Un altro chiarissimo esempio della teoria dei “vetri rotti”


James Wilson e George Kelling, gli autori della “Broken Windows Theory” che utilizzavano l’immagine dei vetri rotti come metafora per spiegare come da un piccolo dettaglio di disordine non recuperato e riparato (un vetro rotto in una casa abbandonata) si potesse passare facilmente a situazioni di degrado urbano generalizzato, avrebbero sicuramente preso come esempio queste immmagini scattate in due giorni successivi all’Esquilino per spiegare la loro teoria.

Venerdì 8 maggio postavamo questo tweet

Il giorno dopo ecco qual’era la situazione

Questo slideshow richiede JavaScript.

al frigorifero si erano aggiunte altre suppellettili (e mancavano delle pentole già razziate dal rovistatore di turno),  erano state lasciate altre bottiglie e, visto l’insieme, si era creduto opportuno lasciare  rifiuti e carta accanto a un cestino situato vicino. L’inciviltà della gente assommata alle carenze dell’AMA, purtroppo genera un’immagine poco edificante della nostra città specie in vista del Giubileo Starordinario che, dopo l’EXPO 2015,  vedrà Roma al centro dell’interesse mondiale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.