Archivi tag: Campagna informativa

Campagna informativa per restituire l’albero di Natale e le norme per smaltire quelli artificiali non più utilizzabili

Dal sito istituzionale di Roma Capitale

Tutti gli alberi di Natale naturali raccolti e utilizzati durante le Feste potranno essere restituiti alla natura grazie alla raccolta straordinaria e gratuita attraverso la quale Ama provvederà, insieme ai Carabinieri Forestali, a selezionare gli abeti e a verificare se ci sono alberi che possono essere trasportati e ripiantati presso la sede del Reparto Biodiversità di Roma, a Arcinazzo Romano, all’interno dell’ex vivaio forestale Fondazione Sir Walter Becker.

 

Gli abeti così recuperati saranno utilizzati per iniziative di educazione ambientale destinate alle scolaresche, e gli alunni potranno anche assegnare a ciascun albero il proprio nome.

Gli alberi non in condizione di essere ripiantati, invece, saranno condotti all’impianto di compostaggio Ama di Maccarese, per diventare compost, prodotto utile a  concimare piante in vaso o da giardino.

 

Gli abeti di Natale artificiali, a differenza di quelli naturali, sono realizzati con materiali che non è possibile riciclare e, quindi, al termine della loro vita devono essere necessariamente smaltiti. Gli alberi sintetici di dimensioni ridotte, cioè al massimo di 30/40 centimetri, e senza luminarie, possono essere gettati nei cassonetti riservati ai materiali non riciclabili. Gli abeti artificiali che superano i 40 centimetri o che sono dotati di impianti luminosi, vanno invece conferiti, come tutti gli altri materiali ingombranti ed elettronici, presso i centri di raccolta Ama.

Chi ha addobbato un abete natalizio naturale può dunque resituire il regalo all’ambiente, grazie alla campagna promossa da Ama, Assessorato alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale e dal Comando Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari dell’Arma dei Carabinieri (CUFA).

Dopo le festività i romani potranno portare i loro abeti presso i centri di raccolta aziendali, aperti tutti i giorni e dislocati in tutta la città.

Tutte le indicazioni utili sulle corrette pratiche per mantenere in buone condizioni l’abete naturale, in modo che possa continuare a vivere, sul sito di Ama, sul quale sono anche tutte le ulteriori informazioni sulla campagna per la raccolta degli alberi di Natale per la quale è disponibile anche il numero verde Ama 800867035, attivo dal lunedì al giovedì dalle 8 alle 17 e il venerdì dalle 8 alle 14.

 

Scegliere un abete natalizio naturale rappresenta un gesto ecocompatibile e, insieme, può facilmente trasformarsi in un’occasione per ridonarlo alla natura“, osserva il generale Antonio Ricciardi, comandante del CUFA.

 

“Siamo onorati di questa collaborazione con l’Arma dei Carabinieri“, sottolinea il presidente di Ama Lorenzo Bagnacani, “che rinnoviamo per evidenziare l’importanza del rispetto delle regole e della tutela dell’ambiente”.

 

Annunci

Campagna informativa “Falso ? No, grazie”

Il 29 maggio c’è stata la firma in Campidoglio per un protocollo d’intesa a favore della lotta alla contraffazione. La campagna ha preso il nome di “Falso, no grazie”. E’ un passo importante perchè, anche se purtroppo messo in secondo piano dalle notizie del terremoto in Emilia, testimonia come la lotta al falso sia finalmente riconosciuta anche a livello istituzionale come un problema di primaria impostanza sia per i capitali che muove sia per le infiltrazioni della mala vita organizzata nel nostro territorio e nel nostro rione.

Questo il testo ufficiale dal sito di Roma Capitale

Roma, 29 maggio – Vigili e doganieri insieme per combattere merce falsa e contraffatta. Siglato in Campidoglio un protocollo d’intesa tra Roma Capitale e Agenzia delle Dogane per lo scambio di informazione e competenze, in modo da combattere meglio contraffazione ed evasione fiscale.

La cooperazione tra Polizia locale di Roma Capitale e Agenzia delle Dogane durerà un anno e avrà l’obiettivo di individuare la filiera illecita e reprimere così la vendita di prodotti non a norma o del tutto falsi.

I vigili procederanno agli accertamenti e alla repressione delle frodi e della contraffazione, qualora, durante i servizi ordinari, vengano ravvisati elementi di illecito. L’Agenzia delle Dogane da parte sua metterà a disposizione la sua banca dati, insieme a risorse e tecnologie.

“Quando la merce arriva in strada – ha detto il comandante dei vigili Angelo Giuliani – la sfida è difficile da vincere. È importante fare un discorso a ritroso, lavorando sulle indagini a monte per capire i flussi della merce contraffatta. Roma è un museo a cielo aperto e la sua immagine viene danneggiata da queste persone che ingannano turisti e cittadini vendendo merce falsa”.
 
Il protocollo prevede anche una campagna di comunicazione per romani e turisti. La campagna “Falso? No, grazie!” prevede la distribuzione di pieghevoli informativi in più lingue, di locandine a forma di borsa da esporre in alberghi o negozi, nei luoghi più turistici, da piazza di Spagna a Fontana di Trevi, dai Fori Imperiali a Trastevere fino al Colosseo e piazza del Popolo. Anche un sito internet informerà e sensibilizzerà i consumatori sui rischi legati all’acquisto di prodotti contraffatti.

“L’obiettivo è fare in modo che il fenomeno della contraffazione nei prossimi anni diminuisca”, ha spiegato l’ assessore capitolino alle Attività produttive Davide Bordoni.
 

La contraffazione dei marchi incide sull’economia, soprattutto per i danni provocati alle imprese, ma anche per le minori entrate per lo Stato. Va detto, inoltre, che dietro i prodotti contraffatti spesso si nascondono sfruttamento minorile e negazione dei diritti dei lavoratori. Da non sottovalutare, infine, il fatto che i materiali utilizzati, siano spesso lontani dagli standard di sicurezza previsti dalla legge.
 

Come sottolinea il presidente della Commissione Commercio di Roma Capitale, Ugo Cassone: “Per difendere la storia, la cultura, le tradizioni manifatturiere, i marchi del made in Italy e le migliaia di posti di lavoro che gravitano attorno a questo settore, e anche sulla scìa del recente inasprimento delle sanzioni per i reati di falso e per l’introduzione nel nostro Paese delle grosse somme di denaro che ne derivano, Roma Capitale promuove una campagna di informazione e sensibilizzazione dei consumatori sui rischi derivanti dall’acquisto di merce contraffatta”.
 

Il Consigliere comunale Maurizio Berruti, vice presidente della Commissione Personale e Statuto, che insieme al presidente della Commissione Commercio, Ugo Cassone, ha curato il progetto, ha dichiarato che la contraffazione delle merci e l’abusivismo commerciale determinano una illegalità destabilizzante per il mercato a grave discapito per il commercio onesto, l’intera filiera ad esso collegato e dei consumatori

Il volantino ufficiale della campagna (file .pdf)