Paletti, concerti e posteggi

Ricordate il post “Paletto o scherzetto?” in cui si criticava la distanza eccessiva tra paletto e paletto in un incrocio a via di Porta Maggiore tale da permettere la sosta addirittura di un autocarro sul marciapiede ? Beh invece di vedere un paletto in più per scoraggiare questa triste consuetudine qualcuno tra il primo e il due maggio ha pensato bene di levarne un altro dalla parte opposta dell’incrocio

La mattina del due maggio
La mattina del due maggio

così che adesso è possibile parcheggiare sul marciapiede da una parte e dall’altra.

Adesso finalmente si entra bene
Adesso finalmente si entra bene

Non posso incolpare nessuno, però è strano che questo fatto sia accaduto in concomitanza con il concertone del primo maggio a S. Giovanni. Solo chi abita all’Esquilino sa come viene ridotto il rione durante e dopo la kermesse canora e conosce i disagi che procura dai preparativi in poi.  E’ arrivata l’ora di spostare questa manifestazione lontana dal centro storico che non è in grado di accogliere una massa così vasta di “spettatori”  incivili ed ignoranti.  Tra l’altro, non vorrei sbagliare, ma in campagna elettorale il Sindaco aveva dichiarato di voler spostare questi mega raduni in luoghi più idonei ad ospitarli (per esempio Tor Vergata), ed allora ? Ritornando ai paletti spero che vengano ripristinati quanto prima possibile perché aldilà del fatto contingente è una battaglia che va combattuta contro l’inciviltà e la maleducazione di chi vuole parcheggiare la propria autovettura dovunque capita fregandosene delle più elementari norme della convivenza in un paese che dovrebbe essere civile.

Annunci

Parcheggi pubblici ma privati 2

Mercoledì 1 aprile 2009 ore 19,30 :

Ricordate la macchina segnaposto del commerciante cinese? Eccola sulla sinistra della foto 1, dopo essere stata spinta a mano e parcheggiata rigorosamente sulle strisce pedonali.

 

 E al suo posto ? C’è il camioncino sulla destra (anch’esso sulle strisce pedonali). E perché sta lì ? Per scaricare, ovvio, in barba alle disposizioni del comune, decine e decine di cartoni “Made in China” (foto 2)

 

Giovedì 2 aprile ore 8.00 :

Finite le operazioni di scarico il camioncino se ne è andato e la macchina segnaposto ,sempre spinta a mano, è stata rimessa al “suo” posto  (foto 3).

Terremoto a L’Aquila

Quello che è successo in Abruzzo nei giorni scorsi toglie la voglia di dissertare sui problemi dell’Esquilino. Le nostre rimostranze sono ben poca cosa di fronte al dramma di tanta gente che in pochi attimi ha perso tutto : dagli affetti più cari alla casa. Tutti vorremmo fare qualcosa ma è obbiettivamente difficile organizzarsi affinchè gli aiuti siano rapidi ed efficaci. Per quel che vale mettiamo a disposizione le pagine di questo blog per pubblicare numeri telefonici, notizie e luoghi utili perchè anche dal nostro rione partano iniziative atte ad aiutare in modo concreto chi in questo momento ha urgente bisogno  praticamente di tutto.

Le associazioni di volontariato o i singoli volontari interessati a mettersi a disposizione per l’emergenza terremoto possono contattare il Centro operativo della Protezione Civile presso la Prefettura di Pescara, telefonando allo 085 2057631

Per fare donazioni: Raccolta fondi Croce Rossa Italiana:
Conto corrente bancario C/C n. 218020 presso BNL – roma, intestato a CRI, codice Iban IT66 – C010 0503 3820 0000 0218020, causale: pro terremoto Abruzzo;
Conto corrente postale n. 300004 intestato a CRI causale: pro terremoto Abruzzo;
Versamenti on line sul sito: www.cri.it/

NUMERI TELEFONICI UTILI TERREMOTO ABRUZZO:
PER VOLONTARI ADDESTRATI NUMERO 3270499293
PER VIVERI, COPERTE MEDICINALI O QUANT’ALTRO DI UTILE NUMERO 800.860.146 OPPURE 06.68208
CHIUNQUE AVESSE UNA STRUTTURA ALBERGHIERA IN ABRUZZO E POTESSE OSPITARE CHIAMARE 0854308309

EMERGENZA ABRUZZO: STOP ALLE DONAZIONI SANGUE….. URGE ACQUA…..
DALLE 17.00 TOR DI QUINTO – LATO GRAN TEATRO…… ACQUA PER L’ABRUZZO…. Servono coperte, vestiti, pannolini, latte in polvere,

Esorto chiunque abbia notizie utili a postarle su questo o su altri blog per renderle pubbliche nel minor tempo possibile. Grazie

Levate il tappo !

Caditoia ostruita
Caditoia ostruita

Poi ci si meraviglia che bastano poche gocce di acqua per fare di Via di Porta Maggiore un campionario di pozzanghere e piscine ! Ci vorrebbe tanto poco per risolvere il problema. Di chi è la responsabilità se queste caditoie sono ostruite da fango e detriti (ma da anni non da un giorno) ? Bisogna ricorrere ad interventi speciali per un probleme del genere ?  Sperando che si individui in breve tempo a chi è dovuta la manutenzione  in mancanza di un riscontro non ci rimane che armarci di qualche attrezzo e tanta  buona volontà e disostruirle per conto nostro alla faccia delle tasse che paghiamo per vedere una città più pulita e ordinata.

Pericolo, degrado e stupidità

Bell’immagine che offriamo dell’Esquilino ai turisti. Sciatteria, approssimazione e mancanza di professionalità. Cartelli stradali inservibili e pericolosi : analizziamo il perché :

  • Pericolo : il cartello stradale è ad altezza d’uomo e per i pedoni è facilissimo prenderlo di petto con il rischio di farsi male visto anche lo spazio angusto che c’è tra il semaforo e il muro perimetrale del palazzo (foto 1 e 2). E’ pericoloso anche per gli automobilisti perché è quasi illeggibile ed talmente basso che basta un furgoncino in sosta per nasconderlo. Passi per i residenti che sanno benissimo che in quell’incrocio si può girare solo a destra, ma gli altri ? Nella foto 3 inoltre si può notare ( a fatica e chiedo scusa) come il semaforo non funzioni bene segnalando da una parte il verde e dall’altra il rosso e generando così incertezza nei pedoni spinti a passare anche quando non dovrebbero.
  • Degrado : Scritte di writers e adesivi in quantità industriale…. Non bastano i muri, i pali e i cartelli pubblicitari, ma anche i segnali stradali sono presi di mira da questa gente. Ma quando si prenderanno delle decisioni per evitare questo sconcio ? E i cartelli provvisori (ma ormai definitivi stando lì da anni) al posto di quelli fissi che ogni tanto stanno per terra o girati dalla parte opposta?
  • Stupidità : e questo è rivolto a chi ha messo il cartello. Ma era proprio difficile utilizzare una scala e posizionare il cartello sopra il semaforo ? A via di Porta Maggiore angolo viale Manzoni hanno fatto così eppure lì il marciapiede è largo almeno 5 metri ! Sarebbe stato più visibile, meno a portata di mano per imbrattarlo e assolutamente sicuro per i pedoni . Inoltre mi chiedo ma perché utilizzare dei segnali posticci per il divieto di accesso ; è proprio impossibile metterli fissi come il segnale della ZTL per i veicoli commerciali che tra l’altro non serve a nulla perché i furgoni vanno, vengono e scaricano a qualsiasi ora del giorno (e della notte) ?

Foto 1
Foto 1
Foto 2
Foto 2
Foto 3
Foto 3

Parcheggi pubblici ma privati

Un’ autovettura parcheggiata sulle strisce pedonali. Beh, direte voi , che novità è, tutti gli incroci dell’Esquilino (e di Roma) sono così. Sì, ma quella macchina è ferma (o quasi, capirete poi) da mesi e mesi . Sarà abbandonata, no perché paga regolarmente l’assicurazione (se il contrassegno è taroccato non sta a me scoprirlo). Ed allora ? Allora è una macchina segnaposto di un commerciante cinese all’Esquilino . E che significa? Significa che quando deve arrivare un furgone con la merce da scaricare (cartoni rigorosamente anonimi con la sola scritta “made in China”)Il commerciante in questione si siede al posto di guida, chiama due dipendenti (o sottomessi) per spingere a mano la macchina in un altro posto (99% in doppia fila) e fare posto all’autocarro per le operazioni di scarico. Finite, richiama gli stessi due per rimettere la macchina allo stesso posto. Pizzicarli mentre stanno facendo questo servizio è quasi impossibile perché in primo luogo sono velocissimi e poi operano o la sera tardi o nei giorni di festa, ovviamente al di fuori degli orari fissati dal comune per le operazioni di carico e scarico merci. L’unica maniera per dissuadere questo traffico sarebbe quello di multare, multare e multare tutte le autovetture in sosta sulle strisce pedonali e in doppia fila (di italiani, cinesi e di qualsiasi altra nazionalità) e di farle pagare.  Un salasso di migliaia di euro a testa oltre che far bene alle casse del comune potrebbe far abbandonare a molte persone queste pessime abitudini !

Le ronde all’Esquilino ?

Più che scrivere fiumi di parole sull’argomento (se ne sono dette e sentite fin troppe!) saremmo curiosi di conoscere la vostra opinione in merito. A tal proposito è pronto un mini sondaggio alla fine di questa pagina. Che dire, ricordando che il voto è assolutamente anomimo, vi esortiamo ad utilizzare questo nuovo strumento !

L’alba di una nuova era ?

Sembrava, ma così non è. Scusate se la fotografia è poco chiara, ma vi assicuro che quella macchia biancastra sul parabrezza dello scooter con la sella rossa è una contravvenzione. Dopo anni ed anni finalmente dei vigili urbani  hanno multato scooter, moto e motorini in sosta sulle righe blu o sui marciapiedi. Sembrava che finalmente fosse arrivato il giorno in cui si facessero rispettare le norme del codice della strada e non si chiudessero più gli occhi di fronte  ai vari furbetti tra automobilisti e motociclisti che lasciano il loro mezzo dove capita incuranti che ciò possa intralciare il transito dei pedoni o dei mezzi di soccorso. Ma così non è : da quel giorno non è passato più nessun vigile e tutti, proprio tutti si sono riappropriati dei “loro” spazi sulle righe blu, sulle strisce pedonali , in doppia fila o sul marciapiede. Sembrava l’alba di una nuova era ma si è trattato solo di un episodio che non ha avuto alcun seguito.  

P.S.

I Vigili Urbani mi hanno smentito ! Ieri 25 febbraio sono tornati ed hanno multato ancora moto scooter e motorini parcheggiati nelle strisce blu e tutte le autovetture in doppia fila , divieto di sosta etc. Si è salvato solo qualche negoziante cinese che grazie all’ efficientissimo tamtam è riuscito a spostare in tempo il proprio SUV o la propria Mercedes prima dell’arrivo dei vigili.

Fiat ars….all’Esquilino!

Beh dopo tanti post che espongono problemi, ritardi e mancanze concedetemi una volta tanto (e a Carnevale) di parlare di qualcosa  d’altro. Bella iniziativa alla succursale Fiat di viale Manzoni che insieme alle autovetture da qualche tempo mette in  mostra anche quadri di maestri contemporanei. Un modo nuovo e tutto sommato simpatico per promuovere e far conoscere l’arte a un pubblico più vasto che magari non sarebbe mai entrato in una galleria tradizionale. Un plauso particolare alla direzione perché molti dei quadri possono essere ammirati anche dall’esterno senza così entrare per forza nell’autosalone come testimoniano le fotografie.

 

 

 

 

 

 

Per finire, una ventina di giorni fa, per un intero week end c’è stata la presenza di due maestri che dal vivo hanno creato delle opere destando molta curiosità e ammirazione tra i clienti e le persone che si erano trovate nella succursale in occasione di un lancio di qualche nuovo modello di auto.

Nuove regole per il commercio all’Esquilino

E’ notizia di qualche giorno fa che la Giunta Comunale ha approvato la delibera proposta dall’assessore al commercio del Comune di Roma, Davide Bordoni, per  riqualificare, pianificare e promuovere lo sviluppo del rione  sotto il profilo sia commerciale-artigianale che sociale. La novità è che questa delibera è a tempo indeterminato e non con il limite di due anni come quelle precedenti. E’ chiaro che non si può non essere d’accordo con le linee guida di questa nuova disposizione, ma il problema è che  non succeda come nel passato quando le belle parole e le buone intenzioni rimanevano lettera morta (o quasi) perché c’era sempre qualcuno che trovava qualche appiglio per aggirare le leggi o c’era uno scarsissimo controllo per l’applicazione delle stesse.  La situazione commerciale all’Esquilino, è inutile nasconderlo, attualmente è compromessa e ci vorranno anni ed anni per cercare di rimettere le cose un po’ a posto. Non è solo il fatto della presenza di centinaia e centinaia di show room e grossisti cinesi ma quello che è successo negli ultimi anni ha inflazionato il mercato degli affitti degli  esercizi commerciali  tanto che non è raro vedere (ce ne sono pochi ma ce ne sono) negozi  lasciati da commercianti cinesi rimanere chiusi da anni perché nessuno è in grado di pagare canoni tanto elevati.  Ben vengano incentivi e facilitazioni per aprire nel rione attività tradizionali e ben vengano i divieti a nuove aperture di negozi di vestiti e scarpe come ne sono stati aperti a centinaia, ma attenzione, negli ultimi tempi (è storia recentissima) sono spuntati dei nuovi esercizi alquanto misteriosi. Serrande semi abbassate, inferriate tipo Alcatraz( il che fa supporre un giro cospicuo di denaro) scritte solo in cinese (come nell’esempio della fotografia qui sotto a via Bixio)

o del tutto assenti come in un altro analogo esercizio in via Principe Umberto ma gestito da bengalesi.   Ecco il rione non ha bisogno di negozi del genere così come di altri internet point, money transfer, punti per scommesse sportive e sale giochi. Il nostro sogno sarebbe quello di rivedere dei negozi normali dove comprare cose normali così come avviene in tanti altri posti della città. E’ forse chiedere troppo ? La liberalizzazione delle licenze avviata con la legge Bersani è senz’altro un segno dei tempi che cambiano ma va gestita in maniera oculata se non si vogliono creare dei nuovi mostri come l’Esquilino o come S. Lorenzo con tutti i pub e i locali che rendono la vita difficile ai residenti . Non ci resta che aspettare  e sperare che finalmente ci sia un’inversione di tendenza ma è chiaro che sarà una via lunga e difficile. A questo proposito vorrei raccontare un aneddoto capitato al sottoscritto qualche giorno fa. Rientravo a casa verso le otto di sera quando ho visto un paio di volanti della polizia davanti ad un negozio cinese. Non so per quale motivo fossero lì ma proprio nel momento in cui arrivavo io se ne andavano i poliziotti avendo terminato il loro servizio. Appena le macchine della polizia hanno girato l’angolo improvvisamente sono spuntati decine di extracomunitari africani che erano nascosti tra le autovetture, nei portoni, nei bar e in ogni angolo possibile. E’ inutile dire che poi sono entrati tutti nel negozio in questione. Certo  non è affatto facile estirpare le cattive abitudini e riportare tutto nell’abito della legalità ma proviamoci o meglio ci provino le autorità deputate a questo. Ognuno cerchi di fare il proprio dovere dal Comune al Municipio, dai Vigili Urbani ai funzionari dei vari uffici senza perdersi in inutili polemiche che fanno solo gli interessi di chi vuole che l’Esquilino rimanga nello stato in cui è stato ridotto negli ultimi anni.

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Simone Modica

Photography

ROMANISTA PER SEMPRE

La voce ai tifosi...

piazzavittorioaps

La tua Associazione di Promozione Sociale sul territorio

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Et in Arcadia Ego

Sito informativo su Storia, Archeologia, Mitologia e Cultura antica.

www.retecivicaromana.it

Un gruppo aperto per la città del domani

Associazione di strada S.M. ai Monti » Languages » English

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

esquilinochiamaroma.wordpress.com/

Un progetto urbano e di valorizzazione culturale del rione Esquilino

La cucina italiana "de noantre"

Cucina & divertirsi alla nostra età

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

Generazione di archeologi

comunicare l'archeologia

La salvalibri

Perché la poesia fa muovere il mondo

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

L'Archipendolo

IL FILO A PIOMBO DELL'ARTE

Giovanni Pistolato

Blog letterario

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Եɾҽժícҽsíตօ αղղօ ♥     

lepagineviaggianti

la lettura gira

Tarantelle Romane

La cultura è un evento

DJED MEDU

Blog di Egittologia

Simone Modica

Photography

ROMANISTA PER SEMPRE

La voce ai tifosi...

piazzavittorioaps

La tua Associazione di Promozione Sociale sul territorio

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Et in Arcadia Ego

Sito informativo su Storia, Archeologia, Mitologia e Cultura antica.

www.retecivicaromana.it

Un gruppo aperto per la città del domani

Associazione di strada S.M. ai Monti » Languages » English

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

esquilinochiamaroma.wordpress.com/

Un progetto urbano e di valorizzazione culturale del rione Esquilino

La cucina italiana "de noantre"

Cucina & divertirsi alla nostra età

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

Generazione di archeologi

comunicare l'archeologia

La salvalibri

Perché la poesia fa muovere il mondo

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

L'Archipendolo

IL FILO A PIOMBO DELL'ARTE

Giovanni Pistolato

Blog letterario

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

ตαɾcօ ѵαssҽllí's ճlօց բɾօต 2⃣0⃣0⃣6⃣ – թօաҽɾҽժ ճվ sαճíղα , lմժօѵícα cαɾαตís , αlҽxís ցհíժօղí , αղղα ցմαɾɾαíα, lαմɾα բօɾցíα, cαɾlօ ցօɾí, ցíմsվ ճɾҽscíαղíղí♥ Եɾҽժícҽsíตօ αղղօ ♥     

lepagineviaggianti

la lettura gira

Tarantelle Romane

La cultura è un evento

DJED MEDU

Blog di Egittologia

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: