2021 anno della rinascita? Speriamo, ma con giudizio e programmazione

Anche se finalmente si intravvede uno spiraglio di luce che ci fa sperare nella fine di questo autentico incubo che si protrae da circa un anno, i danni che ha arrecato il covid-19 sono notevoli e spesso irreparabili. Persone care che non ci sono più, situazioni economiche al collasso, posti di lavoro persi e un orizzonte pieno di dubbi ed incertezze. L’atmosfera che si respira per le strade in questa fine d’anno 2020 e inizio 2021  è tutt’altro che festaiola: molti esercizi commerciali e alberghi chiusi, chi temporaneamente chi definitivamente. E l’Esquilino non è da meno di altri luoghi di Roma e d’Italia, ecco alcune foto di negozi e alberghi che hanno abbassato le saracinesche ma sono molti, molti di più.

 

Il tempo delle parole è finito occorrono subito delle decisioni e dei fatti sia a livello centrale sia a livello locale per cercare di favorire una ripresa economica che non può essere lenta o rimandata  a chissà quando, ma deve dare la possibilità concreta di far ripartire l’economia per favorire l’occupazione sia dei più giovani in attesa di primo impiego per scongiurare il pericolo che se ne vadano dall’Italia , sia di chi ha perso il lavoro ma ha ancora tanti anni davanti a sè per arrivare alla pensione.

E non è ammissibile che vengano proposti rimedi raffazzonati e privi di una visione strategica, tutti i settori dell’economia devono essere adeguatamente supportati con strumenti certi, validi e specifici.

L’Esquilino ha già pagato pesantemente negli ultimi venti anni le conseguenze di una mancata visione programmatica per quanto riguarda il commercio e il turismo, la fruizione delle risorse culturali, i problemi sociali, la rigenerazione  di immobili non più utilizzati, i problemi legati alla mobilità.

I segnali di una timida ma precisa ripresa c’erano tutti prima dell’uragano covid-19: diversi progetti notevoli partiti o in dirittura di lancio, tanti buoni propositi per cercare di programmare tutte queste attività verso il comune intento di una riqualificazione globale del Rione. Cerchiamo di non disperdere quel poco di buono che era stato fatto ed anzi proprio in una situazione di rinascita cerchiamo  non solo di continuare ma anche di recuperare il tempo perduto, e conditio sine qua non, con l’impegno, la presenza e la disponibilità delle varie istituzioni perchè non si cada di nuovo negli errori del passato.

Che non venga promossa un’ulteriore fioritura di micromarket, di agenzie di servizi solo per stranieri, di negozi che “vendono” all’ingrosso tutti le medesime merci spesso di infima qualità, insomma di attività completamente slegate dal territorio e dalle esigenze di chi ci risiede. La prossima apertura di musei, centri culturali, siti archeologici e giardini deve essere il volano per nuove occasioni di lavoro legate alla valorizzazione di tutto ciò. Sarebbe delittuoso e insopportabile ricadere nei medesimi errori degli ultimi decenni.

Una tesi di Laurea sulla riqualificazione della zona di Piazza Pepe: una base interessante per ulteriori spunti e idee

Presentiamo il filmato tratto dal lavoro effettuato per la tesi di laurea di Elisa Labellarte sotto la guida del relatore arch. Andrea Grimaldi, Professore Associato di Architettura degli Interni dell’Università degli Studi ” La Sapienza”. La tesi è relativa alla riqualificazione della zona intorno a Piazza Pepe con particolare riguardo al Nuovo Mercato Esquilino.

E’ sicuramente un’ipotesi suggestiva, certamente di non facile realizzazione, ma non mancano spunti assai interessanti che potrebbero essere presi in considerazione anche per interventi di minore portata ma non per questo meno importanti.

Un aspetto che riteniamo fondamentale nella trattazione è l’importanza che viene riservata alla riqualificazione intesa come intervento globale: ogni progetto deve essere armonizzato con il contesto urbano e storico della zona e non deve essere fine a se stesso.

Per finire, questo è uno dei primi frutti degli incontri e dei seminari che sono stati fatti nei mesi e negli anni passati nel contesto del progetto “Esquilino chiama Roma”, che ci auguriamo dopo oltre un anno di sosta per le note vicissitudini relative alla pandemia possa riprendere quanto prima per affrontare nuovi temi sempre relativi non solo alla riqualificazione ma anche alla rivalutazione del Rione Esquilino con la fruizione di nuovi spazi già realizzati o in via di realizzazione

Cliccare per aviare la visione

3 gennaio 2021 Concerto diffuso online nelle sale della Centrale Montemartini

Domenica 3 gennaio 2021

concerto diffuso nelle sale del della

Centrale Montemartini
 

con alcune immagini in anteprima dalla mostra in allestimento “Colori dei romani. I mosaici dalle collezioni capitoline”. In collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Partecipa collegandoti alle ore 11 sulla pagina Facebook del museo  (vedi) o sul canale YouTube Musei in Comune Roma (vedi)
Regia e produzione video a cura di
Studio Cliche.

Scopri di più sul #NataleNeiMuseiOnline qui: bit.ly/NataleMuseiOnline

1 gennaio 2021 “Concert-One” Live Online per vendicare i giorni tristi

Venerdì 1 Gennaio 2021, ore 17.15

presenta

CONCERT-ONE

Live Online per Vendicare i Giorni Tristi

Oltre due ore di Intrattenimento in Streaming

condotto da

Agnese Lorenzini e Daniele Frontoni

con le esibizioni di

Nannarao, Stefano D’Amico, Francesca Nunzi e Marco Petriaggi, Sorry Wilson, Iesaino’ Band, Camilla Fascina, H.E.R.

e con la partecipazione di

Andrea Morello Presidente Sea Shepherd Italia, Alessandro Meta, Lele Sarallo, Arturo Mariani, Riccardo Cotumaccio, Claudio Colica

Evento a sostegno di Sea Shepherd Italia, organizzazione no-profit per la difesa degli habitat marini

Partner REA Academy di Antonio Ciaramella

Venerdì 1 gennaio 2021 alle ore 17.15, sarà trasmesso in streaming sul canale YouTube e sulle pagine social del Quid, l’evento «Concert-One, Live Online per Vendicare i Giorni Tristi», girato nei locali di Via Assisi 117, laddove il pizzaiolo e creativo Daniele Frontoni ha dato inizio alla sua personale Protesta Silenziosa, nata a seguito delle chiusure per emergenza Covid, di spazi dedicati alla ristorazione e cultura. Una protesta partita da Pizzeria Frontoni, che proseguirà sui canali del Quid e che, con l’arrivo del nuovo anno, cesserà il suo silenzio per dar voce agli artisti protagonisti della scena musicale indipendente. Frontoni condurrà il concerto insieme alla giovane attrice Agnese Lorenzini, amato volto della fiction Un Posto al Sole.

Concert-One è il primo live del 2021 del Quid e vedrà sul palco le esibizioni di: Nannarao, Stefano D’Amico, Francesca Nunzi accompagnata da Marco Petriaggi alla chitarra, Sorry Wilson, Iesaino’ Band, Camilla Fascina e la cantautrice H.E.R.. Alle esibizioni musicali si aggiungono le speciali partecipazioni di Alessandro Meta, Lele Sarallo, Arturo Mariani, Riccardo Cotumaccio e Claudio Colica, per un evento che sia di buon auspicio per il nuovo anno. L’evento digitale sarà l’occasione per dare il via alla raccolta benefica che destinerà fondi all’organizzazione no-profit Sea Shepherd, da oltre 40 anni impegnata nella conservazione e difesa degli habitat marini, per cui sarà presente il Presidente Andrea Morello di Sea Shepherd Italia.

IL CONCERT-ONE

Nato da un’idea di Fabio Perozzi, Francesco Saverio D’Aquino e Daniele Frontoni, alla guida della storica Pizzeria Frontoni e del neonato spazio live Quid, da cui prende il via il progetto Quid Channel, il Concert-One è l’occasione per gli artisti impegnati sul palco di Via Assisi, di buttarsi alle spalle l’infausto anno che va concludendosi, dando così inizio ad un nuovo ciclo alimentato da arte e speranza. (Link al canale https://www.youtube.com/channel/UCDt_vl8E5YtVLsvmOslV3og).

La scaletta promette sorprese con l’apertura dei Nannarao, gruppo nato dal bisogno di raccontare l’emozioni del quotidiano, con una costante spinta d’amore per la natura. Irresistibili e giustamente immancabili, come in ogni programma che si rispetti, sono i consigli per gli acquisti di Alessandro Meta, nei panni del più noto Alessandro Borghese, a cui segue il secondo ospite in programma: il chitarrista e cantante jazz Stefano D’Amico, tra i protagonisti della scena underground, blues e funk romana, che presenta il suo nuovo progetto artistico dal titolo “Italian R&B”. Dal mondo della notte provengono invece le parole del vocalist e personaggio del web Lele Sarallo, tra le voci più influenti del panorama clubbing, a cui fa da contralto la partecipazione dell’attrice Francesca Nunzi che, insieme al maestro Marco Petraggi, omaggia la Roma che non c’è più. Durante la messa in onda, Andrea Morello Presidente di Sea Shepherd Italia, parlerà a nome dell’organizzazione, in funzione di una sempre maggior divulgazione dell’opera degli attivisti del mare. Proprio dal mare e da un cult della cinematografia moderna come Cast Away, proviene il gruppo romano d’estrazione pop rock-elettrico Sorry Wilson, band ispirata dal celebre amico-pallone di Tom Hanks che nel 2015, ha ricevuto la nomination al Berlin Music Video Awards, per il videoclip girato in slow-motion. Un messaggio dedicato alla forza della vita e a come affrontare le sue vicissitudini con grande ironia, lo lancerà lo scrittore e mental coach Arturo Mariani, atleta della Nazionale Italiana Amputati. A lui seguirà la Iesaino’ Band, progetto musicale dedicato all’immenso Pino Daniele, ricordato dalla voce di Giulia Maglione, a cui seguirà l’indomabile verve dello speaker ed imitatore Riccardo Cotumaccio.

Impegno e grande capacità artistica provengono dalle note di H.E.R., prima cantautrice transgender in Italia ad aver compiuto il proprio percorso di transizione da un genere all’altro e il cui corpo, è veicolo stesso di un messaggio di condivisione e comprensione dell’altro. Concetti che l’artista esprime consapevolmente, soprattutto nel suo nuovo singolo “Il Nostro Mondo”, pubblicato a seguito della vittoria del concorso “Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty”, in cui ha trionfato nella sezione emergenti accanto a Niccolò Fabi, che ha vinto nei big. Attenzione alle diversità, all’ambiente e anche a chi spesso non ha possibilità di farsi valere, come i nostri amici animali, a cui da tempo da voce il creativo Claudio Colica. A lui seguirà il sentito monologo dedicato al teatro, tenuto dall’attrice e conduttrice Agnese Lorenzini, che anticipa la conclusione del Concert-One, chiuso dalla musica di Camilla Fascina con il brano dedicato a Sea Shepherd Italia.

Dove seguire il Concert-One:

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCDt_vl8E5YtVLsvmOslV3og

Facebook: https://www.facebook.com/QuidLivechannel

Buon anno Nuovo!

Buon Anno Nuovo

Il 2021 sia un anno migliore di quello che se ne va. E’ il nostro sincero augurio che facciamo a tutti voi che ci seguite ma permettetecelo di farlo anche a noi. Abbiamo tutti bisogno di ricominciare a vivere normalmente e lasciare alle spalle tutti i problemi che ha causato la pandemia.

Sinceri auguri a tutti

di

Buon Anno Nuovo

31 dicembre 2020: quest’anno il concerto di fine d’anno è un’esperienza da vivere in digitale

Un Capodanno in streaming per immaginare insieme l’anno che verrà

OLTRE TUTTO, la proposta culturale che il 31 dicembre accompagnerà Roma verso il nuovo anno.
Un’esperienza da vivere unicamente in digitale, ma fatta di emozioni reali. Tra performance artistiche e musicali, e spettacolari installazioni, OLTRE TUTTO sarà il modo per immaginare nuovi futuri, al plurale, oltre quest’anno anomalo e complesso. OLTRE TUTTO. Dal Colosseo all’Ara Pacis più di venti artisti tra performance artistiche e musicali, e spettacolari installazioni

Il 31.12.20 dalle ore 22:00
Segui l’evento in streaming sulla
Pagina Facebook Culture Roma e sul sito https://oltretutto.roma.it/

Il bilancio del blog per il 2020

20182019
Visualizzazioni+15%+29%
Visitatori+7%+14%
Percentuali di crescita del 2020 relative ai due prcedenti anni

Come tradizione, in questo periodo cerchiamo di analizzare i dati delle visualizzazioni e dei visitatori relativi al’anno che sta per finire. Se da molti punti di vista il 2020 è stato uno dei peggiori anni dal dopoguerra ad oggi per quanto riguarda il web sia a livello generale sia nel nostro caso è stato un anno da record. Abbiamo stracciato tutti i precedenti primati e come evidenzia la tabella e oltre che un importante passo in avanti rispetto all’anno precedente abbiamo migliorato significativamente i numeri anche del 2018 che deteneva i precedenti record. Sicuramente i periodi di lockdown hanno aiutato il raggiungimento di questi risultati ma sarebbe riduttivo attribuirlo solo a questo fattore. Anzi, il periodo del post primo lockdown (maggio e giugno) è stato da record negativo in quanto le persone non erano più costrette a vivere dentro casa ma al di fuori non c’era alcun evento e/o iniziativa culturale dal momento che c’è stata una cauta ripresa solo dal mese di  luglio in poi.

Per chiudere non possiamo che ringraziare tutti voi che ci seguite per l’interesse che ci avete dimostrato. Faremo tesoro di questi dati per cercare di migliorarci sempre di più.

I nostri più sinceri auguri di un sereno e felice anno nuovo

Quest’anno la foto degli auguri dell’Esquilino si farà online

Quest’anno per le note restrizioni e le norme anti contagio covid-19 non è stato possibile fare la  ormai tradizionale foto degli Auguri dell’Esquilino dal vivo. Ma per non interrompere questa simpatica iniziativa la 12° edizione verrà eseguita in modalità del tutto innovativa: sulla piattaforma Zoom alle ore 19,00 del 30 dicembre; queste le credenziali per partecipare:

Meeting ID.: 492 191 4643

Passcode: 12345

 

Tuute le fotogarafie delle passate edizioni le trovate su http://www.esquilinotizie.org

 

L’appello di Matemù e il concerto digitalizzato

La pandemia non risparmia nessuno e ognuno di noi  deve fare i conti (non solo metaforicamente) con la dura realtà di tutti i giorni. Anche Matemù,  lo Spazio Giovani e la Scuola d’Arte del CIES Onlus (Municipio Roma I Centro), con attività artistiche, di intrattenimento e di sostegno per ragazz* dagli 11 ai 25 anni con sede a via Vittorio Amedeo II n. 14, non è da meno e quest’anno ha seri problemi per proseguire tutte le attività. Pubblichiamo  l’appello che è apparso nei giorni scorsi sui suoi canali social insieme a dei video del concerto che non è stato possibile eseguire dal vivo

Care e cari, stiamo facendo una raccolta fondi per MaTeMù perché quest’anno siamo veramente in difficoltà.

So che MaTeMù sembra un posto “dato”, mai in pericolo, che in qualche modo riesce a esistere e a fare così tante cose. 

Invece fa una fatica incredibile a fare tutto quello fa, ogni laboratorio è una conquista. Ogni volta che si rompe una cosa bisogna trovare un modo per ricomprarla. Ogni volta che un progetto finisce bisogna trovare un altro bando; e uno non basta mai.

Pensiamo sempre che si potrebbe fare con meno soldi: basterebbe abbassare la qualità del servizio, tagliando un po’ qua e un po’ là, inserendo figure professionali meno qualificate, scegliendo materiali più scadenti, o semplicemente non arrivando in fondo alle cose. Nei percorsi con gli adolescenti è arrivare fino in fondo che costa: costa i sabati, le domeniche, le sere, la serenità e i soldi.

Ora siamo in mezzo a mille riunioni, incontri, assemblee per capire come fare a tenere in piedi ogni cosa di MaTeMù, che a oggi è finanziato al 60%. Dobbiamo trovare il resto, altrimenti non possiamo farlo più.

Mai come adesso, tenendo aperto in questo periodo così difficile, abbiamo avuto la certezza che MaTeMù serve, che è un punto di riferimento imprescindibile. E mai come adesso l’abbiamo sentito in pericolo.

Ogni contributo, anche piccolissimo, è importante. “In cambio” possiamo darvi solo quello che sappiamo fare meglio, quello che è l’essenza di MaTeMù: educazione, inclusione, arte e cultura, il pane e le rose.In cambio possiamo stare accanto ai ragazzi e alle ragazze, non soltanto ai vostri, a tutti, perché questo fa stare meglio anche i vostri, anche quelli che hanno visto mille città e anche noi: credetemi, è così che funziona.

Qui puoi dare il tuo contributo e vedere i videoclip che hanno preparato la MaTeMusik band & crew e i laboratori teatrali.
Questo Natale #nonbastailpensiero

Sostieni MaTeMù, clicca qui 👇🏽
 
Dina Giuseppetti
Coordinatrice Spazio Giovani Scuola d’Arte MaTeMù
CIES Onlus

Il Labirinto di Villa Altieri all’Esquilino

Giovanni Cipriani: Il Labirinto di Villa Altieri

Forse non tuttii sanno che nel giardino di Villa Altieri era presente un labirinto di siepi famoso per essere uno tra i più grandi della città di Roma. L’edificio principale fu risparmiato (ed è tuttora la sede della Biblioteca della Città Metropolitana con l’Archivio Storico) dalle demolizioni iniziate dopo il 1870 per la costruzione del nuovo Esquilino, il giardino, invece, fu completamente distrutto  e con esso il labirinto. Ecco la pianta del labirinto in un disegno di Giovanni Acquaroni

 

e una rara fotografia con il labirinto, un pino secolare al centro e Villa Altieri sullo sfondo

 

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

FraChiEsisteEChiEsiste

«Certa gente è fatta così, deve spremere ogni opera d’arte fino all’ultima goccia e gridarlo ai quattro venti» (E. Jelinek, "La pianista")

romarteblog

FATTI NON FOSTE A VIVER COME BRUTI, MA PER SEGUIR VIRTUTE E CANOSCENZA

Arte e immagine

Art'immagine. Arte è immagine! Arte è immagine? Immagine è arte? Immagin'arte, Immaginare è un'arte.

Roma Singularis

All roads lead to Rome - Alle wegen leiden naar Rome

ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA 2021.

ROME - THE IMPERIAL FORA: SCHOLARLY RESEARCH & RELATED STUDIES.

RESS Roma

Rete Economia Sociale e Solidale

Del cielo stellato

Il blog di EdiLet - Edilazio Letteraria

Simone Modica

Photography, Travel, Viaggi, Fotografia, Trekking, Rurex, Borghi, Città, Urbex

ROMANISTA PER SEMPRE

La voce ai tifosi...

piazzavittorioaps

La tua Associazione di Promozione Sociale sul territorio

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Et in Arcadia Ego

Sito informativo su Storia, Archeologia, Mitologia e Cultura antica.

www.retecivicaromana.it

Un gruppo aperto per la città del domani

Associazione di strada S.M. ai Monti » Languages » English

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

esquilinochiamaroma.wordpress.com/

Un progetto urbano e di valorizzazione culturale del rione Esquilino

La cucina italiana "de noantre"

Cucina & divertirsi alla nostra età

FraChiEsisteEChiEsiste

«Certa gente è fatta così, deve spremere ogni opera d’arte fino all’ultima goccia e gridarlo ai quattro venti» (E. Jelinek, "La pianista")

romarteblog

FATTI NON FOSTE A VIVER COME BRUTI, MA PER SEGUIR VIRTUTE E CANOSCENZA

Arte e immagine

Art'immagine. Arte è immagine! Arte è immagine? Immagine è arte? Immagin'arte, Immaginare è un'arte.

Roma Singularis

All roads lead to Rome - Alle wegen leiden naar Rome

ROMA ARCHEOLOGIA e RESTAURO ARCHITETTURA 2021.

ROME - THE IMPERIAL FORA: SCHOLARLY RESEARCH & RELATED STUDIES.

RESS Roma

Rete Economia Sociale e Solidale

Del cielo stellato

Il blog di EdiLet - Edilazio Letteraria

Simone Modica

Photography, Travel, Viaggi, Fotografia, Trekking, Rurex, Borghi, Città, Urbex

ROMANISTA PER SEMPRE

La voce ai tifosi...

piazzavittorioaps

La tua Associazione di Promozione Sociale sul territorio

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Et in Arcadia Ego

Sito informativo su Storia, Archeologia, Mitologia e Cultura antica.

www.retecivicaromana.it

Un gruppo aperto per la città del domani

Associazione di strada S.M. ai Monti » Languages » English

Problemi, notizie ed altro del rione Esquilino di Roma

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

esquilinochiamaroma.wordpress.com/

Un progetto urbano e di valorizzazione culturale del rione Esquilino

La cucina italiana "de noantre"

Cucina & divertirsi alla nostra età

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: