Raccolte domenicali rifiuti ingombranti. La seconda domenica del mese in alternanza tra municipi pari e dispari in alcune zone si possono gettare rifiuti ingombranti a titolo gratuito. Nel nostro rione la raccolta avviene a Piazza Vittorio angolo via Buonarroti dalle 8,00 alle 13,00. Ricordiamo che domenica 15 giugno,dalle ore 8 alle 13, saranno presenti i mezzi dell’AMA a Piazza Vittorio.

Cosa posso consegnare? Rifiuti ingombranti tavoli, armadi, cassetti, credenze, librerie e scaffali letti, materassi e reti sedie, poltrone e divani porte, infissi, tende da esterno e ombrelloni passeggini, carrozzine, fasciatoi, girelli e culle acquari, quadri, specchi, lampade e lampadari sanitari, vasche da bagno e box doccia Rifiuti elettrici ed elettronici – RAEE lavatrici, frigoriferi, congelatori, macchine del gas e tutti gli elettrodomestici singoli e da incasso telefoni, computer, monitor e stampanti televisori, impianti hi-fi, lettori, videoregistratori e videogiochi ventilatori, condizionatori, stufe, etc. asciugacapelli, bilance elettriche ed elettroniche.

Ricordiamo che il problema dei rifiuti urbani riguarda tutti da vicino. Per evitare disastri ambientali è giusto monitorare e criticare le decisioni e le attività di Comune e Regione ma dobbiamo essere noi i primi a dare l’esempio, La strada non è una discarica e simili scene visibili quotidianamente vicino ai nostri cassonetti vorremmo proprio non vederle più.

20140611_075946

IMG_20140214_080203

Chi possiede uno smartphone (Iphone o Android) può collegarsi al sito http://www.amaroma.it/mobile per avere in qualunque luogo notizie utili alla raccolta dei rifiuti .

Servizio Ricicla Casa e Lavoro dal 27 dicembre per tre mesi per la raccolta a domicilio dei rifiuti ingombranti, elettrici, elettronici, come elettrodomestici, divani, mobili e altre tipologie di rifiuti.

  • Il servizio è gratuito per le famiglie con ritiro al piano stradale e fino a 2 metri cubi di materiale. Vedi la tabella con le indicazioni sui materiali e sui metri cubi.
  • Inviare il modulo online inserendo il codice utente della Tariffa Rifiuti abitativa.
  • Si possono richiedere fino a dodici ritiri gratuiti annui, massimo due volte al mese.

Tutto il materiale raccolto viene differenziato e avviato a impianti di trattamento per il recupero e il riciclo.Al cittadino viene successivamente fornita la copia del Formulario di Identificazione Rifiuto – FIR.

Maggiori informazioni : Raccolta gratuita di rifiuti ingombranti e RAEE

Come di consueto poi i cittadini avranno inoltre la possibilità di disfarsi di vecchie biciclette, anche non funzionanti, consegnandole all’Associazione Culturale Ciclonauti, che AMA ospiterà in 13 postazioni (piazza Vittorio – via Buonarroti, piazza San Cosimato, piazza G. Bernini, via Tiburtina, via Tommaso Smith, largo Cevasco, via Anzio, via Benedetto Croce, piazza Bottero, lungotevere di Pietra Papa, piazzale Clodio, via Andrea Barbato e via Casal del Marmo). Le vecchie bici (o parti di esse) saranno recuperate/riciclate, rimesse a punto e successivamente restituite alla cittadinanza attraverso iniziative ludico-culturali, di beneficenza, ecc.

Per informazioni sull’iniziativa e sui siti coinvolti, i cittadini possono contattare la Sala Operativa Ama, tel. 0651693339/3340/3341.

Importante !

E’ stata prorogata fino al 27 luglio la raccolta dei rifiuti ingombranti a domicilio. Per cui è assolutamente inconcepibile buttarli presso i cassonetti.

button

L’ignoranza non va mai in vacanza !

Visto a viale Manzoni presso i cassonetti il 17 agosto

Senza parole
Senza parole

Se non c’è educazione è tutto inutile 2

Nel nostro rione continuano episodi di ignoranza e menefreghismo nei confronti della collettività : ecco come si presentavano due cassonetti a via Principe Umberto domenica in un assolato pomeriggio estivo. La cosa che dovrebbe far riflettere le autorità è che questa volta non era impossibile risalire ai responsabili : non tutti cambiano le finestre di una casa intera frequentemente e non tutti i “negozi” sono aperti la domenica. Sarebbe arrivato il momento di sanzionare pesantemente chi commette questi atti ripetuti di inciviltà in modo da scoraggiare quanto più possibile il continuo ripetersi di questa vergogna .

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ovviamente anche i soliti cassonetti a viale Manzoni apparivano come mostra la foto successiva. Quello che però nessun blog può pubblicare è la puzza nauseabonda che, oltretutto, proviene da questi cassonetti

Viale Manzoni
Viale Manzoni

Se non c’è educazione è tutto inutile

20130616_204252
Domenica sera

Lunedì
Lunedì

Domenica 16 giugno a piazza Vittorio c’era la raccolta dei rifiuti ingombranti. Eppure c’è chi nella stessa giornata non ha esitato a pochi isolati di distanza (viale Manzoni) a buttare quadri e pezzi di vetro vari presso i cassonetti. Aldilà del  decoro urbano questo campione di civiltà non ha pensato che i vetri possono essere altamente pericolosi (vedi seconda fotografia) per gli anziani, i bambini, gli animali domestici e tutti quelli che per buttare i rifiuti  sono costretti ad avvicinarsi ai cassonetti. E’ inutile parlare di raccolta differenziata, pulizia delle strade e decoro urbano se non si educa la gente a rispettare la città come la propria casa. Oltre l’educazione che dovrebbe partire fin dalla più tenera età è arrivato il momento, se necessario, di prendere delle decisioni drastiche ed elevare delle pesanti multe se si è pizzicati a buttare rifiuti ingombranti e pericolosi per  strada e non nei luoghi appositi.

Raccolta differenziata ?

Qualche tempo fa abbiamo pubblicato un post (vedi) con tanto di fotografie di un blocco di travertino staccatosi dal marciapiede in prossimità di un tombino affermando che era lì da tanto tempo senza che nessuno cercasse di risolvere il problema ( rimozione del blocco e riparazione del marciapiede). Bene, anzi male, quel blocco è ancora lì, ma non è di questo che vogliamo parlare ma delle pessime abitudini dei frequentatori serali o notturni di quel punto di viale Manzoni. Abbiamo girato un breve filmato perchè le foto non aiutavano a capire compiutamente il fatto : ben 6 bottiglie di birra vuote (una rotta, si intravedono i vetri verdi) a pochi metri dai cassonetti della raccolta differenziata per vetro e plastica ! E accanto agli altri cassonetti delle buste di rifiuti buttate per terra perchè aprire il coperchio costa troppa fatica ! Cerchiamo di educare tutti alle più elementari regole della vita civile e poi parliamo di raccolta differenziata.

Visto in via Principe Umberto

Lo scorso anno, in questo post, evidenziammo la brutta abitudine di alcuni che per non fare qualche passo in più e arrivare ai cassonetti lasciano i rifiuti  accanto o sopra a questo cestino in via Principe Umberto angolo via Bixio.

Ci siamo accorti, finalmente, a non essere soli a stigmatizzare questo comportamento. Nei giorni scorsi è apparso questo cartello

Cartello a via Principe Umberto

con scritte queste testuali parole

“Per te …

Sono certa che la tua casa è molto simile all’ambiente della strada, ragion per cui ti suggerisco di poggiare le buste che lasci attaccate a questo cestino direttamente dentro casa tua !!! Non noterai alcuna differenza.

Se sei semplicemente ignorante ti informo che questo cono in ghisa con anello superiore è un cestino gettacarte !!!

Se hai molto cattivo gusto è un vero peccato in quanto ti perdi la parte migliore della vita.

Roma 16 febbraio 2011”

Che dire, speriamo solo chi lascia i rifiuti sul cestino capisca una volta per tutte ci sono gli appositi cassonetti a pochi passi !