Esquilino, controlli a tutela della salute pubblica da parte della Polizia Locale, chiuso un minimarket per inadempienze sanitarie. A Porta Maggiore prosegue la lotta al degrado: sequestrata una tonnellata di ciarpame.


Comunicato stampa della Polizia Roma Capitale

Continuano i controlli da parte del I Gruppo Centro “ex Trevi” della Polizia Locale di Roma Capitale nel quartiere Esquilino, con una vigilanza quotidiana svolta anche in chiave di tutela della salute pubblica. In particolare, gli accertamenti hanno riguardato piazza Vittorio, con attenzione ad alcune aree maggiormente frequentate  come i giardini e i portici della piazza. Gli agenti hanno eseguito mirate verifiche anche presso le attività commerciali, che hanno portato alla chiusura di un minimarket, su disposizione della ASL, per inadempienze in materia sanitaria. Il titolare di un esercizio invece è stato sanzionato per vendita di prodotti in totale difformità rispetto alle autorizzazioni in possesso. Costanti anche gli interventi da parte dei caschi bianchi per contrastare i  fenomeni illegali e di degrado nella zona di Porta Maggiore, legati alla presenza di venditori abusivi di ciarpame: oltre una tonnellata di rifiuti, abiti usati, scarpe, borse e oggetti vari, perlopiù provenienti dal rovistaggio dei cassonetti, sono stati distrutti a mezzo AMA in quanto igienicamente non trattabili.

Roma, 18 marzo 2021


Polizia Roma Capitale
Comando Generale
Reparto Rapporti con la Stampa
Via della Consolazione, 4
00186 Roma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.