Tutti gli articoli di esquilino

Un week end con una eccezionale offerta culturale #domenicalmuseo #museiinmusica

Sabato 6 dicembre si inizia con “Musei in Musica”, domenica ingresso gratuito per i residenti in molti musei, lunedì apertura straordinaria degli stessi musei .

Tutte le notizie su questa pubblicazione.

Giovedì 4 dicembre 2014 “Space Metropoliz” al Piccolo Apollo

ra_vero

presenta

giovedì 4 dicembre ore 20.30
ore 20.30 rinfresco / ore 21.00 inizio proiezione

Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio 80/b
(angolo via Conte Verde) – Roma

spa_me14

 

Il quartiere Tor Sapienza a Roma è passato di recente alla cronaca, con dei fatti drammatici ed inaccettabili. L’esperienza, meravigliosa di Space Metropolis ci offre una visione dello stesso quartiere da un altro punto di vista, quello di una convivenza possibile e creativa tra culture diverse, che passa anche per il recupero di spazi urbani in disuso.

Al termine della proiezione ne parliamo con gli autori ed ideatori, Fabrizio Boni e Giorgio de Finis

Quella che andiamo a raccontare è una storia di fantascienza. Ma è anche una storia di convivenza, di condivisione e di impegno politico. È la storia di un’occupazione e di una provocazione artistica, di un’astronave e di un museo. Metropoliz è una ex-fabbrica di salami abbandonata alla periferia di Roma, quadrante stellare di Tor Sapienza, uno di quei posti dimenticati da tutti che sembrano usciti da un film di Pasolini o di Tarkovskij. Un gruppo (dis)omogeneo di Italiani, Tunisini, Peruviani, Ucraini, Africani e Rom un giorno rompe il lucchetto del cancello della veccia fabbrica e decide di trasformare quel posto nella loro CASA. Ristrutturano, riparano, organizzano e abitano quello spazio, cercando di farne – eroicamente e talvolta un po’ rocambolescamente – un luogo dove condurre una vita decorosa.
Ma i Metropoliziani sono costretti a lottare, perchè la gente della Terra non capisce come essi possano vivere felici, così fuori dalle regole. In fondo li temono e ne sono invidiosi. Stanchi di essere sempre sotto assedio, un bel giorno decidono di abbandonare le barricate e di sfuggire una volta per tutte alle spinte centrifughe della città che li pone ai margini della società civile, negandogli casa, lavoro, salute e diritti. Il loro progetto è semplice: costruire un razzo per andare a vivere sulla Luna.
Questa, in sintesi, è la storia immaginata due registi – che da anni si occupano di emergenza abitativa – per raccontare la città meticcia che abusivamente vive al numero 913 di via Prenestina. Per declinare il tema della Luna – un foglio bianco dove tutto è ancora possibile – sono stati chiamati filosofi, astrofisici, astronauti, ufologi, architetti radicali e decine di artisti, che hanno dato vita per un anno – l’anno della crisi e di Occupy Wall Street – ad un cantiere cinematografico e artistico senza precedenti. Nonostante le difficoltà quotidiane ed il peso dei bisogni, gli abitanti di Metropoliz hanno trovato la forza e la fantasia di rispondere a questa provocazione, costruendo un telescopio e un razzo pronto a partire, e vincendo una sfida molto più grande: dimostrare che l’arte può cambiare il mondo, che il sogno e l’immaginazione sono cose che appartengono a tutti, nessuno escluso, e che qualunque cosa può diventare il simbolo di un riscatto e di un cambiamento possibili. Oggi Metropoliz continua la sua battaglia per il diritto alla casa e all’abitare ed ospita stabilmente il MAAM, Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz, che lentamente trasformerà la fabbrica in un super oggetto d’arte collettiva.
Regia: Fabrizio Boni e Giorgio de Finis Fotografia: Fabrizio Boni, Donatello Conti, Giorgio de Finis, Beppe De Lucia, Antonio Di DomenicoMontaggio: Fabrizio Boni, Chiara Horn, Valentina RomanoMixage: Massimo Alberto Croce (New Video Project) – Post produzione video: Marco Gentili – Musiche: Bicchiere Mezzo Pieno, Cobol Pongide, La Distanza della Luna, Sante Rutigliano, Thierry Valentini, ByB Twin, Fabio Lauri, Giammarco Lauri Voce narrante: Luca Argentero – Grafica e animazione: Giulia Barbera e Daniele Zacchi Coordinatore di post-produzione: David Colangeli – Prodotto da: Fabrizio Boni, Giorgio de Finis, Luca Argentero – Una Produzione: Irida Produzioni, Inside Productions – Italia 2013, HD, colore, 100’ – www.spacemetropoliz.com

Biofilmografia
 

 

Ingresso riservato ai soci
(tessera mensile 7,00 € – sottoscrizione libera per ogni evento)

seguiteci su Facebook e su Twitter

Sabato 6 dicembre 2014 “Musei in Musica”

musei_in_musica_2014_large

Sabato 6 dicembre dalle 20.00 alle 02.00 torna il grande evento MUSEI IN MUSICA, per la sua VI edizione, con tantissimi spettacoli di musica e danza che animeranno musei civici, musei statali, musei privati, istituti stranieri, università, e altri spazi culturali, per una full immersion musicale fino alle 2 di notte (ultimo ingresso ore 01.00), a cui si potrà partecipare pagando il biglietto simbolico di 1 euro per accedere a ogni museo coinvolto, salvo che non sia diversamente indicato. Con lo stesso biglietto, sarà possibile visitare anche le mostre temporanee ospitate e le collezioni permanenti.

Nel nostro rione

MUSEO NAZIONALE ROMANO IN PALAZZO MASSIMO / Largo di Villa Peretti,1
SALA CONFERENZE, PRIMO PIANO
Ore 21.30 e 22.45
INCANTI MEDITERRANEI (III edizione)
SONATE E SINFONIE
Con Luigi Mangiocavallo, con Ottavia Rausa e Elisa Atteo (violino), Andrea Lattarulo (violoncello)
Balli e arie variate di compositori italiani e spagnoli tra XVI e XVII secolo, con percussioni medio-orientali e nord-africane.
A cura di CoopCulture
Prima e dopo lo spettacolo saranno offerti al pubblico percorsi guidati fino ad esaurimento dei posti disponibili.
MOSTRA I fasti e i calendari nell’antichità
MUSEO NAZIONALE ROMANO ALLE TERME DI DIOCLEZIANO / viale Enrico De Nicola, 79
AULA X
Ore 21.30
INCANTI MEDITERRANEI (III edizione)
VOCAL GEOGRAPHIES
Maria Pia De Vito e Vocal Ensemble Santa Cecilia
Con Lorenzo Apicella (pianoforte), Luigi Russo (pianoforte), Dario Piccioni (basso), Diego Cignitti (chitarra), Mattia Pilloni e Federico Santoni (batteria), Maria Pia De Vito (direttrice). Ensemble Vocale di 20 elementi.
Il gruppo svolge una ricerca improvvisativa e di repertorio che spazia dalla polifonia del tardo rinascimento ad autori contemporanei per una pratica della voce e dell’improvvisazione di derivazione jazzistica.
Ore 22.45
OPERAFOLKJAZZ. MUSICA È JUOCO! STATOVI BBENE!
Nando Citarella & Majaria Trio. Special Guest Paolo Damiani
Artisti ilari e romantici, musici esibizionisti e virtuosi, sono i cantastorie giocosi e al tempo gli interpreti drammatici e passionali di questa bizzarra e intrigante serata.
A cura di CoopCulture
Prima e dopo lo spettacolo saranno offerti al pubblico percorsi guidati fino ad esaurimento dei posti disponibili.
MOSTRA T.R.I.P. Travel Routs in Photography

Il Programma Completo

4 – 14 dicembre “Una famiglia quasi perfetta” al Teatro Jovinelli

MANIFESTO FOYERbutton

2-14 dicembre 2014 “Stomp” al Teatro Brancaccio

TEATRO BRANCACCIO

2 – 14 Dicembre

STOMP

creato e diretto da
LUKE CRESSWELL e STEVE MCNICHOLAS
coreografia LUKE CRESSWELL
Produzione STOMP PRODUCTION
& GLYNIS HENDERSON PRODUCTIONS
in collaborazione con TERRY CHEGIA
button

Domenica 30 novembre i veterinari dell’ASL RMA nell’area dedicata ai cani di Piazza Vittorio

hearing-dogDomenica 30 novembre dalle ore 10 saranno presenti nell’area dedicata ai cani dei giardini di Piazza Vittorio Emanuele II i veterinari dell’ASL RMA per rispondere ad eventuali domande sulla salute dei nostri amici a quattro zampe e consigliare i proprietari sull’alimentazione e un corretto stile di vita.

27 novembre 2014 “The Well – voci d’acqua dall’Etiopia” al Piccolo Apollo

ra_vero

presenta

giovedì 27 novembre ore 20.30
ore 20.30 rinfresco / ore 21.00 inizio proiezione

Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio 80/b
(angolo via Conte Verde) – Roma

theWell

2011, Italia, 56′

al termine della proiezione seguirà l’incontro con gli autori

Ogni anno, quando la stagione secca è al culmine, i pastori Borana si raccolgono, assieme a tutti gli animali, intorno ai loro secolari pozzi cantanti. Mentre in tutto il mondo sono in atto interventi per un controllo privato delle risorse idriche e l’accesso all’acqua potabile non è ancora considerato un diritto fondamentale dell’uomo, i Borana meritano una particolare attenzione per la loro straordinaria capacità di garantire un accesso generale e indiscriminato ai loro pozzi in una delle regioni più aride della terra abitata.

Regia: Paolo Barberi, Riccardo Russo – Soggetto: Mario Michelini – Sceneggiatura: Mario Michelini, Paolo Barberi, Riccardo Russo – Montaggio: Andrea Ciacci, Federico Schiavi – Suono: Gianluca Stazi – Produttore: Paolo Barberi, Riccardo Russo – Produzione: Esplorarelametropoli, Suttvuess – Sito web: www.thewell.it
Biofilmografia

 

Ingresso riservato ai soci
(tessera mensile 7,00 € – sottoscrizione libera per ogni evento)

seguiteci su Facebook e su Twitter

 

Giovedì 27 novembre “Live Music Night – Gigi Cifarelli: Omaggio a George Benson” al #BluRadissonEsHotel

ev110216-cifarell_ibn

Live Music Night – Gigi Cifarelli: Omaggio a George Benso

La serata è un omaggio al chitarrista più raffinato ed elegante della scena mondiale: George Benson.

A rendergli omaggio sarà Gigi Cifarelli, la chitarra più famosa “made in Italy”, che ha suonato e collaborato con i più grandi.
Giovedì 27 Novembre dalle 20.30 si esibirà insieme a una band di cinque componenti al settimo piano del Radisson Blu es. Hotel, regalando agli ospiti del ristorante Sette e del bar Zest una serata di altissimo livello musicale, interpretando pezzi celebri del musicist statunitense.

Ad accompagnarlo la fantastica band composta da Niccolò Cattaneo alla tastiera, Tonino De Sensi al contrabbasso, Enrico Santangelo alla batteria, Marco Fiore alla tromba e Michele Monestiroli al sax.

La serata prevede la possibilità di cenare con un “BBQ autunnale” da 22 euro

Il concerto è gratuito

Per il menu BBQ clicca qui

INFO E PRENOTAZIONI:

06.444 841 – 06.444 843 84
o ristorante.sette@radissonblu.com

Radisson Blu es. Hotel | Via Filippo Turati, 171 | 00185 Roma

Un chiaro esempio della teoria dei “vetri rotti” all’#Esquilino

Per chi non lo sapesse, questa è una teoria introdotta da J.Q. Wilson e G.L. Kelling nel 1982 secondo cui “investendo le risorse, umane e finanziarie, nella cura dell’esistente e nel rispetto della civile convivenza si ottengono risultati migliori rispetto all’uso di misure repressive. Al contrario, trascurando l’ambiente urbano, si trasmettono segnali di deterioramento, di disinteresse e di non curanza. Ad esempio l’esistenza di una finestra rotta (a cui il nome della teoria) potrebbe generare fenomeni di emulazione, portando qualcun altro a rompere un lampione o un idrante, dando così inizio a una spirale di degrado urbano e sociale.” (da Wikipedia).

A viale Manzoni presso alcuni cassonetti domenica c’era questa situazione

20141122_103345Il solito incivile aveva buttato nei giorni precedenti un vecchio espositore per terra vicino ai cassonetti. All’inciviltà di queste persone si era aggiunta l’incuria dell’AMA che l’ha lasciato lì per giorni. Lunedì mattina questo era il panorama vicino agli stessi cassonetti :

20141124_074643all’espositore si erano aggiunti due materassi e una grossa cornice. Durante la mattinata sono stati rimossi i materassi e la cornice ma l’espositore è ancora lì. Non solo,  l’incivile che l’ha buttato ha creduto bene di gettarne un’altro presso altri cassonetti 50 metri più avanti e anche quello è ancora là

20141123_085202Che dire, l’inciviltà e l’ignoranza di troppe persone sembrano non avere più limiti, ma anche l’AMA ci sta mettendo del suo per fare di Roma una città da terzo mondo.

27-30 novembre 2014 “Plexus” al Teatro Brancaccio

artPLEXUS

Per ROMAEUROPA FESTIVAL

Teatro BRANCACCIO

AURELIÉN BORY

PLEXUS

con  KAORI ITO

27 – 30 novembre 2014
interpreti THE DANCE FACTORY
ideazione, scenografia e regia AURÉLIEN BORY
coreografie KAORI ITO
musiche originali JOAN CAMBON
disegno luci ARNO VEYRAT
direttore di palco TRISTAN BAUDOIN
suono STÉPHANE LEY
costumi SYLVIE MARCUCCI
ricerca e adattamento TAÏCYR FADEL
scenografia PIERRE GOSSELIN
macchine MARC BIZET
direzione tecnica ARNO VEYRAT
produzione e booking
FLORENCE MEURISSE CHRISTELLE LORDONNÉ
MARIE RECULON
produzione COMPAGNIE 111 – AURÉLIEN BOR
button