Archivi tag: Hyunnart

Dal 3/12/22 al 14/01/23 “Piano Bianco” Mostra personale di G. Ponzio al Hyunnart Studio

Dal 3 dicembre 2022 al 14 gennaio 2023

HYNNART STUDIO

Giuseppe Ponzio

Piano Bianco

cura: Laura Turco Liveri

Titolo: Giuseppe Ponzio. Piano Bianco

Apertura: 02/12/2022

Conclusione: 14/01/2023

Organizzazione: HyunnArt Studio

Curatore: Laura Turco Liveri

Luogo: Roma, HyunnArt Studio

Indirizzo: viale Manzoni 85/87 – 00185 Roma

Inaugurazione: venerdì 2 dicembre ore 18.00

Orario settimanale: dal martedì al sabato 16/18,30

per appuntamento 3355477120 pdicapua57@gmail.com

20/10 – 22/11/22 “Rosa Pierno. Riflessi” mostra personale presso HyunnArt Studio

Dal 20 ottobre al 22 novembre 2022

HYUNNART STUDIO

Riflessi

disegni ed altro di

ROSA PIERNO

testo in catalogo

di

STEFANO IORI

il comunicato stampa

21 maggio – 9 luglio 2022 “Falsariga” mostra di Roberto Piloni allo Hyunnart Studio

21 maggio – 9 luglio 2022

HYUNNART STUDIO

Falsariga

Mostra di Roberto Piloni

Opere in mostra:
Filocontinuo, 2022 – perni di alluminio, filo di cotone, cm. 200 x 140 (installazione a parete)
Smacchiare il giaguaro, 2018-2022 – collage su carta, cm. 107 x 150
Cartamodello, 2022 – scatole di plastica, carta giapponese, cm. 106 x 135
Spolvero per opera ripetibile, 2021 – carta forata, inserti di caratteri trasferibili, cm 105 x 85
Clessidra II, 2021-2022 – pennarello, elementi in plastica, carta, cm. 114 x 157
Hanami (Clessidra III), 2021-2022 – pennarello, resti di matita temperata, carta, cm. 114 x 157
Clessidra IV, 2022 – pennarello, elemento in plastica, carta giapponese, cm. 71 x 51
Talismano, 2021 – cartone, filo di cotone, carta giapponese, cm. 71 x 51
Falsariga, 2022 – elementi in plastica, ferro, vernice, cm. 361 x 50 (installazione a parete)
Tiritera, 2018 – acrilico, carta, cm. 65 x 50

Hyunnart Studio

Viale Manzoni, 85 00185 Roma

orario: dal martedì al venerdì dalle ore 16:00 ale ore 18:30

24 marzo – 14 maggio 2022 “Infinito” allo Hyunnart Studio

24 marzo – 14 maggio 2022

HYUNNART STUDIO

ADELE LOTITO
INFINITO

a cura di
Mario de Candia

Inaugurazione Mostra

giovedì 24 marzo alle ore 17:00

Informazioni

Hyunnart Studio

Viale Manzoni, 85-87 00185 Roma
adelelotito.com

Tel. 3355477120

pdicapua57@gmail.com

5 febbraio – 5 marzo 2022 “Vortex Temporis” presso HyunnArt Studio

Dal 05 Febbraio 2022 al 05 Marzo 2022

HyunnArt Studio

Vortex Temporis

Mostra personale di

Marina Bindella

HyunnArt Studio presenta una personale di Marina Bindella, artista, incisore e docente all’Accademia di Belle Arti di Roma, a cura di Paola Bonani. La mostra dal titolo “Vortex Temporis” sarà allestita da sabato 5 febbraio 2022 ore 16.00.

In mostra cinque opere di grandi dimensioni ed altre di misure più contenute, realizzate con differenti tecniche: olio e tecnica mista su forex, olio e graffito su tavola, acquarello e xilografia.

Hyunnart Studio

Indirizzo: Viale Manzoni 85-87

Orari: dal martedì al venerdì 16.00-18.30 e su appuntamento

Curatori: Paola Bonani

Telefono per informazioni: +39 3355477120

E-Mail info: pdicapua57@gmail.com

12/11 – 23/12 2021 “Claudia Peill EN124-D400” mostra d’arte presso Hyunnart Studio

12 novembre – 23 dicembre 2021

Hyunnart Studio

Claudia Peill
EN124-D400

A cura di Mario de Candia

Claudia Peill tiene una sua personale per la seconda volta a HyunnArt Studio a cura di Mario de Candia dopo la precedente esposizione avvenuta nel 2009.

Quaranta sono opere su carta costituite da collage e tecnica ad olio, frammenti fotografici di vita che Claudia Peill cattura dal reale e completa con un elemento pittorico come cifra della sua ricerca in cui finalizza dittici e polittici.

Al fine di raggiungere il significante, alla fase iconica, l’artista aggiunge costantemente una parte monocroma e silenziosa, densa dell’essenza dell’opera.

In questo caso durante il lockdown, considerata l’impossibilità di uscire, nelle 25 opere su carta esposte, dal titolo Quaranta come la quarantena, l’artista ha fatto sì che le immagini catturate fossero frammenti di vita, realmente strappati dai quotidiani, dai rotocalchi, dai settimanali… come strappi di vissuto presi dalla cronaca alla moda e quindi fisicamente rielaborati e interpretati in un nuovo contesto.

EN 124- D400 è invece un’opera su tela, sempre recente ma completamente diversa, l’opera per così dire di cambiamento e di sorpresa che forse giunge proprio per rompere un’attesa.

Questa rientra nel ciclo dell’artista degli ultimi anni dove il soggetto ripreso dalla quotidianità appartiene alla massima categoria dell’ordinario, ghise, griglie e tombini metallici.

Elementi di uso comune e volgarmente calpestati raggiungono invece, attraverso un processo alchemico, una trasformazione e assumono una presenza, non più fisica, che supera spazio e tempo e che si colloca in una dimensione immaginaria e poetica che solo l’arte può realizzare.

Come scrive Mario de Candia in catalogo:

«La salvezza, per l’arte e per la critica, risiede in una questione di metodo: tornare su se stessi e risalire dalla “conoscenza” al carattere, si potrebbe dire filosofico, secondo la sua spontaneità (…) e non starsene al sicuro, rinchiusi come in un munito castello…

È vero che l’esilità di un’opera d’arte è inversamente proporzionale al peso che può sostenere?

Che le immagini che prendono di petto la morte o l’essere possono essere diafane, o addirittura spettrali? Questi temi hanno la struttura di un capello, appartengono al mondo del piccolo. Bisogna prenderli in mano e avvicinarli all’occhio perché li veda ed all’orecchio perché li senta: nella eco di passi lontani può risuonare l’intero universo.

Arte non come ciò che appartiene semplicemente alla vita… ma arte come ciò che appartiene ad un’altra sfera (forse quella dell’epos) e come tale verrà raccontata fin quando ci sarà memoria: l’arte va al di là della vita, anche se non si sa dove.
Nell’arte entra tutto ciò che esiste, ma privo di esistenza: la vita in essa è altra da quella che passa per tale. Infelicità, dolore, tragedia, consueti nell’arte, non sono quelli che la realtà dispensa, ma l’arte li fa apparire perfino desiderabili.(Arte) che supera spazio e tempo e che si colloca in una dimensione immaginaria e poetica che solo l’arte può realizzare

  •  

Opere esposte

Quaranta: 25 opere su carta: cm 50×70, collage e olio, 2020
EN124- D400: opera su tela: cm 180×200, acrilico su tela e base fotografica, 2021
EN124- Black: opera su tela: cm 40×80, acrilico e fotografia su tela, 2021
Senza titolo: opera su carta: cm 40×30, fotografia e tecnica mista, 2016

Claudia Peill ha esposto presso gallerie private, Musei ed Istituzioni pubbliche in Italia e all’estero.

Tra esse: Museo Pecci, Prato 2000; Künstlerhaus, Vienna 2001; Italian Cultural Institute of London, 2003; Galleria Martano, Torino 2004; Galleria Pack, Milano 2004; Künsthalle, Düsseldorf 2005; Galleria Anna D’Ascanio Roma, 2006; Galleria Mara Coccia, Roma 2012; Museo Hendrik Christian Andersen, Roma 2014; La Galleria Nazionale Roma 2015; Galleria Anna Marra, Roma 2017; Gallen-Kallela Museum, Helsinki 2018-2019.

Ha realizzato diverse opere pubbliche permanenti.

È presente in numerose collezioni private e pubbliche, come Museo Pecci, Prato; Kunststiftung NRW, Düsseldorf; La Galleria Nazionale, Roma; Museo Casa di Goethe, Roma; Università Tor Vergata, Roma.
Tra le pubblicazioni si segnala la sua più recente monografia a cura di Mario de Candia Claudia Peill. Testi di Mario de Candia, Franco Fanelli, Mario Fortunato, Gangemi Editore, 2017
E la recente esposizione virtuale online: siikasaari-isle-koivistopeill
Vive e lavora a Roma. Docente presso l’Accademia di Belle Arti.
Le sue opere sono visibili sul sito www.claudiapeill.com

Nella visita alla mostra verranno rispettate le normative di sicurezza anti covid.

  • HyunnArt Studio
    viale Manzoni 85/87 00185 Roma
  • 12/11/2021 – 23/12/2021
    dal martedì al venerdì 16.00/18.30
  • per appuntamento 3355477120
    pdicapua57@gmail.com

25 settembre – 25 ottobre 2021 Esposizione fotografica “Ateliers” presso Hyunnart Studio

25 settembre-25 ottobre 2021
 
HyunnArt studio
 
Esposizione fotografica
 

Ateliers

 
 
HyunnArt studio,
Viale Manzoni 85/87 Roma
25 settembre-25 ottobre 2021

12 maggio – 30 giugno 2021 “li molti e molti” mostra d’arte personale di Ak2deru al HyunnArt Studio

12 maggio – 30 giugno 2021

HyunnArt Studio

li molti e molti

Mostra d’arte personale di

Ak2deru

a cura di Mario de Candia

HyunnArt Studio

Il 12 maggio dalle 15.30 apre presso HyunnaArt la mostra diStudioAk2deruli molti e molti“, a cura di Mario de Candia. Dipingere, suonare, comporre sono le pratiche rituali di Ak2deru: l’iterazione e la variazione i pilastri fondamentali del suo operare. In un processo di creazione e distruzione continua e di oscillazione fra gli opposti, indaga i rapporti fra l’uno e la molteplicità. Una ricerca di varietà all’interno dell’unità, che riguarda tutti gli aspetti del suo lavoro: dalla morfologia delle opere alle loro dimensioni, dalle tecniche ai vari materiali e supporti utilizzati.
I legami fra musica e pittura, data la sua duplice attività di operatore visivo e sonoro, sono intrinseci in tutte le sue opere e in ogni loro declinazione, performance e installazioni incluse.
Definisce la sua pittura ‘pittura monosemica’ (dal greco mónos “uno solo” e sèma “segno”), in riferimento al ‘segno unico’ sul quale essa si fonda: il segmento di una porzione d’infinito, un archetipo, che riverbera e satura l’intera superficie.

 

“il temperamento di Ak2deru appare tanto preso quanto influenzato da una visione drammatica, tragica (…) della vita e del suo decadimento (…) Inerente al lavoro, una incredibile onestà unita ad una “luce” infinita: qualcosa che è fondamentale per l’arte tanto quanto lo è per la vita.”
L’attenzione al ‘movimento’ assume un ruolo sia mentale-interiore che fisico-corporale, che comunica di una sensibilità mirata al raggiungimento di un risultato di estrema qualità ed equilibrio: una “aura che si irradia dai suoi quadri come una sorta di incarnazione della luce naturale. Con le sue invenzioni Ak2deru parla di situazioni e circostanze, quelle dell’esperienza, in cui proprio grazie alla luce noi possiamo avere un registro della vita.”

Ak2deru – Tempio Pausania, 1975. Vive e lavora a Roma.
Dopo il Liceo Artistico di Tempio, dal 1998 al 2008 segue studi di composizione musicale con i maestri Gian Paolo Chiti e Alvin Curran. Dal 2008 al 2015 è assistente compositore di Alvin Curran. Fondatore dell’associazione culturale Dal Suono Sommerso, attiva dal 2007 al 2012 nell’ambito della musica contemporanea.

AVVISO IMPORTANTE: in base alle normative relative all’emergenza Covid-19, l’accesso agli spazi dell’esposizione verrà limitato ad un numero contingentato di persone per volta. Sarà obbligatorio indossare i dispositivi di protezione individuale e mantenere la distanza di sicurezza. All’ingresso del locale verrà rilevata la temperatura corporea e verrà richiesta la compilazione del modulo per il tracciamento. Grazie in anticipo per la vostra collaborazione.  E’ gradita la comunicazione dell’orario di visita

HyunnArt Studio

viale Manzoni 85/87 00185 Roma
Orario settimanale: dal martedì al sabato h. 16:00 – 20:00 , su appuntamento
Informazioni e contatti

t. 335.5477120  pdicapua57@gmail.com

T. 392.0211975 ak2deru@gmail.com

10 dicembre 2018 – 29 gennaio 2019 “Canto d’ombra” mostra d’arte presso Hyunnart Studio

c a n t o d’o m b r a

Ettore Consolazione

hyunnart studio

opening: lunedì 10 dicembre 2018 ore 18

finissage: lunedì 29 gennaio 2019 ore 18

Ettore Consolazione espone a HyunnArt Studio lavori che ben sintetizzano la sua completa produzione dagli anni ’70 ad oggi. E’ questa la prima circostanza in cui vengono esposte insieme opere dei due distinti cicli produttivi dell’artista, e sono trascorsi esattamente

dieci anni dalla prima (“Enigma a terra”) delle numerose opere monumentali che Consolazione ha realizzato dal 2008 ad oggi.

Per quanto siano state già più volte evidenziate le differenze tra i due periodi (da metà anni ’70 ad inizio anni’90 il primo, e da allora ad oggi il successivo) nell’occasione di vedere simultaneamente i dodici lavori esposti in mostra, riteniamo si possano osservare anche diversi punti di connessione.

Nel 1976, invitato da Nello Ponente alla rassegna “60/80. Linee della Ricerca Artistica in Italia”, Consolazione espone “Il sogno di Costantino”, in omaggio a Piero Della Francesca. E’ un’opera installativa realizzata in gomma piuma e tessuto neutro in cui è concentrato tutto il senso del primo periodo.

Dagli anni ’90, come accennato, Consolazione elabora con apparenti forti differenze, in modo del tutto aniconico, forme e spazi che si amplificano, situandosi con collocazioni esterne permanenti.

Conosco Ettore da circa 20 anni e nel 2002 espose per la prima volta a Hyunnart Studio. Dopo pochi giorni dall’inaugurazione una giovane architetto individuò nel suo lavoro l’idea che in seguito divenne “Enigma a terra” per la Unipol Bank in Piazza dell’Esquilino.

Hyunnart Studio: Viale Manzoni 85/87 00185 Roma

Orario di apertura: martedì/venerdì 16/18,30 o p

11 novembre – 9 dicembre 2017 “The Stuff of Dreams” mostra personale di Jonathan Hynd presso Hyunnart Studio

Giuseppe Ussani D’Escobar, curatore della mostra “The Stuff of Dreams” dell’artista inglese Jonathan Hynd, si sofferma sul significato della mostra  inaugurata a Roma l’11 novembre presso lo Hyunnart Studio di Viale Manzoni a Roma.

Contributo sonoro

Hyunnart Studio

Viale Manzoni 85

11 novembre – 9 dicembre 2017