Primo Maggio : concerto a S. Giovanni e maratonina

Il giorno 1 maggio nel nostro rione si svolgeraranno due eventi : il tradizionale concerto a piazza S. Giovanni e la maratonina del primo maggio.

Dal sito Roma Mobilità notizie sul piano trasporti :

Primo Maggio e maratonina: il piano dei trasporti

Tradizionale concerto in piazza san Giovanni e minimaratona tra santa Croce in Gerusalemme, l’Esquilino e il Colosseo, così il Primo maggio a Roma. L’area di piazza san Giovanni chiusa dalle 8,30 al termine del concerto, mentre per la maratonina le chiusure delle strade interessate saranno possibili dalle 10 alle 11. Per chi decide di trascorrere il Primo Maggio in spiaggia, invece, c’è l’alternativa all’automobile, grazie al ritorno in servizio delle linee Mare 07, 062 e 070. In generale il servizio di trasporto pubblico funzionerà con le consuete modalità, con bus, filobus e tram attivi dalle 8,30 alle 13 e dalle 16,30 alle 21. Faranno eccezione le Linee Mare in strada senza interruzioni e il servizio no-stop, a partire dalle 5,30, anche per le due linee del metrò che prolungheranno le corse fino all’1,30.
Nel dettaglio:
Concerto a San Giovanni, deviate 12 linee di bus
In occasione del tradizionale concerto del Primo Maggio in piazza san Giovanni (dalle 15,30 a mezzanotte circa), la mobilità, sia pubblica che privata, dovrà adeguarsi alle chiusure delle strade previste. In particolare, per l’intera giornata, non si potrà transitare in via Amba Aradam, piazza san Giovanni in Laterano, via Merulana, via Nola, piazza Santa Croce in Gerusalemme, via santa Croce in Gerusalemme, via Magnagrecia, piazzale Appio, oltre a un tratto di via Appia e di via La Spezia. La riapertura è prevista intorno alle 5 di mercoledì 2 maggio e comunque dopo che l’Ama avrà terminato di ripulire la sede stradale.
Sul fronte del trasporto pubblico di superficie le linee interessate saranno 12, sia nella fascia mattutina che in quelle pomeridiane e notturne. Per i bus 3, 16, 81, 85, 87, 360 e 590 è prevista una deviazione di percorso; per quelli dei 218 e 665 ci sarà una limitazione di percorso nei pressi dell’Ospedale san Giovanni.
Dalle 10 alle 11, maratonina Santa Croce in Gerusalemme-Colosseo
Sempre martedì, dalle 10 alle 11, è in programma la “MaratonaPrimoMaggio”, con partenza e arrivo in via Carlo Felice, angolo via Conte Rosso. Fermi a vista e deviazioni saranno possibili per le linee di bus C3, 3, 16, 81, 85, 87, 360, 590, 649 e 714. I partecipanti, circa 500 quelli attesi, si riuniranno già dalle 8 e la Polizia Locale di Roma Capitale garantirà un servizio di vigilanza lungo il percorso, assicurando gli attraversamenti di piazza san Giovanni in Laterano, piazza del Colosseo, largo Brancaccio, via Emanuele Filiberto e viale Manzoni

Incrocio dimenticato, incrocio pericoloso

La prima cosa che ci si chiede : ma esiste un organismo di controllo per la segnaletica stradale orizzontale e verticale a livello cittadino ? La risposta sembrerebbe no, visto quello che mostreremo.

Andiamo ai fatti : incrocio via Principe Umberto via Bixio regolato da un semaforo.

 Via Principe Umberto è a senso unico nella direzione verso viale Manzoni, via Bixio è a senso unico ma a direzioni convergenti verso via Principe Umberto (vedi cartina). In parole povere e impossibile girare da via Principe Umberto a via Bixio perchè da una parte il verso è via Giolitti via Principe Umberto e dall’altra via Principe Eugenio via Principe Umberto.  Chi ci passa giornalmente e chi risiede lo sa bene e quindi si adegua a queste regole ma chi ci passa per la prima volta potrebbe avere delle serie difficoltà e trovarsi ,senza volerlo, contromano con tutti i rischi del caso.

Semaforo a via Principe Umberto

Non c’è segaletica orizzontale, il semaforo è a verde pieno e non c’è alcuna freccia  direzionale, non c’è alcun cartello di direzione obbligatoria sul palo del semaforo e non c’è il cartello di senso unico a via Bixio direzione via Principe Eugenio.

Questo è il palo a via Principe Umberto sul quale potrebbe esserci il segnale di direzione obbligatoria visto che non c’è su quello del semaforo, ma, come vedete, c’è rimasto solo il palo e del segnale (qualunque esso sia) si sono perse le tracce.

Non c’è alcun segnale di divieto di accesso a via Bixio direzione via Principe Eugenio. Quindi chi viene da via Principe Umberto e non conosce la zona non trova alcuna indicazione per non girare a destra  e si ritrova contromano con l’unico dubbio che può scaturire dal verso di parcheggio delle autovetture in sosta. Ma è possibile che accadano ancora queste cose al centro di una città come Roma ? Purtroppo sì.

Giovedì 26 aprile “Ritratto di mio padre” al Piccolo Apollo

presenta



giovedì 26 aprile – ore 20.45*
Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11
 c/o ITIS Galilei – via Conte Verde, 51 – Roma

I

talia, 2010 – 87’ – colore e B/N 

al termine della proiezione, segue l’incontro con
Gianmarco Tognazzi
 

 
L’idea di un documentario su Ugo Tognazzi nasce dal desiderio di raccontare, a vent’anni dalla sua scomparsa, la vita, gli amori, le passioni, i successi e le delusioni del grande attore, ma anche di rivelare, per la prima volta, i lati nascosti e i segreti mai svelati, i lavori meno conosciuti. Ugo Tognazzi amava la vita e i suoi piaceri, ma sapeva anche essere tenace, coraggioso e combattivo. Si presentava sempre per quel che era, senza pretesti, giustificazioni o imbarazzi. Ugo era il ritratto dell’italiano che cercava il divertimento e il riscatto dopo le privazioni, le tragedie e le rinunce della seconda guerra, che lui aveva conosciuto bene. Era l’italiano che trasgrediva le regole per affermare la propria opinione, il proprio io rinato.Il documentario alterna materiali raccolti negli archivi delle televisioni, a film girati (ben centocinquanta come attore e cinque come regista), a foto, a filmati inediti conservati dalla famiglia. Per la prima volta la famiglia Tognazzi ha concesso, per la realizzazione del documentario, quel materiale familiare che mostra l’attore nel suo mondo personale, o insieme ai suoi amici. Sergio Cammariere ha firmato la colonna sonora originale e i titoli di coda contengono una canzone inedita scritta da Gianmarco per Ugo e suonata dal vivo.

Festival Internazionale del Film di Roma 2010 – Nomination David di Donatello 2010 – Sulmona Cinema Film Festival 2010 – Bif&st 2011 – Nastro d’Argento 2011 Premio Speciale Documentario sul Cinema e altri ancora.Regia: Maria Sole Tognazzi Soggetto e Sceneggiatura: Maria Sole Tognazzi, Manuela Tempesta Prodotto da: Matteo Rovere (Ascent Film), Alfredo Moroni (La7), Bruno Tribbioli e Alessandro Bonifazi (Blue Film) Musiche: Sergio Cammariere – Montaggio: Walter Fasano – Fotografia: Marco Montenovi – Suono: Andrea Viali, Fabio Cerretti.



*alle 20.15 ci sarà un aperitivo e alle 20.45 circa inizierà la proiezione

Ingresso riservato ai soci

(tessera mensile 5,00 € – sottoscrizione libera per ogni evento)

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI

giovedì 3 maggio:

per “TUTTO SU MIO PADRE”
PAOLO VILLAGGIO: MI RACCONTO di Elisabetta Villaggio

venerdì 4 maggio:

PIAZZA TAHRIR di Stefano Savona

 

 

 

seguiteci su Facebook Apollo Undici 
 


Una goccia nell’oceano

Nel mese di marzo pubblicammo questo post segnalando una situazione assurda : l’ennesimo negozio di scarpe cinesi che aveva aperto  (non entriamo nel merito come) lasciando addirittura le insegne e la tenda del precedente esercizio che vendeva tutt’altro genere di articoli (elettronica di consumo). A distanza di un mese, evidentemente, qualcuno ha recepito che forse si era andati oltre la decenza e ha obbligato l’attuale negoziante a togliere sia l’insegna sia la tenda.

Certo è una ben magra consolazione rispetto al disastro commerciale che si è pepretrato nell’ultimo decennio all’Esquilino, ma in un perodo di crisi prendiamo atto anche di questa goccia.

24 aprile al Piccolo Apollo “I documentari vincitori del RIFF 2012”

in collaborazione conpresenta


martedì 24 aprile
Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11
 c/o ITIS Galilei – via Conte Verde, 51 – Roma

 
I DOCUMENTARI VINCITORI

DEL RIFF 2012
ore 19.00
MEET THE FOKKENS
di Gabriëlle Provaas & Rob Schröder


Paesi Bassi, 2011, HD, colore, 75′

Louise e Martine Fokkens sono gemelle. Per oltre 40 anni hanno lavorato come prostitute. Si sono liberate dal controllo dei loro protettori, hanno gestito un proprio bordello e creato il primo sindacato informale per prostitute. Ora dicono addio a tutto ciò. Un ritratto di queste donne notevoli, oltre che una storia del quartiere a luci rosse di Amsterdam negli ultimi cinquant’anni.Scheda del film: http://www.riff.it/programma-2012/meet-the-fokkens/

 ore 20.45*

IO SONO QUI
sette giorni di appunti
dalla vita di Mario Melazzini (medico – malato – uomo)

di Emmanuel Exitu


Italia, 2011, HD, colore, 62′


al termine della proiezione, incontro con il regista

 

Il dottor Mario Melazzini si ammala di SLA, malattia inguaribile che paralizza pian piano fino alla morte. Decide per il suicidio, ma il giorno prima si fa la domanda: é questo che voglio? Confuso, si ritira sulle Alpi, dove succede qualcosa tra la sua anima e la bellezza delle montagne. Allora riprende in mano la sua vita e fa una cosa impossibile, ma normale: vivere.Scheda del film: http://www.riff.it/programma-2012/io-sono-qui-2/

*alle 20.15 ci sarà un aperitivo e alle 20.45 circa inizierà la proiezione

Ingresso riservato ai soci

(tessera mensile 5,00 € – sottoscrizione libera per ogni evento)

PROSSIMI APPUNTAMENTI

giovedì 26 aprile:

per “TUTTO SU MIO PADRE”
RITRATTO DI MIO PADRE di Maria Sole Tognazzi, interviene Gianmarco Tognazzi

giovedì 3 maggio:

per “TUTTO SU MIO PADRE”
PAOLO VILLAGGIO: MI RACCONTO di Elisabetta Villaggio
venerdì 4 maggio:
PIAZZA TAHRIR di Stefano Savona
 
seguiteci su Facebook Apollo Undici 
 


Pulizie di aprile con sorpresa

Lavori al Teatro Jovinelli
Pulizia del giardino
Sorpresa ! Un materasso .....

Via Guglielmo Pepe, area pedonale davanti al teatro Jovinelli, messa in sicurezza della facciata del teatro per i danni dovuti al gelo e contemporanea pulizia del giardino (!?) antistante con relativo taglio d’erba da parte della squadra “Decoro Urbano” del Comune (o Roma capitale?). E spunta una sorpresa : un materasso all’interno, segno di bivacchi notturni nonostante le reti di recinzione. Operazioni come questa, effettuate con intervalli non biblici senza aspettare che alcuni luoghi divengano giungle inestricanbili su un tappeto di rifiuti non solo aiutano a combattere il degrado e la sporcizia ma sono anche un deterrente contro abusi di ogni genere (bivacchi, nascondigli per refurtiva e droga) che luoghi abbandonati a se stessi  favoriscono.

20 aprile – “Gli Osceni Fauni” al Piccolo Apollo

 in collaborazione con
Gli Osceni Fauni e Apollo 11 – Racconti dal Vero

presenta
venerdì 20 aprile – ore 20.30*
Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11
 c/o ITIS Galilei – via Conte Verde, 51 – Roma

Ingresso riservato ai soci
(sottoscrizione libera)

NON E’ UN PAESE PER DONNE
Racconti di straordinaria normalità
 antologia a cura di
Carmen Pellegrino e Cristina Zagaria

prefazione di
Miriam Mafai




Saranno presenti le autrici
Manuela Iatì – Cristina Sivieri Tagliabue – Buci Sopelsa
 modera Timisoara Pinto 

letture di Elettra Mallaby 

Suoni al piano di Stefania Tallini – versi diLoredana Di Leginio 

proiezione del cortometraggio
LA LUCE
(2008)
di Anne Riitta Ciccone

***
…il pubblico è invitato a lasciare un libro, un cd o un dvd a sua scelta
per costruire insieme a noi un archivio multimediale di poesia…

*Ricordiamo che alle 20.30 c’è un aperitivo e alle 21.00 si inizia

La “questione femminile” è sempre aperta in Italia. Il libro indaga su chi sono le donne italiane oggi, oltre agli stereotipi televisivi. E sono le donne “normali”, ma straordinarie al tempo stesso che vivono nella realtà. Sono la maggioranza. Le autrici lo esprimono attraverso storie vere e verosimili, e toni molteplici, dal comico al drammatico, dall’ironico al tenero. E’ un libro “per”, per costruire un racconto collettivo sulle donne del presente.
Il volume è impreziosito dalla prefazione di Miriam Mafai, recentemente scomparsa che in un passaggio scrive: ...Chi come me ha conosciuto l’Italia di allora, quella condizione di subalternità delle donne, la loro/nostra esclusione da importanti professioni e posti di responsabilità non può non guardare con soddisfazione e orgoglio alle donne e alle ragazze di oggi, al loro successo negli studi, alla loro sempre maggiore presenza in professioni una volta considerate “maschili”…Ognuna di noi tuttavia conosce bene anche le zone d’ombra, le difficoltà, la fatica con le quali le donne hanno pagato e ancora oggi pagano questo passaggio dalla subalternità alla piena emancipazione e realizzazione di sé…
 Gli Osceni Fauni – Incontri multimediali per un progetto di poesia permanente – progetto Gli Osceni Fauni non vuole essere semplicemente una rassegna di poesia ma un progetto che mira a trasformare il luogo / scena della poesia contemporanea in uno spazio sperimentale nel quale i poeti si mettono in gioco con oggetti e soggetti della loro poetica.
Il titolo (Gli Osceni Fauni) è preso in prestito da una definizione che Edoardo Sanguinetiassegnò a se stesso mentre eseguiva un proprio “autoritratto”. 
Andrea Inglese (1967). Vive e lavora tra Milano e Parigi. E’ poeta, saggista e traduttore. Suoi interventi saggistici sono apparsi in rivista – Baldus, Derive/Approdi, L’Atelier du roman, Nuovi Argomenti, il Verri, Sud, Qui, Nuova prosa, ecc. – e in volume – Akusma. Forme della poesia contemporanea (Metauro, 2000), Scrivere sul fronte occidentale (Feltrinelli, 2002), La traduzione del testo poetico (Marcos y Marcos, 2004), Dieci inverni senza Fortini 1994-2004 (Quodlibet, 2006), ecc. Ha pubblicato un saggio di teoria del romanzo dal titolo L’eroe segreto. Il personaggio nella modernità dalla confessione al solipsismo (2003) e ), i libri di poesia Prove d’inconsistenza, in VI Quaderno italiano (Marcos y Marcos, 1998), Inventari (Zona 2001), Colonne d’aveugles (Le Clou Dans Le Fer, 2007), La distrazione (Luca Sossella, 2008; premio Montano 2009), le raccolte di prose Prati (La Camera Verde, 2007) nel volume collettivo Prosa in prosa (Le Lettere, 2009), Quando Kubrick inventò la fantascienza. 4 capricci su 2001 (La Camera Verde, 2010) e il prosimetro Commiato da Andromeda (Valigie Rosse, premio Ciampi 2011). Ha curato l’antologia del poeta francese Jean-Jacques Viton, Il commento definitivo. Poesie 1984-2008 (Metauro, 2009). Scrive per il Manifesto ed è redattore del mensile Alfabeta2 e del sito alfabeta2. Cura Per una critica futura, trimestrale di critica in rete ed è redattore del sito di ricerca GAMMM. È uno dei fondatori de blog letterario Nazioneindiana.

Gli Osceni Fauni – Incontri multimediali per un progetto di poesia permanente
è un progetto a cura di a cura di Maria Grazia Calandrone, Fabio Lauteri, Canio Loguercio, Lidia RivielloConsulenza musicale: Fabio Lauteri e Timisoara Pinto

 
Con la presenza di un punto-libri a cura della libreria Koob 

per contattare Gli Osceni Fauni
glioscenifauni@apolloundici.itseguite Gli Osceni Fauni su:
www.facebook.com/pages/Gli-Osceni-Fauni-progetto-di-poesia-Centro-Aggregativo-Apollo-11/232188576875885ufficio stampa Fabio Lauteri / X-Beat – contatti: fabio@x-beat.it – 333-3423867
 
 
segreteria@apolloundici.it – tel +39 3457330465
seguiteci su Facebook Apollo Undici
   



 


“Adolfo Celi, un uomo per due culture” al Piccolo Apollo

 
presenta
 
 
 
giovedì 19 aprile – ore 20.45 *
Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11
  c/o ITIS Galilei – via Conte Verde, 51 – Roma

 
Itaila 2006 – 95’ – Betacam Digitale, 4/3 – Colore/BN

al termine della proiezione, il regista incontrerà il pubblico
insieme a
Marco Leto Adalberto Maria Merli


 
Corpulento, capelli bianchi, naso aquilino e sguardo penetrante. Celebre come “cattivo”, Adolfo Celi è stato anche altro. Attore di razza, animatore del Teatro Popular in Brasile negli anni 50. Il figlio Leonardo ne traccia un ritratto pubblico e privato, servendosi anche dei preziosi home movies che Adolfo ha girato dagli anni 30.Adolfo Celi è stato il principale fondatore del Cinema e del Teatro brasiliano moderno e uno straordinario attore di livello internazionale, conosciuto in tutto il mondo. Uno dei pochi italiani ad essere grande attore tanto quanto grande regista. Adolfo Celi, un uomo per due cultureha un’impostazione da classico documentario biografico, ma con un taglio personale, intimo, assolutamente originale. Attraverso interviste, estratti di film, testimonianze, foto e straordinari filmati dell’archivio personale della famiglia Celi, ritorniamo nei luoghi della sua carriera, ricostruendo la vita di Adolfo e di quella straordinaria stagione del cinema italiano che furono gli anni del dopoguerra.Prodotto e Diretto da: Leonardo CeliAiuto Regista: Daniela CarrerasDirettore di Produzione: Alessandra CeliFotografia: Marco Tani, Mauro Falomi, Duanne W. BussMontatore: Paolo SaracinoMusiche: Heitor Villalobos, Ennio Morricone, Hans Zimmer Suono: Dolby Digital Produzione: Celifilms

* alle 20.15 ci sarà un aperitivo e alle 20.45 circa inizierà la proiezione

Ingresso riservato ai soci

(tessera mensile 5,00 € – sottoscrizione libera per ogni evento)

PROSSIMI APPUNTAMENTI

GLI OSCENI FAUNI – Incontri multimediali per un progetto di poesia permanente
a cura di:
Maria Grazia Calandrone, Fabio Lauteri, Canio Loguercio, Lidia Riviello

RITRATTO DI MIO PADRE  di Maria Sole Tognazzi

seguiteci su Facebook Apollo Undici 
 

18 aprile XI Convegno nazionale dedicato al Latino della scienza e della tecnica alla Casa dell’Architettura

 

Il 18 aprile avrà luogo, presso la Casa dell’Architettura-Acquario Romano, l’XI Convegno nazionale dedicato al Latino della scienza e della tecnica, che quest’anno tratterà “l’architettura civile: gli spazi pubblici ieri e oggi”, in armonia con il tema del Certamen.

Su tali tematiche si inseriranno dunque gli interventi degli esperti che si alterneranno tra mattina e pomeriggio: Maria Grazia Iodice Università La Sapienza di Roma, Presidente Commissione giudicatrice del Certamen; Chiara Morselli Università di Trieste; Carlo Pavolini Università della Tuscia; Giorgio Piras Università La Sapienza Roma; Corey Brennan American Academy in Rome; Carlo Patrizio presidente della Sezione INBAR Roma3; Vanessa Pallucchi responsabile nazionale Legambiente scuola e formazione; Umberto Croppi Presidente associazione Unacittà.

Il convegno è organizzato in collaborazione con l’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia e l’Università La Sapienza, e con il patrocinio del Coordinamento Nazionale dei Giovani Architetti Italiani, della Consulta Giovanile Architetti Roma, dell’Istituto Nazionale di BioArchitettura, di Legambiente, dell’American Academy of Rome e dell’associazione UnaCittà.

Alla premiazione seguirà lo spettacolo Il Sogno di Vitruvio, azione scenica multi-mediale in un prologo e sei quadri ideata da Paola Sarcina. Interpreti gli alunni del Liceo Croce. Il progetto artistico è curato dall’associazione Music Theatre International-M.Th.I., con cui gli studenti hanno seguito un laboratorio teatrale di tre mesi. Il laboratorio e lo spettacolo sono stati resi possibili anche grazie al sostegno della BCC di Roma e al supporto tecnico di Oikos srl, CentoStazioni, BenaCom e Ceramiche Appia Nuova, anche media partner del progetto. Una prima rappresentazione dello spettacolo avverrà presso il Liceo B. Croce il 16 aprile.

La manifestazione è ad ingresso libero.

PER INFORMAZIONI:
Music Theatre International-MThI

Angela Palmieri

Cell. 338 1515381 – Email: eventi@mthi.it – web: www.mthi.it 

Sito CLE Lazio http://digilander.libero.it/certamenromanum/index.htm

Domenica 15 aprile : corteo dei Sikh

IL CORTEO DEI SIKH – Domenica 15 aprile, dalle 10 alle 19, in Centro sfilerà un corteo con partenza e arrivo a piazza dell’Esquilino e percorso su via Merulana e viale Manzoni. Alla manifestazione, indetta dalla Comunità Sikh di Roma, è prevista la presenza di circa 4mila partecipanti. Eventuali deviazioni o brevi stop per le linee C3, 3, 16, 70, 71, 75, 84, 85, 87, 360, 590, 649 e 714.

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA 2020.

ROME - THE IMPERIAL FORA: SCHOLARLY RESEARCH & RELATED STUDIES.

RESS Roma

Rete Economia Sociale e Solidale

Del cielo stellato

Il blog di EdiLet - Edilazio Letteraria

Simone Modica

Photography

ROMANISTA PER SEMPRE

La voce ai tifosi...

piazzavittorioaps

La tua Associazione di Promozione Sociale sul territorio

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Et in Arcadia Ego

Sito informativo su Storia, Archeologia, Mitologia e Cultura antica.

www.retecivicaromana.it

Un gruppo aperto per la città del domani

Associazione di strada S.M. ai Monti » Languages » English

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

esquilinochiamaroma.wordpress.com/

Un progetto urbano e di valorizzazione culturale del rione Esquilino

La cucina italiana "de noantre"

Cucina & divertirsi alla nostra età

Generazione di archeologi

comunicare l'archeologia

La salvalibri

Perché la poesia fa muovere il mondo

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

L'Archipendolo

IL FILO A PIOMBO DELL'ARTE

ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA 2020.

ROME - THE IMPERIAL FORA: SCHOLARLY RESEARCH & RELATED STUDIES.

RESS Roma

Rete Economia Sociale e Solidale

Del cielo stellato

Il blog di EdiLet - Edilazio Letteraria

Simone Modica

Photography

ROMANISTA PER SEMPRE

La voce ai tifosi...

piazzavittorioaps

La tua Associazione di Promozione Sociale sul territorio

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Et in Arcadia Ego

Sito informativo su Storia, Archeologia, Mitologia e Cultura antica.

www.retecivicaromana.it

Un gruppo aperto per la città del domani

Associazione di strada S.M. ai Monti » Languages » English

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

esquilinochiamaroma.wordpress.com/

Un progetto urbano e di valorizzazione culturale del rione Esquilino

La cucina italiana "de noantre"

Cucina & divertirsi alla nostra età

Generazione di archeologi

comunicare l'archeologia

La salvalibri

Perché la poesia fa muovere il mondo

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

L'Archipendolo

IL FILO A PIOMBO DELL'ARTE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: