Giovedì 2 maggio “Fatti Corsari” al Piccolo Apollo

ra_vero
presenta

giovedì 2 maggio – ore 20.45*

Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio
(angolo via Conte Verde) – Roma


FATTI CORSARI
un film documentario di
Stefano Petti e Alberto Testone
 

fatti_cor

Italia – 2012 – 79′

al termine della proiezione gli autori incontreranno il pubblico
insieme al montatore e regista
Paolo Petrucci



Alberto è nato il 7 marzo del 1963 nella borgata Fidene, si è “fatto” odontotecnico, si è costruito una famiglia, ma non ha mai smesso di sognare. Un sogno ai confini con l’ossessione: fare, o meglio nel suo caso, essere attore, magari proprio ispirato da quelli che negli ultimi tempi gli dicevano: “ahò, ma lo sai che sei paro paro Pasolini?”.

Prodotto da:
Stefano Petti e Alberto Testone
Realizzato con Pierpaolo De Sanctis Fotografia: Stefano Petti e Eugenio Barzaghi Soggetto: Stefano Petti eAlberto Testone Sceneggiatura: Pierpaolo De Sanctis,Stefano Petti e Alberto Testone Direttore di  produzione: Cristina De Carolis Montaggio: Pierpaolo De Sanctis Operatore di macchina: Stefano Petti Steadycam: Eugenio Barzaghi Suono: Salvatore Tagliavia, Alessandro D’Agostino, Enrico Pellegrini – Musiche: Elttronoir, Andrea “Fish” Pesce, Alessandro Camponeschi, Pino Romanelli, Grun, Tommaso Lambertucci  – Color correction: Kinogarage – Distribuzione: Berta Film con Alberto Testone, Costantino Meloni, Paolo Pilati, Giuseppina Panzironi, Facce Scoperte, Klan Francesco Aniello Con l’amichevole partecipazone di: Vinicio Marchioniwww.fatticorsari.it

*alle 20.30 ci sarà un aperitivo e alle 20.45 circa inizierà la proiezione


Ingresso riservato ai soci
(tessera mensile 5,00 € – sottoscrizione libera per ogni evento)

PROSSIMO APPUNTAMENTO

giovedì 9 maggio:
NOUS / AUTRES di Giovanni Cioni


Berta Film – mail: info@bertafilm.itwww.bertafilm.it
Uff Stampa Apollo 11g.ghigi@apolloundici.it – 348 9240778
seguiteci su Facebook: Apollo Undici


 

Concerto del Primo Maggio 2013

Primo Maggio 2013
Primo Maggio 2013

Concerto del Primo Maggio 2013 e maratonina “Lavoro in … corsa”

Il Concerto

Conduce Geppi Cucciari

Cast

Nazionale Italiana Del Rock diretta da Vittorio Cosma
Enzo Avitabile
Boosta
Fabrizio Bosso
Stefano Di Battista
Andrea Mariano
Federico Poggipollini
Maurizio Solieri
Special Guest Nicola Piovani
Giovanni Sollima e 100 Violoncellisti
Elio e Le Storie Tese
Max Gazzè
Cristiano De Andrè
I Ministri
Africa Unite e Marta sui Tubi
Motel Connection
Enzo Avitabile e i Bottari
Management Del Dolore Post Operatorio
Marco Notari
I 6 finalisti di 1MFESTIVAL 2013
Aeguana way
Almamediterranea
CRIFIU
Le Metamorfosi
Toromeccanica
honeybird & the birdies

Il piano dei mezzi pubblici

Mercoledì Primo Maggio, in occasione del Concerto in piazza San Giovanni (dalle 15 a mezzanotte circa), la mobilità, sia pubblica che privata, dovrà adeguarsi alle chiusure delle strade  e deviazioni delle linee di bus. L’area dove si svolgerà l’evento sarà quella compresa tra via Carlo Felice, piazza Porta San Giovanni e via Emanuele Filiberto. In particolare, per l’intera giornata, non si potrà transitare in via Amba Aradam, piazza san Giovanni in Laterano, via Merulana, via Nola, piazza Santa Croce in Gerusalemme, via Santa Croce in Gerusalemme, via Magnagrecia, piazzale Appio, oltre a un tratto di via Appia e di via La Spezia. La riapertura delle strade è prevista intorno alle 5 di mercoledì 2 maggio e comunque dopo che l’Ama avrà terminato di ripulire la sede stradale.
Dalle 8,30 a mezzanotte del 1° maggio e nella notte del 2 maggio, sul fronte del trasporto pubblico di superficie le linee interessate alle deviazioni e alle deviazioni saranno 12. Per i bus 3, 16, 81, 85, 87, 360 e 590 è prevista una deviazione di percorso; per quelli dei 218 e 665 ci sarà una limitazione nei pressi dell’Ospedale san Giovanni. Per le linee “notturne”, da inizio servizio alle 5 di giovedì 2 maggio è prevista anche la deviazione notturna delle linee n1, n 10 e n11.

La Maratonina “Lavoro in … corsa”

Sempre mercoledì, dalle 10 alle 11, è in programma la maratonina “Lavoro…in corsa”, con partenza e arrivo in via Carlo Felice. Fermi a vista e deviazioni saranno possibili per le linee di bus C3, 3, 16, 81, 85, 87, 360, 590, 649 e 714. I partecipanti, circa 1000, si riuniranno già dalle 8 e la Polizia Locale di Roma Capitale garantirà un servizio di vigilanza lungo il percorso, assicurando gli attraversamenti di piazza san Giovanni in Laterano, piazza del Colosseo, largo Brancaccio, via Emanuele Filiberto e viale Manzoni.

“UN RIONE PIU’ AL CENTRO” – I 6 punti di un progetto per un Esquilino possibile

Condividiamo i punti del progetto, e anche se siamo consapevoli delle difficoltà per la sua realizzazione , offriamo la nostra collaborazione fattiva perchè molte di queste proposte divengano realtà.

Esquilino2020

“ ESQUILINO, UN RIONE  PIU’ AL CENTRO”  foto-aerea-esquilino-20121.jpg

Abbiamo cercato di riassumere in pochi punti gli aspetti principali della serie di proposte operative individuate nei mesi precedenti nei vari ambiti urbani. I punti sono i seguenti:

 

“ ESQUILINO, UN RIONE  PIU’ AL CENTRO”

 

1.  I LUOGHI DEL RILANCIO  – UN RIONE PIU’ METROPOLITANO

Innescare un meccanismo di rigenerazione urbana a partire dai luoghi più significativi, che possono diventare fulcri di rilancio per attività economiche, turistiche, culturali e sociali, anche recuperando spazi inutilizzati o sottoutilizzati:

 

  • Riqualificare le piazze principali del rione, in particolare Piazza Vittorio e Piazza Dante
  • Riqualificazione spaziale e funzionale dei principali assi viari
  • Iniziare iter che porti all’apertura graduale di alcuni spazi inutilizzati del Rione per nuove attività socio-culturali e sportive: Tempio di Minerva Medica, Edificio Ex INPDAP, Edificio Ex Zecca, ex Cinema Apollo, Istituto Galilei, Area di v. Labicana del Min. Delle Finanze, Caserma…

View original post 917 altre parole

Open House Roma 2013

openhouse

openhouse2013

Il Programma Completo (file .pdf)

I Luoghi dell’Esquilino

ACQUARIO ROMANO CASA DELL’ARCHITETTURA
Piazza M. Fanti 47
Ettore Bernich, 1887
L’idea dell’Acquario nasce alla fine dell’800,il progetto di Bernich prevedeva delle vetrine con degli acquari aperti al pubblico,ospitati nelle nicchie che circondano lasala ellittica centrale, attualmente murate. Nel 2002 l’Acquario Romano diventa la sede della Casa dell’Architettura, voluta dal Comune di Roma e dall’Ordine degliArchitetti di Roma e Provincia per promuovere l’architettura contemporanea e romana al di là dell’ambito degli addetti ai lavori . L’Acquario Romano ospita la libreria della Casa dell’Architettura e una caffetteria che è anche spazio espositivo per cicli di mostre curate da C. Presta. La libreria, gestita dalla casa editrice dell’Ordine degli Architetti Prospettive Edizioni, propone un ampio catalogo di pubblicazioni e riviste nazionali e internazionali.
l
4 e 5 maggio:
ore 10-19
Ingresso ogni 30 min
Accesso libero per ordine di arrivo
Info point OHR:
Ë
Accesso totale disabili
X
Linea A e B Termini
Y

Linee 70 /71 / 5 /1

ISTITUTO SANTA MARIA

Viale Manzoni 5
L. Carimini, E. Campa, G. Nicolosi,
1889-1940
 
L’Istituto Santa Maria è un complesso di edifici destinati ad attività educative fin dalla fondazione ad opera dei Religiosi Marianisti. Il complesso originario, con due edifici paralleli aviale Manzoni, venne col tempo arricchito con un’ala lungo via Tasso per accogliere la chiesa impreziosita da un affresco di Quaroni. Le strutture si raccordano sul cortile caratterizzato da ampi portici che collegano le diverse sezioni del complesso educativo
l
4 maggio:
ore 10 e 16
20 persone
(
Su prenotazione sito OHR e Rush line
Ë
Accesso totale disabili
X
Linea A – Manzoni
Y
Linee 16 / 81 / 85 / 87 / 360 / 3 / 5 / 14
 
S. CROCE IN GERUSALEMME
Piazza S. Croce in Gerusalemme
P. Passalacqua e D. Gregorini
metà XVIII secolo
Installatasi nel IV secolo in un’ala del Sessorium, palazzo imperiale di età co- stantiniana, l’edificio è uno dei primil uoghi di culto cristiani all’interno delle mura. Di notevole interesse il pavimento cosmatesco, il Cristo benedicente che troneggia nell’abside attribuito ad A. Romano, così come la volta a mosaiconella cappella di Sant’Elena. Nel 2007
’artista J. Kounellis realizza il portale in ferro e vetro che introduce all’attiguo orto monastico.
l
4 e 5 maggio:
ore 15.30 / 16.30 / 17.30
20 persone
Accesso libero per ordine di arrivo
X
Linea A – S. Giovanni, Manzoni
Y

Linee 571 / 3 /19

SANTA PRASSEDE
Via di Santa Prassede 9A
IX sec.
La chiesa a pianta basilicale, è perfettamente inserita nel tessuto edilizio a tal punto che la facciata non appare facilmente visibile dalla strada. All’interno si svelano le tre ampie navate e il catino absidale decorato con pregevoli mosaici del IX secolo. La cripta al livello inferiore è costituita da un lungo corridoio che termina con un altare cosmatesco di
pregevole fattura.
l
4 maggio:
ore 9.30-12 e 14-17.30
Ultime visite 11.30 e 17
l
5 maggio:
16-17.30 ultima visita ore 17
Ingresso ogni 30 min
Accesso libero per ordine di arrivo
X
Linea B – Cavour, V. Emanuele
Y

Linee 16 / 360 / 649 / 714

 
STAZIONE TERMINI
 
Piazza dei Cinquecento
(marciapiede angolo via Giolitti)
A. Mazzoni, E. Montuori
M. Castellazzi e altri
La Stazione Termini è un’opera singolare nel panorama architettonico del ‘900 poiché in essa coesistono le ultime, retoriche espressioni dell’architettura del fascismo e i primi esperimenti di un linguaggio aderente al nuovo clima democratico del secondo dopoguerra. Ma le due parti – le ali mazzoniane cariche di accenti retorici e la nuova funzionale testata – rivelano inaspettate affinità e assonanze. Visita a cura di: DOCOMOMO Italia
Guida: Rosalia Vittorini
l
4 maggio:
ore 12
(
Su prenotazione sito OHR e Rush line
Ë
Accesso totale disabili
X
Linea A e B – Termini
Y
Linee H / 64 / 75 / 170 / 175 / 5 / 14
 

CASA STUDIO TEMPIO DI ISIDE

Via Iside 3
Km0 Architetti, 2011
Una casa-studio contemporanea dalla spazialità fluida e articolata, frutto della trasformazione di un appartamento primi ‘900 situato di fronte ai resti dell’antico Tempio di Iside. Lo spazio interno è fortemente caratterizzato da un “core”, un volume centrale, che accoglie al suo interno spazi contenitivi e funzionali. I muri delle partizioni, ricostruiti a un’altezza più bassa del soffitto, liberano la luce ed evidenziano ulteriormente l’architettura nell’architettura.
􀁬􀀃4 e 5 maggio: ore 10-20
Ultima visita ore 19
Ingresso ogni ora, 10 persone
Accesso libero per ordine di arrivo
􀁘􀀃Linea A – Manzoni
􀁙􀀃Linee 85 / 87 / C3 / 3

Eventi nel rione Esquilino

120 FAMO MERENDA A KM0 – EXPO LAMP

Via Iside 3
Promosso da: FAMO http://www.famoweb.it – Lamp P.Ciacci Evento Una merenda da gourmet firmata dal food editor della rivista FAMO, Andrea Gruppuso. Un po’ di show cooking creativo e tanto finger food a prova di concept: solo ricette progettate e costruite sulla base di ingredienti rigorosamente a Km0, per ricordarci che anche la cucina ha la sua base di architettura. Gustosi souvenirs FAMOgola fino ad esaurimento scorte. In mostra la collezione delle scultoree lampada in ferro di Paolo Ciacci.
􀁬􀀃5 maggio: FAMO dalle 16.30 alle 17.30 􀁬􀀃4 e 5 maggio: Expo lamp ore 10-20
Accesso libero per ordine di arrivo 􀁘􀀃 Linea A – Manzoni 􀁙􀀃Linee 85 / 87 / C3 /3

 

123 ROMA CAPUT NOSTRUM

Piazza M. Fanti 47 presso Acquario Romano,

Casa dell’ArchitetturanbA cura dell’Associazione Culturale 4ausnbEvento per bambini Il laboratorio “Roma Caput Nostrum” si svolgerà nel prestigioso edificionbdell’Acquario Romano, monumento storico della Capitale ed attuale sede dell’Ordine deglinbArchitetti ed avrà come filo conduttore l’analisi delle coperture dei più importanti edifici romani,n dall’antichità ai nostri giorni. Le coperture, oltre ad essere analizzate nel loro aspetto prettamente statico e funzionale, si trasformeranno in un vero e proprio gioco attraverso la realizzazione di piccoli plastici tridimensionali con l’utilizzo della tecnica di sviluppo dei solidi fndamentali che compongono gli elementi costruttivi.
􀁬􀀃5 maggio: ore 16 e 17h30 durata 1h30 dai 6 ai 12 anni
􀀨Su prenotazione sito OHR 􀁘􀀃 Linea-B Termini 􀁙􀀃Linee 70 / 71 / 5 / 14

125 NUOVI SGUARDI SU ROMA
Via Filippo Turati 171 A Cura di: Dottorato “Teorie e Progetto” Sapienza
(F. Ciresi, I. De Simone, L. Maricchiolo, C. Roma, A. Guerrieri) Evento Quindici dottorandi di ricerca indagano quindici opere di architettura contemporanea realizzate negli ultimi 10 anni a Roma. Presentano progetti non fra i più noti al grande pubblico, etti attraverso una visione critica che fa conoscere ai romani la loro città in una veste inaspettata e invita a riflettere sull’importanza della buona architettura e sulle sue potenzialità future.
􀁬􀀃4 maggio: ore 18 􀀨Su prenotazione sito OHR e rush line

 
 

 

Raccolta differenziata ?

Qualche tempo fa abbiamo pubblicato un post (vedi) con tanto di fotografie di un blocco di travertino staccatosi dal marciapiede in prossimità di un tombino affermando che era lì da tanto tempo senza che nessuno cercasse di risolvere il problema ( rimozione del blocco e riparazione del marciapiede). Bene, anzi male, quel blocco è ancora lì, ma non è di questo che vogliamo parlare ma delle pessime abitudini dei frequentatori serali o notturni di quel punto di viale Manzoni. Abbiamo girato un breve filmato perchè le foto non aiutavano a capire compiutamente il fatto : ben 6 bottiglie di birra vuote (una rotta, si intravedono i vetri verdi) a pochi metri dai cassonetti della raccolta differenziata per vetro e plastica ! E accanto agli altri cassonetti delle buste di rifiuti buttate per terra perchè aprire il coperchio costa troppa fatica ! Cerchiamo di educare tutti alle più elementari regole della vita civile e poi parliamo di raccolta differenziata.

I Documentari vincitori del RIFF 2013 martedì 23 aprile al Piccolo Apollo

ra_veroin collaborazione con
Riff-Logo-2  e     ponte
presenta


martedì 23 aprile
Piccolo Apollo – Centro Aggregativo Apollo 11
c/o Itis Galilei ingresso laterale di via Bixio
(angolo via Conte Verde) – Roma
I DOCUMENTARI VINCITORI
DEL RIFF 2013
ore 19.00
*
PRIMO PREMIO
MAPA
di León Siminiani

mapa
Spagna, 2012, HD, colore, 85′

al termine della proiezione, incontro con
Fabrizio Ferrari (direttore del RIFF) e i membri della Giuria


Un giovane regista spagnolo viene licenziato dal suo lavoro in TV. Cercando di recuperare il suo sogno di fare cinema, compie un viaggio in India in cerca del suo primo film, solo per scoprire che la ricerca vera e propria non era in India, ma nel ritorno a casa. In realtà stava fuggendo… Tuttavia, al suo rientro a Madrid, le cose non andranno esattamente come si aspettava…Scheda del film e regista: http://www.riff.it/scheda-film/?id=8906

 ore 21.00**
MENZIONE SPECIALE

THE SUFFERING GRASSES
(When elephants fight, it is the grass that suffers)
di Iara Lee

Grasses
USA, 2012, HD, colore, 52′

al termine della proiezione incontro organizzato da Un ponte per…
con Donatella Della Ratta

(esperta di Medio Oriente e vincitrice del Premio Ilaria Alpi 2000)
e il giornalista siriano Fouad Roueiha


A due anni e migliaia di vittime dal suo inizio, il conflitto in corso in Siria è un microcosmo delle tensioni in Medio Oriente ed un amaro ritratto del mondo in generale. Sullo sfondo della Primavera Araba e del complicato quadro politico della regione, il film osserva la guerra siriana attraverso l’umanità dei civili uccisi, abusati o dislocati nello squallore dei campi profughi. In ogni conflitto del genere, sono i civili – donne, bambini, famiglie, intere comunità a patire le sofferenze causate dai potenti, presi nel bel mezzo dello scontro. Quando gli elefanti si fanno la guerra, è l’erba che soffre!Scheda del film e regista:
http://www.riff.it/finalisti-2013/the-suffering-grasses-when-elephants-fight-it-is-the-grass-that-suffers/

* la proiezione delle ore 19.00 sarà preceduta da un aperitivo alle 18.45
** la proiezione delle ore 21.00 sarà preceduta da un aperitivo alle 20.30

Ingresso riservato ai soci

(tessera mensile 5,00 € – sottoscrizione libera per ogni evento)
Ufficio stampa Apollo Undici:
g.ghigi@apolloundici.it – tel. +39 3457330465; +39 3489240778
Facebook Apollo Undici
Ufficio stampa RIFF:
Marino Midena  +39.347.7162033; Elisabetta Colla +39.333.2736455
ufficiostampa.riff@gmail.com


 

21 aprile : raccolta rifiuti ingombranti a Piazza Vittorio

Nel ricordare questa data vorremmo far presente che :

I rifiuti di grandi dimensioni debbono essere gettati in questi modi :

Nei Centri di raccolta rifiuti ingombranti. In questo link la cartina con tutti quelli dislocati nel territorio urbano.

Raccolte domenicali rifiuti ingombranti. La seconda domenica del mese in alternanza tra municipi pari e dispari in alcune zone si possono gettare rifiuti ingombranti a titolo gratuito. Nel nostro rione la raccolta avviene a Piazza Vittorio angolo via Buonarroti dalle 8,00 alle 13,00. Ricordiamo che domenica 21 aprile,dalle ore 8 alle 13, saranno presenti i mezzi dell’AMA a Piazza Vittorio.

Nei quartieri. E’ un nuovo servizio forse poco conosciuto e a tal proposito riportiamo periodi e luoghi nel nostro rione per avere un’ulteriore altra possibilià di gettare rifiuti ingombranti :

Punto mobile raccolta ingombranti Piazza di Porta Maggiore fronte civico 25

I e III Martedì del mese Dalle ore 18:00 alle ore 19:30

Punto mobile raccolta ingombranti Piazza Vittorio Emanuele II fronte civico 119

I e III Martedì del mese Dalle ore 16:00 alle ore 17:30

Cosa posso consegnare? Rifiuti ingombranti tavoli, armadi, cassetti, credenze, librerie e scaffali letti, materassi e reti sedie, poltrone e divani porte, infissi, tende da esterno e ombrelloni passeggini, carrozzine, fasciatoi, girelli e culle acquari, quadri, specchi, lampade e lampadari sanitari, vasche da bagno e box doccia Rifiuti elettrici ed elettronici – RAEE lavatrici, frigoriferi, congelatori, macchine del gas e tutti gli elettrodomestici singoli e da incasso telefoni, computer, monitor e stampanti televisori, impianti hi-fi, lettori, videoregistratori e videogiochi ventilatori, condizionatori, stufe, etc. asciugacapelli, bilance elettriche ed elettroniche.

Ricordiamo che il problema dei rifiuti urbani riguarda tutti da vicino. Per evitare disastri ambientali è giusto monitorare e criticare le decisioni e le attività di Comune e Regione ma dobbiamo essere noi i primi a dare l’esempio, La strada non è una discarica e simili scene visibili quotidianamente vicino ai nostri cassonetti vorremmo proprio non vederle più

Che incivili !

Novità !

Chi possiede uno smartphone (Iphone o Android) può collegarsi al sito http://www.amaroma.it/mobile per avere in qualunque luogo notizie utili alla raccolta dei rifiuti .

Servizio Ricicla Casa e Lavoro per la raccolta a domicilio dei rifiuti ingombranti, elettrici, elettronici, come elettrodomestici, divani, mobili e altre tipologie di rifiuti.

  • Il servizio è gratuito per le famiglie con ritiro al piano stradale e fino a 2 metri cubi di materiale. Vedi la tabella con le indicazioni sui materiali e sui metri cubi.
  • Inviare il modulo online inserendo il codice utente della Tariffa Rifiuti abitativa.
  • Si possono richiedere fino a dodici ritiri gratuiti annui, massimo due volte al mese.

Tutto il materiale raccolto viene differenziato e avviato a impianti di trattamento per il recupero e il riciclo.Al cittadino viene successivamente fornita la copia del Formulario di Identificazione Rifiuto – FIR.

“Festa della Semina” sabato 20 aprile dalle ore 10 in Piazza M. Fanti

Manifesto col A4mod

Ortolino – sperimentazione di orticultura urbana

Il bisogno di mettere le mani nella terra, di avere un contatto diretto con posti e persone, di riappropriarsi dello spazio pubblico, ha portato a una rete diffusa di realtà, alcune più grandi e visibili, altre minute ma di grande importanza sociale per una città come Roma che si caratterizza oggi per una fortissima connotazione agreste che sopravvive a dispetto delle incessanti tendenze di espansione urbana e dei crescenti processi di evoluzione socio-produttiva che ne hanno accompagnato, spesso in maniera scriteriata, le fasi di sviluppo. Questa rete costituita da esperienze di orticultura urbana collettiva e plurale, seminando fiori e ortaggi nelle “crepe” cittadine, traccia segni visibili nel paesaggio urbano, addolcendone i contorni e animando gli spazi residuali, restituendoli di fatto alle comunità locali e determinando così un nuovo paesaggio metropolitano. L’orticultura urbana si propone infatti sia come valida soluzione di riqualificazione urbana, occupando ritrovati spazi pubblici dal carattere fortemente innovativo, capaci di dare una concreta risposta alla crescente domanda di paesaggio e natura in ambito urbano, sia come occasione per innescare importanti politiche di inclusione sociale, basate sul coinvolgimento attivo della popolazione nella progettazione e gestione degli spazi in modo da aumentare il senso di comunità e la responsabilizzazione nei confronti dello spazio pubblico. L’obiettivo è quello di far crescere un modello rurale-urbano innovativo creando sinergie tra mondo educativo, comunità locali, associazioni di cittadini e istituzioni al fine di creare una rete indispensabile per il trasferimento di esperienze e cosi formare una cultura dell’ambiente fondamentale per una crescita sostenibile di un territorio che si riappropria dei suoi ritmi naturali.

In questo panorama programmatico si inserisce il progetto Ortolino, promosso dalla scuola Di Donato e dalla Casa dell’Architettura di Roma e finanziato dalla Provincia di Roma, un orto condiviso didattico che si propone non solo come strumento di pedagogia attiva, ovvero dell’imparare facendo, ma anche come attrattiva per i cittadini del multietnico quartiere Esquilino che saranno coinvolti attivamente nella gestione dell’orto. Dal punto di vista didattico l’orto costituirà l’oggetto di un apprendimento attivo, multidisciplinare e trasversale, laboratorio privilegiato per l’osservazione diretta dei processi biologici e occasione per ragionare in modo critico sull’ambiente, sugli usi alimentari e le relative diversità culturali, e sulla sostenibilità ambientale ed economica della nostra catena alimentare. Ortolino si propone, quindi, come strumento di apprendimento multidisciplinare e di conoscenza della natura attraverso esperienze sensoriali, tattili, olfattive, emotive, e visive per insegnare in modo empirico alcuni fondamenti delle materie scientifiche e i principi di botanica ed agronomia, di ecologia e del rispetto dell‘ambiente. Invece dal punto di vista sociale l’orto, proponendosi come permanente laboratorio di integrazione multiculturale, di sostenibilità ambientale, sociale e umana nel cuore del quartiere, costituirà un centro di aggregazione, di integrazione, di collaborazione e condivisione di obiettivi e buone pratiche per la cittadinanza e come volano di integrazione delle diverse culture presenti nel quartiere attraverso la condivisione dei saperi e delle rispettive tradizioni.

Il progetto realizzativo è stato sviluppato da un gruppo di giovani architetti e pianificatori dell’università La Sapienza. L’idea progettuale alla base è la rilettura del tracciato storico di ingresso dell’Acquario Romano che conduce appunto dalla struttura al cancello ormai in disuso. Per sviluppare quest’idea si è pensato a una successione di vasche destinate alla coltivazione disposte in sequenza tale da dare profondità e indirizzare lo sguardo verso un punto focale definito. Tali vasche sono state realizzate per lo più con dei bancali da trasporto riciclati per garantire da una parte la sostenibilità economica del progetto, sensibilizzando al tempo stesso a pratiche di riciclaggio e di riuso creativo dei materiali e garantendo al progetto un imprescindibile carattere di mobilità. Infatti l’Ortolino è stato pensato come una struttura mobile capace di adattarsi alle varie esigenze e funzionalità di un giardino urbano e di seguire la ciclicità delle stagioni. Sono stati inoltre coinvolti a vario titolo alcuni agronomi, sia indipendenti che facenti parte della rete di Campagna Amica, che hanno selezionato una serie di piante e ortaggi non convenzionali e quindi di notevole importanza didattica, ed è stata favorita la consociazione tra piante.

Cave of Tales by Alice Pasquini

Cave of Tales by Alice Pasquini

-1 art gallery | Mostra a cura di Giorgio de Finis

17 aprile – 30 agosto 2013

Casa dell’Architettura, piazza Manfredo Fanti, 47 – 00185 Roma

Trasformazione a cura della street artist Alice Pasquini del corridoio che conduce ai bagni in una stanza delle meraviglie !

Locandina della mostra

Maggiori notizie e informazioni sul sito dell’evento

Venerdì 19 aprile “Una Strada Diversa” per “Racconti, che passione”

Venerdì 19 ore 17

Spes, via Liberiana 17

biblioteca 2° piano

“Una strada diversa”

dal libro di

E. Strout, Olive Kitteridge

strout, strada diversa