Da giovedì 24 gennaio 2019 “Giornata della Memoria” all’Apollo 11

presenta

da giovedì 24 gennaio

in occasione delle celebrazioni per la
GIORNATA DELLA MEMORIA

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma

I BAMBINI DI RUE SAINT – MAUR 209
di Ruth Zylberman
Francia 2017, 100′ – documentario, col.

PRIMA VISIONE ESCLUSIVA

Un grande edificio parigino e la comunità dei suoi abitanti ebrei durante il nazismo. Una storia che Ruth Zylberman ricostruisce rintracciando in tutto il mondo i nove bambini allora fuggiti da Rue Saint-Maur 209. Gli uomini, le donne e la loro vecchia casa diventano un organismo vivente capace di raccontare la vita brutalmente interrotta dalla persecuzione nazista.
Ruth Zylberman ha scelto un edificio parigino di cui non sapeva nulla, il 209 di Rue Saint-Maur. Per diversi anni ha indagato con l’obiettivo di ritrovare i vecchi inquilini del palazzo, per poter ricostruire la storia di quella che era stata una piccola comunità ebrea durante l’occupazione nazista. Ha ritrovato gli ex abitanti del 209 nelle periferie di Parigi, a Melbourne, New York e Tel Aviv. Li ha filmati insieme all’edificio e alle sue pietre, riprendendoli come un organismo vivente, per poter comprendere che cosa resta delle loro vite “interrotte”.

Regia: Ruth Zylberman – Musica: Nicolas Repac – Montaggio: Ruth Zylberman – Produzione: Paul Rozenberg, Céline Nusse (Zadig Productions) – Distribuzione: Lab 80 film.

Guarda il trailer

ORARI VISIONE FILM
Giovedì 24 gennaio ore 19.00
Venerdì 25 gennaio ore 19.00
Sabato 26 gennaio ore 19.00
Domenica 27 gennaio ore 20.30
Martedì 29 gennaio ore 19.00
Mercoledì 30 gennaio ore 21.00

*****

1945
di Ferenc Török
Ungheria 2017, 90′

In un afoso giorno di agosto del 1945, mentre gli abitanti di un villaggio ungherese si preparano per il matrimonio del figlio del vicario, un treno lascia alla stazione due ebrei ortodossi, un padre e suo figlio. Sotto lo sguardo vigile delle truppe occupazioniste sovietiche i due scaricano dal convoglio due casse misteriose e si avviano lentamente verso il paese. Gli abitanti della piccola cittadina, sospettosi e scaltri, tra timori e rimorsi, si aspettano il peggio e si comportano di conseguenza. Il precario equilibrio che la guerra appena terminata ha lasciato appare minacciato dal ritorno dei due ebrei. Infamanti segreti, sepolti da anni di conflitto, dai segreti che rischiano di tornare a galla.
Il film, da poco acquistato dalla statunitense HBO, sarà distribuito in tutti gli Stati Uniti a partire dai primi di aprile, dopo una prima uscita in città come New York, Los Angeles e Chicago.

Regia: Ferenc Török – Sceneggiatura: Gábor T. Szántó e Ferenc Török – Fotografia: Elemér Ragályi – Musica: Tibor Szemzo – Béla Barsi,HSE – Produzione: Iván Angelusz, Péter Reich, Ferenc Török – Distribuzione: Mariposa Cinematografica & barz and hippo.

Guarda il trailer

ORARI VISIONE FILM
Sabato 26 gennaio ore 17.00
Domenica 27 gennaio ore 17.00

*****

1938: DIVERSI
di Giorgio Treves
Italia 2018, 62′

Il Fascismo può ancora tornare sotto le spoglie più innocenti.
Il nostro dovere è di smascherarlo e di puntare l’indice
su ognuna delle nuove forme – ogni giorno, in ogni parte del mondo.
Umberto Eco

1938 – 2018: ottant’anni dalla Promulgazione delle Leggi Razziali Fasciste. Un anniversario importante e un tema purtroppo ancora molto attuale.
Ottant’anni fa il popolo italiano, che non era tradizionalmente antisemita, fu spinto dalla propaganda fascista ad accettare la persecuzione di una minoranza che viveva pacificamente in Italia da secoli. Come fu possibile tutto questo? E quanto sappiamo ancora oggi di quel momento storico?
1938 DIVERSI vuole raccontare cosa comportò per gli ebrei italiani l’attuazione di quelle leggi, e come la popolazione ebraica e quella non ebraica vissero il razzismo e la persecuzione. In particolare, il film si concentrerà sui sottili meccanismi di persuasione messi in opera dal fascismo grazie all’efficace e pervasiva azione del Ministero della Cultura Popolare (MinCulPop), centro direttivo della propaganda di regime. Mostrerà gli articoli, le vignette, i fumetti, i filmati con cui nel volgere di pochi mesi gli ebrei vennero trasformati prima in “diversi”, poi in veri e propri nemici della nazione. Racconterà le conseguenze sulla vita di ogni giorno degli ebrei italiani all’indomani della promulgazione delle leggi raziali, sia attraverso la voce di alcuni testimoni diretti, sia attraverso la ricostruzione, in animazione, di alcuni episodi di discriminazione e umiliazione realmente accaduti. Importanti studiosi (storici, sociologi, esperti in comunicazione) ci aiuteranno a rileggere questo drammatico passaggio storico sotto una luce nuova, capace di illuminare il ruolo decisivo dei mezzi di comunicazione di massa in una delle più tragiche persecuzioni razziali dell’umanità.

Nel 1938, dopo le deliberazioni del Consiglio dei Ministri gli ebrei non possono:
a) Prestare servizio militare in pace e in guerra
b) Esercitare l’ufficio di tutore
c) Essere proprietari di aziende interessanti la difesa nazionale
d) Essere proprietari di terreni e di fabbricati
e) Avere domestici ariani

Espulsione degli ebrei stranieri.
Non vi possono essere ebrei:
a) Nelle amministrazioni militari e civili
b) Nel partito
c) Negli enti provinciali e comunali
d) Negli enti parastatali
e) Nelle banche
f) Nelle assicurazioni

Gli ebrei esclusi dalla scuola italiana”

Regia: Giorgio Treves – Sceneggiatura: Roberto Levi e Luca Scivoletto – Fotografia: Sammy Paravan – Musica: Lamberto Macchi – Montaggio: Valeria Sapienza – Produzione: Tangram Film – Distribuzione: Mariposa Cinematografica.

Guarda il trailer

ORARI VISIONE FILM
Venerdì 25 gennaio ore 17.30
Sabato 26 gennaio ore 15.30
Domenica 27 gennaio ore 19.00

 

Annunci

24 gennaio 2019 “Da’Wah – L’invito” all’Apollo 11

presenta

giovedì 24 gennaio ore 21.00

Spazio Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio, 80/a
(angolo via Conte Verde) – Roma


Italia, 2017, 61 min.

introduce

MARIO SESTI

che al termine della proiezione
ne discute con

il regista
ITALO SPINELLI

Attraverso la voce di quattro giovani studenti – Rafli, Masduqui, Yazid, Shofi – che sognano un giorno di poter finalmente divenire Ustād, o meglio guide religiose e predicatori dei precetti di Allah, Italo Spinelli ha voluto rivelare una loro tipica giornata di collegio, poco prima del ritorno a casa per la pausa del Ramadan. Seguendoli sin dalle fasi del risveglio, il regista li ha osservati in silenzio dall’alba, quando è già tempo di pregare, durante le lezioni e sino al tardo pomeriggio, nei momenti di chiacchiere tra amici obbligatoriamente in arabo. Grazie agli interventi dei genitori dei protagonisti, le reazioni e i sogni che coltivano per i loro figli, il pubblico avrà la possibilità di apprendere e comprendere i fondamenti di una religione oltraggiata dal suo ramo più radicale e oscurantista. L’opera, prodotta dalla Kaia Films Indonesia, è stata girata nel collegio di “Dalwa”, situato nella Regency di Pasuruan, nella provincia orientale di Giava, dove inoltre sono collocati molti altri collegi coranici. “Dalwa” è frequentata da 2.700 ragazzi tra i 6 e i 18 anni, ed oltre all’attento studio del Corano e dell’Arabo, si insegnano negli ultimi anni anche materie come la matematica, la lingua inglese, l’economia e l’informatica.

Regia: Italo Spinelli – Interpreti: Wahyu Rafli, Muhammad Hasan Masduqi, Ahmad Yazid, Muhammad Shofi – Fotografia: Eko Nobel – Montaggio: Silvia Di Domenico – Produzione: Kaia Films Indonesia – Produttore: Budiarman Bahar – Produttori esecutivi: Sapta Nirwandar, H.M. Irsyad Yusuf.

Il trailer

24 – 27 gennaio 2019 “Fame mia” al Teatro Brancaccino

24 – 27 gennaio 2019

Teatro Brancaccino

ANNAGAIA MARCHIORO

FAME MIA

QUASI UNA BIOGRAFIA

di ANNAGAIA MARCHIORO
in collaborazione con GABRIELE SCOTTI
allestimento scenico di MARIA SPAZZI
costumi ERIKA CARRETTA non è poco, non è affatto poco.

Regia di SERENA SINIGAGLIA

Produzione di AGIDI

Maggiori informazioni

Apollo 11 – Il programma fino al 30 gennaio 2019

PROGRAMMA FINO AL 30 GENNAIO:

Giovedì 24 gennaio

ore 19.00 I BAMBINI DI RUE SAINT-MAUR 209 di Ruth Zylberman (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 DA’WAH di Italo Spinelli (61 min).

Venerdì 25 gennaio

ore 17.30 1938: DIVERSI di Giorgio Treves (62 min).
ore 19.00 I BAMBINI DI RUE SAINT-MAUR 209 di Ruth Zylberman (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 DOVE BISOGNA STARE di D. Gaglianone e S. Collizzolli (98 min).

Sabato 26 gennaio

ore 15.30 1938: DIVERSI di Giorgio Treves (62 min).
ore 17.00 1945 di Ferenc Török (90 min).
ore 19.00 I BAMBINI DI RUE SAINT-MAUR 209 di Ruth Zylberman (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 DOVE BISOGNA STARE di D. Gaglianone e S. Collizzolli (98 min).

Domenica 27 gennaio

ore 15.00 DOVE BISOGNA STARE di D. Gaglianone e S. Collizzolli (98 min).
ore 17.00 1945 di Ferenc Török (90 min).
ore 19.00 1938: DIVERSI di Giorgio Treves (62 min).
ore 20.30 I BAMBINI DI RUE SAINT-MAUR 209 di Ruth Zylberman (100 min). Versione originale – Sott. ITA.

Lunedì 28 gennaio

ore 18.30 DOVE BISOGNA STARE di D. Gaglianone e S. Collizzolli (98 min).
ore 21.00 per Racconti dal Vero: BASILEUS di Alessandro Marinelli (78 min). In presenza dell’autore.

Martedì 29 gennaio

ore 19.00 I BAMBINI DI RUE SAINT-MAUR 209 di Ruth Zylberman (100 min). Versione originale – Sott. ITA.
ore 21.00 DOVE BISOGNA STARE di D. Gaglianone e S. Collizzolli (98 min).

Mercoledì 30 gennaio

ore 19.00 DOVE BISOGNA STARE di D. Gaglianone e S. Collizzolli (98 min).
ore 21.00 I BAMBINI DI RUE SAINT-MAUR 209 di Ruth Zylberman (100 min). Versione originale – Sott. ITA.