Un restauro innovativo per la statua di Santa Bibiana di G.L. Bernini


Nei giorni scorsi la statua di Santa Bibiana, opera di Gian Lorenzo Bernini, ha lasciato per la prima volta dal 1626 l’omonima chiesa a via Giolitti. Dopo una iniziale sensazione di stupore ci siamo documentati e, con estremo piacere, abbiamo scoperto che il motivo è senz’altro più che positivo, infatti, la statua è stata spostata per poter effettuare un accurato lavoro di restauro presso la Galleria Borghese. Dopo gli affreschi di Pietro da Cortona e Agostino Ciampelli negli anni ’90 e l’esterno della chiesa tra il 2014 e il 2015 si chiude il cerchio dei restauri con la statua della Santa per ridonare l’originale splendore a questo monumento troppo  spesso bistrattato se non addirittura nascosto dal 1870 in poi.

Vorremmo aggiungere che si tratta non solo di un lavoro meticoloso e altamente professionale ma è forse la prima volta che il restauro rappresenta un evento da vivere in tutte le sue fasi e il suo stato di avanzamento in quanto sarà effettuato in una delle sale della Galleria Borghese aperte al pubblico.

Di seguito l’articolo integrale dal sito della Galleria Borghese con le fasi del trasporto e della collocazione nella sala del restauro.

Il cantiere aperto del restauro della Santa Bibiana di Gian Lorenzo Bernini

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dal 8 settembre 2017 la Galleria Borghese ospiterà il restauro della Santa Bibiana (1624 – 1626) di Gian Lorenzo Bernini che, per la prima volta nella storia, lascia l’omonima chiesa per la quale era stata commissionata nel 1624.

I visitatori del museo potranno ammirare dal vivo l’esecuzione dei restauri, grazie alla presenza di un vero e proprio cantiere aperto, collocato nel portico del museo. Il restauro sarà a cura della CBC Conservazione Beni Culturali Società Cooperativa che restituirà all’opera la piena integrità conservativa e godibilità estetica.

L’opera fu commissionata da Papa Urbano VIII a Gian Lorenzo Bernini nel 1624 per l’altare della Chiesa di Santa Bibiana a Roma, a coronamento dei restauri dell’antico edificio sul Monte Esquilino, in previsione del Giubileo del 1625. Papa Urbano VIII Barberini coinvolge Bernini come scultore e l’artista restituirà il senso di una costruzione globale dello spazio, concependo la statua come parte di un tutto architettonico.

Santa Bibiana è inclusa nella grande grande mostra dedicata a Gian Lorenzo Bernini, tra gli artisti più rappresentativi della collezione del cardinale Scipione Caffarelli Borghese, che aprirà al pubblico mercoledì 1 novembre 2017. L’esposizione costituisce il secondo appuntamento per celebrare i venti anni dalla riapertura al pubblico di Galleria Borghese e prosegue un preciso percorso critico avviato nel 1998, con la mostra Bernini Scultore: la nascita del barocco in Casa Borghese, curata da Anna Coliva.

1 commento su “Un restauro innovativo per la statua di Santa Bibiana di G.L. Bernini”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...