Archivi tag: Politica

Come volevasi dimostrare

Lo scorso 14 maggio pubblicammo un post (vedi) per mettere in evidenza la pessima abitudine della politica romana di riempire la città di manifesti (per lo più abusivi) attaccandoli sulle più disparate superfici. In particolare l’esempio era un cassonetto giallo per la raccolta dei vestiti usati. Per di più evidenziammo la ancor peggiore abitudine di attaccare manifesti su manifesti con risposte e controrisposte di parti politiche contrapposte e i solerti attacchini notturni non ci hanno smentito : ecco il cassonetto come era

 

e come è

Che poi i cassonetti gialli siano una superficie privilegiata per questo tipo di pubblicità abusiva lo testimonia anche il fatto che alcuni soggetti (in questo caso non politici) realizzino addirittura dei manifesti ad hoc per queste superfici sia nelle dimensioni sia nel colore come evidenzia la foto seguente di un cassonetto a viale Manzoni che, miracolosamente, era rimasto intatto per un paio di mesi

Ci si chiede ma perchè, visto che gli autori di queste trasgressioni hanno nome cognome e indirizzo, Roma Capitale non decide di elevare multe pesanti per tentare di stroncare questo odiosissimo problema. Con una fava si prenderebbero due piccioni : da una parte si potrebbero rinsanguare le asfittiche casse capitoline e dall’altra si libererebbe la città da questa assurda forma di degrado. Il problema è che essendoci di mezzo la politica (e i partiti) qualsiasi disposizione sarebbe vanificata da un’amnistia o da un colpo di spugna tale da azzerare o quasi tutte le pendenze in atto. E allora continuiamo a sentire parole e parole e vedere la nostra città tappezzata da questi assurdi manifesti in spregio a qualsiasi  regola di economia (stampare manifesti costa) e di ecologia (quante tonnellate di carta si sprecano ?). Che poi non sia un problema isolato ma un’autentica piaga cittadina lo testimonia anche l’altro post pubblicato (vedi) grazie alle segnalazioni raccolte all’ Esquilino da www.decorourbano.org : se solo nel nostro rione se ne mettono insieme tante immaginiamo in tutta Roma !

Ma chi ci è passato, Attila?

Sabato 21 novembre verso le 19,30 un rumore di tamburi e un intenso vociare ha annunciato l’ennesima manifestazione che in questo caso passava per viale Manzoni. Non voglio entrare nel merito del problema dei troppi cortei che si fanno a Roma quasi senza regole con le logiche conseguenze (traffico impazzito anche a quell’ora di sabato in questo caso), ma vorrei puntare il dito sulla civiltà dei dei manifestanti. Ecco come si presentava il muro di un palazzo di viale Manzoni la mattina seguente : scritte manifesti e graffiti per ogni gusto.

Foto 1 muro viale Manzoni
Foto 2 muro viale Manzoni

Foto 3 muro viale Manzoni Ora dovranno passare le squadre del comune per ripulire il tutto con aggavio di costi sulle già traballanti casse del comune, ma mi chiedo  era proprio necessario fare tutto ciò ? Non bastava forse manifestare senza imbrattare i muri ? E le forze dell’ordine che accompagnavano il corteo non potevano impedire un simile scempio?

Manifesti elettorali

Si avvicinano le elezioni europee e il nostro rione (come tutta la città) viene inondato di manifesti elettorali per lo più abusivi che aggiungono degrado allo sconcio delle scritte dei writers e degli adesivi pubblicitari. Abbiamo ricevuto questa e-mail e  condividendone totalmente  il contenuto la pubblichiamo integralmente. Vi invitiamo a segnalare abusi e inadempienze inviando foto al link indicato di seguito o ,se preferite, al nostro sito per sconfiggere questo odioso fenomeno di malcostume e inciviltà che non si riesce ad estirpare.

Gentile redazione di Esquilino’s weblog,
dalla lettura dei vostri post ho pensato vi potesse interessare collaborare a una nostra iniziativa online.

 

Si avvicinano le elezioni e le nostre città e comuni cominciano già ad essere imbrattate dai manifesti elettorali abusivi. Si tratta di uno scempio, di una prepotenza e di una illegalità di fronte alla quale le istituzioni si apprestano a divenire complici dei partiti e dei boss politici locali.

Fermali con una foto

http://www.fainotizia.it/inchiesta/manifesti-abusivi-fermali-con-una-foto

In un servizio mandato in onda da Le Iene, si sente dalla viva voce del rappresentante della maggiore agenzia di affissioni di Milano come vengono gestite le campagne elettorali sulle strade della Capitale.

«Il mio consiglio spassionato da tecnico è andare in abusiva, solo in abusiva!»

«Il Comune non riesce a starci dietro. Chiude un occhio. Poi magari te li coprono, però dopo 4-5 giorni. Il Comune lo sa che siamo noi a devastare la città».

Guarda il video

 

Come saprete per legge i manifesti elettorali andrebbero affissi negli spazi che ogni comune mette a disposizione in occasione della campagna. Ad ogni partito sono assegnate un pari numero di plance appositamente contrassegnate. Ogni manifesto attaccato fuori dagli spazi preposti dovrebbe essere multato per ogni giorno che rimane affisso.


«Noi prendiamo multe per 58mila euro – prosegue l’intervista delle Iene – ma paghiamo 1.000 euro ed è finito. Nessuno ha mai pagato una multa da quel punto di vista lì. Aspettano tutti i condoni. Invece quest’anno non devi nemmeno aspettarlo, perché c’è già».


Quest’anno la sanatoria è stata approvata per decreto dal governo Berlusconi, e prevede il condono per tutte le affisioni abusive di manifesti politici commesse dal 2005.

http://www.fainotizia.it/inchiesta/manifesti-abusivi-fermali-con-una-foto

«Giro tutta la notte per controllare che non ci siano sovrapposizioni delle squadre e per risolvere, eventualmente, controversie sul territorio. Come vedi ho una pistola a portata di mano».

Sono le parole letterali del boss dell’organizzazione di attacchinaggio elettorale a Roma riportate dal Corriere della sera in un articolo dell’11 aprile 2008

RadioRadicale è impegnata in questa campagna e vi chiediamo di unirci a noi.

Potreste iniziare con una piccola azione. Una foto.

Noi ci impegnamo a inviare le foto che, voi e i vostri lettori, pubblicherete al sindaco, al prefetto e alla procura della vostra città. A intentare cause legali contro i partiti, e se necessario contro il comune.

Fermali con una foto
http://www.fainotizia.it/inchiesta/manifesti-abusivi-fermali-con-una-foto

Fatemi avere un riscontro, se vi va. E buon lavoro!


–~–~———~–~—-~————~——-~–~—-~
Radio Radicale
Via Principe Amedeo, 2
00185 Roma
Tel (+39) 06  488781
Fax (+39) 06 4880196

http://www.radioradicale.it
-~———-~—-~—-~—-~——~—-~——~–~—



Alessandra Maffei

Radio Radicale
Via Principe Amedeo, 2
00185 Roma
Tel (+39) 06 488781

Email
maffei@collabora.radioradicale.it

——————————————–

In questo breve filmato un esempio che testimonia a che punto di inciviltà siamo arrivati con i manifesti elettorali. Il luogo è viale Manzoni angolo via Conte Verde